Giorno: 8 ottobre 2018

8 ottobre 2018 0

Edilizia popolare a Cassino, Ater: “Riprendono i lavori nel cantiere di via Bonomi”

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – “Ripartono oggi i lavori del cantiere dell’Ater di Via Bonomi a Cassino”. A darne notizia è l’Ater della Provincia di Frosinone che in una nota scrive anche: “Da oggi il cantiere torna a pieno regime fino all’ultimazione dei lavori, senza più interruzioni con la soddisfazione di tutti i residenti che torneranno a veder splendere le palazzine di via Bonomi.

Era stato il Consiglio di Stato a mettere la parola fine ad un contenzioso che aveva visto frapporsi, in schermaglie giudiziarie, l’impresa aggiudicataria e la seconda classificata. Ma nonostante tutto mancava l’intesa finale e le imprese minacciavano contenziosi chiedendo risarcimento per centinaia di migliaia di euro.

L’accordo raggiunto grazie alla mediazione del Il Commissario Sergio Cippitelli ha scongiurato così il pericolo della decorrenza dei termini che pregiudicava il finanziamento in essere”.

Foto repertorio

8 ottobre 2018 0

Velletri associata a Lariano Lanuvio e Nemi si candida a “Città della Cultura 2019”

Di admin

VELLETRI -” Con il progetto dal titolo «Terrae Mentium Illustrium» Velletri, in associazione con i comuni di Lariano, Lanuvio e Nemi, è candidata per il titolo «Città della Cultura 2019» iniziativa regionale che ripercorre l’esperienza europea e nazionale e sostenere la cultura come volano dello sviluppo sostenibile”.

Lo si legge in una nota dell’ammnistrazione comunale di Velletri.

“Il progetto di candidatura è centrato sulla «dimora» e sulle motivazioni che hanno spinto personaggi illustri e gente comune a scegliere questo territorio come dimora per una porzione importante della loro vita. Una terra ricca di ospiti che hanno contribuito a renderla famosa, dagli imperatori Augusto, Antonino Pio, Caligola passando per Papi, famiglie nobiliari, letterati, scienziati fino alla contemporaneità che ha visto artisti scegliere quale loro dimora uno dei comuni eletti dal progetto. Achille Campanile, Ugo Tognazzi, Eduardo De Filippo, Gian Maria Volonté sono solo alcuni che nel secolo scorso hanno scelto di vivere a Velletri, una presenza così radicata che ancora oggi le loro famiglie sono intimamente legate con il territorio.

Testimone d’eccezione sarà Eugenio Scalfari che ha accettato la proposta dell’amministrazione di essere membro autorevole del Comitato Tecnico Scientifico chiamato a sostenere il progetto in caso di approvazione. Scalfari, che da molti anni trascorre parte del suo tempo nella sua casa di campagna tra le colline di Velletri, sarà in buona compagnia di artisti del calibro di Claudio Marini e Sergio Gotti ma anche di docenti, ricercatori, musicisti e tante altre persone che saranno la perfetta cornice ad una candidatura che non nasconde la velleità di arrivare molto in alto.

Un programma lungo dodici mesi che prevede il calendario delle manifestazioni tradizionali che saranno vestite a festa per celebrare l’eventuale titolo di Città della Cultura; dalla tradizione all’innovazione con la conferma di tutte le principali manifestazioni del territorio alle quale si uniranno iniziative collettive che interesseranno i quattro comuni. Mostre d’arte contemporanea, teatro, danza, spettacoli itineranti, installazioni permanenti, musica, tutto è descritto in un progetto che le amministrazioni presenteranno prossimamente con anche l’illustrazione del logo ideato e donato da Riccardo Cimmino che è un biglietto da visita di qualità che sintetizza nelle tre parole «Terrae», «Mentium» e «Illustrium» un’idea che ha come obiettivo principale quello di togliere le incrostazioni dalla visione domestica che hanno i cittadini che vedono un po’ appannato il loro territorio che resta di grande bellezza e che deve essere rilanciato con innovazione, coraggio e intelligenza.

Un lavoro coordinato dall’assessorato alla Cultura di Velletri in collaborazione con i rispettivi uffici dei comuni di Lariano, Lanuvio e Nemi; esprime soddisfazione l’assessore alla Cultura del Comune di Velletri che ha coordinato i lavori: «Velletri sta tornado al centro della scena culturale – ha dichiarato Romina Trenta – di questa porzione di territorio, gli investimenti fatti in questi anni come la Casa delle Culture, il Teatro Artemisio, dimostrano come la cultura può e deve essere il volano per lo sviluppo armonico e sostenibile. Una rete che si arricchisce con il contributo dei comuni che si sono associati e che hanno condiviso con noi una visione d’insieme che potrà darci la forza per competere in questo bando. Un progetto che continuerà indipendentemente dall’esito di questa edizione del concorso regionale».

