Categoria: Bar dello sport

13 luglio 2018 0

Carmine Calce Capo Delegazione alla XXI edizione del Mondiale universitario di Orienteering Kuortame Finland

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Altro grande riconoscimento per il Cus Cassino. Il Presidente del Centro Universitario Sportivo della città martire, professor Carmine Calce, è stato infatti nominato Capo Delegazione alla XXI edizione del campionate Mondiale universitario di Orienteering Kuortame Finland che si terrà in Finlandia dal 17 al 22 luglio 2018. Faranno parte della delegazioen gli atleti: Samuele Tait, Anna Giovannelli, Irene Pozzobon e Samuele Cursio oltre che gli accompagnatori Augusto Terranova e Stefano Raus. Si tratta di un nuovo, importante riconoscimento per il presidente del Cus Cassino, che in passato è stato ugualmente designato dal Cusi nazionale come capo delegazione della rappresentativa azzurra universitaria al mondiale universitario di orienteering a Miskolc, in Ungheria. “Ringrazio il presidente del Cusi e l’intero consiglio federale per l’incarico e per la fiducia accordatemi. Si tratta di un incarico importante – commenta il presidente del Cus, professor Carmine Calce –che io proverò a svolgere per il meglio. Sono orgoglioso e contento per la scelta effettuata dal Consiglio del Comitato Universitario Sportivo Italiano. A Cassino prossimamente continueremo con una serie di iniziative nel 2019, in occasione dei quarant’anni dell’ateneo. IlCus proprio in questi giorni – rivela infatti il presidente del Centro Universitario Sportivo – ha avanzato la richiesta di organizzazione dei campionati italiani di Corsa campestre (festival del cross) e dei campionati master di corsa campestre per il 2019, in occasione della ricorrenza dei 40 anni di attività dell’Unicas”. Ancora una buona notizia, dunque, per il Cus Cassino, dopo che gli atleti universitari hanno brillato nei campionati che si sono svolti in Molise. Samuele Cerro, un’atleta cussino cresciuto nell’ atletica Pontecorvo, ha vinto i campionati nazionali universitari  nella gara del salto in lungo con una misura di 7,83 e ha poi fatto doppietta con un oro anche nel salto triplo staccando di parecchio gli avversari con una misura di 16,24. Un altro oro è arrivato da  Francesca Mastrantuono, prima classificata nel taekwondo nella categoria – 67 cintura nera. Un argento è stato invece conquistato da Prisco Casertano nel judo maschile categoria – 81.  Infine un bronzo nella scherma: la medaglia è stata conquistata da Marta Zapparato nella specialità spada. Questi atleti sono stati quindi omaggiati e nuovamente premiati in una cerimonia ad hoc che si è svolta nei giorni scorsi nell’aula magna del Campus Folcara.

12 luglio 2018 0

Virtus Cassino: Luca Castelluccia vestirà di nuovo la maglia rossoblu

Di redazionecassino1
CASSINO – La Virtus Cassino comunica di aver raggiunto l’accordo con l’entourage dell’atleta Luca Castelluccia, per l’acquisizione delle prestazioni sportive per la stagione 2018/19. L’atleta classe ’86, è un gradito ritorno in casa rossoblù, in quanto parte integrante del roster benedettino, che ha calcato il parquet della ‘città martire’, nelle stagioni 2014/15 e 2015/16. Ala di 202cm, inizia il suo percorso cestistico all’età di 5 anni ad Ortona, sua città natale. Qui, le sue doti vengono ben presto apprezzate dalla Virtus Siena, che ne acquisisce le prestazioni sportive all’età di 14 anni. Quattro anni in Toscana per il giocatore abruzzese, che nel 2003 conquista lo scudetto juniores, continuando a migliorare e consolidare le doti di ala moderna. Caratteristiche importanti, che gli consentono di conquistare la partecipazione con la nazionale italiana agli europei juniores di Saragoza 2004 e di Mosca 2005. Successivamente, la carriera da senior, che inizia a Pavia, in “Lega2”, per poi trasferirsi nell’ordine, ad Olbia, Patti, Gualdo, Chieti, Padova, Torre dei Passeri, Costa Volpino e Lanciano. Nell’annata 2013/14, viene ben presto notato dal DS cassinate Leonardo Manzari, con il quale sigla un accordo biennale. Una qualificazione ai playoff nel primo anno in maglia Virtus, ed una finale nell’anno successivo, che lo consacrano come uno dei giocatori più importanti del panorama nazionale di Serie B. Nell’ultimo anno in rossoblù, Luca ha collezionato 38 presenze, con una media di circa di 27 minuti a gara, per 10.1 punti, 4.1 rimbalzi ed il 44% da tre punti. Di seguito, il ‘ritorno a casa’ ad Ortona, ed il trasferimento a Bisceglie, dove sigla 12.7 punti per gara in 29 minuti in campo (56% da 2; 36% da 3; 82% ai tiri liberi; 3.7 rimbalzi; 1.1 assist, ndc). Da qui, la grande possibilità per Luca di affermarsi in un palcoscenico ancor più importante e di livello superiore; il buon “Caste”, così, vestirà ancora la maglia delle “V” rossoblù nel palcoscenico della Serie A2 Nazionale. Al nuovo numero 6 cassinate, un caloroso bentornato all’ombra dell’Abbazia, da parte di tutta la società rossoblù.
4 luglio 2018 0

