Autore: redazionecassino1

22 Gennaio 2019 0

Muore 28enne di Roccasecca mentre era intento a smontare le luminarie dopo una caduta da trenta metri

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

ROCCASECCA – E’ morto dopo un volo di circa trenta metri Manuel Cipollaro, 29 anni di Roccasecca. Una tragedia avvenuta ad Ariccia, ieri dove il giovane si era recato per smontare alcune luminarie per conto di una ditta del Cassinate.

Non sono ancora chiare le dinamiche della caduta del giovane operaio su cui indagano i carabinieri.

Di certo il giovane roccaseccano non ha avuto alcuno scampo: immediato il suo trasporto al Gemelli. Inutili i tentativi di salvarlo.

La notizia è rimbalzata nella comunità di Roccasecca dove Manuel lascia la sua famiglia, due figlie e la moglie. Indagini in corso da parte dell’Arma per ricostruire l’esatta dinamica dei fatti.

22 Gennaio 2019 0

Arrestato, dalla polizia, 47enne formiano per maltrattamenti in famiglia e lesioni

Di redazionecassino1

FORMIA – Al termine di una complicata attività di indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Cassino, personale della Polizia di Stato del Commissariato di P.S. di Formia ha eseguito l’arresto di un 47enne di Formia per maltrattamenti in famiglia, lesioni aggravate e violazioni delle prescrizioni imposte con le precedenti misure cautelari.

L’uomo, a causa del comportamento violento che aveva nei riguardi della sua famiglia, era stato già sottoposto al divieto di avvicinamento alla moglie e ai figli e al divieto di dimora nel comune di Formia ma, nonostante tutte le misure cautelari imposte, ha continuato a tenere un atteggiamento violento e persecutorio nei riguardi della sua famiglia cercando, in ogni modo, di contattare e minacciare la moglie costringendo lei e i figli minori ad una vita di continue ansie e paure e a dover frequentemente nascondersi presso amici e parenti per non farsi rintracciare.

foto repertorio

 

21 Gennaio 2019 0

Bimbo piange talmente forte che gli si blocca il respiro, salvato dall’intervento di un carabiniere

Di redazionecassino1

CASSINO –  Tragedia sfiorata questo pomeriggio al Centro commerciale Panorama in via Casilina sud. Erano le 18.20 circa all interno del centro commerciale un bambino di due anni e mezzo a seguito del forte pianto cadeva a terra senza riuscire a respirare.

L’interveto provvidenziale  di un militare dell’Arma, Luca Trotta in forza alla stazione carabinieri di Acquafondata, ha evitato conseguenze peggiori e una possibile tragedia. Il militare praticava immediatamente il massaggio cardiaco e la respirazione bocca a bocca consentendo al bimbo di riprendere il respiro.

Il bambino si riprendeva quasi subito dopo poco tempo, ma successivamente necessitava di ulteriore massaggio  per una nuova crisi respiratoria. Grazie a questo il bambino si riprendeva definitivamente in attesa dei sanitari del 118 accorsi con un’ambulanzache che prestavano soccorso con l’ausilio di ossigeno.

Il piccolo è stato poi affidato ai sanitari del 118 che hanno provveduto a trasferirlo all’ospedale “Santa Scolastica” di Cassino in osservazione.

21 Gennaio 2019 0

Reliquie di San Tommaso d’Aquino vendute su e-bay, commercio on line senza confini

Di redazionecassino1

CASSINO – Il mercato on-line non ha più confini, lo sanno bene tutti coloro che ne fanno uso per ragioni più diverse. On line si può comprare di tutto, del resto i fatturati delle multinazionali del commercio su internet lo dimostrano ampiamente. Quello che non ti aspetti di trovare sono le reliquie di santi o beati, invece si possono trovare anche queste. Nessuno di loro fa eccezione, persino le reliquie di uno dei santi più amati e radicati nel nostro territorio, San Tommaso d’Aquino. È sufficiente scorrere le vendite o le aste di e-bay per trovare oggetti sacri di ogni genere comprese le reliquie di san Tommaso e di molti altri tutto perfettamente regolare, anche con fattura. Ma non basta poiché le stesse reliquie sono contenute e, naturalmente vendute, in teche o d’argento del 1700 e in vetro soffiato con tanto di ‘certificazione d’autenticità ed integrità’ da un sigillo vescovile a garanzia di autenticità. Il prezzo? Molto contenuto, infatti, le reliquie del Santo di Aquino vengono proposte in vendita a prezzi che vanno da 162 euro, oltre spese di spedizione, in un “antico e raro reliquiario del 1700 con la reliquia di San Tommaso d’Aquino, teca reliquario d’argento e chiuso sul fronte da antico vetro soffiato; nell’interno la Santa reliquia con la scritta in latino ‘S. Thomae da Aquino’ oppure a 151 euro, invece, si può acquistare un “reliquario del XIX secolo con reliquie di prima classe di San Tommaso d’Aquino con vetro anteriore e sigilli episcopali integri; i fili serici sono rotti da un lato”.

