Giorno: 4 luglio 2018

4 luglio 2018 0

Contrabbando di sigarette dalla Biellorussia, maxi sequestrati sull’A1 a Cassino

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Gli agenti della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino, nei pressi del Km 681, in direzione sud, hanno fermato e controllato un monovolume, il cui conducente è un 45enne di nazionalità bielorussa.

I poliziotti hanno notato un voluminoso carico occupante completamente sia il portabagagli che i sedili posteriori.

Dopo i necessari e tempestivi accertamenti, anche grazie alla collaborazione dell’interprete, è emerso che il carico trasportato, proviene dai paesi dell’Est Europa e diretto molto probabilmente a Napoli per l’illegale commercializzazione, è costituito da 47 chilogrammi di sigarette di nazionalità estera (24600 unità).

L’uomo, pertanto, è stato denunciato in stato di libertà e messo a disposizione dell’A.G. italiana, con il relativo sequestro dei tabacchi

4 luglio 2018 0

Anagni, scoperta dai carabinieri una discarica abusiva di rifiuti urbani e pericolosi

Di redazionecassino1

ANAGNI –  I militari della locale Stazione, nell’ambito di mirati servizi coordinati tesi al controllo del territorio e contrasto alle violazioni sulle norme a tutela dell’ ambiente, individuavano in stato di abbandono di rifiuti su area demaniale.

Si tratta di un’area per complessivi mq.50 rifiuti solidi urbani, speciali e pericolosi.

Nella circostanza i militari dell’Arma delimitavano la superficie attivando immediatamente le procedure previste dalla normativa vigente a carico della competente Amministrazione comunale per la bonifica del sito.

foto repertorio

4 luglio 2018 0

Donna 83enne cade nella propria abitazione per un malore, salvata dai Carabinieri

Di redazionecassino1

CEPRANO –  Un uomo di Falvaterra si recava  presso la locale Stazione dei Carabinieri per chiedere aiuto, in quanto una sua conoscente del luogo non era rintracciabile a casa.

L’uomo, infatti, era andato a far visita, ma nonostante avesse suonato più volte, la donna non aveva aperto. Conoscendo le abitudini dell’anziana donna 83enne e le condizioni di salute, aveva  temuto che fosse successo qualcosa di grave.

I militari dell’Arma immediatamente si attivavano e dopo aver individuato l’abitazione facevano intervenire sul posto il personale del 118 e dei Vigili del Fuoco. Grazie all’intervento di quest’ultimi era possibile accedere all’interno dell’abitazione e sul pavimento della camera da letto veniva trovata la donna, caduta verosimilmente per un malore, ma fortunatamente vigile.

La stessa, dopo le prime cure del caso, veniva trasportata all’Ospedale Civile di Frosinone per ulteriori accertamenti.

foto di repertorio

 

4 luglio 2018 0

Latina: noto professionista pontino arrestato per maltrattamenti e stalking verso la ex moglie

Di redazionecassino1

LATINA – Nel corso dell’attività di prevenzione e controllo del territorio, alle ore 14.30 di ieri, una “pantera” della Squadra Volante interveniva in Via Arrigo Boito, in quanto era pervenuta al 113 richiesta di intervento per una segnalazione di urla in appartamento.

Giunti immediatamente sul posto, e saliti al III^ piano della palazzina, all’ingresso dell’appartamento interessato, i poliziotti constatavano la presenza della donna richiedente, che al momento era in lacrime, in preda ad una crisi nervosa. Nel mentre tentava, con difficoltà, di spiegare cosa stesse accadendo, i poliziotti udivano delle urla provenire dal cortile del condominio. Immediatamente accorsi individuavano la presenza dell’ex marito della donna il quale, avvedutosi, urlando a squarciagola, con atteggiamento poco collaborativo, aggrediva uno dei poliziotti colpendolo al volto. L’uomo, generalizzato per G.D., classe 1974, veniva immediatamente bloccato nonostante, a più riprese, continuasse a minacciare gli operanti.

Dagli accertamenti immediatamente effettuati e da quanto contestualmente riferiva, emergeva che la donna, separatasi circa tre anni orsono, aveva più volte richiesto l’intervento della Polizia a causa del comportamento dell’ex compagno il quale, in particolare nell’ultimo anno, mostrava atteggiamenti che, con il passar del tempo erano peggiorati e che ora pretendeva, in ogni momento, con la scusa di sapere del figlio minorenne, di essere informato su dove ella si trovasse, cosa stesse facendo, chi frequentasse. A questo si erano aggiunte ripetute minacce di morte proferite nelle molteplici occasioni, anche a mezzo telefono, chat o messaggistica.