Il Cus-Cassino trionfa anche ai Campionati Italiani Master di Arezzo

Di redazionecassino1

AREZZO – Ancora un grande successo per gli atleti del Cus Cassino. La compagine del Centro Universitario Sportivo guidato dal professor Carmine Calce, ha portato a casa nuove medaglie, dopo quelle conquistate di recente ai Campionati Nazionali Universitari in Molise.

Nei giorni 29 – 30 giugno e primo luglio luglio, ad Arezzo, si sono disputati i Campionati Italiani Master che hanno visto la partecipazione degli atleti del Cus Cassino.

Nel primo giorno di gare l’atleta Fiorella Pittiglio ha affrontato la prova dei 300 ostacoli piazzandosi al secondo posto con un tempo di 1’01”50. A seguire, il 30 giugno, Sergio Calce ha disputato i 1500 metri piazzandosi ottavo con un tempo di 4’46. Lo stesso giorno anche l’atleta Annalisa Miacci si è difesa bene nella gara dei 1500 metri piazzandosi decima con un tempo di 5’39”60. L’ultimo giorno , nella mattinata del primo luglio, di nuovo Fiorella Pittiglio alle prese con i 2000 siepi che l’hanno vista portarsi al secondo gradino del podio con un tempo di 9’13”87, poco più tardi anche Sergio Calce ha preso parte agli 800 metri con un ottima prestazione, un tempo di 2’16 che gli ha permesso di piazzarsi sesto in classifica.

Il professore Carmine Calce, presidente del Cus Cassino, torna ad applaudire i suoi atleti e nuovamente ribadisce: “Il Cus  proprio in questi giorni ha avanzato la richiesta di organizzazione dei campionati italiani di Corsa campestre (festival del cross) e dei campionati master di corsa campestre per il 2019, in occasione della ricorrenza dei 40 anni di attività dell’Unicas”.

4 luglio 2018 0

Pioggia di medaglie per il Cus-Cassino ai Campionati Nazionali Universitari in Molise

