Categoria: Colfelice

25 gennaio 2017 0

Ladri scappano e abbandonano cassaforte con oro e denaro in autostrada. Rinvenuta dalla Polizia

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Nei giorni scorsi, nel corso dei servizi di vigilanza e prevenzione predisposti in ambito autostradale, una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino nota al chilometro 651 della A/1, nel territorio del comune di Colfelice, una Golf transitare a forte velocità, non rallentando nemmeno alla vista degli agenti. Inizia così l’inseguimento che si protrae fino al chilometro 683, dove un’altra unità operativa aveva predisposto, come da disposizioni ministeriali, il rallentamento dei veicoli in transito. Il conducente della Golf, sentendosi braccato, spegne le luci del mezzo, si sposta sulla corsia di emergenza e, dopo aver superato le auto incolonnate, continua la fuga. Le due pattuglie riprendono l’inseguimento fino al successivo km 709, dove, anche con l’ausilio della pattuglia della Sottosezione di Caserta Nord, si procede ad un ulteriore rallentamento. Gli occupanti della Golf, che si accerta essere tre persone, abbandonano allora il mezzo, allontanandosi a piedi nelle campagne adiacenti. Nonostante l’inseguimento da parte dei poliziotti, i tre riescono a far perdere le loro tracce. L’autovettura presenta targhe non originali, ma appartenenti ad altro veicolo rubato in provincia di Siena. All’interno del mezzo, oltre ad arnesi atti allo scasso, viene rinvenuta una cassaforte da muro ed un biglietto autostradale in entrata ad Attigliano. Scattano le indagini, che si indirizzano sulle località dell’Umbria, dove si sono verificati, ultimamente, numerosi furti in appartamento, di cui uno con asportazione di cassaforte. Si risale così alla proprietaria della cassaforte. La donna, nella mattinata di ieri , sì è recata presso gli uffici della Polstrada di Cassino, dove ha aperto la cassaforte, recuperando denaro e preziosi.

10 novembre 2016 0

Allarme cattivo odore a Colfelice, tecnici Arpa Lazio al lavoro

Di admin

Colfelice – Un forte odore nauseabondo, più di quello a cui sono abituati, ha allarmato a Colfelice i residenti che abitano nella zona dell’impianto di lavorazione rifiuti della Saf.

Sul posto sono arrivati gli uomini della polizia Provinciale di Frosinone e i carabinieri che hanno riscontrato la veridicità del fatto anche se, al loro arrivo, i residenti hanno riferito che l’odore si era attenuato di molto.

Per questo sono stati allertati anche i tecnici dell’Arpa Lazio perché effettuassero dei campionamenti da esaminare e trovare eventuali responsabilità al fenomeno.

Ermanno Amedei

14 luglio 2016 0

Dall’Abruzzo per spacciare droga a Colfelice, due persone arrestate. Una ha 16 anni

Di admin

Colfelice – Sorpresi con la droga prima della consegna. Così due persone, un 46enne ed un 16enne di Avezzano sono stati arretati dai carabinieri della compagnia di Pontecorvo nei pressi del cimitero dove si erano dati appuntamento con i clienti per consegnare dosi di droga. I due sono stati così arrestati per concorso finalizzato alla detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel contesto delle attività info-investigative volte ad infrenare l’infiltrazione areale di soggetti dediti al traffico di stupefacenti tra la provincia de L’Aquila e il basso frusinate, ieri pomeriggio i militari hanno notato i due corrieri nei pressi del cimitero di Colfelice, luogo abitualmente eletto quale nodo punto di incontro “defilato” adiacente alla Casilina.

Alle ore 14,20 circa, i due erano bordo di una  Volkswagen Polo, e sono stati bloccati prima che attuassero una manovra elusiva. A seguito  della conseguente perquisizione veicolare è stata rinvenuta e sequestrata la somma contante di 1.500 euro in banconote da 50 euro; involucro in cellophane contenente 45  grammi di marjuana; 4 bustine-dosi, contenenti complessivamente 12 grammi di marjuana; 6  bustine-dosi, contenenti complessivamente 5 grammi di hashish; 3 dosi confezionate con contenitori plastici, contenenti complessivamente 3 grammi di eroina; 55 bustine vuote per il confezionamento delle dosi; un bilancino elettronico di precisione.

Determinante è risultato l’effetto sorpresa poiché i soggetti arrestati non si aspettavano che i militari li stavano monitorando.

