Categoria: Atina

29 maggio 2018 0

Minorenne gioca in centro scommesse, chiesta sospensione della licenza

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

ATINA – I carabinieri della stazione di Atina, dopo aver indagato in seguito ad una denuncia-querela, hanno chiesto all’Agenzia dei Monopoli e delle Dogane di Frosinone la sospensione della licenza per l’esercizio di scommesse sportive gestita da una 33enne, residente in Sora, titolare di una nota agenzia  di scommesse.

Le indagini svolte dai militari hanno consentito di accertare che la donna, il 21 aprile, aveva permesso ad uno studente di 16 anni, di giocare reiterate scommesse all’interno del proprio esercizio in violazione alle norme in materia di scommesse.

Ermanno Amedei

17 maggio 2018 0

Atina, da strutture per la lavorazione del vino ad alloggi per stranieri

Di admin

ATINA – Da ambienti destinati alla produzione del vino ad alloggi per ospitare stranieri. E’ la denuncia pubblica che arriva da Atina, ed in particolare da Ponte Melfa dove la proprietaria di un appartamento acquistato con i risparmi di una vita si ritrova nella stessa palazzina cinque alloggi, ricavati da ambienti realizzati per una destinazione d’uso di tipo vinicolo, abitati da cittadini stranieri richiedenti asilo.

“Quello che accade ad Atina è uno dei tanti episodi, ma significativo; progetti irregolari e asseverazioni professionali fortemente discutibili per regolarizzare gli ultimi due piani di una palazzina nata per produzione di vino (sic!!!!) dove la tromba da adibire ad ascensore è diventata un crocevia di tubi per servire i piani superiori di tutti gli impianti cosicché le vecchie cantine per il vino si trasformassero  in quattro appartamenti a 500,00 euro l’uno per ospitare profughi, sotto il silenzio assenso degli uffici preposti e grazie a termini scaduti”. Una situazione che allarma gli altri che abitano nella palazzina se non fosse altro perché temono che i lavori svolti possano compromettere la staticità dell’intera struttura e nessuna istituzione, almeno da quanto sostenuto dalla residente, ha mai provveduto a fare una verifica.

“Eppure – dichiara la denunciante -l’ordinanza del sindaco n. 2 del 30/01/2017 proclama una situazione diversa: Il divieto di concedere, per le finalità di cui in premessa ed a qualunque altro titolo, in locazione e/o comodato ad uso abitativo, immobili privi dei certificati di agibilità ed abitabilità rilasciati dal Comune di Atina, oltre che di inesistenza delle barriere architettoniche. Sul punto si specifica che i menzionati certificati non potranno, in alcun modo, essere sostituiti da altri documenti quali perizie asseverate, etc”.

Ecco quindi che la segnalazione di quanto è avvenuto ed avviene nella struttura è stata inoltrata all’ammnistrazione comunale, al sindaco e alla polizia locale, in maniera che un giorno nessuno possa dire: Io non sapevo.

26 aprile 2018 0

Bici Scuola 2018 ad Atina, gli agenti della stradale incontrano 120 studenti della Media

Di admin

ATINA – Questa mattina il personale della Sezione Polizia Stradale di Frosinone è intervenuto presso l’Istituto Comprensivo di Atina (FR) dove, alla presenza di circa 120 studenti della Scuola Media si è svolto un incontro nell’ambito del progetto “BICI SCUOLA 2018”.

L’evento è stato inserito alla conclusione di una serie di lezioni pratiche e didattiche volte all’avvicinamento tra il mondo delle biciclette e il loro regolare utilizzo da parte dei giovani.

La Polizia Stradale, sempre sensibile a svolgere ogni attività diretta all’educazione e sicurezza stradale ha fornito le nozioni necessarie per l’utilizzo dei velocipedi in maniera corretta, sui vari dispositivi di sicurezza in uso sulle bici e sui comportamenti pericolosi e da evitare nella circolazione su strada che, troppo spesso, sfociano nel verificarsi di incidenti stradali.

Il personale della Sezione Polizia Stradale di Frosinone, dopo la presentazione di alcuni filmati, ha sensibilizzato la platea degli studenti sull’osservanza delle norme del Codice della Strada come primo strumento di tutela per i ciclisti.

