Categoria: Piedimonte San Germano

5 ottobre 2018 0

Piedimonte San Germano, Infortunio sul lavoro, grave un 41enne

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Terribile incidente sul lavoro questa mattina, intorno alle ore 9.00, a Piedimonte San Germano in un’azienda. A rimanere coinvolto un operaio di 41 anni. Stando ad alcune indiscrezioni, l’uomo sarebbe caduto probabilmente da un’impalcatura o probabilmente da un tetto e impattando al suolo avrebbe riportato ferite e traumi. Immediatamente soccorso, l’operaio è stato trasferito però in un ospedale romano, presso il policlinico Gemelli, a causa dei preoccupanti traumi riportati. Sul posto anche i carabinieri della compagnia di Cassino per le opportune indagini sul caso. Foto d’archivio

2 ottobre 2018 0

Il CibusFest entra nel vivo della programmazione musicale, 5 giorni di grandi eventi

Di admin

ATTUALITÀ – Il cibusfest entra nel finale per chiudere la sua programmazione artistica musicale… Le date finali partono dal 2 ottobre con il carismatico ed eclettico chitarrista cantante: Peter Cornacchia che si esibirà nella celeberrima formula della one man band, viaggiando dal cantautorato internazionale a quello italiano, in una interpretazione da gustare ed ascoltare…

Il tre ottobre sul palco del cibus saliranno i radio silence, capitanati dal chitarrista cantante Giuseppe De Sanctis, che riproporranno i grandi classici del pop e del rock moderno in chiave acustico.

Il 4 ottobre Spazio Vasco, una tribute band di riferimento per divertirsi e cantare le migliori canzoni del Blasco, sempre con energia e con lo spirito del “siamo solo noi”.

La programmazione continua con il 5 ottobre dedicata ai big della musica inglese, a regalarci l atmosfera giusta i Zatarras trio di Marco Florio, iperbole da palco Nell interpretare con la sua voce, le canzoni dei Beatles, Rolling Stones, The Who and more di un periodo musicale sempreverde e pieno di creatività.

Il 6 ottobre ritornerà Peter Cornacchia con i suoi prodi George And The Bijelomen, interpretando la musica rock nelle sue sfumature soul, country, blues e psichedelico, con un ospite speciale: Mister Stefano Sugamele, istrionico e cantautore west coast statunitense, che con la sua voce cavernosa, accompagnerà la serata cibus con atmosfera dal sapore oltreoceano.

Chiuderà la programmazione Cibus il mitico Alex Coletta, il bluesman per eccellenza del nostro territorio, che sarà accompagnato dai mojo band Experience, in una grandiosa interpretazione del panorama blues e southern rock. Grazie Cibus per queste emozioni e benvenuti nella festa più eclettica e sincera che il nostro territorio abbia mai ospitato.

28 settembre 2018 0

Incendio appartamento a Piedimonte San Germano, evacuata famiglia

Di admin

PIEDIMONTE SAN GERMANO – Appartamento in fiamme, questa notte, a Piedimonte San germano. Il rogo si è sviluppato in una palazzina su due piani in via San Pilippo, nella parte alta della cittadina.

L’appartamento era disabitato e l’intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di Cassino è servito per domare le fiamme e per evacuare la famiglia che abitava al piano di sopra. I danni causati dalle fiamme riguardano anche la struttura e, per questo, l’intera palazzina è stata dichiarata inagibile. Al momento non si conoscono le cause dell’incendio.