Un plauso per il lavoro svolto arriva anche da sindaco Orlando Pocci che ha condiviso di candidare Velletri in coerenza con quanto previsto nel suo programma elettorale. «Programmare è fondamentale – dichiara Orlando Pocci – e farlo in collaborazione con gli altri comuni e con una visione condivisa non può che essere un elemento positivo per i cittadini. Un risultato lo abbiamo già ottenuto, il gruppo di lavoro intercomunale ha redatto un progetto guardando allo stesso obiettivo, l’inizio di una collaborazione che ci vedrà svolgere un ruolo attivo anche oltre l’esito del progetto che comunque, sono certo, saprà darci molte soddisfazioni»”.

8 ottobre 2018 0

Sagne e fagioli, con salsicce e zampone per chiudere la festa della madonna del Rosario a Vico nel Lazio

Di admin

VICO NEL LAZIO – “Con la festa della Madonna del Rosario a Vico nel Lazio e la 36° Sagra della sagna e fagioli si è celebrata l’ultima festa del 2018 che è iniziata giovedì con il triduo di preparazione. Le giornate più importanti sono state quelle di sabato sera e domenica con la 36° edizione della sagra delle sagne e fagioli, con contorno di salsicce, fagioli e zampone”.

Lo si legge in una nota dell’amministrazione comunale di Vico nel Lazio.

“Nella mattinata di domenica alle ore 10.30 si è celebrata la Santa Messa presso la chiesa di Santa Maria dedicata alla Madonna del Rosario presieduta da Don Luigi Battisti, dopodiché si è svolta la tradizionale processione per le vie del paese e al rientro nella piazza di Santa Maria si è recitata la supplica alla Madonna del Rosario; la processione è stata accompagnata dalla banda di Vico nel Lazio. Finito il rito religioso è proseguita la festa con la sagra di Sagna e Fagioli che nei giorni di sabato e domenica ha portato in paese molti turisti, i quali sono rimasti fino alla domenica pomeriggio per assistere al concerto Ensemble vocale strumentale “Butterfly” di Colleferro.

 Il concerto è stato organizzato dal comune di Vico nel Lazio con il contributo e il patrocinio della regione Lazio estate 2018, un ringraziamento speciale inoltre va a Rete per Vico, alla Cooperativa Città futura e in particolare a Luciano D’Abbruzzo il quale ha contattato la presidente del coro, Grazia Lippi, che si è esibito con 13 brani che hanno spaziato tra musica di vario genere concludendolo con il magnifico inno alla Gioia. Il sindaco ha rivolto un caloroso ringraziamento alla confraternita per l’organizzazione della festa della Madonna del Rosario con la 36° edizione della sagna e fagioli e un ringraziamento anche alla regione Lazio che ha patrocinato il concerto, il sindaco ha voluto ringraziare il ragioniere del comune Alfonso di Tullio, il quale si sta impegnando per coordinare le manifestazioni del paese con l’aiuto degli operai del comune.

Questa per Vico è l’ultima festa del 2018, ora l’appuntamento è per la festa di Sant’Antonio Abate il 17 Gennaio 2019″.

8 ottobre 2018 0

La Virtus Roma rispetta il pronostico e si aggiudica la “prima” battendo la Virtus Cassino

Di redazionecassino1

Per Roma doveva essere vittoria e vittoria è stata, per Cassino era l’esordio nel Campionato di Serie A2 e da matricola si andava a far visita ad una delle più forti squadre del secondo Campionato Nazionale e di più non si poteva fare al momento. Avversario che faceva ritorno nella casa storica del “suo” basket quello fatto di sfide tricolori, di Coppe internazionali (Korac ed Eurolega, ndr), quel PalaLottomatica che stasera nello scetticismo del basket romano ha pur sempre fatto registrare 3000 presenze con lunghe file ai botteghini.

Ebbene Cassino non ha proprio deluso, anzi. Di fronte ai propri fantastici tifosi che hanno praticamente riempito in settore ospiti ha tenuto botta, possiamo dirlo di fronte al duo Moore – Sims , l’anima di questa nuova versione di Virtus Roma.

Roma non poteva sbagliare dunque anche in considerazione delle notizie del sabato sera allorquando il risultato proveniente da Tortona non consentiva di dormire sonni tranquilli e suggeriva di stare sempre in allerta e sul pezzo.

Provano a partire forte gli uomini di Bucchi ma Cassino ha un approccio al match davvero buono. Jackson è un folletto e vuole mettere subito la firma per i rossoblù. Ci riesce realizzando una tripla e con una delle sue scorribande, 5 punti in un amen. Cassino si fa trasportare dal suo regista e addirittura al terzo minuto è avanti di tre lunghezze dopo una bomba di Tommaso Ingrosso ed un bel canestro di Davide Raucci, 10-7 per i viaggianti.