Comportamenti di guida sbagliati e pericolosi, anche in bicicletta possono provocare eventi negativi, mentre semplici accortezze, anche se non obbligatorie come l’uso del caschetto da ciclista o le “bretelle fluorescenti” per rendersi più visibili danno agli utenti della strada la possibilità di circolare con più sicurezza.

Gli operatori della Polizia Stradale al termine della manifestazione hanno risposto alle domande rivolte dagli studenti ed dagli insegnanti sui vari argomenti trattati e sulla base anche di esperienze fatte durante l’utilizzo delle loro biciclette.

Per concludere, l’impegno della Polizia Stradale è sempre volto a fornire il proprio contributo in tali manifestazioni in quanto si è consapevole che: viaggiare in sicurezza, con prudenza e tranquillità devono costituire il bagaglio che ogni utente della strada deve portare sempre al seguito in ogni spostamento.

23 febbraio 2018 0

Riapre domani ad Atina la galleria sulla superstrada Cassino Sora

Di admin

ATINA – “Dopo aver realizzato i lavori e riaperto al traffico il tratto della superstrada SSV Sora/A1 ricompreso tra gli svincoli di Vicalvi/Alvito e Casalvieri/Settignano, la Provincia di Frosinone ha completato anche gli interventi di messa in sicurezza della galleria San Francesco, all’altezza di Vicalvi. Domani, sabato 24 febbraio, anche la galleria sarà riaperta al transito dei veicoli, a partire dalle ore 14″. 

Lo si legge in una nota dell’amministrazione provinciale di Frosinone.

“Si tratta di un intervento che va evidenziato perché – si legge sempre nella nota – con uno sforzo notevole e investendo una cifra ingente, la Provincia di Frosinone ha risposto prontamente ad un’emergenza che si è presentata su una delle strada più importanti della viabilità provinciale e territoriale, sulla quale non si interveniva da circa venti anni.

Rapidità ed efficacia hanno contraddistinto l’azione degli uffici provinciali: non appena si è verificato il problema i tecnici del settore viabilità hanno predisposto un progetto di somma urgenza, il cantiere è stato attivato nell’immediato, con gli operai all’opera di giorno e notte per consentire la riapertura del tratto di strada interrotto nel più breve tempo possibile. Prima risolvendo le criticità tra gli svincoli di Vicalvi/Alvito e Casalvieri/Settignano, ora completando quelli per la galleria”.

“Sulla galleria San Francesco – hanno spiegato nella nota il Presidente Antonio Pompeo e il consigliere delegato Massimiliano Quadrini – non si interveniva da circa venti anni. Lo fa un’amministrazione che è abituata ad affrontare le criticità e a risolverle. E lo fa in tempi record.  Sarebbe stato facile mettere le mani avanti e ricordare che le Province hanno subito in questi ultimi anni una continua diminuzione di risorse. Invece, per noi amministrare significa mettere al centro il territorio. Grazie agli uffici amministrativi e al settore tecnico della Provincia è stato fatto un lavoro rapido e ottimale, recuperando fondi e accelerando sui progetti”.

“Alla politica che si limita a parlare, da sempre abbiamo scelto di stare dalla parte della politica dei fatti: quella che resta in silenzio, perché impegnata ad attivare le procedure necessarie per gli interventi.  Non sono le macchine fotografiche e gli scatti ad asfaltare le strade, ma il lavoro e la responsabilità. Certo sono più difficili e impegnativi di un semplice flash, ma  necessari per ottenere risultati”.

“In conclusione – evidenziano il Presidente Pompeo e il consigliere Quadrini – ci scusiamo con i cittadini e gli automobilisti per i disagi che questa problematica ha generato e che dimostra, però due cose. In primis, che le Province sono enti fondamentali per governare e assicurare i diritti ai cittadini, e  che amministrare significa saper gestire le emergenze e risolverle, non limitarsi alla sterile polemica”.