F. Pensabene

 

21 Gennaio 2019 0

Frosinone, le volanti della polizia fermano quattro stranieri per furto aggravato

Di redazionecassino1

FROSINONE – Sono originari del Gambia e tre di loro hanno precedenti di polizia per spaccio, furto e rapina. La Squadra Volante della Questura, dopo le opportune e tempestive verifiche, li denuncia.

Furto aggravato in concorso è l’accusa mossa dagli agenti della Squadra Volante nei confronti di quattro cittadini del Gambia, rispettivamente di 27, 23, 22 , 21 anni.

I fatti risalgono a venerdì pomeriggio, quando i poliziotti sono intervenuti nella parte bassa del capoluogo, in seguito a segnalazione giunta sulla linea di emergenza 113 della Questura.

Gli stranieri sono stati intercettati poco distanti  dall’attività commerciale dove era stato messo a segno il reato.

Fermati ed identificati: tre di loro hanno precedenti di polizia per spaccio, rapina e furto.

Inoltre a carico del 22enne anche un provvedimento di espulsione.

Rinvenuti gli articoli rubati.

21 Gennaio 2019 0

Frosinone, emessi dalla Questura sei provvedimenti di espulsione per stranieri “socialmente pericolosi”

Di redazionecassino1

FROSINONE – Per sei cittadini stranieri è scattato il decreto di espulsione dal Territorio Nazionale: a coordinare l’attività è l’Ufficio Immigrazione della Questura.

Per cinque di loro, dopo la scarcerazione per fine pena, l’adozione del provvedimento è stata motivata dalla pericolosità sociale.

Di questi, tre di nazionalità georgiana hanno precedenti per furto aggravato, mentre un marocchino ed un tunisino hanno a carico reati   in materia di stupefacenti.

Infine un giovane egiziano è stato espulso in quanto irregolare, non avendo proceduto al   rinnovo del permesso di soggiorno rilasciatogli quando era minore.

 

 

21 Gennaio 2019 0

Eccellenza: Longobarda resta capolista, ma Tordoni si avvicina

Di redazionecassino1

Una 14esima giornata, quella del weekend scorso, che vede la capolista Longobarda allungare leggermente il suo vantaggio sulle inseguitrici. La formazione di Pontecorvo infatti, ora a quota ventinove punti n classifica, supera in trasferta, i padroni di casa di DS Dodici per 1 a 3 e si gode il primato in solitario. È nel gruppo delle inseguitrici che si ritrovano le maggiori novità del torneo. Tordoni torna ad occupare la seconda posizione dopo aver superato lo scoglio del derby, 2 a 3, contro l’Atletico, mentre l’altra formazione pontecorvese, Isotopi, vince di misura, 0 a 1, la sfida contro i padroni di casa del Borussia, relegando la formazione cassinate al terzo posto in classifica. Fa un passo avanti Collecedro che torna alla vittoria battendo fra le mura domestiche Caira per 3 a 0. Pareggiano, invece, Moscuso e Cervaro, 2 a 2, e Tibia e Peroni opposto a Canceglie (nella foto) per 3 a 3. Nel girone “A” di Promozione resta in vetta alla classifica, a quota trenta, Janula nonostante la sconfitta casalinga per 2 a 3, rimediata contro il Real Nuova Piedimonte. Non molla Amatori Aquino che ha gioco facile contro il fanalino Felcese Pignataro battuto in casa per 1 a 4. La formazione di Aquino, sfruttando il passo falso di Friends for Football, sconfitto per 2 a 1 dai padroni casa di Cerreto, dopo la 24esima giornata si gode il secondo posto in classifica. Rimane sempre il più equilibrato dei tornei il girone “B” di Promozione dove a contendersi il primato sono cinque formazioni. AM Piedimonte in vetta a quota trentuno punti supera agevolmente, fra le mura domestiche, 4 a 0 il fanalino di coda Monticelli. Le due inseguitrici, Belmonte e Colfelice si accontentano di un pareggio 1 a 1, che consente loro di non perdere terreno dalla capolista. Caffè Reale supera di misura, 1 a 0, AM Castelnuovo nel confronto diretto.