Considerando le dinamiche accertate, è stata sequestrata anche la macchina con la quale erano arrivati dall’Abruzzo  peraltro risultata senza assicurazione e condotta dall’adulto sprovvisto di patente di guida. La perquisizione domiciliare eseguita nei confronti del 41enne ha consentito il rinvenimento di un proiettile per pistola semiautomatica cal. 45.

Gli arrestati, contestualmente segnalati per l’applicazione della misura di prevenzione del Foglio di via Obbligatorio, aderendo alle disposizioni impartite dalle competenti Autorità Giudiziarie, venivano rispettivamente associati alla Casa Circondariale di Cassino e al centro di prima accoglienza di Roma.

23 marzo 2016 0

Attentato terroristico in Belgio, coppia di fidanzati ciociari salvi per miracolo

Di admin

Due giovani del Cassinate, di Roccasecca lui, di Colfelice lei ieri mattina sono miracolosamente scampati all’attentato all’aeroporto di Bruxelles. Si tratta di Massimiliano Rizza e Jennifer Fraioli.

“Dovevamo prendere l’aereo per tornare a casa per le vacanze pasquali ma quando siamo entrati in aeroporto abbiamo sentito gli spari e poi le due esplosioni mentre stavamo salendo al piano superiore. Dovevamo fare colazione proprio nel ristorante dove è esplosa la bomba ma la fortuna e una serie di coincidenze ci hanno fatto cambiare programma. Inizialmente non sembrava un attentato anche se il secondo boato è stato fortissimo, pensavamo ad un incidente. La gente ha iniziato a correre e abbiamo visto anche persone ferite. Siamo usciti tutti fuori fin quando, per aiutare le persone ferite siamo rientrati ma qualcuno ci ha detto di andare via perchè c’era stato un attentato terroristico”. Successivamente i due fidanzati hanno raggiunto a piedi a circa tre chilometri dall’aeroporto la mamma di Jennifer che li aspettava in auto e si sono rifiugiati a casa.

Antonio Nardelli

25 settembre 2015 0

Caricato ed incornato da un toro, 70enne di Colfelice in gravi condizioni

Di admin

È stato caricato ed incornato da un toro e, adesso, è ricoverato in gravi condizioni all’Umberto I di Roma. Non stava giocando a fare il toreto il 70enne che oggi pomeriggio è rimasto gravemente ferito in una azienda agricola di Colfelice in via Del Soldato, stava semplicemente accudendo il bovino quando, per cause ancora da stabilire, l’animale gli ha rivolto contro le corna e lo ha caricato. Pesante diversi quintali, facile immaginare gli effetti devastanti dell’impatto sul corpo del fattore che è stato sbalzato a terra e soccorso da parenti. Immediatamente sul posto gli operatori del 118 i quali, viste le gravi condizioni hanno chiesto l’intervento di un elicottero per trasportarlo all’Umperto I di Roma. Le sue condizioni sono gravi. Ermanno Amedei

19 giugno 2015 0

Qualità dell’aria, la Consulta dell’Ambiente di Piedimonte si rivolge ai sindaci dei ragazzi

Di admin

Dalla Consulta dell’Ambiente di Piedimonte San Germano riceviamo e pubblichiamo: La Consulta dell’Ambiente di Piedimonte San Germano, stanca delle attese e delle promesse di alcuni sindaci in merito al progetto sull’ “analisi completa dell’aria – caratterizzazione delle particelle”, si è rivolta questa volta ai neo-eletti “Sindaci dei Ragazzi” dei Comuni di Colfelice e Aquino, rispettivamente Luca Antonio Fraioli e Giannicola Magliulo.

La Consulta e tutti i cittadini si chiedono come mai i sindaci, quali massime autorità sanitarie, nonostante vari solleciti telefonici, di persona e per mail, non vogliano aderire al progetto che consentirà ai cittadini di sapere PER LA PRIMA VOLTA IN ASSOLUTO la qualità dell’aria che respiriamo e di conseguenza i cibi che poi mangiamo. Una domanda lecita, alla quale ancora nessuno dei Sindaci mancanti all’appello (Pignataro Interamna, Sant’Elia Fiumerapido, Sant’Apollinare, Colfelice, Cervaro, Roccasecca, Pico, Pontecorvo, Piedimonte San Germano, San Giorgio a Liri, Terelle, Sant’Ambrogio sul Garigliano, Aquino, Colle San Magno e Rocca D’Evandro) ha risposto. C’è da far notare, però, che nei Comuni di Piedimonte San Germano e Pontecorvo è cambiata l’Amministrazione comunale e che quindi ci aspettiamo un segnale forte in tema di tutela ambientale e della salute pubblica. Alessandro Barbieri Pres. Consulta dell’Ambiente

