Mese: agosto 2018

31 agosto 2018 0

Lazio Frosinone, le direttive della questura di Roma ai tifosi ciociari

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

ROMA –

Stadio Olimpico. Lazio-Frosinone. Tavolo tecnico in Questura.

 

Si è appena concluso il tavolo tecnico, presieduto dal Questore di Roma, in vista dell’incontro di calcio Lazio – Frosinone che si disputerà domenica sera allo stadio Olimpico.

Particolare attenzione è stata riservata alle modalità di arrivo dei tifosi ospiti, al fine di garantire un afflusso fluido dal punto di vista della circolazione stradale e nella massima sicurezza:

per coloro che arriveranno con pullman, minivan ed auto private è stata suggerita l’uscita autostradale Roma-Sud; gli stessi dovranno percorrere poi la direttrice GRA- via Aurelia-Via Baldo degli Ubaldi – Circonvallazione Clodia. Per le autovetture è stato riservato il parcheggio di Piazzale Clodio, mentre i pullman ed i minivan saranno convogliati su Lungotevere della Vittoria.  

Ai tifosi di casa, come avviene solitamente, è stata riservata la direttrice nord da Ponte Milvio e ponte Duca d’Aosta e l’area di parcheggio di viale della XVII Olimpiade.

Restano confermate le misure che prevedono, 3 ore prima dell’inizio e sino a 2 ore dopo il termine dell’incontro, il divieto di vendita per asporto  di bevande contenute in bottiglie o contenitori di vetro ( ad eccezione di generi alimentari di prima necessità)  ed il  trasporto di bottiglie e contenitori di vetro  nella zona dello stadio Olimpico e nelle vie prospicenti. Vietato lo stazionamento dei veicoli adibiti a punti vendita di generi alimentari e gadget nel raggio di circa 200 metri dall’”area riservata”.

Per il controllo e rispetto di queste ordinanze prefettizie, nonché per un servizio volto a contrastare i fenomeni di bagarinaggio, vendita ambulante abusiva e parcheggiatori, sarà operativa una task force composta da appartenenti alla Polizia di Stato, alla Guardia di Finanza ed alla Polizia Locale Roma Capitale.

 

31 agosto 2018 0

Frosinone, inaugurata la rotatoria “Fedele Calvosa”

Di redazionecassino1

FROSINONE –  Monti Lepini: inaugurata rotatoria di via Fedele Calvosa.Proseguono i lavori di arredo urbano delle rotatorie realizzate sul tratto urbano della Monti Lepini, a seguito dell’aggiudicazione della manutenzione ordinaria e straordinaria ad alcune società private, a titolo di sponsorizzazione, in relazione al bando promosso dall’assessorato all’ambiente coordinato da Massimiliano Tagliaferri. Dopo la fase delle perforazioni volte all’approvvigionamento idrico (destinato agli ornamenti floreali, che saranno irrigati grazie a un sistema elettronico appositamente congegnato), è stata la volta della installazione degli arredi urbani disegnati dall’Accademia di Belle Arti di Frosinone, a seguito del concorso di idee lanciato dall’amministrazione Ottaviani in collaborazione con l’istituto di palazzo Tiravanti. In particolare, nella rotatoria di via Fedele Calvosa (già via Mezzacorsa), è oggi possibile ammirare un’opera raffigurante una bilancia – immagine non casuale, vista la prossimità con il tribunale cittadino – con due mondi di dimensioni diverse: il più grande e il più piccolo si tengono in equilibrio sulla struttura realizzata, metafora della giustizia.

Le operazioni previste, anche sulle altre rotatorie della Monti Lepini, secondo il progetto espresso dall’amministrazione Ottaviani, hanno l’obiettivo non solo di dare un volto nuovo e rispettoso del decoro alle aree coinvolte, ma sono finalizzate anche a implementare la sicurezza di automobilisti e pedoni della nuova arteria stradale, ubicata in quello che si può ormai ritenere il centro urbano.

31 agosto 2018 0

Dopo il crollo del tetto a San Giuseppe dei Falegnami, ora i vigili del fuoco recuperano le opere d’arte

Di redazionecassino1

ROMA – Dopo il crollo di ieri del tetto della chiesa di San Giuseppe dei Falegnami oggi sono proseguite le attività dei Vigili del Fuoco per recuperare e mettere al sicuro le opere le numerose opere d’arte prsenti.

Nella mattinata è continuata l’opera dei VVF  di Roma che hanno recuperato beni artistici ( quadri,tele,arredamenti sacri, candelabri ). Il lavoro prosegue con la rimozione delle parti pericolanti; posa in opera di materiale idoneo alla copertura delle pareti e degli affreschi; opere provvisionali di consolidamento ove necessario;  seguiranno aggiornamenti se il caso lo richiede.