F. Pensabene

21 Gennaio 2019 0

La vittoria esterna ancora non arriva. La Virtus cede sul campo di Casale con il risultato di 89-62

Di redazionecassino1

È una brutta Virtus, quella che scende in campo al PalaFerraris di Casale Monferrato, e che cede il passo alla squadra di coach Mattia Ferrari nella 17^ giornata del campionato nazionale di Serie A2 Girone Ovest 2018/19.

Una formazione mai con la giusta cattiveria, mai in partita, mai con il piglio giusto per rientrare in gara quando il vantaggio si faceva più che pesante.

Una sconfitta che brucia, una sconfitta che quasi cancella tutti i passi avanti che erano stati fatti nelle partite casalinghe contro Scafati e Roma.

Eppure, la Virtus che scende in campo in questa domenica di metà gennaio, aveva illuso tutti. Partono subito bene, infatti, i viaggianti, che con la tripla di Hall segnano lo 0-3 con cui si apre la gara. Sono Pinkins e Martinoni, però, a rispondere all’americano rossoblù, e scavare il primo solco importante tra Casale e Cassino. Al 7’ il risultato è di 11-3 per i padroni di casa, e Vettese è costretto a chiamare time-out. Al rientro, è Castelluccia a guidare i compagni di squadra e a suonare la carica, ma l’ingresso sul parquet di Musso mette in crisi la difesa dei lupi cassinati, che subiscono, e non poco, l’italo-argentino ex Ferentino e Treviso. Denegri e sempre il solito Musso, firmano il 20-10, mentre i cassinati continuano a concludere a canestro con pessime percentuali. Sono i canestri di Cesana e Tinsley, che concludono il primo periodo sul risultato di 27-10 per la Novipiù.

I liberi di Hall riaprono le danze al PalaFerraris, ma al numero 7 rispondono in rapida sequenza Musso, Martinoni e Battistini. È notte fonda per la BPC, ed il coach cassinate è nuovamente costretto a chiamare time-out sul risultato di 35-14. Dopo la sospensione, è sempre il solito Mike Hall a trovare punti dalla lunetta, che con il numero 6 Casteluccia, non sbagliano i tiri a cronometro fermo. Sono per la squadra di casa Tinsley, Cattapan e Valentini, questa volta a farsi trovare pronti e a siglare i canestri che ricacciano indietro la Virtus; a chiudere il periodo le conclusioni di Musso, Hall e Paolin, che mandano le squadre all’intervallo lungo sul risultato di 46-26 per Pinkins e compagni.

Al rientro dagli spogliatoi, la musica non cambia e a Casale non resta che amministrare il vantaggio, al cospetto di una Virtus che non ha abbastanza forze fisiche e mentali per impensierire i piemontesi nel conquistare la leadership del match. Sono Pinkins, Castelluccia, Pepper e Tinsley, i protagonisti del periodo di gara e sono loro i punti con il quale la contesa va avanti. È ancora Hall a trovare per Cassino punti che danno ossigeno ai lupi virtussini, ma Denegri, Martinoni e Cesana spengono le speranze di risalita delle ‘V’ benedettine. È Battistini che con due punti manda le squadre all’ultimo mini-riposo sul parziale di 68-46.

