Categoria: Piedimonte San Germano

16 agosto 2018 0

Piedimonte S.G, Ritardi nella consegna della corrispondenza. Il sindaco scrive a Poste Italiane

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Sono numerose le segnalazioni di quello che si sta trasformando in un disservizio a Piedimonte San Germano. Il riferimento è ai ritardi nella consegna della corrispondenza ai cittadini da parte di Poste Italiane. Per tale ragione, il sindaco Gioacchino Ferdinandi ha deciso di mettere nero su bianco e scrivere a Poste Italiane per chiedere che il servizio venga in qualche maniera potenziato per evitare disagi all’utenza. Di seguito il testo della missiva. “Scrivo in qualità di Sindaco del Comune di Piedimonte San Germano a fronte di numerose segnalazioni ricevute in tal senso dai miei concittadini. Tengo a precisare che in questa mia lettera non intendo esporre un reclamo formale, ben sapendo che ogni singolo cittadino – utente può esporre in maniera circostanziata il proprio caso segnalando i disservizi riscontrati attraverso Raccomandata A/R o mediante la procedura telematica prevista da Poste Italiane. Intendo piuttosto instaurare un dialogo costruttivo, nello spirito di una proficua collaborazione inter – istituzionale volta a garantire la centralità del cittadino – utente con l’obiettivo di assicurare alla cittadinanza il miglior servizio possibile. In tal senso vi informo che da parte dei miei concittadini mi giungono sempre più numerose segnalazioni di disservizi e ritardi nella consegna della corrispondenza. Come ben sapete un tale stato di cose può avere numerose conseguenze spiacevoli. La corrispondenza, infatti, oltre le comunicazioni inter – personali può riguardare numerosi aspetti della vita quotidiana e professionale dei cittadini: dai rapporti con gestori di servizi (idrico – elettrico etc) ai rapporti con enti creditori ( Comuni, Agenzia Entrate, Agenzia Riscossione), fino alle relazioni con eventuali clienti, fornitori o istituti di credito. La ricezione in ritardo della corrispondenza, quindi, implica ritardi nei pagamenti, piuttosto che nella consegna di merci o nell’erogazione di servizi e preclude la possibilità di opporsi con efficacia in caso di pagamenti non dovuti, errori di calcolo o morosità. Per quanto concerne nello specifico il nostro comune è appena il caso di ricordare che a partire dal 2014, per esigenze di riorganizzazione aziendale è stata decisa la soppressione dello sportello postale di Piedimonte Alta, lasciando attivo nel territorio comunale un unico sportello postale. Mi risulta, inoltre , che nel periodo estivo i dipendenti addetti alla consegna della corrispondenza nel territorio comunale siano ridotti a due, uno dei quali in servizio part – time. Ferma restando l’assoluta libertà di Poste Italiane di prendere le decisioni più opportune in tema di organizzazione aziendale, ritengo che un tale stato di cose determini disservizi ingiustificati ai danni dei cittadini – utenti. Nella convinzione che il vostro interesse primario, come del resto il mio, sia quello di garantire ai cittadini – utenti un servizio sempre più efficiente ed efficace, vi chiedo di attivarvi, per quanto è di vostra competenza, allo scopo di porre fine ai disservizi evidenziati”

6 agosto 2018 0

Gli si infila un calabrone nel casco, scooterista salvo per miracolo

Di admin

PIEDIMONTE SAN GERMANO – Lo hanno ripreso letteralmente per il rotto della cuffia salvandolo da una morte certa per shock anafilattico. Il protagonista della vicenda é un 50enne di Piedimonte San Germano che, oggi pomeriggio alle 15, mentre era in sella al suo scooter ha capito che qualcosa gli era entrata nel casco. Il dolore lancinante ad un sopracciglio che avverte e che a momenti lo fa cadere dal mezzo é dovuto alla puntura di un calabrone. L’uomo sapendo di essere allergico ha accelerato arrivando a casa appena in tempo per permettere ai familiari di chiamare una ambulanza. Il personale del 118 della postazione di Cassino in pochi minuti è sul posto in località Volla e gli somministrano il farmaco in mancanza del quale, altri cinque minuti, sarebbe morto. L’uomo deve la vita, quindi alla tempestività e alla professionalità degli uomini e donne del 118 il cui servizio resta di primaria importanza. Ermanno Amedei

4 agosto 2018 0

Tragedia a Piedimonte S.Germano: 56enne di Esperia muore per una ferita alla schiena

Di redazione

Si è consumata una tragedia nella tarda mattinata di oggi a Piedimonte San Germano in una zona periferica sita tra la parte bassa ed alta del paese. Un uomo di 56 anni di Esperia che probabilmente stava lavorando in una villetta della zona per cause da chiarire si sarebbe procurato una ferita alla schiena. Sono in corso di accertamento le cause e la dinamica del terribile incidente. Probabilmente l’uomo si trovava su un’impalcatura e potrebbe essere caduto su un oggetto che lo avrebbe ferito gravemente. È stato condotto al pronto soccorso di Cassino ma è deceduto poco dopo. Inutile ogni tentativo di salvarlo. Sul posto sono giunti il magistrato Emanuele De Franco, i carabinieri di Cassino ed il reparto operativo del comando provinciale.

