Flashdance, danza da guardare ed ascoltare

Flashdance, danza da guardare ed ascoltare

25 giugno 2018 0 Di redazionecassino1

CASSINO – Il saggio della scuola Flashdance non è mai solo un saggio. Per Concetta Migliaccio, le sue assistenti e le sue allieve, quello che sta preparando da tempo con grande impegno e che arriverà in scena mercoledì sera al teatro Romano di Cassino è un vero e proprio spettacolo di danza e di musica, una performance che coinvolge chi si esibisce quanto chi assiste, in un turbinio di sensazioni profonde.

E per questo 2018 Concetta ha scelto di aprire con un brano, “Ascoltami”, che è un invito a non guardare soltanto con gli occhi, ma ad ascoltare il messaggio di ogni singola coreografia, di ogni singola ballerina che salirà su quel palco così suggestivo e carico di storia.

Tra i temi cari a Concetta ed al suo staff c’è certamente quello dell’amore per gli animali, per i cani in particolare e da tre anni al saggio partecipa attivamente, e non solo come sponsor, Roberta Ceriello di Scondinzolando.

“Sul palco ogni tanto – ci racconta l’insegnante di ballo – saliranno Oscar e Beatrice, un border collie ed un barbone nano dell’allevamento Millennium Dreamer di Roberta. Un modo per ricordare a tutti quanto sia importante nelle nostre vite la presenza del “migliore amico dell’uomo” e per sensibilizzare gli spettatori ed evitare gli abbandoni.

Tra gli sponsor che parteciperanno concretamente allo spettacolo anche la Romantica Maison che porterà sul palco alcune delle più piccole tra le mie allieve con meravigliosi abiti da cerimonia ed alcune bellissime spose.

Non sarà sul palco con noi, ma voglio ringraziarlo per il supporto, la Consultinvest che anche nel 2018 ha voluto sponsorizzare il nostro evento di danza perché ha deciso di investire sui giovani e sul futuro. Si tratta di una società che opera sul piano nazionale ed internazionale, ma non dimentica le piccole città e le piccole realtà e appoggia questo spettacolo perché ne sposa in pieno le finalità: aiutare i giovani ad esprimersi attraverso la danza ed i messaggi che la danza porta avanti”.

Tornando alla scaletta, dopo l’apertura con Ascoltami, arriva la sigla ufficiale del saggio che non può mancare. Perché Flashdance è il film che ha fatto innamorare della danza intere generazioni e perché Concetta Migliaccio dopo aver visto quel film ha deciso quale sarebbe stata la sua strada e lei stessa ha portato nel suo mondo centinaia di ragazze in questi trenta anni di scuola.

Sul palco con lei, durante la serata, si alterneranno le “pulcine” (tra loro anche la più piccola allieva di soli due anni), le mediane che vanno dai 6 ai 10 anni, le ragazze del corso jazz dagli otto ai dodici anni, e di jazz avanzato che arrivano a 15 anni. Poi ci saranno le amiche del gruppo storico di allieve della Flashdance, arrivate bambine nella scuola ed oggi giovani donne.

Ed infine il gruppo di aerobica, composto da tante mamme che senza falsi pudori decidono di mettersi in gioco ed esibirsi.

Concetta sarà affiancata, come sempre, dalla sorella Rita Migliaccio, dalla figlia Cecilia Russo e da Giorgia Burmo. “Le ringrazio per la dedizione con cui si dedicano a questo saggio, e ringrazio anche Marco Sellati, Daniele Incitti e Piero Zinna”.

A presentare l’evento sarà Valentina Prato; audio e luci sono affidate al buon Renato Renzi e alla sua società On Stage, mentre ad occuparsi delle riprese e dei dvd in ricordo della serata saranno Domenico e Massimiliano della Domax 2000, anche loro come Renato partner storici del saggio di danza firmato Flashdance.