Categoria: Fossacesia

14 maggio 2014 0

Fossacesia festeggia la sua 13esima Bandiera Blu

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

La 28° cerimonia di presentazione e consegna delle Bandiere Blu 2014 che si è svolta ieri a Roma ha visto il Comune di Fossacesia insignito per il 13° anno del prestigioso riconoscimento della Bandiera Blu assegnato dalla Fondazione per l’Educazione Ambientale (FEE).

Quest’anno con nuovi 21 ingressi cresce a 269 il numero dei lidi doc e salgono a 140 i relativi Comuni che potranno fregiarsi dell’ambito vessillo: e sebbene la Regione Abruzzo scenda a quota dieci (quattro località rivierasche in meno rispetto allo scorso anno), il Comune di Fossacesia, con la candidatura e la premiazione dell’intero litorale, conferma l’eccellenza delle sue acque di balneazione e l’efficacia delle scelte effettuate in campo di gestione del territorio.

“Aver ottenuto per il 13° anno la Bandiera Blu non è un dato da sottovalutare – precisa il Sindaco Fausto Stante – i rigidi criteri di valutazione impongono alle amministrazioni dei comuni candidati scelte rigorose, ed un’impostazione progettuale e gestionale volta alla salvaguardia del territorio, e alla promozione di un turismo sempre più sostenibile e a misura d’uomo.”

“Presupposti essenziali per il mantenimento del riconoscimento – continua il Sindaco – sono, oltre all’essenziale eccellenza delle acque, il miglioramento continuo dei servizi offerti ai cittadini e ai turisti: la raccolta differenziata dei rifiuti, la valorizzazione delle aree naturalistiche, la cura dell’arredo urbano e delle spiagge, le attività di educazione ambientale e le iniziative promosse per una migliore vivibilità nel periodo estivo, che concorrono a rendere Fossacesia città del ben vivere e meta del turismo sostenibile nazionale ed internazionale.”

11 marzo 2014 0

Camion e caldaie rubate fermato a Fossacesia dalla Polstrada, denunciati tre rumeni

Di admin

Ieri notte, venerdì 10 marzo, pattuglie in borghese della Polizia Stradale, hanno denunciato per il reato di ricettazione di DRAGAN Viorel Cristea, nato a Calarasi (Romania) il 07.02.1976 e domiciliato a Pescara in Via Nora n. 33; BURCA Madalin Cosmin, nato a Braila (Romania) il 16.11.1992 e domiciliato a Pescara in Via Nora n. 33; GRAJDAN Catalin Ionut, nato a Braila (Romania) il 08.08.1989 e domiciliato a Pescara in Via Nora n. 33. I tre sono stati sorpresi lungo l’autostrada A/14, direzione Nord, nel territorio del comune di Fossacesia (CH) a bordo di un autocarro furgonato carico di sette caldaie murali per riscaldamento di provenienza furtiva in danno di una ditta con sede a Ripa Limosani (CB). Continua senza sosta la vigilanza notturna delle pattuglie della Polizia Stradale finalizzata a contrastare gli spostamenti sulle arterie stradali principali di gruppi malavitosi dediti ai furti all’interno di abitazioni ed esercizi commerciali. L’attività di monitoraggio e attenzione del territorio, trae origine da una particolare attività di osservazione delle strade adiacenti i caselli autostradali, con equipaggi in borghese e con i colori d’Istituto, che segnalano transiti di furgoni ed autocarri sospetti. “E’ un’operazione particolarmente significativa” dice il Comandante Fabio Santone, coordinatore provinciale della Polizia Stradale, perché dimostra l’importanza dei ser-vizi di prevenzione fortemente sollecitati dal Questore di Chieti Filippo BARBOSO, quale strategia di contrasto alla criminalità”.

