Autore: redazionecassino1

21 Marzo 2019 0

Cassino al voto: alle urne si andrà il 26 maggio, l’eventuale ballottaggio il 9 giugno

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – E’ arrivata l’ufficialità della data per le prossime elezioni amministrative che dovranno eleggere il nuovo sindaco di Cassino e l’intero Consiglio comunale. Cassino andrà alle urne il 26 maggio, l’eventuale turno di ballottaggio si terrà il 9 giugno. L’accorpamento delle amministrative con le Europee era nell’aria già da tempo, ora però arriva l’ufficialità.

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte, ha individuato nel prossimo 26 maggio la data per lo svolgimento delle elezioni dei membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia. Il Governo proporrà pertanto tale data al Presidente della Repubblica, che indirà con proprio decreto i comizi elettorali.

Il 26 maggio andranno al voto ovviamente anche tutti gli altri comuni del Cassinate e dell’intera provincia di Frosinone, per un totale di trentanove comuni. In Ciociaria il comune più grande che va al voto è quello di Cassino, insieme a quello di Veroli. Le liste andranno dunque consegnate entro sabato 27 aprile, cioè tra meno di 40 giorni.

 

21 Marzo 2019 0

Strisce blu, alla Publiparking l’appalto, da maggio i nuovi ticket, stangata per gli automobilisti

Di redazionecassino1

CASSINO – Riprenderà a maggio la sosta a pagamento con il ticket erogato dai parcometri e i controlli che verranno fatti dagli ausiliari dai trentacinque ausiliari del traffici che dopo oltre un anno. Sarà, quindi, interrotta la vendita dei grattini che da novembre scorso disponibili in vari negozi e ad oggi regolano la sosta con il controllo dei vigili urbani certamente non molto capillare, a causa delle poche risorse a disposizione.

La ditta romana Publiparking si è aggiudicata la gara d’appalto in via provvisoria. Ora dovrà presentare ulteriore documentazione ed entro la settimana prossima, ovvero entro fine marzo per l’aggiudicazione definitiva. Salvo ulteriori imprevisti nel mese di aprile si provvederà a installare i nuovi parcometri e, come previsto dal bando di gara, alla riassunzione di tutti i trentacinque ex ausiliari del traffici. C’è un “però”, al momento che preoccupa non poco i sindacati,  gli ausiliari verrebbero denominati “posteggiatori” termine che potrebbe trasformarsi in una questione di soldi, in quanto sarebbero inquadrati con contratti inferiori a quelli che avevano con le precedenti ditte.

La Publiparking gestirà il servizio per otto anni e il valore dell’appalto è stato stimato in 10 milioni e 400.000 euro: al Comune andranno 200.000 euro per la parte fissa e il 35% per la parte variabile, sulla somma d’incasso eccedente il milione di euro. Per gli automobilisti si prevede una stangata sulla sosta a pagamento con rincari soprattutto per quel che riguarda gli abbonamenti: nelle zone centrali il ticket passa da 1 euro l’ora a 1,20 euro e per l’intera giornata si arriva quindi a 12 euro. Il costo degli abbonamenti per i residenti e per chi ha esercizi commerciali o studi professionali nelle zone interessate dalle strisce blu sarà di 10 euro al mese (100 euro l’annuale). Avrà invece un costo di 15 euro al mese e 150 euro l’anno per i residenti delle zone limitrofe e non del centro di Cassino. Infine, per chi non risiede in città ma a Cassino ha un’attività lavorativa, il costo mensile dell’abbonamento è di 30 euro. Non ci sarà più come ora la distinzione tra gli stalli riservati agli abbonati e quelli per i ticket giornalieri: le strisce saranno solamente blu e in totale gli stalli a pagamento saranno 2.058 compresi i 156 del multipiano e d i 100 del parcheggio interrato della stazione. Prima erano 1.870: ci saranno quindi circa 200 stalli in più a pagamento rispetto all’ultimo bando di gara.