 

 

Fai clic qui per rispondere, rispondere a tutti o inoltrare il messaggio

7,81 GB (52%) di 15 GB utilizzati

Gestisci

Termini – Privacy

Ultima attività dell’account: 0 minuti fa

Dettagli

3 febbraio 2018 0

“Questo non è amore”: la Polizia impegnata nella campagna contro la violenza di genere

Di redazionecassino1

Atina – Si è svolto ieri pomeriggio, nella sala del Palazzo ducale, il convegno dal titolo “Questo non è amore”, che è il nome del progetto ideato dalla Polizia di Stato con lo scopo di prevenire e contrastare il fenomeno della violenza di genere.

Alla presenza del Questore dr.ssa Rosaria Amato e del Rettore dell’Università degli Studi di Cassino e  del Lazio Meridionale Prof. Giovanni Betta, nonchè del Vicario dell’Ufficio Scolastico Provinciale dr. Pierino Malandrucco,  sono intervenuti per la Polizia di Stato il Direttore tecnico Capo Psicologo dr.ssa Cristina Pagliarosi, il Responsabile della Sezione Polizia Postale e delle Comunicazioni Sost. Comm. Tiziana Belli e l’Isp. Capo Anna Centofanti del Commissariato di Sora;  per l’Università della Città Martire  la Prof.ssa Fiorenza Taricone.

A fare gli onori di casa il Sindaco della città Ing. Silvio Mancini.

Il convegno, moderato dalla giornalista Giulia Abbruzzese, ha voluto favorire un momento di riflessione e confronto sulla violenza di genere, per consentire l’emersione del “fenomeno” e fornire gli strumenti  necessari alle  potenziali vittime per riuscire  a denunciare i soprusi, sia  fisici che psicologici.

Oltre alla tutela offerta dalla legge, la battaglia più importante si gioca sul campo della prevenzione in cui la Polizia di Stato è impegnata, non solo nel contribuire attraverso l’informazione al superamento di una mentalità di sopraffazione, ma a fare da sentinella per intercettare prima possibile comportamenti violenti e intimidatori.

In questa prospettiva si muove l’adozione del protocollo E.V.A. (Esame delle Violenze Agite) da parte di tutte le Questure d’Italia, che consente agli equipaggi di Polizia, chiamati dalle sale operative ad intervenire su casi di violenza domestica, di sapere se ci siano stati altri episodi in passato nello stesso ambito familiare.

La compilazione di una checklist, anche in assenza di formali denunce, spesso impedite dalla paura di ancor più gravi ritorsioni, consente di tracciare situazioni di disagio con l’obiettivo di tenerle costantemente sotto controllo e procedere all’arresto nei casi di violenza reiterata.

Con le istituzioni, in sinergia, svolgono un fondamentale ruolo le associazioni presenti sul territorio: oggi per l’occasione hanno partecipato i rappresentanti di Telefono Rosa, Risorsa Donna e S.O.S. Donna, Tutto un Altro Genere.

Nel corso del convegno  è stato, inoltre,  proiettato il cortometraggio “Non io”, realizzato dagli studenti dell’Istituto Comprensivo 3 di Sora.

Importante la campagna di sensibilizzazione svolta dalla Polizia di Stato nelle scuole a sostegno dell’attività didattica, per educare al rispetto della diversità, fornendo strumenti culturali necessari ad attivare momenti di riflessione, approfondimento e cambiamento.

“#essercisempre”

 

25 gennaio 2018 0

Superstrada Cassino-Sora, riapre oggi nel tratto tra Vicalvi e Casalvieri

Di admin

ATINA – “Riaprirà al traffico nel pomeriggio di oggi, giovedì 25 gennaio, un tratto della superstrada Sora-Cassino, ricompreso tra gli svincoli di Vicalvi/Alvito e Casalvieri/Settignano”.

Lo si legge in una nota dell’amministrazione provinciale di Frosinone.

“La Provincia di Frosinone ha ultimato una prima parte dei lavori risistemando il manto stradale danneggiato dal maltempo dello scorso mese di dicembre. Ripristinato il piano viabile sui tratti disconnessi tra il km 56 e 57 e tra il km 58 e 62.

Sono in fase di completamento, invece, i lavori di messa in sicurezza della galleria San Francesco, all’altezza di Vicalvi. Un intervento questo più complesso, a causa dello stato di deterioramento in cui versava la struttura.