Ermanno Amedei

24 settembre 2018 0

Ettore Urbano ai domiciliari: le origini della vicenda

Di redazionecassino1

 PIEDIMONTE SAN GERMANO – Arresti domiciliari per Ettore Urbano, noto esponente del Pd e candidato sindaco alle ultime elezioni comunali a Piedimonte San Germano dello scorso anno. L’inchiesta è quella scaturita dalla comparsa su cinquantanove schede elettorali di segni geometrici (triangoli, quadrati e cerchi) nel simbolo della lista PiedimonteOra a sostegno di Gioacchino Ferdinandi. I fatti, da cui il provvedimento di quest’oggi, riguardano le elezioni amministrative del 2017. A presentare ricorso al Tar era stata proprio la compagine dello sfidante Ettore Urbano che aveva perso per poche decine di voti. L’esposto in procura di Ferdinandi con un elenco di anomalie da cui scaturì l’apertura del fascicolo, affidato ad dottor Bulgarini, e le indagini svolte dalla squadra informativa del commissariato ora guidato dal dirigente Mascia. Tante le perizie e gli accertamenti con sei indagati totali, compreso Urbano.

Fra i primi ad essere indagati fu il responsabile comunale dell’ufficio elettorale, poi due rappresentanti di lista. Tutti e tre coinvolti per violazione della legge elettorale. Successivamente venne ascoltata una donna, moglie di un rappresentante di lista e indagata per false dichiarazioni al Pm. Stessa ipotesi di reato per un consigliere comunale. Stamattina la svolta con l’arresto, da parte della polizia, del primario del Pronto Soccorso dell’ospedale di Cassino, ex presidente Ater ed esponente politico di sinistra, Ettore Urbano, attuale capogruppo di minoranza nel consiglio comunale di Piedimonte San Germano. Il dottore si trova ai domiciliari. Su di lui la grave accusa di aver violato la legge elettorale e, in particolare, di aver alterato schede elettorali, secondo ruoli e circostante che saranno chiariti dagli inquirenti e sui quali l’arrestato dovrà fornire la sua versione quando sarà ascoltato.

Clamorosa, quindi, la svolta nel caso delle elezioni comunali di Piedimonte San Germano. La misura cautelare (si tratta di domiciliari) scattata dopo accurate indagini sull’alterazione – con segni geometrici – di una sessantina di schede elettorali. La notizia, nel piccolo centro pedemontano, circolava già da qualche ora. Una vicenda che partì all’indomani dei risultati della consultazione elettorale dello scorso anno. Prima la querela di falso presentata al Consiglio di Stato. Dopo la consulenza calligrafica, disposta dalla Procura di Cassino, che aveva accertato la manomissione di 53 schede su 59, contrassegnante da strani segni (cerchi, quadrati e linee), l’inchiesta sui presunti brogli alle amministrative delle scorso anno a Piedimonte San Germano si era arricchita ben presto di nuovi capitoli. A scriverli è stata la Procura di Cassino per quanto riguarda l’inchiesta penale, e l’amministrazione comunale di Piedimonte San Germano, per quel che concerne il giudizio amministrativo dinanzi al Consiglio di Stato. Per quel che riguarda l’inchiesta penale, portata avanti dal Pm Roberto Bulgarini Nomi e dagli agenti del commissariato di Cassino, c’era stata l’iscrizione nel registro degli indagati, come atto dovuto, di due rappresentanti di lista (Azione Comune- Urbano sindaco) per presunta violazione della legge elettorale. Ai due, in sostanza, vennero contestate le dichiarazioni rese, con le quali avrebbero affermato di aver visto, durante le operazioni di spoglio, i segni sulle schede. Dichiarazioni che andrebbero a cozzare con gli esiti della consulenza e con le dichiarazioni dei componenti del seggio, che escludevano la presenza di quei segni al momento dello sfoglio. Gli indagati salirono, poi, a tre, con il responsabile dell’ufficio elettorale, Luigi Spiridigliozzi, per i presunti brogli. Le indagini proseguirono a ritmo serrato. Gli agenti del commissariato di Cassino, infatti, ascoltarono diverse persone a conoscenza di particolari utili alle indagini, tutti, inizialmente ascoltati come testimoni, ma la posizione di alcuni è rimasta al vaglio degli inquirenti. Si è valutata anche se le buste fornite dal ministero dell’Interno, dove vengono conservate le schede dopo le votazioni, fossero apribili o meno.