 

19 Marzo 2019 0

Cassino al voto: “Deluso dagli amici” Petrarcone rinuncia alla candidatura

Di redazionecassino1

CASSINO – Salta la candidatura dell’ex sindaco Giuseppe Golini Petrarcone, è stato lo stesso Petrarcone ad annunciarlo in un comunicato nel pomeriggio di ieri. Un fulmine a ciel sereno che è piombato sulle prossime elezioni amministrative di Cassino, nonostante il documento politico in cui la segreteria cittadina del Partito democratico  sanciva la candidatura a sindaco di Petrarcone e del suo vice Sarah Grieco. Sembra quindi tramontata l’ipotesi di ricompattare un centro sinistra logorato dalle lotte interne e da gruppi di potere, come lo stesso ex sindaco li ha definiti nel comunicato, che hanno gli fatto maturare la decisione di rinunciare alla candidatura di.

Un comunicato amaro, ma anche di rispetto per la Città e per i suoi cittadini, quello dell’ex Primo cittadino e che riportiamo integralmente, in cui Petrarcone motiva la sua scelta puntando il dito contro quei gruppi di poteri forti che “blandiscono, accarezzano e manovrano, per poi chiedere il conto al momento opportuno“.

“Ho riflettuto a lungo in questi giorni – scrive Petrarcone – sulla decisione di andare avanti nella candidatura a Sindaco. Il mio amore per questa città non può essere messo in discussione, così come non può essere messa in discussione la mia indipendenza, il mio essere un uomo libero, non legato né a correnti politiche né a lobby economiche; io sono ancora, e voglio continuare ad esserlo per tutti i cassinati solo Peppino e quotidianamente ricevo dal mio popolo attestati di affetto e di stima”.

La rinuncia dell’ex sindaco mette in luce tutte le contraddizioni e le lotte interne al Pd, di certo non sarà facile ricompattare la frattura fra il partito di via Arigni, le componenti civiche di riferimento e tutto il centrosinistra cittadino. Vedremo quali alternative il centrosinistra cittadino proverà a mettere in campo nella prossima campagna elettorale per il rinnovo del Consiglio comunale e la poltrona di sindaco, per contrastare gli avversari. Sarà, certamente, una partita sarà dura e tutta in salita.

Il testo integrale del comunicato

”Ai miei cari concittadini, ho riflettuto a lungo in questi giorni sulla decisione di andare avanti nella candidatura a Sindaco. Il mio amore per questa città non può essere messo in discussione, così come non può essere messa in discussione la mia indipendenza, il mio essere un uomo libero, non legato né a correnti politiche né a lobby economiche; io sono ancora, e voglio continuare ad esserlo per tutti i cassinati solo Peppino e quotidianamente ricevo dal mio popolo attestati di affetto e di stima. L’ultimo periodo è stato per me particolarmente doloroso, sia dal punto di vista familiare che politico; non si rimane indifferenti quando alcuni tuoi amici decidono di seguire un’altra strada e la squadra con la quale hai percorso un lungo e proficuo cammino si divide, anche blandita dalle solite sirene di chi tenta ancora di affermare il vecchio concetto del “divide et impera”.

Fermo rimanendo che ognuno è libero, ed è giusto che sia così, di decidere di giocarsi la partita in prima persona, quello che io, con amarezza, colgo negli ultimi accadimenti è che sono ritornati in campo i soliti poteri forti che blandiscono, accarezzano e manovrano, per poi chiedere il conto al momento opportuno. Ho già sostenuto una avvelenata campagna elettorale nella quale la vicenda ACEA è stata falsamente e strumentalmente usata contro la mia persona e la mia famiglia; al momento opportuno i cittadini di Cassino apriranno gli occhi anche su questa vicenda e su chi è legato, a doppio filo, a quel carrozzone. Né io, né mia moglie Giovanna abbiamo mai avuto rapporti professionali di qualsiasi tipo con quella società o con quelle ad essa collegate.

La mia decisione che viene, come già ho detto, al termine di un periodo delicato e doloroso anche dal punto di vista personale, sicuramente deluderà tantissimi cassinati perbene, che mi hanno sostenuto ed invogliato, al di là, ed oltre, la connotazione politica del mio schieramento; sento pertanto il dovere di ringraziarli come, anche, sento il dovere di ringraziare il Partito Democratico ed i suoi dirigenti, che mi hanno indicato come il loro candidato a sindaco. Non voglio, per amore della mia città e per rispetto della coalizione di centrosinistra, avere la preoccupazione e la responsabilità di dividere quell’elettorato. Qualcuno mi ha criticato dicendo che volevo essere “candidato a tutti i costi”; non è così; io so vivere e posso vivere anche lontano dalla politica attiva e per la mia città continuerò ad impegnarmi, come ho fatto sino all’ultimo giorno nei miei due mandati da Sindaco, realizzando tante cose e dando lustro a questo territorio.

