Categoria: Termoli

7 dicembre 2013 0

Termoli, i Carabinieri arrestano due persone per lesioni gravissime per i fatti di via Ruffini del 06 gennaio

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

I Carabinieri di Termoli hanno tratto in arresto due giovani accusati di lesioni aggravate nei confronti di una persona di termoli, i fatti risalgono al 6 gennaio quando in via Ruffini a Termoli l’uomo era stato malmenato riportando gravissime lesioni. Il provvedimento della misura cautelare degli arresti domiciliari emesso dal Tribunale di Larino su richiesta della Procura della Repubblica arriva a conclusione delle indagini serrate condotte dai militari sotto il coordinamento costante della Procura che è servito a fare luce su uno degli eventi più gravi avvenuti lo scorso inverno a Termoli.

4 giugno 2013 0

Colpo da 400 mila euro ad una gioielleria di Termoli

Di redazione

Ammonterebbe a circa 400 mila euro il bottino della rapina di ieri alla gioielleria “follie d’oro” nel centro commerciale di Termoli. In tre, a volto coperto e armati, hanno fatto irruzione nella gioielleria che è vicina all’ingresso della struttura intimando alle commesse di consegnare tutti gli oggetti preziosi. Parlavano in italiano senza tradire accenti particolari. Si sono poi dileguati. I carabinieri stanno indagando per risalire alle identità degli autori del colpo.

24 marzo 2013 0

Furto di ostie e oggetti sacri nella parrocchia di San Timoteo a Termoli, i carabinieri denunciano 2 giovani autori e recuperano la refurtiva

Di admin

I Carabinieri della Stazione di Termoli nel pomeriggio hanno recuperato l’intera refurtiva della parrocchia di San Timoteo. I Carabinieri della Stazione di Termoli e dal Comando Compagnia coordinati dalla Procura della Repubblica di Larino sono riusciti nell’arco di due giorni ad individuare gli autori del furto di ostie e oggetti sacri avvenuto giovedì nella parrocchia di San Timoteo e recuperare la refurtiva. Nel pomeriggio infatti uno dei due autori del furto, che sono un ragazzo ed una ragazza residenti a Termoli, ormai sentitasi braccata dai Carabinieri, ha ammesso le proprie responsabilità e ha fornito gli elementi utili a recuperare la refurtiva. Le indagini erano scattate immediatamente nel pomeriggio di giovedì quando, Don Benito Giorgetta, accortosi del furto sacrilego, aveva immediatamente denunciato l’accaduto ai Carabinieri della Stazione di Termoli, consegnando, tra l’altro, alcuni video del sistema di sorveglianza della Chiesa che sono stati lo spunto grazie ai quali i militari sono riusciti a individuare i due giovani che poi con, servizi mirati sul territorio, sono stati individuati con certezza. La collaborazione di Don Benito nonché la conoscenza del territorio da parte dei Carabinieri sono stati gli elementi fondamentali che hanno consentito di risolvere in poco più di 48 ore il caso che aveva scosso la popolazione, andando a colpire l’eucarestia, simbolo principale della fede cattolica, considerando soprattutto l’importanza del periodo di quaresima a ridosso della settimana Santa. I militari, alle ore 16.00, hanno recuperato la pisside e la teca occultati in un recinto in viale Trieste, mentre, le ostie consacrate erano state nascoste in un tombino fognario di Piazza Donatori di Sangue. Subito dopo gli oggetti sacri e le preziose ostie sono state riconsegnate a Don Benito Giorgetta. Per i due giovani, A.M. di 22 anni e per E.B. di anni 18 è scattata la denuncia in stato di libertà per Furto Aggravato.

11 marzo 2013 0

Arrestato in flagranza dai Carabinieri il ladro seriale del lungomare di Termoli, recuperata refurtiva per oltre 10mila euro