Una vicenda che aveva ridotto la donna allo stremo, che non le permetteva di vivere una esistenza tranquilla e la possibilità di condurre una vita serena, compromessa da presenza costante ed invadente dell’ex marito.

L’uomo, in evidente stato psicofisico alterato, veniva riportato successivamente alla calma. Nel prosieguo delle attività e al termine delle relative formalità, è stato tratto in arresto per i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni, nei confronti della donna la quale, raggiunto il Pronto Soccorso del S.M. Goretti, era stata refertata con 10 gg. di prognosi per un grave stato ansioso reattivo,  e per i reati di violenza e lesioni a P.U. nei confronti del poliziotto della Squadra Volante.

 

4 luglio 2018 0

E-commerce: la Polizia di Stato denuncia “venditore” per ricettazione

Di redazionecassino1

FROSINONE – Un acquirente dell’e-commerce sta “navigando” in cerca di un pc quando tra gli articoli in vendita riconosce il computer che gli era stato rubato e per il quale aveva sporto denuncia di furto presso un ufficio di Polizia.

Contatta la Questura di Frosinone e agli agenti della Squadra Volante riferisce la vicenda.

Dopo i necessari accertamenti degli uomini diretti dal dr. Flavio Genovesi, un giovane del frusinate è stato denunciato per ricettazione.

I codici del computer, rinvenuto presso la sua abitazione, corrispondono infatti a quelli forniti dal denunciante.

Il materiale è stato sequestrato e, come disposto dal P.M. di turno dr. Samuel Amari, è stato restituito al legittimo proprietario

4 luglio 2018 0

“Le Marocchinate. Cronaca di uno stupro di massa”, pubblicato il libro di Emiliano Ciotti

Di admin

FROSINONE – “In uscita in questi giorni il primo lavoro di Emiliano Ciotti (Presidente dell’Associazione Nazionale Vittime delle Marocchinate) “Le Marocchinate. Cronaca di uno stupro di massa” per la Youcanprint Self-Publishing (226 pagine, 18 euro)”.

Lo scrive in una nota Davide Caluppi, responsabile comunicazione-stampa Associazione Nazionale Vittime Marocchinate.

“L’autore nato a Latina nel 1973, da anni con determinazione porta avanti questo lavoro per far conoscere alle nuove, ma anche ad una parte delle vecchie generazioni, questa tragedia immane, il dolore e le umiliazione patite dalle popolazioni da una parte dell’Italia che ha dovuto conoscere le barbarie rimaste nel cassetto per troppo tempo. Una pagina vergognosa a lungo nascosta, perpetrata da coloro che arrivarono sotto la bandiera dei “liberatori”.

Questo libro prende spunto dal racconto di Annunziata Gigli, sorella di Anastasio Gigli a cui è dedicato. Barbaramente violentato e ucciso a soli 14 anni da un gruppo da un gruppo di goumiers. All’occhio del lettore non può non andare la copertina rossa accattivante firmata da Luigi Boccasile, che ritrae un uomo di colore intento a violentare una donna con il titolo “difendila!”. Copertina che dà lo spunto all’autore nel far conoscere questa tragedia avvenuta nell’ultimo conflitto mondiale. Una pagina di Storia scritta da Alberto Moravia nel suo romanzo “La Ciociara” e ripreso dal genio di Vittorio De Sica nel celebre film “La Ciociara” con Sophia Loren. Una madre e una figlia violentate dalla furia di stranieri venuti da lontano. Famosa ma sconvolgente la scena all’interno della chiesa dove Rosetta figlia della Loren, nel film interpretata da Eleonora Brown, viene stuprata da un gruppo di marocchini. La Loren interpreta il personaggio di Cesira. Un passaggio veloce quello di innocenza a un altro di amara consapevolezza. Emiliano Ciotti nel tempo ha girato in lungo e in largo l’Italia ascoltando testimonianze e reperire documenti. Molta la reticenza, la vergogna ancora adesso a parlarne. Documenti che testimoniano gli eccidi, gli stupri di massa, la furia bestiale che si abbatté sulle campagne, sui paesi italiani, sin dallo sbarco in Sicilia fino alle porte di Firenze, tra il 1944-1945. Leggendo il libro si resta senza parole nel leggere le testimonianze di coloro che hanno subìto sulla loro pelle questa vergogna. Ricco di foto, di cartine che ripercorre quel periodo tragico. Soldati del C.E.F. (Corps Expéditionnaire Francais) guidati dal generale Alphonse Juin, i quali scatenarono i loro impulsi verso popolazioni inermi. Molti hanno taciuto e molti sapevano. In primis la Francia che era al corrente di quello che accadeva nelle zone oggetto della violenza. Le province di Frosinone, di Latina le più colpite. Il generale De Gaulle aveva la sua “residenza” nel comune di Esperia, paese del frusinate. L’autore ha avuto la bontà e l’intelligenza di portare al pubblico questo capitolo della nostra storia che ancora tanti non conoscono. Una gran parte sa, ne ha sentito parlare ma meglio non approfondire, non bisogna parlare. Nell’ultimo periodo le coscienze stanno cambiando, anche con i tanti incontri che l’Associazione fa in tutta Italia. Di recente la Francia è stata denunciata per crimini di guerra, tramite lo studio legale dell’associazione, presieduto dall’avvocato Luciano Randazzo. E questo è solo l’inizio di un percorso che vuole dare e ristabilire la verità e le colpe che ancora aspettano risposte.  Questo libro ha invece come messaggio quello di testimoniare, di ricordare le migliaia di vittime innocenti che ancora oggi reclamano Giustizia. E meglio non poteva Ciotti nel suo lavoro di dare voce e Giustizia a queste morti”.