Penso che ora sia il momento di dedicare più tempo a tutta la mia famiglia, che mi sostiene anche in questa sofferta decisione, condividendone le ragioni; più tempo alla mia professione e più tempo ai tanti veri amici che ancora sono a me vicini”.

F. Pensabene

18 Marzo 2019 0

Canceglie torna alla vittoria contro Cervaro che perde la terza posizione in classifica

Di redazionecassino1

 

Nella 22esima giornata del torneo di Eccellenza se il vertice e la seconda posizione in classifica rimangono invariate, il cambiamento si registra nella terza piazza. Caira, infatti, la riconquista battendo l’Atletico Pontecorvo, 3 a 1, e sfruttando la sconfitta subita da Cervaro ad opera dei padroni di casa del Canceglie (nella foto) per 4 a 3. La capolista Tordoni supera agevolmente i padroni di casa del DS Dodici per 4 a 1, mentre la Longobarda ha ragione di Tibia e Peroni per 3 a 0. Il Borussia conquista i tre punti battendo il Moscuso per 2 a 0.

Nel girone “A” di Promozione Janula continua la sua corsa in vetta alla classifica con la vittoria per 3 a 0 sui padroni di casa di Terzo Tempo incrementando il vantaggio su Amatori Aquino che subisce una pesante sconfitta esterna da parte di Autoricambi Daniele per 3 a 1. Sconfitta anche per la terza in classifica, Friends for Football a Villa Santa Lucia per 3 a 0.

Nel girone “B” resta in vetta al torneo con tre lunghezze di vantaggio Belmonte che non ha difficoltà a superare i padroni di casa del Monticelli per 4 a 2. Nello scontro diretto fra Piedimonte e Castelnuovo a conquistare i tre punti sono i padroni di casa di Piedimonte per 3 a 1. Nello scontro diretto fra Real Castelnuovo e Viticuso gli ospiti aurunci superano per 3 a 1 i padroni di casa. Brutta sconfitta, invece, per Colfelice a Terelle per 4 a 2.

F. Pensabene

 

18 Marzo 2019 0

Jones piega la Virtus e la Leonis Roma passa al fotofinish

Di redazionecassino1

Una partita dai due volti, quella disputata dalla BPC Virtus Cassino. Per tre quarti, un match quasi perfetto, quello disputato dagli uomini di coach Vettese, che, un po’ per carenza di ossigeno, un po’ per la mancanza di lucidità nel momento clou del match, non sono riusciti ad essere costanti anche nell’ultima frazione di gara.

È infatti un ultimo quarto da 25-9 per la Leonis Roma, a condannare nuovamente alle “pene dell’inferno” la BPC, che non riesce proprio a vedere la luce in fondo al tunnel.

Passando alla cronaca del match, le due formazioni si presentano alla gara con due assenze particolarmente importanti: Hollis da una parte e Raucci dall’altra. Coach Nunzi parte con Jones, Fanti, Bonessio, Fall e Loschi, mentre lo ‘starting five’ di coach Vettese è composto da Paolin, Guaccio, Ojo, Castelluccia e Hall.

Fanti e Loschi mettono a segno i primi punti della gara, ma è Ojo a pareggiare immediatamente i conti per la Virtus. Hall e Castelluccia trovano il fondo della retina, e Cassino vede materializzarsi il primo vantaggio di 6 punti. Loschi accorcia; Jones e Fall firmano il pareggio, e Bushati piazza il primo +4 Leonis. Castelluccia chiude il primo quarto sul 24-22 per i padroni di casa.

Riprendono i giochi per la seconda frazione di gara, ed Infante e Loschi alimentano il momento positivo della Leonis, che con la tripla di Fanti arriva al +5. Ojo, però, vive una di quelle serate strepitose (20 punti al 13’, ndc), e con l’ausilio di Ingrosso e Hall, la Virtus si riporta in vantaggio. La tripla di Sorrentino mette a referto il +6 dei viaggianti, ma è il gioco da 3 punti di Fall allo scadere, che manda le squadre all’intervallo lungo sul risultato di 44-48 per la Virtus Cassino.

