Categoria: Attualità

14 aprile 2010 0

Archeologia, storia e curiosità sull’ultimo numero del bollettino CDSC

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Il nuovo numero di Studi Cassinati, il bollettino di studi storici del Lazio meridionale edito dal CDSC onlus, Centro Documentazione e Studi Cassinati, offre una cospicua raccolta di articoli su argomenti di storia locale con notizie, come al solito, inedite. L’arch. Maurizio Zambardi segnala rinvenimenti archeologici a Mignano Monte Lungo; Chiara Mangiante pubblica una lettera del Cinquecento, pressoché sconosciuta, dove si fa una descrizione minuta dell’uccelliera di M. Terenzio Varrone nella sua villa in Casinum; Fernando Riccardi narra di una rivolta popolare – cafoni e galantuomini in lotta per la terra – ad Esperia nel 1860; sullo stesso periodo Duilio Ruggiero riferisce dell’uccisione del sindaco Pietro Duratorre a Castelforte nel 1866; Ferdinando Corradini ricostruisce la storia dell’edificio Gianvilla di Arce; Costantino Jadecola tratta della contesa tra Colle San Magno e Castrocielo per il mulino della forma di Cairo negli anni Trenta dell’Ottocento. Sulla seconda guerra mondiale il presidente CDSC Giovanni Petrucci ricostruisce le fasi della battaglia del colle S. Martino in territorio di S. Elia Fiumerapido; mentre Piero Ianniello, da Prato, discute sul film algerino “Indigènes”, che definisce un’occasione persa per la ricostruzione veritiera della storia delle truppe di colore francesi sul territorio del Cassinate. Passando a tempi più recenti leggiamo una nota biografica dell’architetto Giuseppe Breccia Fratadocchi, il progettista della ricostruzione di Montecassino e di altri importanti edifici a Cassino e nel Cassinate: è il figlio architetto Tommaso a parlane. Ampio spazio, infine, è dedicato alla mostra “Dal Teatro Manzoni al Cinema Teatro Arcobaleno” tenutasi a Cassino nel mese di marzo a cura del CDSC. Infine troviamo il resoconto del Premio Internazionale di Saggistica “San Benedetto” organizzato a Cassino dall’Associazione culturale poetica Art-Opera DEUS DAY, presieduta dal geom. Sebastiano Midolo e che ha visto l’affermazione del benedettino Réginald Grégoire o.s.b, personaggio di spicco negli studi su San Benedetto. Questi ed altri interessanti argomenti ancora nella rivista trimestrale “Studi Cassinati” che ormai si è affermata autorevolmente nel mondo degli studiosi a livello nazionale, con buona risonanza anche all’estero, grazie alla sua presenza in rete sul sito www.studicassinati.it.

14 aprile 2010 0

La nuova Polizia Locale nella regione Lazio. Al via la seconda giornata della “Municipale”

Di redazione

L’Associazione nazionale Vigili Urbani, il Comune di Cassino e l’Università degli Studi di Cassino, con il patrocinio della Regione Lazio, dell’Anci Lazio e dell’Amministrazione Provinciale di Frosinone, organizzano la 2^ giornata Provinciale della Polizia Locale. Tema dell’evento “La nuova Polizia Locale nella regione Lazio”. L’appuntamento è per le ore 9.15 del 16 aprile 2010, nell’Aula Pacis in via Marconi a Cassino. Durante la cerimonia, il cui programma è in allegato, saranno consegnati gli attestati di encomio per gli operatori di Polizia Locale della provincia di Frosinone che si sono distinti in operazioni di servizio. “Il nostro obiettivo primario, come associazione di categoria – afferma il presidente provinciale AMVU Frosinone, Daniele De Santis – è quello di tutelare il lavoro e la dignità degli operatori della Polizia Locale, al fine di rendere un servizio maggiormente efficiente e più professionale nei confronti dei cittadini. E’ per questo che ci prodighiamo, come in questa occasione a Cassino, facendo formazione rivolta a tutti gli addetti di settore organizzando corsi, seminari e convegni di aggiornamento professionale del tutto gratuiti e facilmente accessibili; ma anche al fine di aumentare le potenzialità operative delle strutture di polizia locale, determinando un’opera di sensibilizzazione e consulenza, gratuite, a tutti i livelli e nei confronti di tutte gli enti coinvolti nei processi di innovazione tecnico-normativa”. Ad aprire i lavori sarà il sindaco Bruno Vincenzo Scittarelli il quale evidenzia che “la sopravvenienza di problematiche nuove ed articolate, che spesso richiedono competenze specifiche in settori che apparentemente nulla hanno a che vedere con quelle del Vigile Urbano, impongono un continuo aggiornamento professionale e la capacità di sapere interpretare al meglio le esigenze che tali problematiche richiedono. Per questo esprimo il mio plauso agli organizzatori del convegno e all’impegno dell’associazione a favore dell’aggiornamento professionale di operatori importanti come la polizia Municipale”.