Di redazionecassino1
Una pioggia di medaglie per gli atleti del Centro Universitario Sportivo ai campionati nazionali universitari che quest’anno sono stati ospitati dall’ateneo del Molise.Samuele Cerro, un’atleta cussino cresciuto nell’atletica Pontecorvo, ha vinto i campionati nazionali universitari  nella gara del salto in lungo con una misura di 7,83 e ha poi fatto doppietta con un oro anche nel salto triplo staccando di parecchio gli avversari con una misura di 16,24. Un altro oro è arrivato da  Francesca Mastrantuono,  prima classificata nel taekwondo nella categoria – 67 cintura nera. Un argento è stato invece conquistato da Prisco Casertano nel judo maschile categoria – 81.  Infine un bronzo nella scherma: la medaglia è stata conquistata da Marta Zapparato nella specialità spada. Questi atleti sono stati quindi omaggiati e nuovamente premiati in una cerimonia ad hoc che si è svolta nei giorni scorsi nell’aula magna del Campus Folcara.  Presenti, oltre agli atleti vincitori. il Magnifico Rettore Giovanni Betta, il Presidente della Commissione sport e cultura della Regione Lazio  Pasquale Ciacciarelli, il vice presidente della Provincia di Frosinone, Massimiliano Mignanelli, il Direttore di Laziodisu Riccardo Pignatelli anche in rappresentanza dell’Adisu, il dottor Carmelo Ursino, la professoressa Giovanna Calise e il presidente del Cus Cassino Carmine Calce, oltre che unfolto gruppo studenti. L’occasione è stata motivo di riflessione sull’importanza dello sport a livello universitario, e la possibilità del raggiungimento di obiettivi sportivi importanti senza tralasciare la carriera universitaria. In modo particolare sono intervenuti i rappresentanti degli studenti Achille Migliorelli (Primavera Studentesca), Riccardo Mancinelli (Guardiani della strada) e Marco Mignanelli (Unisono) con un discorso di plauso ed elogio al Cus Cassino per le iniziative intraprese, mettendosi a disposizione per avviare un’attività di collaborazione per la diffusione di dette iniziative per cercare di incrementare il numero di atleti partecipanti e, dunque di studenti. Sono stati premiati tutti i vincitori di medaglie.  Per quanto riguarda gli sport a squadra e in modo particolare per il calcio, è stato letto il saluto e il ringraziamento al Cus Cassino per l’opportunità e la bella esperienza di rappresentare l’Ateneo di Cassino per diversi anni da parte del capitano uscente, Pierluigi Dalla Bona, sempre a disposizione, studente/atleta con il merito di aver formato un vero “team”. Quest’anno laureato, ha passato il testimone al nuovo capitano, Mario Pacitto. L’iniziativa è stata fortemente voluta dal Rettore Betta che ha consegnato ai medagliati il sigillo personalizzato dell’Università degli Studi di Cassino, mentre il presidente del Cus Cassino ha consegnato ai presenti una targa ricordo. Il Magnifico Rettore, vista la presenza delle varie Autorità e Istituzioni, ha colto l’occasione di parlare della doppia carriera Universitaria con Laziodisu per poter dare la possibilità di studiare pur essendo atleti di alto livello nazionale e internazionale prevedendo anche la possibilità di un’attenzione in più, introducendo eventualmente anche la figura di un tutor per sostenere gli esami. Anche il Presidente Ciacciarelli ha dato la piena disponibilità per sostenere le attività sportive dell’ateneo di Cassino e iniziative sportive future, attraverso interventi regionali. A tal proposito il presidente Calce ha annunciato che il Cus Cassino proprio in questi giorni ha avanzato la richiesta di organizzazione dei campionati italiani di Corsa campestre (festival del cross) e dei campionati master di corsa campestre per il 2019, in occasione della ricorrenza dei 40 anni di attività dell’Unicas. Le autorità presenti hanno dato piena disponibilità per collaborare a questa iniziativa.
3 luglio 2018 0

La 14ma Poggio-Vallefredda parla toscano: Nari nel tricolore e Lignite nell’Europeo i più veloci

Di redazionecassino1

ISOLA del LIRI – Si è archiviata con un grande successo di partecipanti e con notevoli contenuti tecnici la 14ma edizione della Poggio-Vallefrdda, la cronoscalata motociclistica valida per il Campionato Europeo ed il Campionato Italiano della Velocità in salita motociclistica disputatasi ad Isola del Liri. Nelle due manche in programma sia nella serie continente che in quella nazionale, il più veloce in assoluto è stato Stefano Nari (Triumph) che con il tempo di 1’22”14 ha fatto segnare il record del tracciato. Il centauro si è imposto  in entrambe le manche della 600 Open valida per il tricolore e portandosi a casa 50 pesantissimi punti per la classifica. Nell’Europeo nella classe regina, la Superbike, il miglior tempo lo ha fatto segnare l’austriaco Wolfgang Gammer su BMW (1’25”01), ma ancora più veloce di lui è stato nella SuperSport il toscano Davide Lignite su Kawasaki impostosi in entrambe le manche della sua categoria e facendo segnare nella prima salita il tempo di 1’23”02. Poca fortuna per il bergamasco Stefano Bonetti (BMW) che nella classe Super Open nella prima salita ha preso una penalizzazione che lo ha retrocesso al quarto posto, con Francesco Piva bravissimo a cogliere l’occasione. L’eroe del Tourist Trophy si è rifatto vincendo la seconda manche. Tornando ai protagonisti della doppia gara valida per il campionato Europeo, da segnalare la vittoria nella seconda salita della Superbike del cecoslovacco Rademacher e la costanza dell’austriaco Gangl, migliore nella somma dei punteggi delle due manche.