All’uscita dagli spogliatoi, lo spartito è sempre lo stesso, e le squadre si rispondono colpo su colpo. Ojo porta i suoi sul +7, ma Jones e Fall accorciano sul -2. Hall non ci sta e Paolin, in penetrazione, deposita il nuovo +7. Jones da parte sua, purtroppo per la Virtus, è inarrestabile, e piazza due triple che valgono il -2 Leonis. Sorrentino e Ojo riallungano, ed è la tripla di Hall che sigilla il 61-69 con cui si va all’ultimo mini-intervallo. Al rientro sul parquet, si materializza l’ennesimo incubo rossoblù. L’Eurobasket schiera la zona che blocca la circolazione di palla offensiva di Paolin e soci, e guidata dalla coppia Jones-Fall, mette a referto un parziale mortifero di 11-0, che porta avanti i padroni di casa di 3 lunghezze. Castelluccia, Hall e Sorrentino non ci stanno, e scrivono i punti della parità. Jones, però, decide di produrre lo sforzo decisivo per arrivare alla vittoria: a 1’20’’ dal termine, sono le sue due triple a portare la Leonis sull’81-78. Ojo prova anche lui a fare lo stesso per gli uomini di Vettese, ma apre involontariamente il contropiede del +5. La Virtus in attacco non produce nuovamente punti, ed è una tripla molto fortunosa di Infante a suggellare il definitivo 86-78 per l’EBK Roma. Vince la Leonis. Un match che diverse volte ha visto in vantaggio la Virtus Cassino la quale però, nel finale, non ha avuto la brillantezza per portare a casa i due punti. Per la Leonis sono le giocate e le percentuali di uno stratosferico Jones, invece, a togliere le castagne dal fuoco a coach Nunzi (33 pt e 9 rimbalzi, ndc). Sempre più difficile per la Virtus, dunque, il discorso salvezza.

Il commento nel post-gara di coach Vettese: “Devo fare i complimenti ai ragazzi per come hanno giocato e per come sono stati in grado di seguire le direttive date in settimana. Siamo stati molto concentrati per 3 quarti, contro una squadra che veniva da una grande vittoria in trasferta contro Biella. Per la situazione che stiamo vivendo, a tratti abbiamo fatto una grande partita e devo, ripeto, fare i complimenti ragazzi, se non per un ultimo quarto viziato da qualche distrazione di troppo per la stanchezza e per l’attenzione difensiva di Roma, che si è terribilmente alzata nell’ultima frazione. Sono purtroppo dispiaciuto. Per l’ennesima volta ci portiamo i complimenti a casa senza però aver preso punti sul campo. È una situazione difficile, ed i ragazzi hanno dimostrato nonostante tutto di esserci e di non voler mollare a qualunque prezzo. Adesso dovremo andare a Treviglio con lo stesso spirito e la stessa voglia di far bene che abbiamo avuto stasera”.