La prima frazione procede in un bell’equilibrio fino ad 1 minuto e 40 secondi dal termine allorquando Chessa con un jumper da appena fuori area realizza il primo allungo romano, +7, 22-15.

Cassino ha un passaggio a vuoto letale che segnerà le sorti del match inevitabilmente, subisce infatti un parziale di 9 a 2. 27-17 alla prima sirena.

Nella seconda frazione di gioco sale in cattedra un mostruoso Sims sicuramente l’MVP di serata.

Pepper e De Ninno, buono l’impatto del giovane cassinate sul match, cercano di contrastare l’indomabile lungo romano, 24 punti con 15 rimbalzi alla fine del match per la star americana della Virtus Roma, che praticamente da solo scava il solco tra le due formazioni.

Santiangeli si associa al suo compagno di squadra, ma per i cassinati bisogna mantenere la rotta in un mare in tempesta e ci pensa Ingrosso con una tripla delle sue,37-25.

Sale in cattedra capitan Bagnoli che comincia a dare continuità ai suoi, riportandoli a -10. Baldasso e Saccaggi dall’arco però sono una sentenza che vale il 51-33 ai danni degli ospiti, alla sirena dei primi venti minuti con le squadre che raggiungono gli spogliatoi.

Nella ripresa Landi e Saccaggi mettono in difficoltà Cassino che, in fase offensiva si affida praticamente al solo Bagnoli, restando inchiodata al -21, 57-36 con la tripla di Saccaggi al primo minuto di gioco della terza frazione. Sembra l’inizio di una serata da incubo per i cassinati, ma le cose non stanno proprio così. Il 2+1 di Jackson, 59-41, sveglia i benedettini che, grazie ad un agguerrito Raucci, si riportano in scia.

Pepper sigla il nuovo -14 con una schiacciata in campo aperto, 65-51. La schiacciata di Sims invece esalta ancora i romani che grazie ad un mostruoso Moore rintuzzano le velleità delle “V” rossoblù. I padroni di casa con la tripla di Santiangeli staccano di nuovo. Ma Ingrosso con due liberi mantiene Cassino in linea di galleggiamento, 73-55.

Nella quarta frazione di gioco Ingrosso lotta come un leone e non lascia niente agli avversari, riportando i suoi sul -12. Addirittura è beffato dal ferro che sputa fuori in modo incredibile la tripla del possibile -9. Siamo sul 77-65. Il talento di Moore però piega ancora Cassino, a cui non basta più l’esperienza di Bagnoli. Il cronometro è dalla parte della formazione di Bucchi che vince 86-71.

In sala stampa la parola ai due coach.

“Siamo soddisfatti delle cose preparate in settimana – ha dichiarato Luca Vettese – e abbiamo iniziato bene l’incontro, con ritmi bassi per i primi cinque minuti, poi però abbiamo subito il primo break. A tratti siamo riusciti a seguire il nostro piano partita, sono emerse le nostre lacune, dobbiamo lavorarci ma comunque possiamo ben sperare. Oggi inoltre avevamo delle rotazioni ridotte”, ha concluso il coach di Cassino.

“Un’emozione per tutti tornare al Palaeur – ha spiegato Piero Bucchi -, sia per il pubblico che per noi. Abbiamo giocato una buona partita, ma nel finale ci siamo rilassati eccessivamente. Quando possiamo spingere sull’acceleratore facciamo vedere belle cose, dobbiamo riuscire a fare ancora meglio e dare maggiore continuità all’intensità fra i vari giocatori”, ha detto l’allenatore dei capitolini.

 

Virtus Roma – BPC Virtus Cassino 86-71

Parziali 27-17, 24-16, 22-22, 13-16

Virtus Roma: Sims 24 (8/13, 0/0), Moore 17 (5/6, 2/6), Landi 16 (4/5, 0/2), Saccaggi 8 (1/2, 2/5), Santiangeli 8 (1/2, 2/5), Baldasso 5 (1/1, 1/2), Alibegovic 4 (2/6, 0/2), Sandri 2 (1/1, 0/1), Chessa 2 (1/1, 0/2), Lucarelli 0 (0/0, 0/0), Spizzichino 0 (0/0, 0/0), Matic 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 17 / 18 – Rimbalzi: 43 8 + 35 (Sims 15) – Assist: 14 (Moore 5)

