Vittoria casalinga per le bianconere del Vis Sora, sotto di un goal, rimontano e vincono

Vittoria casalinga per le bianconere del Vis Sora, sotto di un goal, rimontano e vincono

22 ottobre 2018 0 Di admin

SORA – Un risultato che, oltre ai punti fa morale quello di sabato per le ragazze del Vis Sora che hanno battuto per 4 a 2 le avversarie del Don Bosco Gaeta.

“L’incontro aveva inizio con le bianconere del Vis Sora subito in attac con conclusione prima di Alice Forlini e successivamente di Debora Nocent che per ben due volte si vedeva la sfera ribattuta dall’estremo difensore ospite”.

Lo si legge in una nota della società Vis Sora.

“Nonostante i ripetuti attacchi bianconeri, a seguito degli sviluppi di un calcio d’angolo le ospiti passano inaspettatamente in vantaggio. Era il capitano Clizia Spignese che deviava all’angoletto basso la palla per la gioia incontenibile degli ospiti.

Le bianconere locali dopo aver metabolizzato lo svantaggio si buttano a capo fitto in attacco con una serie di occasioni tutte sventate per la bravura dell’estremo difensore ospite che le neutralizzava. All’11° l’occasione d’oro per le ospiti per raddoppiare. Con una bella azione da manuale, andavano al tiro, ma era il portiere bianconero Elisa Cencia che  da posizione ravvicinata negava il goal.

L’episodio metteva la scossa alle bianconere, le quali dopo circa un minuto, con una Melania La vecchia in grande spolvero, su suggerimento del portiere batteva il portiere ospite con un violento tiro che gonfiava la rete per un pareggio meritato.

Galvanizzate dalla rete del pareggio, le bianconere continuavano ad attaccare, impensierendo le ospiti le quali dopo un buon avvio mostrano qualche cedimento, permettendo alla locali di sfiorare il vantaggio sempre ad opera della solita Melania La Vecchia.

Con le locali protese a difendere il risultato, finiva la prima frazione di gioco.

Il secondo tempo riprendeva con le bianconere protese in attacco e dopo alcune prove, prima con Margherita Di Battista e successivamente con Debora Nocent, passavano in vantaggio con una rete identica alla precedente. Era Melania La Vecchia che ricevuto il passaggio dal portiere bianconero insaccava in rete per quel vantaggio tanto sofferto.

La reazione ospite non si faceva attendere, tanto che si sbilanciavano in avanti permettendo alle bianconere di sfiorare la rete. Nonostante lo scampato pericolo le ospiti si portavano caparbiamente in attacco e sugli sviluppi di ennesimo calcio d’angolo pervenivano ad un pareggio meritato sino a quel momento.

Raggiunto il pareggio le ospiti cercano di tenere in mano la partita, ma erano le bianconere, a cui il risultato di parità andava stretto, a farsi avanti per raddrizzare l’incontro.

A circa cinque minuti dal fischio finale, il direttore di gara decretava il sesto fallo in sfavore delle  bianconere con il conseguente tiro libero. Alle ospiti si presentava una occasione ghiotta per portare a casa l’intera posta, ma l’incaricata al tiro, spediva sulla traversa la palla che poi era preda del portiere bianconero Elisa Cencia.

Lo scampato pericolo metteva le ali ai piedi delle locali, le quali sul capovolgimento di fronte, due minuti dopo,  Melania la Vecchia, suggeriva ad Alessia Tomei il tiro, che si  insacca a fil di palo per il vantaggio.

L’incontro sembrava ormai concluso con le ospiti che nonostante la buona volontà non riuscivano a passare, trovando sulla propria strada la bianconera Giulia De Gasperis che nulla concedeva.  Sembrava tutto concluso, ma sullo scadere c’era anche il tempo per Alice Forlini di portare a quattro le reti per le bianconere, con un calcio di rigore, a seguito di un fallo subito da Melania La Vecchia, realizzava, strappando applausi a scena aperta.

Con le bianconere sempre in attacco il direttore di gara chiudeva l’incontro per la vittoria della squadra di casa.

Alla vigila dell’incontro le bianconere sapevano che avrebbero trovato una squadra molto giovane, ben messa in campo, per cui Mister Di Poce le aveva caricate a mille per affrontare con la mentalità giusta la partita. Anche questa volta le bianconere erano passate in svantaggio, ma erano state brave a ribaltare il risultato ed a portare a casa l’intera posta in palio”.

“Era una vittoria che volevamo per non perdere il contatto con la vetta. –così riferisce Mister Di Poce-  Siamo scesi  in campo agevolati, conoscendo il risultato delle altre partite del girone, quindi il mostro impegno è stato maggiore. Ora ci attende un altro incontro casalingo contro una squadra che non conosciamo, motivo quindi per non perdere la concentrazione per un altro risultato positivo.”