Il commento del DS Leonardo Manzari a fine gara: “Ci portiamo i complimenti a casa per l’ennesima volta anche questa sera, dopo aver disputato ancora, a mio parere, una grande gara per tre quarti. Poi però viene a mancarci sempre qualcosina durante la gara; gran parte dei meriti vanno comunque anche ad Eurobasket, che veniva da un ottimo momento di forma dopo le belle e convincenti vittorie contro Bergamo e Biella. Per arrivare a rispondere sulla situazione che ci vede coinvolti con Siena e nella lotta per non retrocedere, avremmo potuto alla fine del mercato e dopo una serie di sconfitte consecutive, smobilitare. Non l’abbiamo fatto, abbiamo rispettato tutti, anche Eurobasket, perché questa sera siamo venuti al Ponte Grande con le intenzioni di fare una grande partita, una partita vera, e tutti coloro che sono stati qui al palazzetto potranno senza alcun dubbio confermare. Abbiamo disputato il match con il coltello tra i denti e abbiamo l’intenzione di onorare questo campionato fino all’ultima nostra gara. Altri non lo stanno facendo. Io sono fiero di questa società e di questa squadra; anche dei soli quattro punti conquistati in classifica. Mi sono portato a casa spesso dei complimenti, come questa sera, ma non abbiamo fatto nuovamente risultato. Pazienza! Ma nonostante tutto, posso camminare a testa alta e fiero di quello che stiamo facendo. Abbiamo realizzato una squadra secondo le nostre possibilità e dopo la partenza di uno statunitense come Pepper, abbiamo fatto di tutto per sostituirlo in breve tempo con un’atleta che potesse essere di livello, ma soprattutto funzionale per la nostra formazione. Questo sempre in virtù del rispetto della regolarità del campionato. Questo campionato, ahimè, non è regolare! Una nostra concorrente alla salvezza, in un comunicato, ha dichiarato di essere stata danneggiata ai massimi livelli per non aver disputato una gara ed averla vinta per 20-0 a tavolino. Ma scherziamo? Danneggiati ai massimi livelli di cosa? L’unica formazione danneggiata, qui, ai massimi livelli, è la Virtus Cassino. Sarei stato piacevolmente spettatore di una situazione capovolta e le conseguenze che ne sarebbero scaturite, con uno scontro diretto ancora da disputare. Aldilà di tutto, invito le autorità competenti a svolgere in maniera corretta il proprio operato. Questo campionato è stato terribilmente falsato, e la Federazione ha il compito di tutelare non gli scorretti, ma coloro che portano avanti il movimento cestistico in maniera corretta e secondo le regole. Spero davvero nella giustizia, anche se di giusto e di corretto, ripeto, fino ad ora, ho visto ben poco. Detto questo, ci prepariamo alla sfida di Treviglio con la voglia e la determinazione che ha contraddistinto la nostra prestazione anche questa sera”.

Prossima gara per la BPC Virtus Cassino, in trasferta la prossima settimana contro Treviglio.

 

TABELLINO:

Leonis Roma – BPC Virtus Cassino 86-78 (24-22, 20-26, 17-21, 25-9)

Leonis Roma: Andre Jones 33 (5/9, 6/9), Abdel pierre Fall 15 (7/10, 0/2), Federico Loschi 13 (2/3, 2/9), Luca Infante 11 (3/4, 1/2), Eugenio Fanti 7 (2/4, 1/3), Franko Bushati 7 (3/4, 0/2), Daniele Bonessio 0 (0/0, 0/1), Alessandro Piazza 0 (0/0, 0/0), Damian Hollis 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Torresani 0 (0/0, 0/0), Jacopo Ragusa 0 (0/0, 0/0), Simone Rocchi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 12 / 15 – Rimbalzi: 31 5 + 26 (Andre Jones 9) – Assist: 15 (Eugenio Fanti 6)

ALL. Nunzi

BPC Virtus Cassino: Michael Adetokunbo Ojo 25 (9/16, 2/4), Mike Hall 18 (3/4, 4/9), Gennaro Sorrentino 14 (2/4, 3/5), Francesco Paolin 9 (3/6, 0/4), Luca Castelluccia 8 (1/3, 2/5), Tommaso Ingrosso 4 (2/3, 0/2), Angelo Guaccio 0 (0/0, 0/0), Sava Razic 0 (0/0, 0/0), Davide Bianchi 0 (0/0, 0/0), Davide Raucci 0 (0/0, 0/0), Alessio Punzi 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 5 / 9 – Rimbalzi: 24 6 + 18 (Mike Hall 6) – Assist: 10 (Mike Hall 3)

ALL. Vettese

15 Marzo 2019 0

75° Anniversario della distruzione di Cassino, cerimonia in piazza De Gasperi presieduta dal Prefetto Ignazio Portelli

Di redazionecassino1

CASSINO – Si ricorda oggi il 75° Anniversario della distruzione di Cassino, la cerimonia in piazza De Gasperi alla presenza del Commissario Straordinario del Comune, Benedetto Basile, il Prefetto di Frosinone, Ignazio Portelli, le Autorità civili, religiose e militari  con la deposizione delle corone d’alloro al Monumento ai Caduti.le Autorità civili.

Gli onori militari saranno resi dal 80° Reggimento “Roma” di stanza alla caserma di Cassino.

