Categoria: Curiosità

15 maggio 2010 0

ufficio decentrato all’osteria della fontana: funzionale a partire da lunedi’ 24 maggio

Di redazione2
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

A partire da lunedì 24 il nuovo ufficio Anagrafe sarà operativo.

L’ufficio comunale decentrato è stato collocato nei locali adiacenti la nuova scuola media di Osteria della Fontana.

Si tratta di un progetto fortemente voluto dall’Assessore al Personale e agli Affari Generali del Comune di Anagni, Vittorio Colantoni, che lo aveva già anticipato nell’ambito del proprio programma sviluppato nella lista civica Identità Anagnina: Abbiamo sin da subito ritenuto fondamentale lavorare per un’attenta e funzionale gestione della cosa comune – prosegue Colantoni – soprattutto perché occorre che la stessa struttura comunale funzioni e funzioni con armonia ed efficienza

La sede comunale decentrata dell’ufficio anagrafe – spiega il Primo Cittadino Carlo Noto – rappresenta la concretizzazione di un punto importante previsto nella nostra programmazione amministrativa, soprattutto in quanto fornirà un fondamentale servizio di pubblica utilità

Per garantire più servizi e per venire incontro alle esigenze più volte rappresentante dei cittadini, in particolare delle zone periferiche, l’Amministrazione ha previsto, nella giornata di martedì, anche la presenza di un agente di Polizia Municipale per segnalazioni ed istanze presso il medesimo edificio. Per quanto riguarda gli ulteriori servizi (Pubblica Istruzione, Servizi Sociali), dal prossimo settembre, in concomitanza con la riapertura delle scuole, sarà garantita la presenza di un dipendente per espletare le pratiche scolastiche, sociali, ecc.: l’intento, infatti, è quello di creare un vero e proprio sportello polifunzionale.

Tamara Graziani

26 aprile 2010 0

A Canino, cotta una frittata da Guinnes di due metri di diametro

Di redazionecassino1
E’ stata cucinata a Canino (Viterbo) la frittata piu’ grande del mondo, in occasione della nona sagra dell’asparago verde. La frittata da guinness dei primati e’ stata cotta in una padella di 2 metri di diametro, dopo che un piccolo esercito di donne aveva sbattuto per ore le 1.500 uova (circa 60 a testa).Gli altri ingredienti sono:un quintale di asparagi e sette litri di olio extravergine di oliva.La maxi-frittata e’ stata distribuita gratuitamente agli ospiti della sagra.

14 aprile 2010 2

Un pezzo di Luna ora si chiamerà Pignataro Interamna

Di redazionecassino1

Se Fiordaliso cantava “non voglio mica la Luna…” oggi avere una parte del territorio del nostro satellite è possibile e anche a buon prezzo. Lo può ben dire un nostro conterraneo, Angelo Evangelista, attore di spot pubblicitari e doppiatore, originario di Pignataro Interamna che lo ha acquistato di recente. Un pezzo di Luna d’ora in poi, infatti, si chiamerà proprio Pignataro Interamna. Questo il nome che Angelo Evangelista, classe 1986, originario proprio di Pignataro Interamna ha dato alla sua ‘singolare proprietà’. Si tratta, infatti, di tre acri di terreno lunare, circa dodicimila metri quadrati, in una zona anche molto ambita e costosa, quella dei Grandi Laghi. L’ha scelto perché gli ricorda il suo paese di origine. E’ il primo italiano ad avere ‘in proprietà’ un pezzo di territorio del satellite terrestre, costo dell’operazione alcune migliaia di euro, l’operazione è frutto di un contratto stipulato direttamente con un’agenzia specializzata che fa capo a Francis Williams, che si dichiara ambasciatore lunare. Non si sa quando il ‘neo proprietario’ potrà visitare il luogo, ma si dichiara fiducioso che a breve inizieranno dei viaggi spaziali ‘senza fermate’ fra i pianeti e quindi in un non lontano futuro potrà visitare il suo investimento. Che dire di più. Adesso tutti gli innamorati potranno …promettere persino la Luna alle loro dolci metà!

