Giorno: 21 giugno 2018

21 giugno 2018 0

Campi fertilizzati con le immondizie tra Pontecorvo e Cassino, terreni sequestrati e 9 indagati

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Rifiuti spacciati per compost.  Questa l’ipotesi investigativa su cui stanno lavorando i carabinieri Forestali del Nipaf di Frosinone che, questa mattina, hanno notificato a  ben nove persone l’iscrizione nel registro degli indagati per gestione illecita di rifiuti tra Cassino e Pontecorvo.

I Forestali hanno indagato sullo smaltimento di “ammendante compostato misto” proveniente da un impianto di compostaggio che in realtà lavorava e produceva rifiuti.

A far scattare le indagini sono state le segnalazioni di cittadini di Pontecorvo relativamente ad un cumulo di materiale che produceva odori nauseabondi.

Da una verifica fatta è stato accertato che quel cumulo che di lì a poco sarebbe stato mischiato al terreno con l’intento di fertilizzare, non era altro che rifiuto.

Stessi cumuli sono stati trovati su altri terreni a Cassino, Pontecorvo, Colfelice, Piedimonte San Germano e Cervaro. In alcuni casi, il terreno era già stato lavorato e il finto fertilizzante, è già stato mischiato al terreno. Nei cumuli ancora sparsi compaiono evidenti anche pezzi di plastica.

Sarebbe stato calcolato accertato che l’azienda avrebbe prodotto complessivamente 315 tonnellate di quel materiale. Sono quindi scattati i sequestri dei terreni oggetto dello sversamento e le denunce per i proprietari dei terreni e i responsabili dell’impianto.

Ermanno Amedei

21 giugno 2018 0

Niente assicurazione né revisione, agente stradale non superstizioso ferma e sanziona carro funebre

Di admin

CASSINO – Probabilmente era certo che protetto dalla superstizione nessuno lo avrebbe mai fermato per un controllo stradale. Ma il conducente di un carro funebre in transito sulla superstrada Sora Cassino si è dovuto ricredere quando l’agente della polizia stradale della sottosezione di Cassino gli ha mostrato la paletta dell’alt.

A quel punto tutte le sue certezze sono venute meno. All’agente diretto dall’ispettore Giovanni Cerilli, carro funebre o meno, quello era un veicolo da controllare e ha avuto fiuto dato che il mezzo era sprovvisto della copertura assicurativa e non aveva effettuato la prevista revisione periodica da ben oltre 5 anni.

Sono state così elevate sanzionato ai sensi del C.d.S. per un importo di circa 1.200 euro.

Ermanno Amedei

21 giugno 2018 0

Orto “stupefacente” nelle campagne di Cassino, arrestati moglie e marito che coltivavano marijuana

Di admin

CASSINO – Un orto “stupefacente”, nascosto nelle campagne di Cassino, è stato individuato dagli agenti del commissariato cittadino. Ad arrivare alla coltivazione segreta sono stati gli uomini del vice questore Raffaele Mascia il quale ha ufficialmente assunto la direzione del commissariato cassinate.

Nel corso di indagini gli agenti hanno seguito con discrezione una giovani coppia che, attrezzati di un grosso borsone a spalla vuoto, si sono diretti in una zona di periferia addentrandosi nella campagna fino ad arrivare nei pressi di un capannone per il deposito di fieno e ad un container occultato da un telo di plastica. I due, una volta all’interno, ne sono usciti con alcune piante di marijuana che hanno iniziato a recidere con le forbici per prenderne le infiorescenze.

I poliziotti sono quindi intervenuti perquisiscono il container e trovando una vera e propria fabbrica adibita alla produzione di droga, con cella frigorifera, impianto di aerazione, termosifone elettrico, fertilizzante, bustine per il confezionamento, bilancino e più di 610 grammi di infiorescenze.

Rinvenute anche pistola simulacro marca Kimar senza tappo rosso e fucile a canne mozze, risultato rubato in Campania. Perquisita anche l’abitazione dei coniugi dove è stata rinvenuta altra marijuana.

Per i due, 28 anni lui, 29 lei, è scattato l’arresto e dovranno rispondere di produzione di sostanze stupefacenti, porto abusivo di armi alterate e ricettazione, in concorso.

21 giugno 2018 0

Cantina contesa alla ex cognata, moglie e marito denunciati a Fiuggi

Di admin

FIUGGI – Una cantina “contesa” è al centro di una diatriba familiare che ha  portato gli agenti del Commissariato di Fiuggi a denunciare un 48enne del luogo per atti persecutori.

L’uomo ha mostrato un atteggiamento minaccioso ed intimidatorio, ormai da circa un anno, nei confronti dell’ex moglie del fratello, cercando in tutti i modi di impedirle di accedere alla cantina, nonostante ne avesse la disponibilità.

La vittima in precedenza aveva dovuto far ricorso anche alle cure dei sanitari a causa di un’aggressione fisica subita da parte dell’ex cognato, al quale veniva data man forte dalla stessa moglie.

Anche per lei la denuncia: l’accusa mossa dagli agenti nei suoi confronti è violenza privata per essersi impossessata delle chiavi della cantina.

21 giugno 2018 0

La puntura di Ultimo… al giudice canadese Fowler

Di admin

LA PUNTURA DI ULTIMO – “In Canada il giudice Robert Fowler ha registrato due uomini ed una donna come genitori di un bimbo nato l’ anno scorso. È stata così decretata l’ esistenza della famiglia poliamorosa. “Non ci sono ragioni per credere che questa relazione danneggi in qualche modo gli interessi del bambino”, ha detto. Già. Per il momento il bambino non può ancora parlare. Però tra 18 anni, una volta maggiorenne, potrà fare causa ed il giudice Fowler chissà dove sarà…”

Ultimo