 

31 agosto 2018 0

Finti operatori dei servizi sociali tentano furto in casa di un anziano a Ceprano

Di redazionecassino1

Bussa alla porta di un anziano presentandosi come operatrice dei servizi sociali, pronta in realtà a derubare l’uomo insieme ad altri due complici. È la truffa messa in atto da una 46enne, residente in provincia dell’Aquila, ai danni di un 89enne nel comune di Ceprano, avvenuta la mattina dello scorso 27 agosto . L’intervento inatteso del figlio della vittima avrebbe tuttavia mandato in fumo il piano, costringendo i tre alla fuga. 

L’attività investigativa delle Forze dell’Ordine ha permesso il riconoscimento dell’autovettura utilizzata dai malviventi per dileguarsi e, successivamente, l’identificazione della donna quale autrice materiale del tentato furto.

Già censita per associazione a delinquere e reati contro il patrimonio, la donna è stata fermata nella mattinata di oggi per il reato di “tentato furto aggravato in concorso”. Continuano gli accertamenti per l’individuazione dei due complici.

Giulia I. Guerra

30 agosto 2018 0

Lazio, un patrimonio di 409 prodotti tipici da valorizzare

Di admin

ATTUALITA’ – La Coldiretti ha pubblicato la nuova classifica delle Bandiere del Gusto Made in Italy, ovvero i prodotti tipici e tradizionali che rendono unico il territorio e che diventano anche un fattore di business e sviluppo economico: il Lazio conquista la terza posizione assoluta a livello nazionale, con un patrimonio di 409 prodotti che rappresentano quasi un decimo del totale italiano.

I prodotti tipici del Lazio. La Sambuca vecchia della Ciociaria, la Carne di bufala Pontina, il Guanciale dei Monti Lepini al maiale nero, la Salsiccia al coriandolo di Monte San Biagio, la Caciotta di vacca ciociara, il Carciofo di Sezze, la Cicoria di catalogna frastagliata di Gaeta, la Crostate visciole di Sezze, le Frittelline di mele di Maenza: queste sono solo alcune delle prelibatezze locali contenute nell’elenco realizzato dall’associazione che ha ai suoi vertici Roberto Moncalvo e Vincenzo Gesmundo (spesso presenti sul territorio, come raccontano i quotidiani locali) che incoronano la nostra regione e il nostro territorio come uno dei più “golosi” d’Italia.

Oltre 400 Bandiere del Gusto. Un piazzamento che ha fatto affermare a David Granieri, presidente di Coldiretti Lazio, che le 409 bandiere rappresentano “un traguardo importante per la regione che dà l’idea del grande patrimonio agroalimentare presente e delle potenzialità del territorio, anche a livello di attrazione turistica, a fronte di un’offerta spesso omologata e appiattita verso il basso”. Ma è anche un segnale di come sia possibile portare avanti le tradizioni tipiche, visto che “molti prodotti sono stati salvati dall’estinzione grazie all’immenso lavoro e alla dedizione degli agricoltori che sono riusciti a salvaguardare e tramandare vere e proprie eccellenze locali, espressioni di un territorio che vanta anche 26 prodotti tra DOP e IGP”, come ricorda Granieri.

Terzo posto assoluto per la regione. E anche il presidente della Regione, Lazio Zingaretti, ha commentato con orgoglio e soddisfazione la notizia, pubblicando un tweet in cui definisce ottima la notizia, che “conferma della forza delle nostre eccellenze e imprese agroalimentari” in “un settore strategico per lo sviluppo e il lavoro”. Il governatore laziale afferma anche che “con bellezze e sapori vinciamo le sfide della crescita nel mondo”, analizzando anche l’altro aspetto dell’indagine di Coldiretti.

Le specialità come souvenir turistico. L’associazione dei produttori agricoli ha infatti rivelato che tra le tendenze più diffuse tra i viaggiatori che scelgono l’Italia come meta delle vacanze c’è l’acquisto di souvenir a tema “gola”: il 42 per cento degli italiani in vacanza comprano proprio prodotti tipici del territorio come ricordino da portare a casa o offrire ad amici e parenti, preferendo la “spesa utile” (e in particolare orientandosi su vino, formaggio, olio di oliva, salumi o conserve) a quella futile, mentre i classici prodotti artigianali e prodotti come gadget, portachiavi e magliette diventano solo delle alternative.

Continuare a valorizzare. Per questo, il “tesoretto” che i 409 prodotti tradizionali censiti in Lazio meriterebbe una ulteriore valorizzazione, perché queste specialità possono rappresentare un importante plus valore dell’offerta turistica, e la stessa Coldiretti sta puntando molto sul rafforzamento della vendita diretta dei mercati, delle botteghe e dei punti di Campagna Amica.