F. Pensabene

6 aprile 2010 0

Nascita ‘in diretta’ dei piccoli di una coppia di falco pellegrino

Di redazionecassino1

Stamattina all’alba, nel parco dei Castelli romani, è arrivato un piccolo candido pullo, figlio della coppia di falchi pellegrini che abita il nido monitorato 24 ore su 24 dalle telecamere alimentate a energia solare. Tutto ripreso dalle webcam. Ora si attende che altre due uova si schiudano, mentre i falchi adulti provvedono all’alimentazione dei primo dei tre piccoli attesi. Il nido dei falchi pellegrini si trova sulle coste del lago di Albano. E anche quest’anno la specie è tornata a nidificare nella zona protetta, sempre sotto l’occhio attento delle telecamere che trasmettono in diretta le immagini dal nido sul sito www.parcocastelliromani.it. Il falco pellegrino, predatore al vertice della catena alimentare, indica con la sua presenza il buono stato di salute di un ecosistema. Dal 1995 il Parco segue da vicino questa coppia e, negli ultimi anni, per aumentare il livello di tutela e sensibilizzazione dei cittadini, sono state installate le telecamere. Dopo giornate un po’, statiche nelle quali femmina e maschio si sono alternati nella cova delle tre uova, ora c’è un grande fermento nel nido che aumenterà ancor di più con la prossima nascita degli altri due falchi. Il falco pellegrino caccia esclusivamente uccelli catturati in volo e in questa fase il piccione è la preda di elezione. Il padre si getta nella caccia e porta le prede nel nido, la femmina distribuisce il cibo.

23 marzo 2010 0

Pochi accorgimenti e il matrimonio diventa ‘ecologico’

Di redazionecassino1

Arriva dagli States il nuovo trend per i matrimoni: si tratta di aggiungere un elemento green, per la salvaguardia del pianeta, nell’organizzazione delle nozze. Ai tradizionali rituali dei preparativi per la sposa che consigliano di indossare: qualcosa di vecchio, qualcosa di nuovo, qualcosa di prestato e qualcosa di blu, da oggi anche qualcosa di ecologico. Iniziano ad esserci proposte ecologiche nell’organizzazione dei matrimoni. Sta entrando nella mentalità delle persone un interesse verso l’ecologia, che non può non riguardare questo aspetto della vita. I matrimoni generano un tale business che le coppie possono, con poco, dare il loro contributo per evitare sprechi e sviluppare una cultura verde. In pratica alcuni dettagli da tener presente perché la cerimonia rispecchi i parametri di salvaguardia della natura e dell’ambiente. Gli inviti e i menu possono essere stampati su carta riciclata. I centrotavola, al posto di essere fiori recisi, sono piantine da conservare e far crescere dopo le nozze. Il ricevimento può essere organizzato da un catering che usa prodotti biologici, del commercio equo e solidale. Ad esempio fare attenzione a ridurre gli sprechi è un primo passo verso una coscienza critica. Spesso i banchetti sono davvero troppo ricchi e gli avanzi potrebbero sfamare un esercito. Per abbassare i livelli di emissione di inquinanti si possono organizzare meglio gli spostamenti degli invitati con poche macchine o radunare tutti su pullmini elettrici. E l’auto della sposa? Sostituita dalla bicicletta! Se il matrimonio rispecchia lo stile di vita che vogliamo condurre, quindi certe scelte mostreranno pubblicamente agli invitati che si vuole vivere in perfetto green-mood.