25 luglio 2018 0

Piedimonte S.Germano: Sarà lutto cittadino nel giorno delle esequie di Marchionne

Di redazione

La morte di Sergio Marchionne rappresenta un momento di importante riflessione e soprattutto merita doverosa attenzione e profondo rispetto soprattutto per il ruolo fondamentale che ha avuto nel settore automobilistico mondiale. Così il sindaco di Piedimonte San Germano, Gioacchino Ferdinandi, ha deciso di proclamare il lutto cittadino in occasione del giorno delle esequie dell’ex amministratore delegato di Fca, Sergio Marchionne. “La prematura scomparsa di Sergio Marchionne lascia un vuoto all’interno della famiglia Fca e nella stessa comunità di Piedimonte San Germano che rappresento, in qualità di primo cittadino,” dichiara il Sindaco di Piedimonte San Germano, Avv. Gioacchino Ferdinandi. “La sua tenacia unita alla capacità di adottare una prospettiva ad ampio raggio si sono rivelate decisive nel raggiungere straordinari traguardi che hanno consentito al sito di Piedimonte San Germano di rinascere, di crescere, favorendo, in tal senso, un florido sviluppo economico ed occupazionale. Lo stabilimento Fca di Piedimonte San Germano ed il suo indotto è il motore trainante della locale economia, un sito all’avanguardia, grazie ai cospicui investimenti operati, che si impone nel panorama industriale della Provincia di Frosinone e del Lazio. Ritengo, pertanto, doveroso proclamare una giornata di lutto cittadino nel giorno in cui saranno celebrate le esequie di Sergio Marchionne ed ho ritenuto opportuno estendere la proposta a tutti i sindaci del Lazio Meridionale, essendo lo stabilimento Fca di Piedimonte San Germano una fonte di sviluppo per l’intero Basso Lazio”.

25 luglio 2018 0

Morte di Marchionne, lo stabilimento di Piedimonte S.G. osserva 10 minuti di stop

Di redazione

Piedimonte San Germano- La notizia della morte di Sergio Marchionne, ex amministratore delegato di Fca, si è diffusa rapidamente questa mattina nello stabilimento Alfa di Piedimonte San Germano. Purtroppo le notizie sulla salute di Marchionne non sono mai state positive nelle ultime settimane. Ricordiamo che l’ex Ad era ricoverato in un ospedale di Zurigo dal 27 giugno scorso dove era stato operato ad una spalla. Nel giro di breve tempo le sue condizioni sono degenerate e lo hanno portato all’appuntamento con la morte questa mattina circondato dall’affetto dei suoi cari, la compagna Manuela, i figli Alessio e Tyler. Nello stabilimento di Piedimonte San Germano è stato deciso di osservare dieci minuti di stop produttivo, dalle ore 13.00 alle 13.10 in segno di rispetto per Sergio Marchionne e per la sua famiglia. Un lungo momento di riflessione ed un pensiero ad uno dei manager più importanti al Mondo che ha indiscutibilmente cambiato il destino del settore automobilistico. N.C.

12 luglio 2018 0

Alfa Romeo Piedimonte, Fermo produttivo anche domani mattina per Stelvio, Giulia e Giulietta

Di redazione

——-Aggiornamento—-stabilimento Alfa Romeo di Piedimonte San Germano. Fermano anche domani mattina le linee produttive di Stelvio, Giulia e Giulietta. Fca ha comunicato infatti che domani venerdì 13 luglio sul primo turno dalle ore 06.00 alle 14.00 le linee Giulietta, Stelvio e Giulia non lavoreranno. Seguiranno aggiornamenti per il secondo turno di domani. Verrà infatti data opportuna comunicazione ai lavoratori in base all’evolversi della vicenda. A motivare lo stop problemi legati ad alcuni fornitori, quindi è la mancanza di alcuni materiali a bloccare la produzione. Operai a casa, dunque, anche domani mattina.

