Categoria: Alatri

23 settembre 2018 0

Incidente stradale ad Alatri, un ferito grave elitrasportato a Roma

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

ALATRI – Grave incidente, questa mattina sulla strada per Fiuggi ad Alatri. A scontrarsi nella zona di Le Pigne, qundi quasi al confine con Frosinone, sono state due auto, una utilitaria Fiat e una Mercedes. Ad avere la peggio è stato un anziano signore, di circa 90 anni, rimasto gravemente ferito.

Sul posto è arrivata un’ambulanza e un’auto medica ma, data la gravità della situazione dell’uomo, è stato necessario allertare anche una eliambulanza per trasferirlo d’urgenza all’Umberto I di Roma. Sul posto anche le forze dell’ordine per effettuare i rilievi del caso.

Ermanno Amedei

15 settembre 2018 0

Pedofilo in manette. Amico di famiglia filmava la vittima durante gli abusi. Assurda vicenda ad Alatri

Di redazione

Alatri – Nella giornata di ieri, i militari della Compagnia, a conclusione di una complessa attività info-investigativa, hanno arrestato un soggetto dell’hinterland ciociaro per “violenza sessuale aggravata in danno di un minorenne, prostituzione minorile, pornografia minorile e detenzione di materiale pedopornografico”. Acquisita la notizia di reato, i militari dell’Arma hanno immediatamente avviato oculate e complesse indagini, di concerto con l’Autorità Giudiziaria, finalizzate ad accertare la veridicità di quanto rivelato dal minore alla famiglia. Un chiaro e sconcertante quadro del disegno criminoso sarebbe emerso. L’uomo, amico di famiglia, in tempi diversi dall’inizio del 2017 fino alla primavera dell’anno in corso, aveva approfittato della giovanissima età della vittima, costringendola a subire rapporti sessuali dallo stesso, filmando l’adolescente e producendo materiale pedopornografico senza divulgarlo. Le indagini tecniche permettevano di rinvenire, all’interno del computer di proprietà dell’arrestato, ulteriori immagini ritraenti altri minori in atteggiamenti sessuali espliciti. L’inequivocabile responsabilità penale del pedofilo, appurata nel corso dell’intensa attività investigativa svolta dai Carabinieri, consistente in una minuziosa ricostruzione con l’esplicita, permetteva di avanzare la richiesta di una misura cautelare tesa ad evitare la reiterazione del reato, accolta pienamente dal competente Tribunale Ordinario di Roma, che emetteva la misura della custodia cautelare in carcere. Il predetto veniva tradotto presso la Casa Circondariale di Frosinone. Foto d’archivio

20 agosto 2018 1

Video rap contro il ministro Salvini ad Alatri, denunciato giovane straniero

Di admin

ALATRI – E’ stato individuato e denunciato dai carabinieri e dalla Digos il giovane straniero richiedente asilo politico che, a margine della il Festival del Folklore, la manifestazione canora che si è svolta ad Alatri, ha composto e cantato una canzone rap dedicata al ministro dell’Interno Matteo Salvini e alla politica che sta perseguendo in fatto di immigrazione.

Un testo in italiano certamente non amichevoli ma di dura contestazione addossando al segretario della Lega le responsabilità dei morti nel Mediterraneo.

Una esibizione estranea al concorso canora che è stata ripresa e postata sui social network fino a quando non è stata rimossa perché ritenuta una “incitazione all’odio”.

Prima, però, i carabinieri comandati dal colonnello Fabio Cagnazzo e gli agenti della Digos, lo hanno individuato e denunciato per diffamazione a mezzo stampa, Ingiuria, con l’aggravante di aver fatto la diffamazione ad un rappresentante di un corpo politico.

Ermanno Amedei

17 agosto 2018 0

Recuperati gli abiti da sposa rubati nei giorni scorsi. Salvo il Sì per molte coppie