Nel Campionato Italiano doppia affermazione e nuovo record del tracciato di Stefano Nari seguito, in ordine di categoria, dal bergamasco Alessandro Schiapa e dal ciociaro Francesco Cianfrani che si sono divisi le vittorie tra gli scooter.

Nella PitBike affermazione del palermitano Antonio Rapone e di Enrico Repetti, mentre nella 125 Open il migliore è stato il centauro di Follonica Luca Stori. Nella 250 Open doppia vittoria di Marco Queirolo (Aprilia) mentre nella Moto 3 il toscano Marco Lombardi ha svettato su tutti. Anche Davide Lignite ha messo a segno un ottima accoppiata vincendo le due salite della 600 Stock tricolore, mentre l’emiliano Stefano Manici è stato il più veloce nella Naked. Nella classe 600 SuperOpen doppia affermazione del lombardo Fabio Giusto (MV Agusta), nella SuperMoto Carmine Materazzo e Manuel Dal Molin sono stati i più veloci. Grande prestazione del portacolori del Moto Club Mancini nella Super Open 1000, davanti al toscano Carlo Leoncini. In questa classe il noto attore-doppiatore Luca Biagini ha conquistato il podio classificandosi terzo assoluto. La categoria Quod, al debutto alla Poggio Vallefredda ha visto prevalere il toscano Lardori.:

30 giugno 2018 0

Primo colpo di mercato per la Virtus Cassino, arriva Antino Jackson

Di redazionecassino1

La Virtus Cassino ha raggiunto l’accordo con l’entourage del giocatore classe ’96, Antino Jackson, per la stagione 2018-19.

Il giovane americano ricoprirà il ruolo di playmaker nello scacchiere di coach Luca Vettese.

Nato il 31 gennaio 1996 a Cypress, in Texas (USA), è alto 183cm per un peso forma di 77kg.

Atleta dalle importanti doti atletiche, ha concluso la sua carriera universitaria lo scorso anno sportivo, nelle fila dei “Lobos” di NEW MEXICO. Nel destino del giovane americano, dunque, ci saranno di nuovo i lupi, questa volta però, quelli rossoblù della terra di San Benedetto.

Prima di approdare nel branco sud-americano, la carriera del giovane “point-guard”, si era dipanata per 3 anni presso l’università di AKRON, nell’Ohio. Per lui in questa prima esperienza collegiale, nell’ultima stagione 2016-17, quasi 28 minuti di utilizzo con 10.8 punti per gara e quasi 4 assist dispensati per i suoi compagni, con le invidiabili percentuali del 43% da 2, il 39% da 3 ed il 75% dalla linea del tiro libero.

L’ultima stagione, quella che lo ha portato all’attenzione del basket professionistico, lo ha visto autore di performance condite da 10.4 punti per match in 23.5 minuti in campo, con le percentuali del 41% da 2, il 39% da 3, il 76% ai tiri liberi, 2 rimbalzi catturati, 5 assist e 2 palle recuperate.

Le caratteristiche tecniche e una breve storia di Antino, è possibile ricavarla dalle parole del suo agente Prescott Mack, felice per la conclusione della trattativa con la società cassinate: “Antino Jackson, ex play/guardia dell’Università del New Mexico, è un giocatore che può punire gli avversari con il suo tiro e con la sue capacità balistiche. È inoltre un tenace difensore ‘faccia-faccia’, che gioca ogni minuto come se avesse sempre qualcosa da dimostrare. Questo perché lo fa? Perché la critica ha sempre pensato che non avrebbe potuto giocare nella prima divisione della NCAA. Antino invece ha militato 3 anni ad Akron e quindi un anno nell’università di New Mexico. Ha finito la sua carriera al college con oltre 1.400 punti segnati e più di 400 assist. I critici sostenevano inoltre che lui non avrebbe potuto giocare da professionista, ma lui ora ha trovato una casa con la Virtus Cassino.

Antino progetta di portare in Italia tutta la sua volontà per provare alle persone che si sbagliavano. Vuole far bene in un campionato complesso con la sottovalutata Virtus Cassino, che è stata da pochi giorni promossa in serie A2”.