Nell’ultimo quarto, la Virtus, date le pessime percentuali da oltre l’arco dei tre punti, prova a recuperare il match con conclusioni ravvicinate, con più di qualcuna che trova il fondo della retina con il libero aggiuntivo per il fallo avversario, con in particolar modo Pepper e Raucci a provarci; Casale, tuttavia, è in grande serata, e al cospetto della forma straordinaria degli uomini di Ferrari, ogni sforzo appare inutile. Sono nuovamente Valentini, Battistini e Giovara a punire la Virtus, facendo arrivare la formazione di casa anche sul +25. Non c’è più nulla da fare per la BPC, che negli ultimi due minuti cerca di rendere meno pesante il passivo senza riuscirci. La partita si conclude sul risultato di 89-62 per la Novipiù Junior Casale.

Queste le parole in conferenza stampa del coach della BPC Virtus Cassino, Luca Vettese, al termine dell’incontro: “Per questa sera, c’è davvero poco da dire da un punto di vista tecnico-tattico. Abbiamo messo in campo una prestazione scadente sotto tutti gli aspetti in maniera inspiegabile ed inaspettata. Avevamo preparato la partita in settimana in un certo modo, ma se manca l’energia durante il match puoi fare davvero poco e non puoi sperare di portare a casa la partita in un campo difficile e contro una delle squadre più forti del campionato. Venivamo da una partita che ci doveva dare entusiasmo e forza per andare avanti, ma evidentemente non è stato così. In settimana dovremo rivedere senza dubbio la partita per analizzare le nostre carenze e capire come mai abbiamo approcciato in maniera così superficiale alla gara. Il primo quarto è come se non fossimo scesi in campo ed è una cosa, dal mio punto vista, inaccettabile. I miei complimenti, però, vanno anche a Casale che è stata capace di mettere sul parquet tanta energia, tanta intensità e tanta qualità, mettendoci in difficoltà sin dall’inizio con il tiro dalla distanza, con la presenza a rimbalzo, con la fisicità e i punti sotto canestro. Mi prendo la responsabilità, insieme allo staff tecnico, di questa sconfitta, perché vedere sul campo una squadra che non riesce a mettere energia in una partita come questa, trova anche delle nostre colpe, in quanto evidentemente non siamo riusciti a ‘caricare’ nel giusto modo la partita. Nonostante tutto, non abbiamo tempo di piangerci addosso. L’unica ricetta per rimediare alla prestazione di quest’oggi, è solo ed esclusivamente il lavoro in palestra in vista della prossima partita di Capo D’Orlando. Abbiamo l’obbligo di provare anche lì a portare a casa i due punti, anche se non sarà semplice, e tentare su un campo difficile di dire la nostra e di fare la nostra partita”.

Prossimo appuntamento, dunque, per le ‘V’ cassinati, domenica 27 gennaio ore 18.00, al PalaFantozzi di Capo D’Orlando, contro la Benfapp Orlandina Basket di coach Sodini.

 

Novipiù Casale Monferrato – BPC Virtus Cassino 89-62 (27-10, 19-16, 22-20, 21-16)

Novipiù Casale Monferrato: Kruize Pinkins 15 (4/8, 1/2), Niccolò Martinoni 15 (2/2, 3/6), Davide Denegri 14 (1/2, 4/7), Bernardo Musso 13 (2/3, 3/9), Bradley glen Tinsley 10 (3/5, 1/3), Fabio Valentini 8 (1/3, 2/3), Leonardo Battistini 5 (2/8, 0/0), Luca Cesana 5 (1/2, 1/3), Edoardo Giovara 4 (2/2, 0/0), Nazzareno Italiano 0 (0/1, 0/4), Riccardo Cattapan 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 8 / 9 – Rimbalzi: 45 13 + 32 (Kruize Pinkins 12) – Assist: 24 (Bradley glen Tinsley 8)

All. Ferrari

BPC Virtus Cassino: Michael Hall 15 (2/3, 2/5), Dalton Pepper 15 (4/8, 2/8), Francesco Paolin 12 (4/6, 0/1), Davide Raucci 9 (2/6, 0/3), Luca Castelluccia 9 (1/2, 1/4), Gennaro Sorrentino 2 (1/2, 0/2), Fabrizio De ninno 0 (0/2, 0/2), Tommaso Ingrosso 0 (0/4, 0/1), Emanuele Primerano 0 (0/0, 0/0), Dario Masciarelli 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 19 / 22 – Rimbalzi: 28 5 + 23 (Michael Hall 8) – Assist: 15 (Dalton Pepper, Davide Raucci 4)

All. Vettese

20 Gennaio 2019 0

Tecchiena, un incendio divora il terzo piano di un’abitazione. Nessun ferito, ma ingenti i danni

Di redazionecassino1

ALATRI – Un grave incendio si è sviluppato la scorsa notte al terzo piano, per fotuna disabitato, di un edificio a Tecchiena, frazione di Alatri. Dai primi accertamenti l’origine del rogo sembra doversi attribuire al mal funzionamento dell’impianto elettrico.

