Giorno: 2 luglio 2018

2 luglio 2018 0

Abbandono cani, Aidaa: “A giugno 18mila abbandoni, -22% rispetto allo scorso anno”

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

 

DALL’ITALIA – “Ritorna l’estate e con essa il problema degli abbandoni dei cani nell ‘ultima settimana di giugno sono stati 2.400 i cani entrati nei 120 canili monitorati da AIDAA e sparsi in tutte le regioni italiane”.

Lo si legge in una nota di Aidaa.

“Complessivamente nel mese di giugno sono stati oltre 188.000 i cani entrati in questi canili con un miglioramento di circa il 22% rispetto allo stesso mese del 2017 (Si tratta di un dato parziale relativo a un decimo del totale dei canili e dei rifugi presenti in Italia). Non stiamo parlando solo di cani abbandonati per strada, anzi in questi ultimi anni gli abbandoni su strade ed autostrade di cani non microchippati sono diminuiti del 30% rispetto ai dati di cinque anni fa.

Quello che invece aumentano sono gli “abbandoni” di cani lasciati fuori dai canili o consegnati direttamente alle strutture da persone che non riescono più a gestirli. Sono in forte aumento specialmente nei canili del nord Italia ingressi di molossi e questo rappresenta un problema nel probema, essendo proprio di questi giorni la nuova moda tra i giovani dei cani di grossa taglia in particolare pitbull e amstaff che poi in molti casi vengono abbandonati o messi in adozione in quanto non in grado di provvedere alla loro gestione quotidiana”.

2 luglio 2018 0

Sub disperso a Gaeta, ritrovato e multato mentre pescava in area vietata

Di admin

GAETA – Nel pomeriggio di ieri i militari della Guardia Costiera di Gaeta sono stati impegnati nelle ricerche di un sub che era stato dato per disperso dai compagni di immersione nei pressi del campo di mitilicoltura della Rada di Gaeta.

A seguito quindi della segnalazione pervenuta alla sala operativa sul numero di emergenza in mare 1530, inerente la scomparsa di un pescatore subacqueo, sono state inviate sul posto l’unità di soccorso CP856 ed il battello B94 per le operazioni di ricerca. Le ricerche dei mezzi navali della Guardia Costiera di Gaeta consentivano l’individuazione del sub.

Il presunto sub scomparso era però in realtà, intento ad effettuare attività di pesca subacquea all’interno dell’impianto di mitilicoltura, attività vietata dall’Ordinanza 135/07 della Capitaneria di Porto di Gaeta. Pertanto i militari, dopo essersi sincerati sull’ottimo stato di salute del sub, presunto disperso, procedevano ad elevare, a carico del Sig. Z.A. di anni 33,residente nella provincia di Napoli, un verbale amministrativo di € 2.000 per aver svolto pesca sportiva in zona non consentita. Il prodotto ittico pescato ( circa 4 Kg) e l’attrezzatura da pesca veniva posta sotto sequestro.

Ogni situazione di emergenza in mare potrà essere segnalata alla Sala Operativa della Guardia Costiera di Gaeta, tramite numero telefonico, gratuito, di emergenza in mare 1530, attivo 24 ore su 24.

2 luglio 2018 0

Nasse per la pesca nell’area Marina Riviera D’Ulisse a Gaeta, scattano i sequestri

Di admin

GAETA – Nel corso del primo weekend di luglio, intensa è stata l’attività anche sul fronte ambientale che ha consentito alla Guardia Costiera di individuare nell’Area marina del Parco Regionale Riviera d’Ulisse di Monte Orlando, la presenza di oltre cento nasse in violazione delle norme che tutelano quell’area di particolare pregio ambientale.

Tale attività di vigilanza ambientale da parte della Guardia Costiera di Gaeta, finalizzata a garantire l’esercizio delle attività di pesca in conformità alle vigenti norme di settore, è terminata con il sequestro da parte dei militari del  Battello GC B94 degli attrezzi di pesca, che costituivano vere trappole per le molteplici specie ittiche, anche di pregio, che popolano l’ecosistema marino del Parco.

Gli strumenti, abusivamente posizionati, erano infatti disposti lungo una linea di circa mezzo chilometro e collegati con una cima alle cui estremità si trovavano rudimentali galleggianti volti ad agevolarne il recupero e renderne difficile l’individuazione da parte degli organi di controllo.

I militari della Guardia Costiera, a seguito delle operazioni di recupero, hanno rinvenuto in alcune delle trappole del pescato che, ancora vivo, è stato liberato in mare.

2 luglio 2018 0

Restaurato l’antico organo Spadari a Vico nel Lazio

Di admin

VICO NEL LAZIO – Restaurato l’antico organo Spadari risalente alla prima metà del secolo diciottesimo, nella chiesa collegiata di S. Michele Arcangelo a Vico nel Lazio.