All. Bucchi

BPC Virtus Cassino: Tommaso Ingrosso 17 (2/3, 3/7), Simone Bagnoli 15 (6/12, 0/0), Dalton Pepper 13 (5/10, 0/5), Antino Jackson 12 (2/9, 2/5), Davide Raucci 11 (3/9, 0/1), Fabrizio De Ninno 3 (0/2, 1/2), Luca Castelluccia 0 (0/0, 0/1), Marco Gambelli 0 (0/0, 0/0), Davide Bianchi 0 (0/0, 0/0), Dario Masciarelli 0 (0/0, 0/0), Francesco Paolin 0 (0/0, 0/0), Filippo Rossi 0 (0/0; 0/0)

Tiri liberi: 17 / 21 – Rimbalzi: 23 4 + 19 (Davide Raucci 7) – Assist: 12 (Antino Jackson 5)

All. Luca Vettese Ass. Serena Incelli

8 ottobre 2018 0

La puntura di Ultimo… agli “antisovranisti”

Di admin

LA PUNTURA DI ULTIMO – “Articolo 1 della Costituzione: L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.” Dunque, i cosiddetti partiti sovranisti difendono la costituzione dagli attacchi di chi vuole cedere la sovranità ad una entità esterna chiamata UE. Cosa c’è di sbagliato?”

Ultimo

8 ottobre 2018 0

Tentano la ‘truffa dello specchietto rotto’ ai danni di un 78enne, ma per due campani scattano le manette

Di redazionecassino1

CECCANO – Nella giornata di ieri in Ceccano i Carabinieri della locale Stazione traevano in arresto per “tentata truffa” P.P. e E.G., un 24enne ed un 20enne campani, quest’ultimo già censito per analoghi reati. I due giovani inscenavano un finto incidente stradale, facendo credere ad un ignaro conducente 78enne ceccanese di aver urtato e rotto lo specchietto della loro auto, chiedendogli l’immediato risarcimento del danno. L’anziano rifiutava di pagare e mentre i malfattori si dileguavano a bordo della loro vettura avvisava i militari della Stazione di Ceccano che si ponevano subito all’opera per rintracciare i truffatori. L’intuito investigativo e la profonda conoscenza del territorio consentivano ai Carabinieri di sorprendere i predetti nei pressi di una stazione di servizio poco lontana mentre tentavano di replicare le loro malefatte ai danni di una donna. L’intervento dei militari consentiva di bloccare i malviventi dal compimento del piano criminoso. Come disposto dall’Autorità Giudiziaria i malfattori, dopo le formalità di rito, sono stati collocati agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni in attesa del rito direttissimo previsto per oggi. Nei confronti degli stessi è stata avanzata proposta per l’applicazione del foglio di via obbligatorio dalla cittadina fabreterna.

foto di repertorio

8 ottobre 2018 0

Prime prove di fuga delle capoliste, ma le inseguitrici non mollano

Di redazionecassino1

Terzo turno dei tornei Csi 2018-19 con tre formazioni a dividersi il primato in classifica nel girone di Eccellenza. Sette punti per Borussia Porcmund che batte in casa, 2 a 1, gli ospiti Isotopi Pontecorvo; la Longobarda che supera 4 a 1 DS Dodici e Tordoni Pontecorvo che si aggiudica, 2 a 0, il derby con Atletico Pontecorvo. Ad una lunghezza, a quota sei punti, Canceglie che supera, fra le mura domestiche, Tibia e Peroni per 4 a 1 e mantiene il contatto con le prime. Pareggio fra Caira e Collecedro per 2 a 2 e prima vittoria per Moscuso sul terreno di Cervaro 2012. Nel girone ‘A’ di Promozione cerca di prendere il largo Amatori Aquino (nella foto) che con nove punti in classifica si gode il primato in solitaria, dopo la vittoria, 4 a 1, contro Felcese Pignataro. Non bastano a Janula i tre punti conquistati con la vittoria sul terreno di Nuova Real Piedimonte per 1 a 2, ma consente alla formazione ospite di mantenere un distacco dalla capolista di sole due lunghezze. Pareggio fra Amatori Pignataro e Terzo Tempo per 2 a 2 e terza posizione, a quota cinque punti, per i padroni di casa del Pignataro. Vittoria per 1 a 3 del Cerreto sul campo di Friends for Football. Nel girone ‘B’ la capolista AM Piedimonte travolge, 1 a 8, i padroni di casa di AM Monticelli. Sconfitta casalinga, 1 a 2, per la diretta inseguitrice, AM Castelnuovo impegnata contro Caffè Reale. Tre le formazioni a quota cinque punti in classifica. Belmonte, fermato in casa, 1 a 1, da AM Colfelice; S. Ambrogio City che non va oltre il pareggio casalingo a reti inviolate contro Real Castelnuovo e San Giorgio che conquista tre punti, con una vittoria di misura 0 a 1, sul terreno di Terelle. Non omologato l’incontro fra Viticuso e Drink Team Duff per presunte irregolarità nella posizione di un giocatore dei padroni di casa di Viticuso.

F. Pensabene