Va evidenziato, infatti, che con uno sforzo notevole e investendo una cifra ingente, circa un milione di euro, la Provincia di Frosinone ha risposto prontamente ad un’emergenza che si è presentata su una delle strada più importanti della viabilità provinciale e territoriale,  sulla quale non si interveniva da circa venti anni. Il tutto in un tempo rapido, circa un mese, tenendo conto della portata del lavoro da realizzare e delle difficoltà economiche in cui versano le Amministrazioni provinciali.

Rapidità ed efficacia hanno contraddistinto l’azione degli uffici provinciali: non appena si è verificato il problema i tecnici del settore viabilità hanno predisposto un progetto di somma urgenza, il cantiere è stato attivato nell’immediato, con gli operai all’opera di giorno e notte per consentire la riapertura del tratto di strada interrotto nel più breve tempo possibile. Inoltre, è stata formalmente interessata la Regione Lazio per un sostegno finanziario, tenuto conto proprio della situazione economica dell’ente di piazza Gramsci e per la chiusura del procedimento di regionalizzazione dell’intera arteria provinciale”.

“Sono abituato a far parlare i fatti – ha spiegato nella nota il Presidente Pompeo – non mi piacciono né le polemiche inutili, né l’ancor più facile rimpallo delle responsabilità. Sono un amministratore concreto e i problemi li affronto per risolverli. Un milione di euro di lavori, per risolvere una criticità in circa un mese, tenuto conto che su quel tratto di strada non si interveniva da venti anni. Sono questi numeri ad evidenziare la bontà del nostro operato”.

“Mi scuso con i cittadini e gli automobilisti per i disagi e ringrazio i tecnici della Provincia per lo spirito di abnegazione che sempre li ha contraddistinti in queste situazioni di emergenza. Allo stesso tempo ringrazio i tanti amministratori del territorio che hanno apprezzato la serietà e la rapidità con la quale abbiamo operato. Chi è abituato a stare ogni giorno sul campo, a confrontarsi con i problemi reali dei cittadini, conosce le difficoltà di gestire oggi un ente locale. Non servono le fughe in avanti, ma testa bassa, lavoro e gioco di squadra. Non c’è stato da parte di tutti, ma abbiamo comunque ottenuto il risultato che volevamo”.

Soddisfazione è stata espressa anche dal consigliere delegato Massimiliano Quadrini: “Abbiamo lavorato con rapidità ed efficacia. Questo intervento dimostra quanto è necessario permettere alle Province di potere intervenire, perché conoscono il territorio e possono rispondere in tempi rapidi alle difficoltà che si presentano”.

5 gennaio 2018 0

Fabbrica di mobili inquinante ad Atina, denunciato il proprietario

Di admin

ATINA – I carabinieri di Atina, in collaborazione con personale della Polizia Locale e dell’Arpa Lazio di Frosinone, hanno denunciato per il reato di emissione in atmosfera di sostanze inquinanti oltre i limiti previsti, un 56enne di Sora, amministratore unico di una fabbrica che costruisce mobili in legno.

A seguito di alcune lamentele pervenute da parte di cittadini del posto, circa l’emissione nell’atmosfera di grosse quantità di fumi di colore nero fuoriuscenti dalle canne fumarie della fabbrica, i militari, hanno proceduto al controllo della caldaia a fluido diatermico dell’opificio e al susseguente campionamento dei fumi di scarico emessi nell’atmosfera.

Il risultato delle analisi effettuate sui citati campionamenti hanno evidenziato che i valori dei fumi campionati  erano di gran lunga superiori a quelli previsti dalla norma.

16 agosto 2017 0

Allevatore denunciato ad Atina: appicca il fuoco e ne perde il controllo

Di admin

ATINA – Ad Atina (Fr) i carabinieri hanno denunciato per incendio colposo, un allevatore della zona. In particolare la vigilia di ferragosto, i militari di Atina, in collaborazione con quelli di Picinisco, si sono recati in località Cannavone – Spineto III, ove era stato segnalato un incendio di vaste proporzioni.

I militari operanti, dopo veloci risultanze investigative risalivano all’autore del misfatto, il quale, dopo aver appiccato del fuoco sul proprio terreno, non riusciva più a governare le fiamme che si estendevano rapidamente sul limitrofo terreno demaniale costituito da sterpaglie e macchia mediterranea.