Di admin

La tenacia e la costanza investigativa della Stazione Carabinieri di Termoli ha permesso di incastrare un ladro seriale di Termoli che negli ultimi mesi aveva messo a segno moltissimi colpi nel centro costiero molisano, ma anche a San Salvo e Vasto (CH); F.V., 42enne da Larino (CB), incensurato, era ricercato da tempo dai Carabinieri di Termoli come il ladro del lungomare, per aver commesso numerosissimi (si parla di oltre 100 denunce ricevute tra il 2012 e i primi mesi del 2013) furti commessi sulle auto lasciate in sosta sul lungomare. La tecnica del ladro era ormai nota agli uomini del Luogotenente Piero DE CARLO: l’uomo si recava, specialmente nei fine settimana, sul lungomare nord di Termoli a bordo della propria autovettura Fiat Panda di colore blu in compagnia del cagnolino; giunto sul posto teneva sotto controllo i movimenti delle persone, in particolare runners o semplici passeggiatori in spiaggia, che lasciavano sul proprio automezzo borse, borselli o cellulari per dedicarsi all’attività preferita. Quindi colpiva, spesso rompendo i vetri delle autovetture con una candela d’accensione per auto, impossessandosi di denaro contante, cellulari e carte di pagamento; l’uomo era stato ripreso dalle telecamere di sorveglianza di vari istituti di credito di Termoli mentre effettuava prelievi dagli sportelli automatici utilizzando i bancomat rubati, spesso tenuti nel portafoglio unitamente al codice pin (cosa da evitare assolutamente!) per cui la sua sagoma, caratterizzata dalla testa pelata, era conosciuta dai militari della Stazione di Termoli che però non erano mai riusciti a beccarlo. Questo fino a domenica mattina, quando il Maresciallo Aiutante Filippo CANTORE, effettivo alla locale Stazione Carabinieri, durante un servizio in abito borghese specificamente finalizzato alla prevenzione dei furti, passeggiando su lungomare in bicicletta come un comune turista, notava la Fiat Panda di colore blu transitare a bassa velocità; il sottufficiale riconosceva il mezzo e decideva di seguirlo. Dopo poco la Panda si arrestava e ne usciva il F.V. il quale, avvicinatosi ad un automezzo in sosta, con la solita tecnica ne infrangeva un finestrino impossessandosi con celerità di un portafoglio lasciato incustodito; a questo punto interveniva il Maresciallo CANTORE che riusciva ad immobilizzare l’uomo ed a contattare i colleghi in divisa del Nucleo Radiomobile, facenti parte del medesimo dispositivo, con l’ausilio dei quali il ladro veniva portato in caserma. A questo punto, certi di avere in mano l’uomo che stavano cercando di tanto tempo, gli inquirenti decidevano di eseguire una perquisizione presso l’abitazione del prevenuto, sita in Larino: qui venivano rinvenuti e sequestrati telefoni cellulari, occhiali da sole, portafogli, carte di credito, fotocamere e navigatori satellitari per un valore di oltre 10.000 euro; il prevenuto veniva tratto in arresto per furto aggravato e continuato e ricettazione e tradotto presso la casa circondariale di Larino. Attualmente sono quattro gli episodi di furto che sono stati ricondotti al F.V., tra i quali i furto di un bancomat e il conseguente prelievo di contanti per oltre 7.000 euro ai danni di un commerciante 54enne termolese; ma gli accertamenti sono tuttora in corso e gli inquirenti sono sicuri che riusciranno ad individuare responsabilità dell’arrestato in ordine a numerosi altri furti.

17 gennaio 2013 0

Cavallo di ritorno a Termoli, ruba un’auto e ne chiede il riscatto sotto le telecamere dell’Arma

Di redazione

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Termoli nel corso di mirate all’individuazione dell’autore di un’estorsione in danno di un giovane del luogo, hanno arrestato, nella flagranza del reato di estorsione D.B.D. residente a Termoli, celibe, nullafacente. L’arresto è stato effettuato a conclusione di attività investigativa scaturita a seguito della denuncia di furto di un’autovettura sporta il 15 gennaio da un cittadino termolese. Il malcapitato, dopo il furto, ha riferito di essere stato avvicinato, all’interno di un esercizio pubblico, da un uomo che non conosceva il quale proponeva il recupero dell’auto dietro pagamento di somma da definire. Le indagini, comprensive di sofisticate attività tecniche, di attenti pedinamenti con spiegamento di numerose unità, nonchè di riprese video, hanno permesso di documentare gli incontri duranti i quali è stata estorta la somma di mille euro. Tutte le fasi della consegna dei soldi è stata documentata dai militari i quali, dopo la consegna dei soldi e dopo un breve inseguimento a piedi, hanno immobilizzato il malfattore arrestandolo e recuperando il danaro. La persona tratta in arresto e’ stata tradotta presso la casa circondariale di Larino (CB) a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

2 novembre 2012 0

Sorpreso con 120 grammi di droga, arrestato 18enne di Termoli

Di redazione

Droga per Halloween. I carabinieri della compagnia di Termoli, nella notte del 31 novembre, durante un servizio mirato hanno tratto in arresto G.V., studente di 18 anni, residente a Termoli. Lo stesso a seguito di controllo e perquisizione è stato trovato in possesso di circa 120 grammi di “marijuana” divisa in numerose dosi confezionate in cellophane, la somma di 50,00 euro e un bilancino digitale di precisione. Successivamente, presso l’abitazione del giovane, è stato trovato materiale per il confezionamento e la preparazione dello stupefacente che, unitamente alla sostanza stupefacente, è stata sottoposta a sequestro. Il diciottenne, per questo, è stato arrestato e ristretto in regime di arresti domiciliari, in attesa di udienza di convalida.