12 luglio 2018 0

Alfa Romeo Piedimonte S.G: Giornata di stop per il turno di pomeriggio

Di redazione

Turno di pomeriggio di oggi fermo per lo stabilimento Alfa Romeo di Piedimonte San Germano. Linee produttive di Stelvio e Giulia non lavorano oggi su tutto lo stabilimento escluso le Presse, per problemi di fornitori. Per la giornata di domani nulla di stabilito, infatti si attendono decisioni e comunicazioni in merito. Il turno di questa mattina ha comunque seppure con qualche difficoltà a causa di materiali mancanti. La comunicazione dello stop al turno di lavoro è giunta agli operai nella tarda mattinata di oggi. N.C.

7 luglio 2018 0

La Madonna di Fatima in visita alla Rsa San Germano a Piedimonte

Di redazione

Nel pomeriggio di oggi la statua della Madonna di Fatima che è custodita rrin venerata in una cappella nella zona case popolari di Piedimonte San Germano è stata condotta per una visita presso la struttura Rsa San Germano. I degenti hanno potuto assistere alla santa messa officiata dal parroco Don Tonino Martini e hanno potuto pregare ed intonare dei canti alla Vergine Maria. Un momento di grande emozione che ha coinvolto persone con problemi di salute che nella maggior parte dei casi hanno difficoltà a spostarsi. Ad organizzare l’evento il comitato Madonna di Fatima che proprio in questi giorni sta curando l’allestimento della festa in via Carlo D’Aguanno. I festeggiamenti si concluderanno domani con la processione e l’ultima serata di festa civile. N.C.

20 giugno 2018 0

Auto in fiamme a Piedimonte, due vetture distrutte davanti ad una casa

Di admin

PIEDIMONTE SAN GERMANO – L’incendio di due vetture si è sviluppato all’alba di questa mattina in via Firenze a Piedimonte San Germano.

I vigili del fuoco di Cassino sono intervenuti alle 5 di oggi per spegnere le fiamme che hanno avvolto una Smart e una Fiat Punto alimentata a gas che erano parcheggiate, una vicino all’altra, davanti la casa dei proprietari.

Le fiamme hanno prodotto una altissima colonna di fumo nero il cui odore acre ha appestato l’aria circostante. Sul posto anche i carabinieri della stazione di Piedimonte. Tutte le ipotesi sono al vaglio degli investigatori.

Ermanno Amedei

9 giugno 2018 0

C’era una volta…Scugnizzi. Il musical a Piedimonte con gli alunni

Di redazione

Piedimonte San Germano – Uno spettacolo teatrale e musicale davvero ben eseguito quello portato in scena lo scorso giovedì dagli alunni dell’istituto Don Minzoni di Piedimonte. In particolare al noto musical ” C’era una volta…Scugnizzi” hanno preso parte i ragazzi delle scuole medie. Lo spettacolo è stato allestito nella palestra comunale della città alla presenza di tantissimi genitori, del sindaco Gioacchino Ferdinandi e degli assessori Marialisa Tomassi, Leonardo Capuano e Valerio D’Alessandro. Il musical rappresenta per l’anno scolastico, la conclusione del progetto contro il bullismo e cyberbullismo che ha visto i ragazzi e gli insegnanti impegnati in un lungo ed articolato percorso. A fare gli onori di casa, per la presentazione della serata, la professoressa Monia Persichini, docente responsabile del progetto con la collaborazione di altre professoresse, e la vice preside. Lo spettacolo, che ha ripreso il lavoro apprezzatissimo di Claudio Mattone, ha portato in scena la storia di due ragazzi, Saverio De Lucia e Raffaele Capasso. I due giovani, reclusi nell’istituto di correzione per minori di Nisida, dopo la scarcerazione hanno intrapreso strade nettamente diverse. Il primo diventa prete e si dedica al recupero dei ragazzi del quartiere, l’altro è un camorrista. I due si rincontrano dopo molti anni e lo scontro di ideali è molto forte e si concluderà con l’uccisione di Saverio. Proprio l’omicidio traccia una linea di rottura nel gruppo di malavitosi e si trasforma in un grido di libertà. Quindi la consapevolezza di voler scegliere un percorso di rinascita e di riscatto. I ragazzi della scuola media hanno saputo interpretare magistralmente il musical e hanno dimostrato di adattarsi ai ruoli assegnati con maestria e passione. Tanta la soddisfazione degli insegnanti e dei genitori per l’ottimo lavoro svolto. Ora per i ragazzi è tempo di vacanze, ma con un bagaglio culturale ed umano sensibilmente arricchito anche grazie a “C’era una volta Scugnizzi”. N.C.