12 giugno 2015 0

Si insedia a Colfelice la giunta dei ragazzi. Il “sindaco” è Luca Antonio Fraioli

Di admin

Si è insediata ieri pomeriggio a Colfelice la nuova giunta comunale dei ragazzi. La cerimonia di insediamento è avvenuta alla presenza delle giunta “senior” presieduta dal sindaco Bernardo Donfrancesco. Il sindaco dei ragazzi, invece, si chiama Luca Antonio Fraioli; Vice Sindaco Andrea Fraioli, Assessore all’ambiente: Anna Pellone con segretario Stefano Frezza; Assessore alla solidarietà: Asia Santarpia con segretario Diego Capuano; Assessore alla Cultura: Marco Rotondi con segretario Christian Evangelista; Assessore allo sport: Matteo Marsella con segretario Martin Chausev; Capolista di minoranza Giada Frinconi e Consigliere di minoranza Annaceleste Conti. A tale assemblea ne prendevano parte la dirigente scolastica Dott.ssa Nunzia Milite con i docenti: Anna Corsetti, Letizia Tomassi e Florinda Abatecola, questultime hanno seguito i ragazzi in tutte le fasi, dalla presentazione delle liste alla campagna elettorale alle elezioni le quali si sono tenute il 20 marzo 2015, alla proclamazione avvenuta presso il plesso scolastico di Colfelice il primo Aprile 2015 sino a ieri nell’insediamento nel Comune di Colfelice. Nell’occasione il Sindaco Bernardo Donfrancesco ha creato un fondo cassa di 500  euro che la giunta ragazzi dovrà amministrare spendendo oculatamente per la pubblica utilità.

Er. Amedei

12 febbraio 2015 0

Rapinatori in camera da letto, imprenditore di Colfelice, picchiato e rapinato davanti alla famiglia

Di admin

Per due ore sono stati al giogo di cinque malviventi che, armati di pistola, alle tre di notte, hanno fatto irruzione nella loro casa a Colfelice. L’imprenditore che abita nei pressi di via Caslina, è stato svegliato nel sonno quando ormai i banditi erano già nella sua camera da letto. In casa, oltre lui, c’era la moglie e il figlio di 5 anni che hanno duto assistere alla violenza subita dall’uomo al quale i malviventi chiedevano di consegnare le cose di valore. Per due ore è stato picchiato fino a quando, ottenuto un bottino dal valore di circa 3mila euro, tra soldi e monili d’oro,  se ne sono andati lasciando ferito l’uomo e terrorizzata la sua famiglia. Soccorso l’imprenditore è stato trasportato in ospedale dove gli hanno riconosciuto una prognosi di 10 giorni. Sul posto i carabinieri della compagnia di Pontecorvo comandanti dal capitano Imbratta hanno effettuato i rilievi ed iniziato le indagini.

Er. Amedei

25 settembre 2014 0

Nuovo presidente per la Saf di Colfelice, prevale la linea De Angelis. Eletto Vicano

Di admin

La Saf di Colfelice ha un nuovo presidente. E’ Mauro Vicano, tessera Pd, uomo vicino a De Angelis. Ad eleggerlo nel pomeriggio l’assemblea dei sindaci del Cassinate e a spianargli la strada è stato l’ex sindaco di Cassino Bruno Scittarelli che ha ritirato la sua candidatura. Superata quindi, non senza difficoltà, la fase di stallo del dopo Fardelli che ha visto le varie correnti capeggiate dai big provinciali contendersi l’ambita poltrona per uno dei propri alfieri.In consiglio di amministrazione entrano Rocco Renzi ed Antonio Risi.

Er. Am.

17 gennaio 2014 0

Incendio in appartamento a Colfelice, si indaga sulle cause

Di admin

Incendio in appartamento, oggi pomeriggio alle 13, in località Villa Felice a Colfelice. È stato lì, in via Pastenaccio, che sono accorse due squadre di vigili del fuoco. Il rogo si era sviluppato per cause ancora al vaglio dei carabinieri, in un appartamento al terzo piano di una palazzina il cui proprietario non era in casa. Domate le fiamme si è proceduto al sopralluogo e alla conta dei danni che sono ingenti ma tra questi non vi sarebbe compromissione della stabilità dello stabile. Er. Am.