13 settembre 2012 0

Sventato dai Carabinieri l’ennesimo furto di rame

Di redazionecassino1

Continua con successo la sinergia tra i Carabinieri della Compagnia di Termoli, nel cui territorio è maggiormente presente il fenomeno dei furti di rame, e l’ENEL: infatti l’attivazione di servizi straordinari di controllo del territorio da parte dell’Arma in occasione di furti in danno di infrastrutture elettriche,  attuata grazie al tempestivo allarme dato dai tecnici della società, ha permesso ultimamente di sventare alcuni furti di rame in Basso Molise, più precisamente in Mafalda, contrada “Martino” ed in Montenero di Bisaccia, contrada “Padula”. In entrambe le occasioni i Carabinieri hanno rinvenuto oltre 1000 metri di cavi elettrici di rame, appena asportati.

Sempre a Termoli i Carabinieri sono intervenuti nella decorsa notte  a seguito della segnalazione dei gestori dell’esercizio pubblico “Micro Bar”, situato nella centralissima Piazza Monumento, che lamentavano la presenza di un avventore che aveva danneggiato alcune suppellettili del locale; giunti sul posto, i militari notavano la presenza dell’individuo, successivamente identificato in C.A., 56enne del luogo, già censito, il quale aveva dato in escandescenze a causa dello stato di ebbrezza alcolica. L’uomo poneva viva resistenza ai militari intervenuti, che per immobilizzarlo si procuravano lesioni guaribili in 7 giorni; l’atteggiamento violento ed il danneggiamento  si protraeva anche in caserma ove i Carabinieri erano costretti a far intervenire il personale del 118 per sedare il prevenuto, successivamente arrestato per lesioni a P.U., resistenza e danneggiamento aggravato e condotto presso la casa circondariale di Larino.

 

24 agosto 2012 0

Scippò una 70enne a Vasto, arrestato un 28enne

Di admin

I carabinieri della Stazione di Vasto, a conclusione dell’attività di indagine, ieri pomeriggio a Termoli, hanno arrestato Di Mola Nicola, 28enne, nullafacente, di Termoli, per furto con strappo in concorso. L’arresto, eseguito in collaborazione con i carabinieri della Compagnia di Termoli, è stato disposto dal G.I.P. del Tribunale di Vasto su richiesta della locale Procura della Repubblica a conclusione delle indagini condotte dai carabinieri di Vasto a seguito di uno scippo consumato ai danni di una pensionata del posto. Il pomeriggio del 15 agosto scorso, infatti, a Vasto, verso le 17.30, D. M., 70enne, mentre percorreva a piedi una via del centro storico, veniva avvicinata da uno scooter con a bordo due giovani i quali, con un’azione fulminea, riuscivano a strappare la borsetta che la donna portava al braccio e contenente alcuni effetti personali, il documento di identificazione e una ventina di euro. Successivamente i due individui fuggivano con lo scooter facendo perdere le loro tracce. Grazie alle testimonianze di alcuni cittadini, che avevano assistito all’episodio e agli indizi raccolti nell’immediatezza del fatto dalla pattuglia dei carabinieri intervenuta immediatamente, gli investigatori riuscivano a concentrare l’attenzione su uno dei due presunti autori dello scippo riuscendo, infine, ad identificarlo. Dopo le formalità burocratiche, l’arrestato è stato associato al Carcere di Larino in attesa di essere interrogato dal magistrato titolare del fascicolo processuale. Le indagini continuano per l’identificazione del complice del Di Mola.

18 agosto 2012 0

Arrestato rapinatore da due Carabinieri liberi dal servizio

Di admin

Non doveva essere a conoscenza della circostanza che un Carabiniere è sempre in servizio il giovane scippatore arrestato ieri pomeriggio a Termoli da due militari dell’Arma effettivi al Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia; in effetti il ragazzo si è imbattuto, per sua sfortuna, in un Brigadiere Capo a riposo settimanale ed in un Brigadiere in convalescenza che si trovavano a passare per via Pepe. Questi i fatti: verso le 17.45 di ieri S.M., minorenne termolese, già censito, avvicinatosi ad un pensionato 77enne, gli strappava la collana d’oro dopo una breve colluttazione che provocava all’anziano lesioni guaribili in 3 giorni. Alla scena assistevano i due militari che non ci pensavano due volte ad inseguire il rapinatore ed arrestarlo dopo una fuga per le vie cittadine: la refurtiva veniva recuperata e restituita al proprietario. Il minorenne, responsabile di rapina impropria, veniva collocato presso una comunità dell’Aquila su disposizione dell’autorità giudiziaria dei minori di Campobasso.

4 luglio 2012 0

Spara due colpi di fucile contro l’auto del titolare di una ditta dopo un diverbio, denunciata una pensionata

Di admin

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Termoli hanno denunciato per danneggiamento, omessa denuncia di munizioni, porto abusivo di arma da fuoco ed esplosioni con arma da fuoco C.M., 48enne, pensionata; la donna, avuto un diverbio all’interno di una ditta di contrada “Pantano Alto” con il titolare, esplodeva contro l’autovettura di questi, un 62enne termolese, due colpi con un fucile da caccia cal. 12, legalmente detenuto. L’arma ed il munizionamento venivano sequestrati.