Sulla stessa lunghezza d’onda, anche le parole del soddisfatto DS Leonardo Manzari: “So bene che ci prendiamo dei rischi ad affidare la cabina di regia al giovane ’96 Antino Jackson, ma ci ha colpito di lui la spavalderia e la sua determinazione nell’affrontare questa nuova avventura. Antino è stato visto dal nostro staff tecnico diverse volte ed è stato giudicato idoneo per ricoprire questo ruolo delicato. Sono felice che sia lui, il primo volto nuovo nel roster che affronterà la serie A2. Spero che insieme si possano realizzare i nostri obiettivi”.

30 giugno 2018 0

Campionato Italiano Velocità in Salita, da domani il via alla 14esima Poggio-Vallefredda

Di redazionecassino1

Siamo arrivati al giorno fatidico. Il Campionato Europeo ed il Campionato Italiano della Velocità in salita motociclistica fanno tappa in Ciociaria e da stamattina il rombo dei bolidi a due ruote farà da colonna sonora ad uno degli eventi sportivi dell’anno. La 14ma Poggio-Vallefredda prenderà il via domenica mattina con il warm-up, seguito dalle prove di qualificazione e poi alle 13:30 la prima delle due manche in programma, seguita alle 16:30 dalla secondo salita. Nelle ultime ore si è avuta la conferma della partecipazione di tutti i piloti più attesi, sia per quanto riguarda il Campionato Europeo che per quanto concerne la serie nazionale. A questa terza prova del Campionato Europeo il pilota da battere sarà l’austriaco Wolfgang Gammer su BMW, in testa al campionato nella classe regina, la Superbike. Occhi puntati anche sul francese Jean Luc David (Kawasaki) e sull’altro austriaco Rafael Neuner (Suzuki). In questa categoria molto atteso il pilota di casa Williams Alonzi che si cimenterà nella sfida ai protagonisti dell’Europeo con la sua Aprilia. Nell’Europeo 600 Supersport ottime le chance anche dell’italiano David Lignite che guida la classifica di categoria dopo due appuntamenti. Tanti anche i piloti locali al via, con in testa il folto plotone dei portacolori del Moto Club Mancini, che andranno a contendersi anche gli altri trofei in palio, come la 23ma Coppa Astro, il 21° Memorial Giorgio Peticca ed il VI° Premio Benito Nicoli.

Per quanto riguarda la prova valida per il Campionato Italiano, nella cronoscalata ciociara il pilota da battere sarà ancora una volta il lombardo Stefano Bonetti. Il recordman del tracciato della Poggio-Vallefredda, vincitore anche nel 2017 e reduce dal quarto posto di categoria nel mitico Tourist Trophy, parte con i favori del pronostico, ma a cercare di rubargli la scena non sono in pochi. Tra questi anche il toscano Stefano Nari, vincitore alla Poggio nel 2017 nella sua categoria, che cercherà il bis in queste edizione 2018. Tanti i piloti al via che con le loro squadre hanno animato nelle ultime ore il paddock piloti messo su dagli organizzatori del Moto Club Franco Mancini 2000 in una autentica festa dello sport iniziata giovedì scorso con l’arrivo delle squadre. Il tracciato è quello usuale, oltre 2100 metri, sulla provinciale che porta dalla località Poggio di isola del Liri, nei pressi della stazione ferroviaria, alla contrada Vallefredda di Arpino. Oltre due chilometri di tornanti in salita sui quali conterà l’abilità dei piloti e la “cavalleria” delle due ruote. A dire il vero non solo due ruote, perché quest’anno tra le tante categorie al via (dagli scooter alle moderne Superbike, passando per moto d’epoca e classiche), ci saranno oltre che ai sidecar, potenti e spettacolari tre ruote, anche i quod.

Insomma tanta carne al fuoco per vivere una intensa giornata di sport motociclistico all’insegna del fascino retrò delle corse su strada, corse che fanno parte della tradizione motoristica della Ciociaria.