Il sindaco di Piedimonte San Germano, l’avvocato Gioacchino Ferdinandi, nel corso di una conferenza stampa annunciò di aver presentato, tramite l’avvocato Massimo Di Sotto, una querela di falso nell’ambito del ricorso che pende dinanzi al Consiglio di Stato e che dovrà essere discusso a metà luglio. In pratica il sindaco Ferdinandi, assieme alla compagine amministrativa, sosteneva che le prove, presentate da Ettore Urbano, sulle quali si basava il ricorso dinanzi ai giudici amministrativi, erano false. False perché ruotano attorno alle dichiarazioni rese dai due rappresentanti di lista.

Oggi la svolta con le decisioni della Procura che ha emesso il provvedimento cautelare nei confronti di Urbano.

F. Pensabene

 

24 settembre 2018 1

Ettore Urbano, candidato sindaco alle elezioni amministrative di Piedimonte,finisce agli arresti domiciliari

Di redazionecassino1

PIEDIMONTE SAN GERMANO – Nella mattinata odierna personale della Squadra Informativa del Commissariato di PS Cassino e della Squadra di Polizia Giudiziaria della Sostituto Procuratore della Repubblica dott. Roberto Bulgarini Nomi ha eseguito la misura cautelare personale degli arresti domiciliari emessa dal GIP dott. Gabriele Montefusco nei confronti URBANO Ettore, 63 anni, candidato sindaco al comune di Piedimonte San Germano (FR) nelle tornata elettorale dell’11 giugno 2017. Al termine delle operazioni elettorali era risultata vincente per soli 32 voti la lista “Piedimonte Ora” collegata al candidato Sindaco FERDINANDI Gioacchino nei confronti della lista “Azione Comune” collegata al candidato URBANO Ettore. L’attività investigativa condotta, coordinata dal Sostituto Procuratore della Repubblica dott. Roberto Bulgarini Nomi, ha consentito di acquisire univoci elementi probatori in ordine alla condotta dell’Urbano e di altri soggetti indagati, il quali, al fine di predisporsi una valida motivazione per presentare ricorso elettorale presso il Tribunale Amministrativo Regionale (ricorso successivamente presentato dal candidato sindaco Urbano Ettore) alteravano 59 schede elettorali riportanti il voto a favore della lista “Piedimonte Ora”, apponendo su ciascuna di esse un disegno geometrico all’interno del simbolo di tale lista. L’alterazione delle schede è avvenuta allorquando queste, dopo le operazioni di voto, erano custodite negli uffici del comune di Piedimonte San Germano in attesa di essere successivamente consegnate alla Prefettura di Frosinone. Sono stati acquisiti, inoltre, elementi probatori a carico di altri soggetti indagati, i quali, a vario titolo, hanno contribuito alla realizzazione dell’illecito intento. Le risultanze di indagine hanno accertato il ruolo di ideatore ed istigatore del disegno criminoso attuato dell’indagato URBANO Ettore. La misura cautelare personale è stata emessa per i gravi indizi di colpevolezza nonché per il pericolo di reiterazione di reati della medesima specie rivestendo l’Urbano Ettore attualmente cariche pubbliche.

23 settembre 2018 0

Birra, musica e buon “Cibus Fest”, in 500 al taglio del nastro (foto)

Di admin

ATTUALITA’ – La prima botte è stata aperta e, in cinquecento circa, ne hanno bevuto la birra spillata da personale in costume bavarese.

Un successo annunciato quello di ieri sera al Cibus Fest di Piedimonte San Germano. D’obbligo il taglio del nastro come si conviene per una iniziativa che ambisce a diventare negli anni punto di riferimento nel settore ristorazione ed intrattenimento.

A recidere la striscia blu, dando il via alla prima edizione di Cibus Fest, oltre alla famiglia Gentile, proprietaria del locale, il sindaco di Piedimonte Gioacchino Ferdinandi e l’assessore Capuano. I mille metri quadrati “vestiti” con i colori dell’Oktoberfest di Monaco di Baviera si sono riempiti dei buongustai in fatto di birra, cibo e buona musica.