Sul posto sono intervenuti i militari del Norm in aiuto ai proprietari del secondo piano impegnati a spegnere l’incendio e a mettere in salvo i tre figli rimasti imprigionati all’interno dell’abitazione. Il fumo, proveniente dalla canna fumaria interna, aveva già invaso la stanza occupata dai ragazzi. Sul posto anche una squadra di vigili del fuoco che hanno provveduto a domare l’incendio definitivamente. Non è stato necessario l’intervento del 118.

Ingenti i danni provocati dal rogo non coperti da assicurazione. Al momento sembra esclusa la responsabilità di terzi su quanto accaduto.

F. P.

Foto di repertorio

16 Gennaio 2019 0

Ecotassa sulle auto: le dichiarazioni di Manley preoccupano la politica locale per le ricadute negative sul territorio

Di redazionecassino1

CASSINO – Le recenti dichiarazioni dell’AD di FCA, Manley, sul provvedimento inserito nella Legge di bilancio varata dal governo, relativo alla ecotassa sulle auto, preoccupano non poco, soprattutto, nel nostro territorio. Preoccupano per la ricaduta in termini di occupazione e di sviluppo che ne deriverebbero per un territorio già pesantemente condizionato dalle scelte industriali della multinazionale FCA. La politica locale, quindi, si mobilita con iniziative, differenti, ma dirette a comprendere, valutare e cercare soluzioni che lo scenario delle decisioni di FCA potrebbero determinare sull’economia del territorio, già pesantemente in crisi. La Federazione PD di Frosinone insieme ai Circoli Pd di Piedimonte e Cassino, in un comunicato, giovedì 24 Gennaio dalle ore 13 alle ore 18 organizzano un presidio dinanzi ai cancelli di FCA Cassino per incontrare i lavoratori e per un azione di volantinaggio e informativa sulla legge di bilancio scellerata di questo governo che contiene il provvedimento dell’Ecotassa che sta causando un ripensamento sui programmi di investimento sul nostro territorio da parte di FCA. 5 miliardi di euro previsti per lo stabilimento di Cassino stanno andando in fumo come dichiarato dal AD Manley causando un aumento della produzione negli Usa a discapito del nostro territorio. L’appello è alla mobilitazione e presenza di tutte le rappresentanze istituzionali, sindacali e dei circoli vista la gravità della situazione.

Diversa l’iniziativa messa in atto dal consigliere regionale Pasquale Ciacciarelli (FI) che ha lanciato una petizione online, disponibile sulla sua pagina facebook, affinché il Governo riveda il provvedimento denominato ecotassa che rischia di minare lo sviluppo economico ed occupazionale del Paese e della provincia di Frosinone. “La revisione degli investimenti previsti da FCA ora, a seguito delle dichiarazioni dell’AD Manley, scrive ini un comunicato Ciacciarelli, è reale e concreta e le conseguenze sull’economia del Lazio, ed in modo particolare, della provincia di Frosinone, fanno temere il peggio. Non possiamo assistere inermi a quello che si presenta come un duro colpo per la provincia di Frosinone, essendo lo stabilimento FCA di Piedimonte San Germano, dove era prevista la produzione del suv medio marchio Maserati, una grande ed importante risorsa per l’intero indotto. Questa forte preoccupazione mi ha spinto fin da subito ad attivarmi a difesa del territorio e dei livelli occupazionali, scrivendo dapprima una lettera ai parlamentari, deputati e senatori del territorio, e poi avanzando una richiesta di incontro al Ministro di Maio, nonché un ordine del giorno al Presidente Zingaretti, approvato in Consiglio Regionale. E’ necessario un tavolo di concertazione per tutelare gli investimenti previsti da FCA in Italia e nel Lazio. Cassino Plant deve essere difeso con fermezza: invito tutti a firmare la petizione on line.”