10 gennaio 2014 0

Coltiva marijuana nello sgabuzzino di casa, 34enne arrestato a Fossacesia

Di admin

Piante di marijuana coltivate in una piccola serra in legno realizzata nello sgabuzzino della propria abitazione. E’ quello che hanno scoperto i Carabinieri di Fossacesia nel corso di una perquisizione domiciliare effettuata, ieri sera, a casa di un 34enne del posto, noto alle forze dell’ordine, finito agli arresti domiciliari con l’accusa di produzione e detenzione illecite di sostanze stupefacenti. L’attività svolta dagli uomini dell’Arma è scaturita a seguito di una serie di controlli effettuati per contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti nel territorio del Comune di Fossacesia. Nella serra “fai da te”, opportunamente illuminata mediante l’utilizzo di lampade e riscaldata con un sistema temporizzato, i militari hanno rinvenuto tre piante di marijuana, due dell’altezza di circa 80 centimetri ed una di circa 50 centimetri. Nel corso della perquisizione sono stati rinvenuti anche 35 semi e foglie essiccate di cannabis indica, una modica quantità di hashish, un coltello con una lama di 4 centimetri, un trinciaerba ed un taglierino utilizzato per il trattamento dello stupefacente. L’uomo è stato tratto in arresto e, su disposizione dell’A.G., posto ai domiciliari.

6 settembre 2013 0

Bimba di due anni vola giù dalla finestra a Fossacesia

Di redazione

Una bimba albanese di circa due anni, nel tardo pomeriggio di ieri, mentre giocava nella sua camera da letto ubicata al secondo piano di un’abitazione sita a Fossacesia (CH), in un momento di distrazione dei suoi genitori, si è, inavvertitamente, sporta dalla finestra della sua cameretta precipitando a terra. Immediato l’arrivo del personale del 118 e dei Carabinieri della Stazione di Fossacesia prontamente allertati dai genitori della piccola, due cittadini albanesi di 40 e 30 anni. Trasportata con un’eliambulanza presso l’ospedale civile di Pescara, la bimba è stata ricoverata in osservazione poiché affetta da varie lesioni giudicate guaribili, in prima analisi, in 60 giorni. I militari dell’Arma hanno avviato le indagini per ricostruire l’esatta dinamica dei fatti. Da una prima valutazione degli uomini dell’Arma l’episodio sarebbe riconducibile ad una circostanza accidentale.

26 febbraio 2013 0

“Turismo lento” se ne parlerà al 2° incontro del progetto PANforAMaR

Di redazionecassino1

Si svolgerà a Fossacesia il 23 Marzo 2012 il secondo incontro del progetto IAI PANforAMaR (Protected Areas Network for Adriatic Macro Region) che vede come capofila l’Area Marina Protetta di Torre Cerrano e come partner il Comune di Fossacesia con la “Riserva” Naturale Regionale “San Giovanni in Venere”. L’oggetto della mattinata di lavori sarà il turismo lento, con specifico riferimento alla mobilità ciclabile lungo la costa adriatica e nelle aree protette.

Sarà questa l’occasione per approfondire ulteriormente il progetto BySEACle, che mira a realizzare una rete di facilitazioni per l’ecoturista, già discusso durante una tavola rotonda del metting di San Benedetto del Tronto “AdriaPAN in Europe”, oltre alle attività in essere a livello locale nei territori della Costa dei Trabocchi e del Sangro Aventino che verranno presentate all’interno del “Tavolo Ecoturismo” del Forum Ambiente del Comune di Fossacesia che si insedierà per la prima volta all’interno di questo meeting.

L’evento di Fossacesia è organizzato dal Comune di Fossacesia e dalla Riserva Naturale Regionale “San Giovanni in Venere”, con il supporto dell’AMP Torre del Cerrano e della rete AdriaPAN.

“Anche se non abbiamo ancora il riconoscimento regionale come Riserva Naturale – esordisce l’Assessore all’Ambiente, Andrea Natale – siamo attivi all’interno del network delle Aree Protette dell’Adriatico, siamo partner in PANforAMaR e lavoriamo insieme alle altre Aree Protette per elaborare progetti sul Turismo Lento e in generale per rendere reale l’alternativa di un’altra economia che dice no al vecchio modello di sviluppo che ci ha portato alla crisi che viviamo e ci ha distrutto socialmente, economicamente e ha contribuito al degrado e all’inquinamento ambientale”.

