Giorno: 15 maggio 2018

15 maggio 2018 0

Sorpresi a Cassino quattro degli “Intoccabili” di Frosinone, allontanati con foglio di via

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Quattro appartenenti ad una nota famiglia di etnia rom di Frosinone, recentemente rinviati a giudizio, nell’ambito del processo denominato “intoccabili”, sono stati fermati a Cassino e allontanati. I 4 sono ritenuti associati all’organizzazione finalizzata alla detenzione e spaccio di sostanze stupefacente.

Nei loro confronti è stata avviata la procedura per il foglio di via obbligatorio ed il divieto di ritorno nel comune di Cassino, alla luce della loro pericolosità sociale.

Controllata anche la periferia di Cassino, in particolare la zona industriale dove è stato rintracciato un pluripregiudicato di Boville Ernica, che si aggirava senza giustificato motivo, ed è stato anch’egli munito di foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno nel comune di Cassino.

15 maggio 2018 0

Venditori di frutta e verdura ambulanti e abusivi al mercato di Cassino: multati e allontanati due campani

Di admin

CASSINO – Nel fine settimana, è stato il mercato del sabato l’obiettivo delle Volanti e della Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato di Cassino, che hanno individuato e fermato due partenopei che vendevano abusivamente frutta e verdura, gravati da numerosi precedenti per reati contro il patrimonio e la persona.

I due sono stati sanzionati dal punto di vista amministrativa, per aver svolto l’attività commerciale senza licenza e hanno subito il sequestro della merce, devoluta poi ad un ente di beneficenza, come prevede la normativa in caso di merce facilmente deperibile; inoltre, visti i loro pregiudizi penali, sono stati muniti di foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno per tre anni nel comune di Cassino.

15 maggio 2018 0

La Rocca Janula è fruibile, ma solo in parte. Chiusa l’area “all’ombra” del maschio

Di admin

CASSINO – Tutta la parte a destra dalla porta di ingresso della Rocca Janula sarà interdetta. E’ quanto scaturito dalla riunione di oggi in comune a Cassino alla quale hanno preso parte i tecnici comunali, i responsabili dei vigili del fuoco e i rappresentanti del Ministero dei Beni Monumentali.

Circa dieci giorni fa, la vecchia fortezza del monastero di Montecassino è stata oggetto di un sopralluogo da parte dei vigili del fuoco durante il quale è stato riscontrato il pericolo relativo alla torre di 25 metri di altezza “sfuggita” ai lavori di restauro che hanno riguardato l’itera struttura.

L’area interdetta, quindi, è quella considerata di pericolo nel caso di un non auspicato crollo di quella porzione di Rocca Janula che viene considerato rudere.

Il problema adesso è legato all’utilizzo che se ne potrà fare dell’intera struttura dato che essa rientrava in iniziative attrattive estive. Gli spazi saranno sufficienti? Ci si chiede?

Inoltre a quanto pare, nel corso dell’incontro odierno è stato chiesto al Ministero di fare chiarezza sui lavori svolti all’interno del sito archeologico indicando quale porzione è stata restaurata e messa in sicurezza e quale no e, in quest’ultimo caso, perché non è stato fatto.

Ermanno Amedei

15 maggio 2018 0

Il castello “Ettore Fieramosca” di Mignano M. L. nel volume di Giacomo De Luca e Aurora De Luca

Di redazionecassino1

MIGNANO M. L. (CE) – Due anni di restauro, mezzo secolo di chiusura al pubblico e una storia millenaria, questi i numeri del Castello Medievale “Ettore Fieramosca” di Mignano M. L. Il bene monumentale restituito alla comunità, grazie agli interventi di restauro eseguiti sotto l’alta sorveglianza della Soprintendenza delle Belle Arti e Paesaggio per le Province di Caserta e Benevento. Sabato 19 maggio, con inizio alle ore 16, il maniero ospiterà la presentazione il volume: Il Castello “Ettore Fieramosca”di Mignano Monte Lungo scritto da Giacomo De Luca e Aurora De Luca. Parteciperà il prof. Silvano Franco, dell’Università di Cassino e del Lazio Meridionale e direttore della rivista “Civiltà Aurunca”. Il monumentale maniero della cittadina campana è risalente presumibilmente all’anno 1000/1100 d.c., nei secoli il Castello è appartenuto a numerose famiglie nobiliari, fino a diventare parte del Regno delle Due Sicilie, sotto il governo di Papa Innocenzo III. Successivamente, entrò a far parte dell’Impero di Federico II di Svevia. Intorno al 1500 diviene la residenza del condottiero di cui oggi porta il nome, Ettore Fieramosca, uno dei celebri protagonisti della Disfida di Barletta del 1502.

15 maggio 2018 0

La puntura di Ultimo… al misterioso George Soros

Di admin

LA PUNTURA DI ULTIMO – “Lo spregiudicato finanziere multimiliardario ottantottenne ebreo George Soros ha massicciamente finanziato le ONG che si occupano di favorire l’accoglienza dei migranti in Europa. Inoltre ha finanziato la campagna referendaria di coloro che si opponevano a Brexit.

Fiumi di denaro per quale scopo? Cosa c’è dietro questa volontà di influenzare le politiche nella UE?

Forse è il caso che qualche magistrato faccia due chiacchiere con colui che da molti anni è accusato di creare ad arte situazioni di contrasto sociale per destabilizzare prima al fine di speculare poi”.

Ultimo