Le Bandiere del Gusto in Italia. Sul piano nazionale, le “Bandiere del gusto” Made in Italy a tavola nel 2018 sono 5056 e sono assegnate alle specialità ottenute secondo regole tradizionali protratte nel tempo per almeno 25 anni. Dal punto di vista delle “categorie”, quest’anno sono censiti ben 1525 diversi tipi di pane, pasta e biscotti, seguiti da 1428 verdure fresche e lavorate, 792 salami, prosciutti, carni fresche e insaccati di diverso genere, 496 formaggi, 253 prodotti della gastronomia, 176 prodotti di origine animale (miele e lattiero-caseari), 150 preparazioni di pesci, molluschi, crostacei, 149 bevande tra analcoliche, liquori e distillati, 47 grassi, 38 condimenti e 2 birre artigianali.

30 agosto 2018 0

Crolla il tetto della chiesa S. Giuseppe dei Falegnami in Clivo Argentario

Di redazionecassino1

ROMA– – Verso le 14,55. C’è stato il cedimento del tetto o parte di esso della chiesa S. Giuseppe dei Falegnami in Clivo Argentario. I Carabinieri del Comando Piazza Venezia sul posto che hanno chiamato i Vigili del Fuoco. Al momento non si hanno notizie circa l’eventuale presenza di feriti. Preventivamente é stato interessato anche il 118. Nessun ferito. Volta quasi completamente crollata. Nessun ferito, per fortuna, il parroco ha riferito ai Carabinieri intervenuti che la chiesa era chiusa.Sabato erano in programma alcuni matrimoni.

 

29 agosto 2018 0

Ferita lungo il sentiero a Filettino, 73enne di Alatri soccorsa dal CNSAS

Di admin

FILETTINO – Il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) del Lazio è intervenuto nel pomeriggio di oggi per recuperare un’escursionista infortunatasi lungo un sentiero di montagna nei pressi del comune di Filettino, in provincia di Frosinone.

La donna, di 73 anni e residente ad Alatri, era impegnata in un’escursione quando, a causa di una caduta, si è procurata una frattura alla tibia.

Sul posto, dopo l’allarme lanciato dai compagni di escursione, è giunta Pegaso 21, l’eliambulanza della Regione Lazio, con a bordo un tecnico di elisoccorso del Soccorso Alpino.

Il tecnico del CNSAS, dopo aver calato sul luogo dell’incidente un medico anestesista del 118 del Lazio, ha dunque recuperato tramite verricello l’infortunata che è stata elitrasportata in codice giallo all’ospedale Sandro Pertini di Roma. Ad intervenire anche gli uomini della Protezione Civile locale e operatori del Soccorso Alpino delle stazioni di Cassino e Collepardo.

29 agosto 2018 0

Export, Imprenditaly espone nella sala consiliare di Pontecorvo

Di admin

PONTECORVO – “La sala Consiliare del Comune di Pontecorvo nel prossimo fine settimana ospiterà un importante appuntamento per la promozione dei prodotti tipici del territorio”.

E’ quanto si legge in una nota del comune di Pontecorvo. “Si tratta di un’iniziativa che ha organizzato il consorzio d’imprese ImprendItaly in collaborazione con l’assessorato all’agricoltura del Comune di Pontecorvo.

Imprenditaly è un consorzio di imprese che promuove le attività imprenditoriali e i prodotti tipici locali. Ciò avviene tramite l’esposizione di prodotti ed eccellenze del territorio alla presenza di rappresentanti commerciali di molti paesi europei e non solo. A Pontecorvo, nello specifico, sabato e domenica arriveranno rappresentanti della Svizzera della Germania ed in tanti altri paesi europei che potranno ammirare quelle che sono le eccellenze territoriali”.

“La finalità del progetto – ha spiegato nella nota Angelo D’Ovidio presidente del consorzio imprendItaly – risiede in due momenti fondamentali il primo è quello della piena collaborazione con giovani imprenditori agricoli che intendono mettere su vere e proprie attività che siano anche visibili all’estero, quindi gli imprenditori agricoli vengono formati, ma non solo perché se si vuole anche investire con strutture e strumentazioni sulla propria azienda, basta presentare progetti che saranno valutati dal Consorzio e poi sottoposti al finanziamento del microcredito. La vetrina internazionali avviene tramite broker che la struttura ospita nelle varie iniziative. Siamo partiti proprio da Pontecorvo perché il fulcro di un prodotto di eccellenza che è il peperone dop, ma anche per dare un segnale di vicinanza e di sostegno alle tante attività imprenditoriali che hanno investito investono sul territorio. Quindi quella di sabato è di domenica sarà una eccellente vetrina per esportare i prodotti all’estero”.