Di redazione

I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Frosinone – ed i poliziotti della Squadra Mobile hanno recuperato gli abiti da sposa trafugati tra il 10 ed l’11 agosto presso un atelier di Alatri. Denunciati 3 cittadini romeni. Dopo il furto di abiti da sposa per un valore superiore a 150.000 euro, avvenuto in danno di un atelier di Alatri, sono scattate tempestive e serrate indagini di Polizia e Carabinieri. Accertamenti a 360 gradi, nell’ambito di servizi finalizzati a contrastare la recrudescenza di reati predatori, hanno condotto gli inquirenti sulla pista di tre cittadini rumeni, due uomini (un 34enne ed un 44enne) ed una donna (38enne). Nella serata di ieri il blitz. Perquisita l’abitazione della donna, nel capoluogo e dei due connazionali, nell’hinterland frusinate. Restituita la refurtiva, ora sono in corso accertamenti tesi a rintracciare i proprietari dell’ulteriore bottino trovato in possesso dei tre malfattori consistente in capi di abbigliamento sportivo firmati, liquori e vini, utensileria varia e persino gasolio da trazione. I tre sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per il reato di ricettazione. Intanto le future spose, in attesa di pronunciare il fatidico “sì” tireranno un bel sospiro di sollievo.

29 giugno 2018 0

Abbandona i “domiciliari”, 37enne rumeno arrestato dai Carabinieri

Di redazionecassino1

ALATRI – Questa mattina  personale del N.O.R.M. –  Aliquota Radiomobile, nell’ambito di un predisposto servizio preventivo  nell’effettuare l’attività di le controllo nei confronti di soggetti  sottoposti alla misura degli  agli arresti domiciliari, riscontravano che uno di loro, un 37enne di origini rumene, sottoposto agli arresti domiciliari in quanto resosi responsabile, nel periodo dicembre 2017 – gennaio 2018, di numerosi furti commessi all’interno di alcuni plessi scolastici siti nel comune di Alatri (e, per questo, veniva tratto in arresto e stava scontando la misura degli arresti domiciliari), non era presente all’interno dell’abitazione.

Le immediate ricerche attivate dal personale operante permettevano di rintracciare l’uomo in pochi minuti  e di trarlo in arresto per il reato commesso di “evasione”.

Ad espletate formalità di rito, l’arrestato veniva  tradotto presso il proprio domicilio  poiché  sottoposto  al regime di custodia domiciliare dalla competente A.G., in attesa dell’udienza del rito direttissimo.

18 giugno 2018 0

VIDEO – “Topi” di distributori automatici arrestati ad Alatri, in due erano l’incubo delle gettoniere

Di admin

ALATRI – “Topi” di distributori automatici arrestati dai carabinieri di Alatri. Gli uomini del colonnello Fabio Cagnazzo, comandati dal maggiore Gabriele Argirò, hanno dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Frosinone a carico di due uomini.

Si ipotizza, e per questo sono indagati, che il duo sia responsabile di diversi assalti a distributori automatici, forzando i quali, venivano asportati dei soldi contenuti nelle cassette interne. Nelle immagini registrate dalle telecamere a circuito chiuso si vede, come operava uno dei due immortalato con il volto travisato e con gli arnesi necessari per scassinare.

Secondo gli investigatori il loro campo d’azione spazia tra Alatri, Veroli e Frosionone.

Ermanno Amedei

11 giugno 2018 0

Rapina in chiesa ad Alatri, donna delle pulizie rinchiusa in bagno per svuotare cassetta delle elemosine

Di admin

ALATRI – Ha raccontato di essere stata aggredita alle spalle, bloccata e chiusa nel bagno della canonica da un ignoto che poi ha fatto man bassa nella cassetta delle elemosine.

La donna, l’addetta alle pulizie della chiesa delle Dodici Marie ad Alatri (e non a Fumone come precedentemente scritto), è stata liberata poco fa dal sacrestano e subito è stato lanciato l’allarme.

Secondo la ricostruzione, il malfattore avrebbe atteso l’apertura della chiesa per le pulizie approfittando della sola presenza della donna, per rinchiuderla e rubare i circa 40 euro contenuti nella cassetta. La sera prima, nella contrada c’era stata la festa e, probabilmente, il malvivente si aspettava un bottino più sostanzioso.

Sul posto sono arrivati i carabinieri della compagnia di Alatri che hanno iniziato ad indagare per verificare il racconto e raccogliendo gli elementi per individuare il responsabile.

Ermanno Amedei

(Notizia aggiornata e corretta)

 

8 giugno 2018 0

Estorce soldi ad un giovane di Alatri e conserva in casa piccola farmacia del doping, arrestato 24enne

Di admin

ALATRI – Ha estorto denaro ad un giovane di Alatri ed è stato trovato in possesso di sostanze dopanti di vario genere. Per questo, i carabinieri della compagnia di Alatri comandata dal maggiore Gabriele Argirò, hanno arrestato il 24enne P.L. di Alatri.