14 aprile 2010 0

Superficie oculare: come curarla con cellule staminali

Di redazione

“Le cellule staminali rappresentano una grande speranza anche in oftalmologia perché ci consentono già di guarire alcune malattie dell’occhio che causano alterazioni della superficie oculare compromettendo la normale capacità visiva.” Lo afferma il Dott. Luigi Pinchera, coordinatore scientifico del Convegno sulle patologie della superficie oculare che si svolgerà venerdi 16 aprile presso l’Aula Magna della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Cassino. Al Convegno presieduto dal Prof. S.M. Recupero, Ordinario di Clinica Oculistica presso la Facoltà di Medicina dell’Università “La Sapienza” di Roma, e dal Prof. S. Bonini, Ordinario di Clinica Oculistica presso l’Università Campus Biomedico di Roma, due autorità nel campo dell’oftalmologia italiana, parteciperanno illustri relatori esperti nel settore ed un numero elevato di oculisti provenienti da tutto il territorio nazionale sollecitati dall’interesse scientifico del tema congressuale. Dopo una prima sessione dedicata alla diagnosi delle principali patologie della superficie oculare saranno poi oggetto delle relazioni della II e III sessione le tecniche di trapianto delle cellule staminali (anche “coltivate in laboratorio”) e la loro applicazione nella moderna chirurgia ricostruttiva della superficie oculare, e le ultime novità in tema di trapianto di cornea. Conclude il dottor Pinchera: “Le cellule staminali limbari possono essere prelevate da un occhio indenne ed innestate nell’occhio malato, dopo aver asportato il tessuto danneggiato, oppure prelevate in piccola quantità ed inviate presso laboratori specializzati per la loro coltivazione e successivamente trapiantate secondo una tecnica orma già ampiamente sperimentata. In tal modo si possono curare malattie della cornea secondarie ad ustioni da calce o a qualunque evento traumatico alteri la superficie dell’occhio. E’ la nuova sfida che dobbiamo affrontare negli anni futuri per risolvere patologie dell’occhio prima considerate incurabili”.

13 aprile 2010 0

Nuova Alfa, il gruppo Fiat lancia la Giulietta

Di redazione

Una asperttativa di vendita da 100 mila vetture l’anno. sono i volumi di vendita che l’Alfa Romeo si Aspetta dalla nuova Giulietta, l’auto presentata oggi e che viene prodotta interamente all’interno dello stabilimento Fiat di Cassino. Sulla nuova vettura e su dove sarebbe stata prodotta, sono rimbalzate a lungo, notizie e polemiche. Alla speranza di poterla produrre si erano aggrappati gli operai di Pomigliano, certi che la nuova mcchina avrebbe traghettato lo stabilimento fuiori dalla crisi e dalla cassa integrazione. L’azienda però ha deciso di delocalizzare la vettura marchiata Alafa Romeo, fuori dallo stabilimento partenopeo, storico del marchio ed affidarla al sito cassinate anche in considerazione dell’elevato livello tecnologico. La Nuova Giulietta non guarda agli Stati Uniti come si ipotizzava ma, secondo Harald Wester a.d. di Alfa Romeo è su di lei che il gruppo punta al rilancio. Il prezzo base della nuova vettura è di 20.300 euro e l’azienda stima che in Europa il marchio Alfa andrà oltre le 120 mila unità di vendita. Nei primi tre mesi di quest’anno, però, Alfa Romeo ha raccolto 28.500 contratti di vendita.