La comunità di Vico nel Lazio torna così a fruire di un altro gioiello del suo ricco patrimonio artistico. Questa volta, come ha sottolineato il parroco Don Luigi Battisti, sono stati gli stessi parrocchiani a sentire il bisogno di riavere nella liturgia il suono di un organo ormai silenzioso da oltre 70 anni.

L’Italia, come sappiamo, è ricca di opere d ‘arte da restaurare – sostiene il Dirigente Scolastico Giulio M.Giacomini, componente il comitato promotore – e non sempre le risorse finanziarie dello Stato sono sufficienti a soddisfare l’elevata richiesta di recupero del patrimonio artistico. Così i cittadini più sensibili, l’Amministrazione Comunale, la BANCA POPOLARE del frusinate ed altri sostenitori hanno assicurato la necessaria risorsa economica per tale intervento.

Parole di apprezzamento sono state espresse anche dal sindaco Claudio Guerriero, il quale  ha assicurato che l’Amministrazione comunale, pur con le poche disponibilità, sarà sempre al fianco di quanti operano per dare lustro al proprio paese.

Lo storico locale, Salvatore Jacobelli, ha invece ricordato che già in precedenza il Prof. Natale Tomei aveva segnalato all’allora parroco Don Rinaldo Pelone di adoperarsi per il recupero dell’organo. E’ passato qualche decennio e finalmente altri hanno dato seguito a quella segnalazione.

E’ stata quindi la volta del restauratore Prof. Giuseppe Lucca, già docente presso il Conservatorio musicale di Perugia, il quale ha illustrato con dovizia di particolari il lavoro svolto, facendo anche vedere la corrispondente documentazione fotografica. Per rendere l’idea del cattivo stato in cui si trovava l’organo, il prof. Lucca ha riferito di aver adoperato ben quindici litri di antitarlo.

Infine, emozionante è stata la presenza del tenore francescano di Assisi, frate Alessandro, per le sue lodi rivolte al Signore ed a S. Francesco, applaudite dal  numeroso pubblico intervenuto per la circostanza.

2 luglio 2018 0

Incendi, al via i potenziamenti estivi anche nel frusinate: aperte le sedi VVF di Ceprano e Alatri

Di admin

FROSINONE – Ha avuto inizio ieri (domenica 1 luglio 2018) la Campagna Antincendio Boschiva 2018 che avrà durata prevista fino al 15 settembre.

Il Comando dei Vigili del Fuoco di Frosinone costituirà un importante riferimento nella lotta attiva agli incendi nell’ambito dell’intero territorio provinciale.

Oltre agli assetti ordinari i Vigili del Fuoco garantiranno il potenziamento delle squadre con assetti operativi dedicati all’attività AIB, con la presenza complessiva giornaliera di 14 reparti distribuiti nelle sedi del Comando ed in aree strategiche del territorio.

Il Comando potrà avvalersi anche di due basi logistiche rese disponibili dai Comuni di Alatri e di Ceprano, che permetteranno una più capillare distribuzione delle risorse operative per una risposta più efficace negli scenari di intervento.

Quest’anno i Vigili del Fuoco metteranno in campo per la lotta attiva agli incendi innovativi strumenti di cartografia digitale su piattaforma GIS nella quale sono contenute informazioni di rilevante interesse per il personale operativo impegnato sugli scenari.

La piattaforma è uno strumento utile nelle fasi di pianificazione operativa e nella visualizzazione grafica degli interventi in corso.

Si tratta di un lavoro svolto nei mesi precedenti dal personale Vigile del Fuoco specializzato nelle tecniche della Topografia Applicata al Soccorso.

Tra i tematismi di interesse contenuti nella piattaforma si evidenziano la rete degli idranti, le vasche di approvvigionamento idrico per i mezzi aerei, gli elettrodotti quali potenziali ostacoli durante i voli di spegnimento dei Canadair o elicotteri antincendio.

Per migliorare l’azione di prevenzione e di spegnimento degli incendi i Vigili del Fuoco confidano nella fattiva collaborazione di tutta la popolazione, che potrà segnalare alla sala operativa provinciale del Comandoattraverso il numero 115, eventuali situazioni o comportamenti anomali che possano determinare la causa di incendi.

2 luglio 2018 0

La puntura di Ultimo… all’Europa delle barzellette

Di admin

LA PUNTURA DI ULTIMO – Barzellette d’ Europa. Dopo il vertice sui migranti a Bruxelles, i capi dei governi si sono tutti dichiarati soddisfatti. Però le versioni sono tutte contrastanti ed alla fine non si è capito cosa sia stato deciso.

Il giochetto di raccontare frottole o mezze verità alla gente non funziona più. Se ne accorgeranno prima o poi. Per informazioni, chiedere a Renzi.

Ultimo