 

“Il nostro NO alle trivellazioni in Adriatico e allo sfruttamento degli idrocarburi, che non è dell’ultima ora e solo di facciata, coerente con il nostro SI al Parco Nazionale della Costa Teatina – continua Natale – si sostanzia anche nello sviluppo di queste alternative possibili. Oltre che con il ricorso al TAR le trivelle si devono escludere dalle opzioni possibili in aree come la Regione Abruzzo che ha un patrimonio naturale, culturale e storico, che aggiunto al sapere legato alla terra e all’enogastronomia. Ogni ipotesi di diventare sito petrolifero, dovrebbe essere scartata dalla politica a livello regionale e nazionale: l’Italia non è il Texas o l’Arabia Saudita. Ma soprattutto – precisa Natale – 35 anni fa, con lungimiranza gli abruzzesi hanno fatto un’altra scelta, che è nella nostra programmazione economica e finanziaria e pianificatoria, oggi quella scelta viene confermata dai cittadini, dalle associazioni, dalle Amministrazioni locali. L’industria, le infrastrutture, gli interventi per rendere più competitivi i nostri territori devono essere fondati sul Rinascimento Verde della conversione e dell’efficienza ecologica, sulla qualità e sull’innovazione e non sul Medio Evo del Petrolio e del Carbone”.

 

23 novembre 2012 0

Ladri affezionati all’Angolo d’Abruzzo di Fossacesia, il locale derubato due volte in poco tempo

Di redazione

Con tanto di dispiacere dei proprietari i ladri sembrano essersi affezionati al bar Angolo d’abruzzo di Fossacesia, a pochi passi dalla celebre abbazia di San Giovanni in Venere. A settembre i malviventi si calarono dal soffitto e razziarono due televisori al plasma e un grosso quantitativo di stecche di sigarette per un bottino di circa 10 mila euro. Due notti fa, sono tornati, questa volta sono entrati dal retro della cucina e hanno preso un televisore al plasma che i proprietari avevano comprato e altre stecche di bionde, questa volta per un valore complessivo di circa 5 mila euro. Er. Amedei

20 novembre 2012 0

La Festa dell’albero a Fossacesia per il quarto anno consecutivo

Di redazione

Anche quest’anno l’Amministrazione Comunale di Fossacesia organizza la Festa dell’Albero, giunta alla IV edizione. Due gli appuntamenti. Il primo giovedì 22 novembre, alle ore 17.30 presso la Sala Consigliare “Falcone e Borsellino” sarà presentato il Progetto di Riqualificazione e Diffusione del Verde Urbano, approvato e ritenuto meritevole di finanziamento dalla Regione Abruzzo nell’ambito dell’omonimo bando. Sabato 24 novembre alle ore 11, presso il Parco Priori, verranno consegnati invece ai 50 nuovi cittadini di Fossacesia, e ai loro genitori, le “querce della speranza” per accogliere e dare il benvenuto ai nuovi nati e donando loro l’albero simbolo di forza e saggezza che dovranno accudire e far crescere e lasciare a chi verrà dopo di loro.

L’iniziativa vuole anche ricordare alle altre istituzioni il rispetto della legge n.113 del 29 gennaio 1992 che obbliga i Comuni a piantumare un albero per ogni neonato (cosiddetta “legge Rutelli”). Particolare importanza quest’anno riveste in quanto inserita all’interno dell’Anno Internazionale delle Foreste proclamato dalla Assemblea Generale delle Nazioni Unite per sostenere l’impegno di favorire la gestione, conservazione e lo sviluppo sostenibile delle foreste di tutto il mondo e delle attività promosse dal Ministero dell’Ambiente.