13 aprile 2010 0

Morte del presidente polacco, il cordoglio della città Martire

Di redazione

A seguito del disastro aereo che ha colpito la Polonia, nel quale hanno perso la vita il presidente della Repubblica Lech Kaczynski, la moglie Maria e molti rappresentanti del Governo polacco, Bruno Vincenzo Scittarelli, sindaco della città di Cassino, “gemellata con le città polacche di Tycky, Zamosc e Kolbuszowa, e particolarmente legata al popolo polacco per il grandissimo contributo di sangue versato in occasione della seconda guerra mondiale in occasione della riconquista dell’abbazia di Montecassino, il 18 maggio 1944”, ha scritto un telegramma di cordoglio all’ambasciatore della repubblica di Polonia in Italia, S.E. Jerezy Chmielewski. “A nome della città di Cassino e mio personale – scrive Scittarelli – esprimo i sentimenti del più profondo cordoglio per la tragica scomparsa del presidente Lech Kaczynski e della gentile signora Maria, nonché dei molti rappresentanti della massima autorità della Repubblica di Polonia”. Analogo telegramma è stato trasmesso ai sindaci di Tycky, Andrei Dziuba, Zamosc, Marcin Zamoycki, e Kolbuszowa, Jan Zuba.

13 aprile 2010 0

Confartigianato: al via il bando di apprendistato professionalizzante

Di redazione

“Sono occorsi incontri e solleciti ma alla fine ce l’abbiamo fatta”. E così lunedì, almeno a quanto riportato sulla stampa, è partito, con l’approvazione dell’avviso pubblico recante modalità attuative, adempimenti amministrativi e gestionali, l’attivazione in via sperimentale nel territorio frusinate di percorsi formativi in apprendistato professionalizzante. La provincia di Frosinone era una delle ultime del Lazio e proprio per questo Confartigianato, consapevole dell’importanza di questa misura per le proprie aziende artigiane associate, nelle scorse settimane aveva incontrato l’assessore provinciale Tersigni per far presente l’urgenza del provvedimento, poi più volte sollecitato e sottolineato anche in pubblici interventi. L’assessore Tersigni aveva promesso il proprio impegno, e così, seppure in ritardo, il bando è ad oggi attivo. L’avviso riguarda appunto la concessione di contributi economici finalizzati alla realizzazione di attività formative di breve durata a favore degli “apprendisti”, soggetti di età compresa tra i diciotto e i ventinove anni assunti con contratto di apprendistato professionalizzante a far data dal 1 ottobre 2007. In questa prima fase è prevista la sola erogazione di azioni formative relative al Modulo A (contenuti di base e trasversali) con uno stanziamento complessivo di fondi pari ad € 500.000,00 in un momento successivo, una volta valutata la funzionalità del sistema regionale nonché il reale soddisfacimento del fabbisogno formativo provinciale, verranno avviati i moduli B e C inerenti le competenze professionali specifiche per settori di attività. “È per noi sicuramente una buona notizia – ha detto Augusto Cestra, presidente di Confartigianato Frosinone – che attendevamo da mesi. Una spinta in più per la tutela e il rilancio dell’occupazione, una prerogativa che è sempre stata importante per le aziende artigianali”. “Confartigianato Imprese Frosinone”, ribadisce anche il segretario dell’associazione Basilio Conflitti, “occuperà un ruolo di primo piano nell’aderire al presente Avviso Pubblico, attraverso un’ampia opera di sensibilizzazione rivolta al sistema imprese della Provincia di Frosinone affinché contribuiscano, in maniera significativa e concreta, ad un’attività partecipata, per la condivisione e attuazione di programmi formativi per apprendisti”. Confartigianato, infatti, alla luce di un protocollo di intesa sottoscritto con l’ente di formazione D.M.D. Italia S.r.l. (Ente accrediato dalla Regione Lazio per realizzare corsi rivolti ad apprendisti), avvierà in maniera sistemica, sia per le imprese che i loro dipendenti, una esperienza lavorativa in apprendistato e nel contempo consentirà di adempiere facilmente agli obblighi formativi previsti.