 

 

4 luglio 2018 0

FOTO – Vipera in giardino a Sant’Elia Fiumerapido, intervento del vigili del fuoco

Di admin

SANT’ELIA FIUMERAPIDO – Rischiava molto più lei che chiunque altro che abitava la casa di Sant’Elia alla quale si era avvicinata troppo.

Ma la vipera, con il suo morso velenoso, non è certamente un coinquilino piacevole e, probabilmente alla ricerca di acqua, si è introdotta nel giardino di una abitazione i cui proprietari, per sua fortuna, dopo averla notata e dopo aver superato lo spavento iniziale, invece di ucciderla o cercare qualche “esperto” che lo facesse per loro, hanno chiamato i vigili del fuoco di Cassino.

Il personale del distaccamento cassinate si è sempre distinto, oltre per la professionalità negli interventi, anche nel rispetto e l’attenzione per gli animali. Lo hanno dimostrato anche in questo caso: con prudenza, dopo aver catturato il rettile, lo hanno liberato in una zona per lui sicura.

Ermanno Amedei

 

4 luglio 2018 0

La puntura di Ultimo… all’attacco dell’UE alla libertà di internet

Di admin

LA PUNTURA DI ULTIMO – “Domani il Parlamento europeo in seduta plenaria deciderà se accelerare l’approvazione della direttiva sul copyright.

Se approvata, secondo molti osservatori e soprattutto Wikipedia, l’enciclopedia on line, porterà ad una limitazione della libertà di Internet. Anche i maggiori motori di ricerca non potrebbero più proporre (linkare) articoli ed informazioni ed anche l’enciclopedia libera sarebbe praticamente condannata alla morte.

Ci chiediamo se è questo ciò che realmente vogliono i cittadini europei? Vedremo domani il Parlamento europeo da che parte starà”.

Ultimo

4 luglio 2018 0

Il Cus-Cassino trionfa anche ai Campionati Italiani Master di Arezzo

Di redazionecassino1

AREZZO – Ancora un grande successo per gli atleti del Cus Cassino. La compagine del Centro Universitario Sportivo guidato dal professor Carmine Calce, ha portato a casa nuove medaglie, dopo quelle conquistate di recente ai Campionati Nazionali Universitari in Molise.

Nei giorni 29 – 30 giugno e primo luglio luglio, ad Arezzo, si sono disputati i Campionati Italiani Master che hanno visto la partecipazione degli atleti del Cus Cassino.

Nel primo giorno di gare l’atleta Fiorella Pittiglio ha affrontato la prova dei 300 ostacoli piazzandosi al secondo posto con un tempo di 1’01”50. A seguire, il 30 giugno, Sergio Calce ha disputato i 1500 metri piazzandosi ottavo con un tempo di 4’46. Lo stesso giorno anche l’atleta Annalisa Miacci si è difesa bene nella gara dei 1500 metri piazzandosi decima con un tempo di 5’39”60. L’ultimo giorno , nella mattinata del primo luglio, di nuovo Fiorella Pittiglio alle prese con i 2000 siepi che l’hanno vista portarsi al secondo gradino del podio con un tempo di 9’13”87, poco più tardi anche Sergio Calce ha preso parte agli 800 metri con un ottima prestazione, un tempo di 2’16 che gli ha permesso di piazzarsi sesto in classifica.