Sono trascorsi settantacinque anni da quel tragico 15 marzo 1944, quando la Città venne rasa al suolo insieme alla millenaria abbazia di Montecassino. Un momento tragico che segnò profondamente Cassino ed il cassinate, iniziato nel gennaio e che si sviluppò in una lunga stagione di combattimenti. Da gennaio a maggio del 1944, infatti, la zona di Cassino venne segnata e ferita da una lunga serie di battaglie tra le forze alleate e quelle tedesche.

Il bombardamento del 15 marzo venne preparato per giorni. Per quattro lunghe ore, dalle 8 del mattino, centinaia di aerei bombardieri e cacciabombardieri rasero al suolo la città, sganciando oltre 1000 tonnellate di esplosivo.

“E la città cadde. Le pareti ed i tetti furono suolo e polvere. Niente fermò le bombe. Cassino scomparve e con lei il senso di appartenenza a qualcosa di precedente, familiare ed antico. Da quel momento cambiò il carattere dei Cassinati, orfani della storia e destinati ad una diaspora che ancora oggi condiziona l’idea di futuro e la volontà di credere in qualcosa che appartiene a tutti” questo il ricordo di quei tragici anni di Dante Sacco, promotore del progetto Summa Ocre.

Cassino, tuttavia, seppe rialzarsi, rinascere, progredire nel corso degli anni della Ricostruzione. Il vecchio slogan “Ieri per la ricostruzione, oggi per il futuro”, accompagnò quegli anni duri e di sacrifici, gettando le basi per la rinascita della Città, l’impegno per continuare a lavorare ad un mondo migliore e di pace. E così è stato.

F. Pensabene

Foto di repertorio

15 Marzo 2019 0

Chiedono il riscatto per un cellulare rubato. Indagati due minorenni a Formia

Di redazionecassino1

FORMIA – La Polizia di Stato – Questura di Latina, nell’ambito dei servizi finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati contro la persona  nella serata di ieri ha proceduto al deferimento in stato di libertà di due minorenni responsabili di tentata estorsione in concorso.

I due ragazzi, dopo aver sottratto con artifizi e raggiri il telefono cellulare di una ragazza minorenne, mentre si trovava in compagnia di alcune amiche alla Villa Comunale di Formia,  prendevano contatti telefonici con la madre affinché consegnasse la somma di euro 300,00 per rientrare in possesso del bene asportato, concordando il luogo dell’appuntamento.

Gli investigatori del Comm.to di Formia, acquisita la denuncia, hanno predisposto un mirato servizio di appostamento presso il luogo dell’appuntamento dove si sarebbe dovuto svolgere lo scambio, non perdendo mai di vista la donna in attesa del contatto .

All’atto in cui i due giovani hanno consegnato il cellulare, restando in procinto di ricevere il denaro, gli agenti sono intervenuti tempestivamente,  bloccando in flagranza di reato i rei. I due ragazzi, sprovvisti di documenti di identificazione, sono stati accompagnati presso gli uffici del Comm.to di Formia e, ultimati gli adempimenti di rito, affidati agli esercenti la potestà genitoriale, non prima di essere edotti del loro deferimento alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni  di Roma.

15 Marzo 2019 0

A Ferentino va in scena Virtus Cassino – Leonis Roma

Di redazionecassino1

Dopo la sconfitta casalinga contro la Benacquista Assicurazioni Latina, la BPC Virtus Cassino è attesa da un doppio turno in trasferta. La prima sfida in ordine cronologico sarà quella contro la Leonis EBK Roma, in un incontro valevole per la 25° giornata del campionato nazionale di serie A2 Girone Ovest.

Nella gara di andata si impose la formazione della capitale con il risultato di 61-63, dopo un match combattuto e deciso solo nel finale di gara.

Per riuscire a portare a casa i due punti, gli uomini di coach Vettese, dovranno disputare una gara quasi perfetta, contro una formazione dall’organico competitivo e rinvigorito dalla cura di coach Nunzi, il nuovo capo allenatore subentrato all’esonerato Corbani.