13 aprile 2010 1

Confindustria, un convegno sulle energie rinnovabili quale opportunità per il sistema industriale

Di redazione

L’energia è uno dei temi sui quali Confindustria Frosinone da tempo ha incentrato la sua attenzione. Per questo motivo ospitare a Fiuggi un convegno nazionale sulle energie rinnovabili è sicuramente motivo d’orgoglio per l’Associazione. “Energie rinnovabili: un’opportunità per il sistema industriale italiano” è infatti il titolo del convegno organizzato dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria, Confindustria Lazio e Confindustria Frosinone. “Sin dal mio insediamento – dichiara il Presidente di Confindustria Frosinone Marcello Pigliacelli – ho voluto sottolineare l’importanza della green economy per la nostra provincia. Essa rappresenta la scommessa economica ed ambientale del futuro, sia a livello nazionale, tanto più per il territorio della provincia di Frosinone. Crediamo pertanto che la green economy debba avere un ruolo di rilievo negli indirizzi di politica industriale del Governo e della Regione, divenendo di conseguenza l’obiettivo prioritario per le Amministrazioni competenti. Va verso questa direzione, infatti, il protocollo d’intesa sottoscritto recentemente da Confindustria Frosinone con l’Amministrazione provinciale di Frosinone per il recupero ambientale della Valle del Sacco e per la promozione e diffusione delle fonti energetiche rinnovabili in Ciociaria. Il tema dell’energia è da tempo una priorità per l’Associazione. Da dieci anni, infatti, è attivo il Consorzio Energia Frosinone, che ha favorito, tra l’altro al proprio interno, la costituzione di società operative volte a fornire tutta una serie di servizi per supportare le aziende nella diagnosi energetica, compresa la valutazione per l’applicabilità di soluzioni e interventi finalizzati all’efficienza e al risparmio energetico, sia in termini commerciali che strutturali. Per questo ci ha fatto molto piacere poter ospitare nella nostra provincia una iniziativa dei Giovani Imprenditori di Confindustria”. “E’ urgente che il Lazio adegui significativamente la disponibilità di energia con un’offerta diversificata ed a basso costo – dichiara il Presidente di Confindustria Lazio Maurizio Stirpe – riduca maggiormente la dipendenza dal petrolio, sviluppi un sistema produttivo flessibile e competitivo. Nel medesimo tempo deve realizzare le condizioni per uno sviluppo economico equilibrato e sostenibile, in armonia con il fondamentale principio della conservazione delle risorse nel senso più generale, con ampio ricorso alle migliori tecnologie disponibili per la conversione dell’energia e per la protezione dell’ambiente. In tale quadro si inserisce la necessità di sostenere lo sviluppo dell’importante accordo fra Enea,Confindustria Lazio e Regione per la realizzazione nel Lazio della prima centrale solare termodinamica in Italia”.

13 aprile 2010 0

Ciociaria al Vinitaly, Coldiretti: “In crescita la nostra azienda vinicola”