Il professore Carmine Calce, presidente del Cus Cassino, torna ad applaudire i suoi atleti e nuovamente ribadisce: “Il Cus  proprio in questi giorni ha avanzato la richiesta di organizzazione dei campionati italiani di Corsa campestre (festival del cross) e dei campionati master di corsa campestre per il 2019, in occasione della ricorrenza dei 40 anni di attività dell’Unicas”.

4 luglio 2018 0

Pioggia di medaglie per il Cus-Cassino ai Campionati Nazionali Universitari in Molise

Di redazionecassino1
Una pioggia di medaglie per gli atleti del Centro Universitario Sportivo ai campionati nazionali universitari che quest’anno sono stati ospitati dall’ateneo del Molise.Samuele Cerro, un’atleta cussino cresciuto nell’atletica Pontecorvo, ha vinto i campionati nazionali universitari  nella gara del salto in lungo con una misura di 7,83 e ha poi fatto doppietta con un oro anche nel salto triplo staccando di parecchio gli avversari con una misura di 16,24. Un altro oro è arrivato da  Francesca Mastrantuono,  prima classificata nel taekwondo nella categoria – 67 cintura nera. Un argento è stato invece conquistato da Prisco Casertano nel judo maschile categoria – 81.  Infine un bronzo nella scherma: la medaglia è stata conquistata da Marta Zapparato nella specialità spada. Questi atleti sono stati quindi omaggiati e nuovamente premiati in una cerimonia ad hoc che si è svolta nei giorni scorsi nell’aula magna del Campus Folcara.  Presenti, oltre agli atleti vincitori. il Magnifico Rettore Giovanni Betta, il Presidente della Commissione sport e cultura della Regione Lazio  Pasquale Ciacciarelli, il vice presidente della Provincia di Frosinone, Massimiliano Mignanelli, il Direttore di Laziodisu Riccardo Pignatelli anche in rappresentanza dell’Adisu, il dottor Carmelo Ursino, la professoressa Giovanna Calise e il presidente del Cus Cassino Carmine Calce, oltre che unfolto gruppo studenti. L’occasione è stata motivo di riflessione sull’importanza dello sport a livello universitario, e la possibilità del raggiungimento di obiettivi sportivi importanti senza tralasciare la carriera universitaria. In modo particolare sono intervenuti i rappresentanti degli studenti Achille Migliorelli (Primavera Studentesca), Riccardo Mancinelli (Guardiani della strada) e Marco Mignanelli (Unisono) con un discorso di plauso ed elogio al Cus Cassino per le iniziative intraprese, mettendosi a disposizione per avviare un’attività di collaborazione per la diffusione di dette iniziative per cercare di incrementare il numero di atleti partecipanti e, dunque di studenti. Sono stati premiati tutti i vincitori di medaglie.  Per quanto riguarda gli sport a squadra e in modo particolare per il calcio, è stato letto il saluto e il ringraziamento al Cus Cassino per l’opportunità e la bella esperienza di rappresentare l’Ateneo di Cassino per diversi anni da parte del capitano uscente, Pierluigi Dalla Bona, sempre a disposizione, studente/atleta con il merito di aver formato un vero “team”. Quest’anno laureato, ha passato il testimone al nuovo capitano, Mario Pacitto. L’iniziativa è stata fortemente voluta dal Rettore Betta che ha consegnato ai medagliati il sigillo personalizzato dell’Università degli Studi di Cassino, mentre il presidente del Cus Cassino ha consegnato ai presenti una targa ricordo. Il Magnifico Rettore, vista la presenza delle varie Autorità e Istituzioni, ha colto l’occasione di parlare della doppia carriera Universitaria con Laziodisu per poter dare la possibilità di studiare pur essendo atleti di alto livello nazionale e internazionale prevedendo anche la possibilità di un’attenzione in più, introducendo eventualmente anche la figura di un tutor per sostenere gli esami. Anche il Presidente Ciacciarelli ha dato la piena disponibilità per sostenere le attività sportive dell’ateneo di Cassino e iniziative sportive future, attraverso interventi regionali. A tal proposito il presidente Calce ha annunciato che il Cus Cassino proprio in questi giorni ha avanzato la richiesta di organizzazione dei campionati italiani di Corsa campestre (festival del cross) e dei campionati master di corsa campestre per il 2019, in occasione della ricorrenza dei 40 anni di attività dell’Unicas. Le autorità presenti hanno dato piena disponibilità per collaborare a questa iniziativa.