La Leonis consta, dicevamo, di un roster di assoluto valore, a partire dalla coppia straniera Hollis (ala grande) e Jones (guardia), che stanno viaggiando rispettivamente a 15.3 e 20.6 punti di media a gara; di indiscutibile qualità anche il parco italiani, composto dal centro veterano Infante (4 ppg in 15 minuti di media a gara, ndc), dalla guardia Fanti (3 ppg, ndc), dall’ala grande Bonessio, dal centro Fall, dalla guardia Loschi (10.5 ppg, ndc), dall’altro componente del “pacchetto piccoli” arrivato da Roseto, Bushati (3 ppg in 21 minuti per gara, ndc) e dal playmaker Piazza (8 ppg in 28 minuti per partita, ndc).

Le dichiarazioni pre-gara dell’assistant-coach cassinate, Furio De Monaco: “Giocheremo contro una delle squadre più in forma del momento. Una formazione ben diversa rispetto a quella del girone di andata. Una compagine che ha cambiato il proprio modo di giocare, le sue gerarchie e le sue alchimie. Hanno sostituito un componente della loro coppia di stranieri, Zeisloft con Jones, hanno inserito un altro giocatore importante come Bushati, hanno lasciato andare via un’atleta che fa la differenza in questa serie A2 come Amici, ma soprattutto hanno cambiato il loro capo allenatore. Ci stiamo preparando al meglio in vista di questo prossimo impegno, attraverso come al solito, il lavoro e la volontà di non mollare fino alla fine di un solo centimetro. I ragazzi si sono allenati bene. Stiamo inserendo pian piano anche noi il nostro nuovo straniero Ojo, che sta rispondendo in maniera davvero buona alle indicazioni che gli stiamo dando noi come staff tecnico, e stiamo cercando di ridisegnare un pochino la nostra pallacanestro. Le risposte dalla squadra e dal gruppo stanno arrivando; speriamo nei due punti. È solo con quelli che i nostri ragazzi possono ritornare ad avere quella tranquillità e serenità nel lavoro quotidiano”.

Il match sarà trasmesso in diretta streaming su LNP TV Pass e in diretta audio-streaming sul canale Spreaker della società, Virtus Cassino Radio (https://www.spreaker.com/show/lo-show-di-virtus-cassino). Aggiornamenti live dai canali ufficiali Facebook (www.facebook.com/VirtusCassino), Twitter (@VIRTUSTSB) ed Instagram (@virtuscassino). Differita dell’incontro sulle emittenti locali EXTRA TV (CANALE 94 del DIGITALE TERRESTRE) e MEDIACENTRO TV (CANALE 191 e 605 del DIGITALE TERRESTRE). Arbitreranno la sfida di sabato 16 marzo, in programma al Ponte Grande di Ferentino (FR), con palla a due alle ore 18.00, i signori TERRANOVA FRANCESCO di FERRARA (FE), FOTI DANIELE ALFIO di VITTUONE (MI) e MARZIALI SILVIA di FERMO (FM).

ROSTER:

LEONIS EBK ROMA: Andre Jones, Federico Loschi, Abdel Pierre Fall, Damian Hollis, Eugenio Fanti, Luca Infante, Franko Bushati, Daniele Bonessio, Alessandro Piazza, Gianluca Santini.

BPC VIRTUS CASSINO: Mike Hall, Michael Ojo, Francesco Paolin, Davide Raucci, Luca Castelluccia, Tommaso Ingrosso, Gennaro Sorrentino, Angelo Guaccio, Davide Bianchi, Alessio Punzi, Sava Razić.

14 Marzo 2019 0

III edizione del Premio Letterario “Le storie nella storia”. Nella Sala degli Abati la premiazione

Di redazionecassino1

CASSINO – Si svolgerà domani, 15 marzo, presso la Sala degli Abati del Palagio Badiale, con inizio alle ore 17, in piazza Corte a Cassino, la cerimonia di premiazione del Premio Letterario “Le storie nella storia”.

L’iniziativa promossa e curata dall’Associazione Agorà Theodicea, con il patrocinio del comune di Cassino, dell’Università di Cassino e L. M. ed il Centro Documentazione e Studi Cassinati, si inserisce nel 75° Anniversario della distruzione di Cassino.