Il giovane agricoltore, messo davanti all’evidenza dei fatti, ha ammesso le proprie responsabilità.

25 maggio 2017 0

Cassinate- Si servivano del figlio di 5 anni per piazzare soldi falsi. Denunciata una coppia di genitori

Di redazione

I Carabinieri della Compagnia di Cassino a seguito dell’allarme lanciato da vari esercenti, circa i tentativi di spendita di banconote false di piccolo taglio che negli ultimi giorni si erano verificati nell’ambito di quel territorio, ad opera di una giovane coppia con un bambino, intensificavano i servizi preventivi provvedendo a fornire informazioni ai negozianti circa il rischio di subire tale reato.

Oggi, dopo la segnalazione di un commerciante di Atina, i Carabinieri delle Stazioni di Picinisco e Atina, prontamente attivatisi, riuscivano ad intercettare a bordo di un’auto la coppia campana, 40enne lui e 36enne lei, con a seguito il loro bambino di appena cinque anni notato dall’esercente.

La coppia, poco prima, aveva acquistato dei generi alimentari presso un minimarket del centro storico di Atina pagando con una banconota falsa di 20,00 euro. Grazie alla presenza di “Ciro” (nome di fantasia), il loro figlioletto di appena cinque anni, l’irresponsabile coppia riusciva a distrarre le vittime al fine di spacciare denaro falso e non destare sospetto.

I due, sottoposti a perquisizione, venivano trovati in possesso dei generi alimentari impropriamente acquistati, sottoposti a sequestro unitamente alla banconota falsa recuperata, di buona fattura, molto simile all’originale. I predetti, censiti per reati contro il patrimonio, associazione a delinquere e rapina, venivano deferiti in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Cassino per ‘spendita di banconote false’ nonché proposti per il rimpatrio con il Foglio di Via Obbligatorio di anni 3 dal Comune di Atina. Foto d’archivio

8 maggio 2017 0

Grimaldi campione delle sei barriere al centro ippico di Atina. Adesso Piazza di Siena

Di admin

Atina – “Sei barriere consecutive, con un ultimo salto da un metro e ottanta, nel primo barrage, e uno e novanta nella finale. Questa la prova “erculea” che ha consacrato l’armatore napoletano, Eugenio Grimaldi, campione delle sei barriere al Centro Ippico di Atina”. E’ quanto si legge in una nota dell’associazione Ippica Atina.

“Domenica 7 maggio, la struttura equestre gestita dall’Associazione Ippica Atina ha visto uno dei migliori momenti di sport di tutti i tempi. Grimaldi, non solo è risultato il primo della classifica in sella a Stick, ma si è portato a casa anche il secondo post, montando Unit, e di fatto piazzandosi subito davanti al cavaliere pugliese Giulio Torsello, in sella a Capira.

Ma questa è stata solo la seconda delle grandi emozioni agonistiche della giornata di domenica, perché la mattinata è stata dedicata alla prestigiosa gara a squadre del Campionato Centromeridionale 2017, che ha visto primeggiare la Puglia grazie al circolo ippico Colò Asd, secondi i campani di Le Caselle e terza ancora la Puglia che ha potuto contare sull’ottima prova degli atleti di DeFinibusTerrae.

Sabato, invece, si è chiusa la parte riservata alle performance singole dei binomi. Sul podio degli assoluti del Campionato Centromeridionale 2017, Pasquale Datena in sella a Lady Landor, secondo Gianluca Apolloni con Baby Arko e sul terzo gradino Stefano Brecciaroli che ha montato Falco Van HetRoosakker.

Un finale in grande stile per un evento spettacolare che prelude all’internazionale di Piazza di Siena. Prova superata per lo Staff del presidente Fabio Tamburrini e del suo socio Mario La Rocca. All’Associazione Ippica Atina i complimenti del Presidente della Fise Marco Di Paola e del presidente del Comitato regionale Fise Lazio Carlo Nepi, entrambi presenti e soddisfatti dell’esito di un concorso nazionale che si dimostra anno dopo anni sempre più importante. Questo sicuramente n ragione del coinvolgimento di ben undici regioni ma anche per l’elevato livello tecnico dei partecipanti”.