“L’unica voce positiva dell’economia è l’export, per questo occorre battere su questo fronte e noi lo stiamo facendo con grande determinazione. L’evento di sabato a Pontecorvo è il primo appuntamento di una rotta già tracciata che è il vero spunto positivo per un’intero territorio”. lo ha detto nella nota Guido D’Amico presidente di Confimprese.

“Con piacere – dichiarano sempre nella nota il sindaco Anselmo Rotondo è l’assessore all’agricoltura Nadia Belli – abbiamo recepito la proposta pervenuta del Consorzio imprendItaly che ha deciso di mettere in piedi un’attività di promozione dei prodotti tipici locali. Sabato e domenica, quindi, nel comune di Pontecorvo ci sarà un appuntamento importantissimo per la promozione dei prodotti tipici della zona”.

29 agosto 2018 0

Auto più affidabili del 2018, Peugeot 3008 c’è

Di admin

ATTUALITA’ – Una delle principali caratteristiche che chi acquista una nuova automobile guarda nella scelta del modello, oltre al prezzo, equipaggiamenti ed estetica, è sicuramente l’indice di affidabilità . Un fattore importante, che ci permette di risparmiare tempo e soldi, garantendoci un veicolo in grado di rispondere in modo ottimale all’utilizzo di ogni giorno. Quest’affidabilità è una caratteristica che è sempre difficile conoscere con anticipo, soprattutto se si tratta di auto nuove e che non hanno un feedback importante da coloro che l’hanno comprata e utilizzata per un rilevante periodo di tempo.

In soccorso a questa problematica arrivano appositi studi di settore, ricerche che si fondano sull’esperienza maturata dai clienti, e che meglio di qualsiasi iniziativa commerciale o spot pubblicitario riescono a portare a galla il vero carattere dell’auto. Uno tra i più autorevoli studi è quello denominato Driver Power Awards promosso da Auto Express, concorso che viene lanciato annualmente dal magazine britannico e che va a stilare una particolare classifica delle auto nuove e usate, dell’anno in corso, che godono di maggior affidabilità. Nella top ten non ci stupiamo di trovare la casa del Leone francese, che in questo 2018 continua proporre una gamma di mezzi che sta raccogliendo consensi di critica e di vendita, con il miglior SUV Peugeot, la 3008, un’automobile completamente nuova e che mette in campo una concezione innovativa e curata nei minimi dettagli che ha permesso al modello Peugeot di entrare di diritto tra le più affidabili auto in vendita.

SUV Peugeot 3008 ottiene come punteggio 95,22% che le permette di posizionarsi ai vertici di questa speciale classifica per affidabilità. Le altre posizioni della classifica sono occupate da Mazda CX-5, Toyota Verso, Skoda Octavia, Lexus CT 200h. Si può subito notare come Peugeot e Skoda, con i rispettivi modelli, siano gli unici produttori europei in una classifica monopolizzata da produttori asiatici.

29 agosto 2018 0

Arrivo stranieri a Rocca di Papa, la Questura: “Nessun corteo e nessuna tensione”

Di admin

ROCCA DI PAPA – Ieri sera alle 22 circa, il primo pullman con circa 50 cittadini stranieri è entrato nella struttura “Mondo Migliore” a Rocca di Papa. Il secondo pullman è arrivato in tarda notte a causa di un guasto meccanico. Ad attenderli alcuni gruppi di cittadini, chi per accoglierli e chi per protestare. Alle voci di vibranti proteste e un clima di tensione che ne sarebbe scaturito in via dei Laghi, la questura di Roma risponde con un comunicato stampa in cui si legge: “La Questura di Roma smentisce integralmente quanto riportato da alcuni organi di informazione che, in occasione dell’arrivo a Rocca di Papa degli immigrati provenienti da Messina, hanno fatto riferimento a “cortei contrapposti”, ad “altissima tensione” e addirittura a “guerra civile”. Nel sottolineare che l’arrivo degli immigrati è avvenuto in condizioni di totale sicurezza, va precisato che non si è registrata alcuna “tensione” né si sono manifestati segnali di “cortei contrapposti” o di “guerra civile” poiché la presenza delle Forze di Polizia, adeguatamente predisposte per la circostanza e con la consueta professionalità del Dirigente del servizio, ha garantito come sempre che il diritto di manifestare “pro” o “contro” l’arrivo degli immigrati fosse pienamente esercitato, sebbene non formalmente preavvisato, il che, ovviamente, sarà debitamente segnalato alla competente Autorità Giudiziaria. La Questura, infine, stigmatizza il ricorso ad espressioni allarmistiche, fuorvianti e, dunque, idonee ad alimentare inutile confusione e pericolose tensioni”.