29 gennaio 2010 2

Campionessa di surf e di vita. Lo squalo le ha strappato un braccio ma non l’ha fermata

Di redazione

Dall’oceano ha ricevuto tutto, dolore e gioia, ma la forza per andare avanti l’ha dovuta trovare dentro di se. E’ la storia di Bethany Hamilton che arriva direttamente dal paradiso hawaiano. Appassionata di surf fin da bambina è stata incoronata campionessa in ogni categoria man mano che cresceva. A 13 anni, però, uno squalo tigre le ha strappato un braccio. L’attacco è arrivato durante uno dei suoi allenamenti. A quel punto lei ha dovuto capire se poteva ancora coltivare la sua passione. Oggi dice che lo avrebbe fatto anche con una sola gamba, ma a 13 anni, due settimane dopo l’amputazione del braccio sinistro, Bethany Hamilton, era già sulla sua tavola da surf per continuare a vincere e oggi, a 19 anni, è una super star del surf ma soprattutto delle vita. Ha scritto libri e ha ispirato film ma a lei sta a cuore un messaggio, quello che invia a chi vive o ha vissuto esperienze come la sua: trovare la forza per andare avanti, superare la rabbia e dare sfogo all’energia positiva. I suoi video impazzano su youtube.

28 gennaio 2010 0

“Adesso mi butto”, occhio a chi sta sotto; 80enne uccisa da aspirante suicida

Di redazione

Se avete intenzione di togliervi la vita gettandovi da un balcone… occhio a chi sta sotto. Della vostra insana scelta ne potrebbero fare le spese passanti innocenti. Non è una follia ma una raccomandazione d’obbligo dopo quanto accaduto a Malaga, in Spagna, in un quartiere universitario dove, una ragazza di 18 anni con problemi di depressione, si è lanciata dall’ottavo piano della sua camera “centrando” in pieno una 80enne che camminava sul marciapiede sottostante. L’epilogo è stato inaspettato: l’anziana è deceduta, mentre l’aspirante suicida ha riportato la rottura di un braccio e di una gamba.

26 gennaio 2010 0

Si accorgono che è vivo poco prima di chiudere la cassa da morto

Di redazione

Sembrava che un infarto lo avesse ucciso ma evidentemente non era così. Si tratta di un apicoltore polacco di 76 anni che deve la vita alla moglie; la donna ha deciso di far riaprire la bara per prender l’orologio. La notizia arriva da Katowice, una cittadina polacca in cui lavora il 76 enne. Il medico legale, forse con troppa fretta, ne aveva certificato la morte per cui un’agenzia di pompe funebri lo aveva sistemato in una bara. Poco prima di sigillarla, però, la moglie, ormai vedova, ha chiesto di aprirla per prendere il suo orologio e tenerlo come ricordo. E’ stato allora che glia ddetti dell’agenzia funebre, aprendo il coperchio, si sono accorti che l’uomo aveva battito cardiaco: era vivo e stava per essere tumulato. E’ stato così salvato da una morte atroce.

16 gennaio 2010 0

Dalla Russia con… il porno, un film hard trasmesso in pieno centro a Mosca

Di redazione

Meno di 20 anni fa il nudo era vietato anche in tv, oggi accade che, anche se per l’azione di un hacker, film pornografici vengono trasmessi direttamente sui pannelli luminosi delle strade del centro. Accade a Mosca, la capitale della Russia, che un mega display destinato a trasmettere messaggi pubblicitari, ha invece iniziato improvvisamente a trasmettere un film pornografico. Immaginate cosa è potuto accadere in una delle strade più importanti, affollate e con traffico costantemente intasato, quando sull’enorme display sono comparse immagini relative alle fasi della “riproduzione” dell’uomo (e ovviamente della donna). Traffico in tilt e tutti con naso all’insù chiedendosi se quella fosse l’ultima trovata pubblicitaria per attirare l’attenzione su qualche prodotto; ma stranamente l’eventuale prodotto da pubblicizzare non compariva mai se non gli amplessi. Il sistema dei display di proprietà di una grossa agenzia pubblicitaria sembra essere gestito informaticamente da alcuni uffici. Non è ben chiaro come quel video possa essere stato inserito nel circuito dei video pubblicitari da trasmettere. Facile pensare all’azione di un hacker, magari “sensibilizzato” da una società concorrente.