Di redazione

Anche la Coldiretti di Frosinone è stata presente al Vinitaly. Il presidente Lori Benacquista ed il direttore, Gianni Lisi, hanno preso parte alla kermesse che si è conclusa ieri. Nello stand della Ciociaria allestito nello spazio della nostra regione – ha commentato il direttore Gianni Lisi – i vini della frusinati hanno trovato ancora una volta il giusto risalto e si sono ulteriormente affermati nell’apposito spazio espositivo realizzato in collaborazione dalla Camera di Commercio e dalla Provincia di Frosinone. Lisi, che ha rappresentato anche la Camera di Commercio di Frosinone in qualità di vice presidente – ha posto in risalto i numeri dedicati al settore vitivinicolo. “Con un aumento del 50 per cento in dieci anni nel settore del vino, trovano oggi opportunità di lavoro moltissime persone. Si tratta di figure impegnate direttamente in vigne, cantine nella distribuzione commerciale, ma anche in attività connesse e di servizio, con ogni grappolo raccolto in campagna che è in grado di attivare ben 18 diversi settori nel nostro territorio – ha aggiunto Lisi. Tutto quanto ciò è emerso da uno studio della nostra organizzazione che anche in provincia di Frosinone ha fatto emergere la vitalità del comparto. Si guarda ora con curiosità ai centri di vinoterapia e l’arrivo di nuovi e curiosi prodotti che possono essere confezionati dal vino. “Stiamo lavorano alla capacità di individuare esperienze imprenditoriali creative che valorizzano lo storico legame del vino con il territorio e la tradizione sembra essere la ricetta del successo di molte attività correlate come dimostrano alcuni degli esempi esposti dalla Coldiretti al Vinitaly nel proprio apprezzato stand. Al di là dei risultati ottenuti dai nostri produttori (gran menzione per l’impresa Colletonno e Giovanni Terenzi) credo – ha aggiunto Lisi – che la crescita del settore del vino impone una riflessione sulle attività da proporre. I tempi sono maturi per una manifestazione alla quale Coldiretti sta già lavorando da tempo: una vetrina per tutti i vini ciociari che potranno essere acquistati e degustati cercando, soprattutto, di far incontrare i nostri produttori con quanti per diletto, per passione o solo per curiosità si potranno avvicinare al settore. D’altronde le attività poste in essere di recente dall’Aspin, dalla Provincia di Frosinone, da alcune associazioni di categoria oltre che dall’Ente Camerale anche mediante l’apprezzata guida ai vini, dimostrano il crescente interesse e la validità dei prodotti occorre predisporre delle azioni di sistema “Come lo era durante la fase di crescita economica, il vino rappresenta l’unico modello da replicare anche in una situazione di crisi della quale, nonostante le difficoltà, il vitivinicolo ciociaro risente meno di quello di altre zone e meno degli altri settori produttivi, perchè esprime i valori dell’identità e del legame con il territorio che nel mercato globale sono vincenti rispetto all’omologazione”. I 18 SETTORI MESSI IN MOTO DA OGNI GRAPPOLO RACCOLTO (Elaborazioni Coldiretti) 1) Agricoltura, 2) industria trasformazione, 3) commercio/ristorazione, 4) vetro per bicchieri e bottiglie, 5) lavorazione del sughero per tappi, 6) trasporti, 7) assicurazioni/credito/finanza, 8) accessori come cavatappi, sciabole e etilometri, 9) vivaismo, 10) imballaggi come etichette e cartoni, 11) ricerca/formazione/divulgazione, 12) enoturismo, 13) cosmetica, 14) benessere/salute con l’enoterapia, 15) editoria, 16) pubblicità, 17) informatica, 18) bioenergie.

11 aprile 2010 0

Strisce blu… a metà, Urbania potrebbe lasciare il servizio. Lavoratori a rischio

Di redazione

A seguito della lettera all’Amministrazione Comunale con la quale la società Urbania preannuncia la volontà di abbandonare la gestione del servizio di sosta a pagamento in città, il sindaco Bruno Vincenzo Scittarelli e l’assessore Giulio Mastronardi hanno incontrato i Sindacati di categoria per affrontare la tematica che mette a rischio il futuro occupazionale degli ausiliari del traffico. Amministrazione Comunale e Sindacati hanno evidenziato piena sintonia sulla necessità di tutelare i posti di lavoro e quindi la prosecuzione del servizio; pertanto è stato deciso di aggiornarsi alla prossima settimana dopo che il sindaco avrà incontrato l’Urbania per comprendere se esistono le condizioni per continuare il servizio. L’Urbania, a prescindere dalle decisioni che andrà ad assumere, ha comunque concordato che, qualora dovesse effettivamente lasciare la gestione, proseguirà la stessa nelle more del completamento dell’eventuale nuovo bando di gara.