Per ulteriori informazioni 338.3330370

 

24 giugno 2018 0

Campionato Italiano Velocità in Salita 14ma Poggio-Vallefredda

Di redazionecassino1

ISOLA DEL LIRI – Sta per iniziare la settimana che domenica prossima porterà alla disputa della 14ma Poggio-Vallefredda, la gara motociclistica su strada valida per il Campionato Europeo ed per il Campionato Italiano della Velocità in Salita. E’ l’evento del motociclismo su strada più importante del centro sud Italia e convoglierà su Isola del Liri, centro logistico della manifestazione i più forti piloti europei della specialità. Una settimana che inizierà tra qualche ora con la preparazione del circuito e con la sistemazione del paddock piloti, posto a poche decine di metri dallo striscione del via, che animerà le notti isolane da giovedì fino alla premiazione di domenica sera con un ricco programma svelato da poche ore dal Moto Club Franco Mancini 2000, organizzatore della manifestazione. Non solo motori dunque alla Poggio-Vallefredda, ma anche tanti spettacoli di intrattenimento, che culmineranno sabato sera con la presenza dell’ospite d’onore della manifestazione, Giancarlo Falappa, uno degli idoli nazionali del motociclismo Superbike, portacolori della Ducati il quale ha deciso quest’anno di festeggiare il suo 55mo compleanno insieme a tutti i tifosi ciociari di motociclismo. I piloti ed i loro team inizieranno ad arrivare nel paddock già da giovedì e nella serata dello stesso giorno ci sarà il via agli intrattenimenti musicali. Sabato ci sarà la presentazione di un classico appuntamento a latere della Poggio-Vallefredda, l’edizione 2018 di Miss Cronoscalata, anche questo un appuntamento di successo firmato Moto Club Franco Mancini, visto che una delle vincitrici delle passate edizioni di Miss Cronoscalata, Lucia Alonzi, in questo 2018 è arrivata alle selezioni finali di Miss Italia. Domenica sera insieme al Fabio Abballe Show ci sarà l’incoronazione di Miss Cronoscalata 2018 e con lei saliranno sul palco il vincitore assoluto ed i vincitori di classe delle competizioni valide per il Campionato Europeo e per il Campionato Italiano. Insomma tanta carne al fuoco, non solo metaforicamente, visto che nel Villaggio Piloti da giovedì in poi di carne (e di sagne) negli stands presenti ne verrà cucinata veramente tantissima per una gara che è entrata nel cuore degli appassionati e degli stessi protagonisti delle gare in salita, che nei prossimi giorni verranno svelati con la chiusura delle iscrizioni.

<Ci saranno tutti gli assi della specialità – ha spiegato il Direttore Sportivo Williams Alonzi -. Tanto per fare un nome un pilota come Stefano Bonetti che in queste ore è protagonista del Tourist Trophy sull’Isola di Man, sarà come nel passato protagonista anche della nostra manifestazioni e, con lui anche i suoi rivali che sulle nostre strade sono riusciti anche a batterlo>. La gara si svilupperà sui quasi tre chilometri di tornanti che dal Poggio, vicino la stazione di Isola del Liri, portano in località Vallefredda di Arpino, con la piccola modifica della lunghezza, con l’arrivo leggermente posticipato. La Poggio Vallefredda, sarà valida anche per la 24ma Coppa Astro (pseudonimo del centauro Franco Mancini), nonché per il 21^ Memorial Peticca,  6^ Premio Benito Nicoli e per l’ambitissima targa Mimmantonio. Quest’ultimo premio darà diritto al vincitore, di essere il testimonial del manifesto della Poggio – Vallefredda del 2019.

Per ulteriori informazioni 338.3330370

14 giugno 2018 0

Emiddio De Santis buona la prima, il navigatore cassinate esordisce da pilota

Di redazionecassino1

CASSINO – Debutto alla guida per l’esperto navigatore cassinate Emiddio De Santis, il rappresentante della scuderia campana LM Motorsport ha partecipato alla terza edizione dello Slalom di Sezze svolto domenica scorsa in provincia di Latina.

Più che positivi i tempi fatti registrare nelle tre manche della gara, un ritmo costante per conoscere al meglio la vettura, la DR 1 che, in coppia con il Presidente della scuderia Marco Limoncelli, viene usata nel Campionato Italiano Rally. Tempi che hanno permesso la conquista del primo posto di classe N1400, a pochi secondi dai tempi fatti registrare da vetture di categorie superiori.

Presente ovviamente alla gara il Presidente della scuderia, non solo per dispensare consigli al suo “fido” navigatore, ma anche in veste di apripista d’eccezione della manifestazione, deliziando con la sua guida il tanto pubblico presente a bordo strada con una potente Porsche Cayman S da oltre 300 Hp.