“Siamo soddisfatti per come la gente ha risposto al nostro invito – dichiara Antonio De Rosa di Simpatia Staff che si occupa della promozione dell’evento – Siamo certi che sarà un crescendo data la qualità complessiva dell’iniziativa che ha nel buon cibo e nella buona musica il suo punto di forza”.

Carica di aspettativa la gente è giunta a Piedimonte da diverse città della provincia ed anche da fuori rimanendo pienamente soddisfatta. Il programma musicale prevedeva, ieri sera, il rock’n’roll degli anni ’50 con Cherry Pie Trio. Questa sera, invece, si resta negli anni ’50 con gli Emme di Duo.

22 settembre 2018 0

Cibus Fest, comincia stasera l’Oktoberfest di Piedimonte San Germano

Di admin

ATTUALITA’ – Un trapianto di Baviera a tutti gli effetti quello che verrà inaugurato questa sera a Piedimonte San Germano nei mille metri quadrati coperti e arredati come fosse uno pezzo di Oktoberfest che, in questo periodo, richiama a Monaco di Baviera milioni di turisti da tutto il mondo.

A Cibus (via Carlo D’Aguanno) è tutto pronto e questa sera inizia la prima delle 16 serate di Cibus Fest. Tutto è studiato nei minimi dettagli per ricostruire il clima che si respira, gli ambienti che si vivono, il cibo che si mangia, la birra che si beve, la musica che si ascolta a Theresienwiese, lo spazio pubblico nel quartiere di Ludwigsvorstadt-Isarvorstadt a Monaco di Baviera. Tutto questo senza temere i capricci del meteo dato che a l’iniziativa avviene negli ampi spazi di Cibus, oltre mille metri quadrati al coperto.

Per promuovere Cibus Fest e il suo ricco calendario che si protrarrà con appuntamenti musicali diversi fino al 7 ottobre l’associazione culturale Simpatia staff, sta dando il meglio. “E’ un evento musicale e di promozione del territorio di grande spessore – dichiara il presidente di Simpatia Staff Antonio De Rosa – La ricostruzione degli ambienti dell’Oktoberfest è minuziosa, dagli arredi, ai costumi del personale, alla scelta delle birre, ai menù e alla musica che cambierà genere di sera in sera. Credo che siano anche queste le iniziative che servono per attirare gente nel nostro territorio”.

18 settembre 2018 0

Cibus Fest: Birra, musica e atmosfera bavarese dell'”Oktober” a Piedimonte

Di admin

ATTUALITA’ – Autunno, la stagione delle castagne e… dell’Oktoberfest. La scelta quindi è tra il castagneto e il lungo e dispendioso viaggio verso la Germania. Se si sceglie di voler vivere l’atmosfera tipica bavarese, però, basta anche salire in macchina e raggiungere Piedimonte San Germano. Cibus, infatti, per 16 giorni, sarà “Monaco di Baviera” ricreando al suo interno l’ambiente tipico della celebrazione della birra per eccellenza, la festa tedesca che ogni anno richiama mediamente sei milioni di persone. Il Cibus Fest a Piedimonte (via Carlo D’Aguanno) organizza 15 serate di musica unplugged in un’area di circa mille metri quadrati. A farla da padrone saranno, oltre alla buona musica con un vasto programma scelto da Vincenzo Giacomini, le più importanti marche di birra accompagnate Bretzel, wurstel e stinco di maiale servite da hostess in costumi tradizionali bavaresi.

Si parte sabato (22 settembre), non in aereo ma in macchina verso Piedimonte e si torna la sera stessa per poi ripartire il giorno dopo e così via fino al 7 ottobre. Ogni sera una birra diversa da assaggiare: Brinkhoff’s, Horbertus, Steiner, Konig Ludwing, Nittenauer, Braufactum, Norbertus Kardinal, Schneder Weisse, Hasen, Schonramer Saphirbock, Nittenauer Samantha, Braufactum; ogni sera un genere di musica diversa. L’organizzazione è “firmata” dall’associazione culturale Simpatia staff, una garanzia in fatto di promozione del territorio e di attività culturali. Il modo ideale per chiudere degnamente l’estate.