“Quest’anno oltre ai nuovi nati, abbiamo un motivo in più per festeggiare – esordisce Andrea Natale (PRC-FDS), Assessore all’Ambiente di Fossacesia – visto che in un momento difficile per le casse comunali siamo riusciti ad intercettare fondi regionali con uno specifico progetto di riqualificazione urbana che amplia e migliora le aree verdi, provando a metterle a sistema, elimina alcuni detrattori e aumenta il patrimonio di alberi di Fossacesia con la piantumazione di 260 piante sul Lungomare di Fossacesia”.

“Il legame tra uomo e Natura, con gli alberi in particolare – continua Natale – è biologico, fisiologico, culturale. Il valore dato agli alberi da tutte le tradizioni e le culture native ha fatto si che ci fosse un equilibrio che garantiva un benessere “sostenibile” entro i limiti fisici che il nostro Pianeta ha. Le scelte che ci hanno portato a questa crisi strutturale che viviamo – afferma l’Assessore – hanno messo i valori e la saggezza che rispettava i ritmi naturali nel dimenticatoio classificandoli come folklore e perseguendo solo il profitto, oltrepassando i limiti fisici con conseguenze palesi e certificate per ultima anche dalla World Bank giorni fa. Noi – chiude Natale – consapevoli che la strada da fare è un’altra, anche con questa festa, vogliamo tornare a dare importanza e valore, che non può essere solo economico, a questi aspetti ora visti come secondari”.

18 ottobre 2012 0

Carambola di biciclette, cinque ciclisti coinvolti, due trasportati in ospedale

Di redazione

Come in una carambola, questa mattina a Fossacesia, sono caduti in un groviglio di uomini, ruote, pedali e manubri, ben cinque ciclisti che percorrevano la strada Statale Fondovalle nei pressi dello svincolo per Val Di Sangro. Probabilmente una asperità del terreno ha causato la perdiat di equilibrio di un elemento del gruppo che cadendo, ha fatto da ostacolo agli altri. Sul posto sono arrivate due ambulanze ma solo due dei ciclisti ha riportato ferite tali da costringerli alle cure ospedaliere. Uno è stato trasportato a Lanciano, l’altro ad Atessa. Una passeggiata finita male. Ermanno Amedei

12 ottobre 2012 0

Interruzione di due chilometri dell’Adriatica a Fossacesia per 15 giorni

Di redazione

L’Anas comunica che da lunedì 15 ottobre a venerdì 30 novembre 2012 sarà chiuso al traffico il tratto della strada statale 16 “Adriatica” compreso tra lo svincolo con la ex strada statale 524 (km 487,400) e lo svincolo con la strada statale 652 “di Fondovalle Sangro” (km 489,400), nel territorio comunale di Fossacesia, in provincia di Chieti. Il provvedimento si rende necessario, nell’ambito dei lavori di realizzazione dello svincolo a rotatoria al km 487,400 della strada statale 16 con la ex strada statale 524 (strada provinciale “Fossacesia-Lanciano”) e con la viabilità comunale, per consentire i lavori di adeguamento plano-altimetrico del tratto della statale 16 a Sud dello svincolo. Durante il periodo di chiusura, il traffico veicolare sarà deviato sulla ex strada statale 524 e sulla strada statale 652.

11 settembre 2012 0

Ucciso dalle fiamme, terribile morte di un anziano di Fossacesia

Di redazione

Dramma, oggi pomeriggio a Fossacesia dove un anziano, in località Piana del Sangro, stava bruciando alcune sterpaglie dal suo podere. Qualcosa non è andato per il verso giusto, forse un malore favorito dall’intenso fumo, forse un colpo di vento che gli ha aizzato l’incendio contro, fatto sta che l’80enne è stato letteralmente avvolto dalle fiamme. A nulla è valso il disperato intervento di un vicino che, con un secchio d’acqua ha tentato di mantenere le fiamme basse e dare all’anziano una speranza di sopravvivenza. All’arrivo dei soccorritori l’uomo era ormai morto. Il suo corpo, o ciò che ne rimane, è rimasto sul posto in attesa della ispezione cadaverica di un medico legale.  Ermanno Amedei