Ad attivare le indagini dei carabinieri è stata la denuncia presentata dal nonno della presunta vittima. L’uomo ha raccontato di un debito che il nipote 20enne aveva nei confronti dell’arrestato e del suo timore per le sorti del ragazzo. A riferito anche di un incontro che ci sarebbe stato tra i due. A quell’incontro, c’erano però anche i carabinieri che hanno assistito da lontano a quello che doveva essere una pacificazione ma stava per diventare ben altro. Dopo un primo scambio di battute dove l’arrestato richiedeva il denaro, al rifiuto della richiesta, si proponeva  sempre più aggressivo nei modi nei confronti della giovane vittima tanto da spingerlo contro la scocca della  propria auto, costringendolo  a subire, poiché succube,  minacce e percosse.   L’aggressore, così, per incutere maggiore forza alla sua richiesta estorsiva, colpiva con due violenti schiaffi al volto la vittima e, dinanzi a tale situazione nonché al fine di evitare che il reato venisse portato a conseguenze ulteriori, i militari sono intervenuti bloccando il giovane malfattore che era in evidente stato  di agitazione.

Inoltre, la perquisizione effettuata nell’immediatezza sulla persona del malfattore  e sulla sua autovettura permetteva ai militari operanti di  rinvenire un ingente quantitativo di farmaci ad effetto dopante (anabolizzanti, anoressizzanti, ormoni vari), alcuni di chiara importazione estera, verosimilmente tutti provento di delitto, stante anche la completa assenza di prescrizioni mediche. La perquisizione veniva estesa poi all’abitazione permettendo di rinvenire ulteriori medicinali della stessa specie, il tutto in quantità tali da lasciar legittimamente presumere la destinazione a terzi.

Per la condotta assunta e per le sostanze rinvenute nella sua disponibilità (contestualmente poste sotto sequestro), veniva dichiarato in arresto ed al termine  delle previste  formalità di rito, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Frosinone.

7 giugno 2018 0

Tabelloni elettorali ancora esposti in città, Borrelli ironico all’amministrazione: Potete toglierli, non si vota per adesso”

Di admin

– “Il 4 Marzo è passato da un bel pezzo e ad Alatri e ci sono ancora montati i tabelloni per le affissioni della campagna elettorale”.

Lo dichiara in una nota Gianluca Borrelli, consigliere comunale di Opposizione ad Alatri.

“Non è un bello spettacolo e questo credo sia evidente. Domenica scorsa, in occasione di una manifestazione presso il campo di Chiappitto, in tanti si sono lamentati della presenza dei tabelloni che, di fatto, impedivano la vista dell’evento. I tabelloni stanno lì, a Chiappitto a Collelavena e in altre zone. Ora, io capisco che l’Amministrazione abbia impegni importanti, come ad esempio l’oramai noto a tutti “volo” della Città. Capisco pure che l’Amministrazione faccia il tifo per il Pd e che magari sperava in elezioni politiche nazionali ravvicinate. Tranquilli, li potete togliere i tabelloni”.
5 giugno 2018 0

Botte da orbi tra cognati ad Alatri, poi spunta anche la cocaina

Di admin

ALATRI – I carabinieri di Alatri hanno denunciato un 38enne kosovaro da tempo residente in Italia (già censito per reati contro la persona) ed un 43 enne del luogo per “lesioni personali aggravate”; il 38enne è stato anche segnalato alla Prefettura del capoluogo per “detenzione illecita di sostanza stupefacente per uso personale”.

I due cognati, per futili motivi hanno iniziato a litigare, con il cittadino straniero che ha colpito per primo il 43enne alla testa con il calcio di una pistola scacciacani, ricevendo di contro da quest’ultimo un pugno al volto. Impauriti, i familiari hanno chiamato i carabinieri che giunti in breve tempo hanno sedato la lite. Inoltre, i militari hanno sottoposto entrambi a perquisizione personale e veicolare, il che ha consentito di rinvenire nel veicolo del 38enne 0,35 grammi circa di cocaina.

I due uomini visitati presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Alatri sono stati giudicati guaribili con pochi giorni di prognosi e dimessi.

La pistola scacciacani e lo stupefacente rinvenuto sono stati sottoposti a sequestro.