17 settembre 2018 0

Piedimonte S.Germano: Incidente nei pressi dello stabilimento Fca. Soccorsi sul posto

Di redazione

Piedimonte San Germano – Si è appena verificato un incidente stradale nei pressi dello stabilimento Fca. Ad essere coinvolti uno scooter e, in base alle prime informazioni che ci pervengono, probabilmente anche un secondo mezzo. Al momento il traffico risulta essere congestionato per favorire l’accesso dei soccorsi. Sul posto un’ambulanza del 118. Una persona sarebbe rimasta ferita. Prestare attenzione anche in considerazione del fatto che in questa fascia oraria c’è un considerevole flusso di operai. Immagine d’archivio

16 agosto 2018 0

Piedimonte S.G, Ritardi nella consegna della corrispondenza. Il sindaco scrive a Poste Italiane

Di redazione

Sono numerose le segnalazioni di quello che si sta trasformando in un disservizio a Piedimonte San Germano. Il riferimento è ai ritardi nella consegna della corrispondenza ai cittadini da parte di Poste Italiane. Per tale ragione, il sindaco Gioacchino Ferdinandi ha deciso di mettere nero su bianco e scrivere a Poste Italiane per chiedere che il servizio venga in qualche maniera potenziato per evitare disagi all’utenza. Di seguito il testo della missiva. “Scrivo in qualità di Sindaco del Comune di Piedimonte San Germano a fronte di numerose segnalazioni ricevute in tal senso dai miei concittadini. Tengo a precisare che in questa mia lettera non intendo esporre un reclamo formale, ben sapendo che ogni singolo cittadino – utente può esporre in maniera circostanziata il proprio caso segnalando i disservizi riscontrati attraverso Raccomandata A/R o mediante la procedura telematica prevista da Poste Italiane. Intendo piuttosto instaurare un dialogo costruttivo, nello spirito di una proficua collaborazione inter – istituzionale volta a garantire la centralità del cittadino – utente con l’obiettivo di assicurare alla cittadinanza il miglior servizio possibile. In tal senso vi informo che da parte dei miei concittadini mi giungono sempre più numerose segnalazioni di disservizi e ritardi nella consegna della corrispondenza. Come ben sapete un tale stato di cose può avere numerose conseguenze spiacevoli. La corrispondenza, infatti, oltre le comunicazioni inter – personali può riguardare numerosi aspetti della vita quotidiana e professionale dei cittadini: dai rapporti con gestori di servizi (idrico – elettrico etc) ai rapporti con enti creditori ( Comuni, Agenzia Entrate, Agenzia Riscossione), fino alle relazioni con eventuali clienti, fornitori o istituti di credito. La ricezione in ritardo della corrispondenza, quindi, implica ritardi nei pagamenti, piuttosto che nella consegna di merci o nell’erogazione di servizi e preclude la possibilità di opporsi con efficacia in caso di pagamenti non dovuti, errori di calcolo o morosità. Per quanto concerne nello specifico il nostro comune è appena il caso di ricordare che a partire dal 2014, per esigenze di riorganizzazione aziendale è stata decisa la soppressione dello sportello postale di Piedimonte Alta, lasciando attivo nel territorio comunale un unico sportello postale. Mi risulta, inoltre , che nel periodo estivo i dipendenti addetti alla consegna della corrispondenza nel territorio comunale siano ridotti a due, uno dei quali in servizio part – time. Ferma restando l’assoluta libertà di Poste Italiane di prendere le decisioni più opportune in tema di organizzazione aziendale, ritengo che un tale stato di cose determini disservizi ingiustificati ai danni dei cittadini – utenti. Nella convinzione che il vostro interesse primario, come del resto il mio, sia quello di garantire ai cittadini – utenti un servizio sempre più efficiente ed efficace, vi chiedo di attivarvi, per quanto è di vostra competenza, allo scopo di porre fine ai disservizi evidenziati”