Il premio, giunto alla III edizione, avrà come titolo “L’emigrazione degli italiani all’estero e la nostalgia del ritorno”. In particolare avrà come filo conduttore le esperienze ed i racconti dei protagonisti fra tragedia, sacrificio, ma anche la rinascita, le memorie, le storie di vita delle donne, degli uomini, delle famiglie del Cassinate. L’edizione 2019 ha visto la partecipazione di numerose scuole di Cassino e del cassinate e di circa ventotto elaborati degli studenti. Alla terza edizione si sono cimentati negli elaborati gli allievi del Liceo scientifico “G. Pellecchia”, il Liceo-Ginnasio “G. Carducci” ed il Liceo Socio-pedagogico “M.T. Varone” di Cassino oltre al Liceo Scientifico di Pontecorvo. Il Liceo artistico di Cassino, inoltre, ha realizzato una serie di pannelli commemorativi della distruzione di Cassino che saranno esposti nel corso  della cerimonia di premiazione.

La cerimonia della premiazione sarà preceduta da un’introduzione musicale del M° Michele D’Agostino, dal soprano Maristella Mariani e dal baritono M° Alessio Potestio. L’introduzione affidata al presidente dell’associazione Agorà, avv. Marco D’Agostino, vedrà la partecipazione del vescovo Mons. Gerardo Antonazzo e dell’abate di Montecassino, Dom Donato Ogliari.

F. Pensabene

 

14 Marzo 2019 0

Cassino al voto, gli schieramenti avanzano le prime proposte e candidature

Di redazionecassino1

CASSINO – Mentre si attende di conoscere la data ufficiale della consultazione elettorale per l’elezione del nuovo sindaco di Cassino e del consiglio comunale, i partiti cominciano a discutere di candidature e programmi. Se il centrodestra deve provare a ricucire gli strappi e le divisioni nella vecchia maggioranza, cosa difficile anche alla luce delle dichiarazioni non certo tenere, apparse sulla stampa locale, di alcuni degli ex esponenti e dei partiti che componevano proprio la vecchia maggioranza D’Alessandro, negli altri schieramenti le posizioni appaiono più delineate. Certo non che tutto sia definito, ma il dibattito in corso tratteggia alcuni dei possibili candidati alla carica di primo cittadino e degli scenari che ne potrebbero scaturire.

Nel centrosinistra ci si interroga sulla candidatura dell’ex sindaco Giuseppe Golini Petrarcone, con la possibile carica di vicesindaco per Sarah Grieco, come prospettato dal segretario cittadino Dem, Marino Fardelli, nei giorni scorsi a cui non tutti sarebbero favorevoli. L’ex consigliera comunale affida il suo pensiero ad un post su facebook. “Non ho mai fatto mistero di avere un progetto innovativo per questa città – scrive – e di volermi candidare, con coraggio, a rappresentarlo. Poi però mi si chiede di non fare gli errori del passato, di non spaccare quel centrosinistra di cui faccio parte. Ma se mettersi a disposizione, con generosità, viene letto al contrario; se si continua a parlare di aree, non di persone, con quello che hanno da dire, con le loro storie, politiche e personali. Se a prevalere sono e saranno sempre gli interessi di bottega. Si faccia pure. Cassino deve venire al primo posto”. Il post ha trovato una schiera di commenti, molti dei quali farebbero ben sperare per l’affermazione dell’esponente Dem.

Gli attivisti e i simpatizzanti del MoVimento 5 Stelle, dal canto loro, secondo le indiscrezioni di stampa, saranno presenti, come già nel 2016, con una loro proposta alle elezioni amministrative comunali di Cassino. “Riteniamo necessario e non più prorogabile avere voce all’interno del consiglio comunale, affermano i pentastellati cassinati. Con spirito unitario, volto alla realizzazione degli obiettivi del MoVimento e, nell’esclusivo interesse della città, abbiamo deciso di metterci in gioco, da comuni cittadini, per risollevare le sorti di una città ormai al collasso”. Il Movimento, poi, dà appuntamento per una serie di incontri con i parlamentari di tutti gli attivisti per illustrare le proposte politiche per la città e per la campagna elettorale che realizzi un reale cambiamento e possa consentire di “arrivare ad una Cassino a cinquestelle”. Vedremo nelle prossime settimane se gli scenari cambieranno visti anche i tempi ristretti di questa campagna elettorale che dovrà fare i conti anche con le elezioni europee e con i possibili risultati che i partiti otterranno nella composizione del Parlamento dell’Unione.

F. Pensabene