Tanta la soddisfazione a fine gara per De Santis: “Voglio ringraziare Marco Limoncelli per avermi concesso questa bellissima occasione, era da tempo che volevo salire sul sedile di sinistra, posso ritenermi soddisfatto del risultato, ho pensato soprattutto a conoscere la macchina senza forzare troppo il ritmo, il mio ruolo è quello del navigatore ma spero un giorno di guidare in un rally, nel frattempo vorrei partecipare ad una delle prossime gare in zone, magari lo slalom di Formia organizzato dall’Ausonia Corse di Fortunato Varone, che si svolgerà nel mese di Luglio”

 

 

8 giugno 2018 0

La Virtus Cassino è al top della sua giovane storia, a Montecatini per la Final Four serie B 2017-18

Di redazionecassino1

La Virtus Cassino via priva dopo aver eliminato in finale il Barcellona basket per 3 a 0. È la prima volta che la società  approda a questo tipo di evento prestigiosissimo. Ma in realtà è la prima volta che un team , che una società, che una squadra in qualunque Sport,  proveniente da Cassino approda a questo tipo di evento che segna il momento topico di una stagione sportiva.

Infatti a Montecatini le 4 contendenti che hanno vinto i rispettivi tabelloni dei play-off si contenderanno i tre posti utili per la promozione in serie A2. E dunque il momento più alto della stagione agonistica per una squadra che militi nel campionato nazionale di serie B di basket.

La Virtus Cassino affronterà la Bakery Piacenza .

Bakery che è allenata da coach Coppeta e che annovera tra le proprie fila l’ex indimenticato Duilio Birindelli. Ma che presenta nel proprio roster “vecchie conoscenze” della Virtus Cassino. Basti pensare a Maggio ex Napoli avversario nella scorsa stagione agonistica delle”V” rossoblù . Per arrivare dunque all’argentino Stanic avversario dei benedettini nella finale playoff di due stagioni orsono. Di quella finale ben 4 saranno i rapp

Di quella finale, Cassino -Eurobasket ben 4 saranno i giocatori che calcheranno il parquet del Pala Terme di Montecatini.

In maglia rossoblù Carrizo e Petrucci e sull’altro fronte Birindelli e Stanic

Altro veterano di partite di questo livello Lorenzo Panzini , reduce dalla vittoria con Siena delle Final Four del 2016 .

Insomma incroci blasonati sul parquet dell’impianto toscano allorquando gli arbitri della serata alzeranno il sipario su questa prima partita che mette in palio il primo posto utile alla promozione in Serie A2.

Capitolo tifosi….

Dalla città martire giungono notizie incredibili circa l’entusiasmo che questa Virtus Cassino ha scatenato. Si preannuncia un vero e proprio esodo alla volta della città termale. Da tempo le ricevitorie che mettevano in vendita i tagliandi sono letteralmente prese d’assalto.

Entusiasmo alle stelle .

Entusiasmo alle stelle per questa Virtus Cassino che si affaccia per la prima a volta al palcoscenico dei grandi team.

Parola dunque a Luca Vettese ( Allenatore) coach dei rossoblu

“Parteciperemo alle Final Four per la prima volta . Siamo ovviamente molto orgogliosi del cammino sin qui svolto. Rappresentiamo infatti una realtà giovane, nata appena 7 anni orsono e arriviamo a queste finali al termine di un campionato duro e combattuto. Abbiamo dovuto patire diversi infortuni e circostanze avverse durante l’anno ma per fortuna il gruppo squadra , in queste ultime partite di playoff, si è cementato nel modo giusto . Affronteremo Piacenza consapevoli del loro valore e della loro esperienza con grande rispetto quello che si deve ad un grande avversario.”

E quindi parole e musica by Maurizio Del Testa, il capitano dei lupi rossoblù

“E’ la cosa più bella che potesse capitarci, dopo un anno vissuto intensamente dal punto di vista umano e sportivo, essere approdati alle Final Four di Montecatini. Abbiamo avuto tanti intoppi durante l’anno, “sliding doors” ed infortuni. Praticamente abbiamo giocato tutta la stagione in 6 senior. Adesso siamo arrivati a questa grande sfida. Grandi giocatori e un grande allenatore a Piacenza. Sappiamo che non sarà semplice e soprattutto sappiamo che affronteremo un avversario tosto che ha eliminato la mia favorita assoluta , Omegna.”

Dunque inizia questa splendida kermesse di basket giocato ultimo atto di una magnifica stagione all’ombra dell’Abbazia.