Categoria: Sant’Andrea del Garigliano

22 giugno 2018 0

Avevano realizzato lavori edili, ma senza ‘permesso di costruire’ denunciate tre persone

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

SANT’ANDREA del GARIGLIANO –  I militari della Compagnia di Cassino sono sempre più impegnati nella prevenzione e repressione dei reati in genere, al fine di contrastare in modo serrato il fenomeno dell’abusivismo edilizio.

In particolare, nella giornata odierna, in Sant’Andrea del Garigliano, i militari della Stazione di Sant’Apollinare deferivano in stato di libertà tre persone del luogo, un35enne, in qualità di committente dei lavori, un 52enne, direttore dei lavori, nonché un 60enne titolare dell’impresa esecutrice i lavori, tutti per i reati di “esecuzione di lavori edili in assenza del permesso di costruire” ed “esecuzione di lavori edili in assenza di autorizzazione sismica”.

I predetti, ognuno per la parte di competenza, realizzavano delle opere di sostegno di un terrapieno, costituite da due file di gabbie ripiene di pietre, poste lungo un perimetro di 35 metri, nonché un cancello di ingresso con relativi pilastri in cemento armato.

La costruzione, per un valore di € 50 mila circa, veniva sottoposta a sequestro.

19 maggio 2018 0

Auto finisce contro un contatore del gas a Sant’Andrea. Un ferito

Di redazione

Sant’Andrea del Garigliano- Questa notte, intorno all’una, un’auto, modello Opel Meriva, è finita, per cause da chiarire, contro una recinzione di un’abitazione dove era posizionato un contatore del gas. Nell’incidente, che ha visto coinvolta una sola auto, il conducente è rimasto ferito ed è stato soccorso e trasportato al Pronto Soccorso dell’ospedale di Cassino. Le sue condizioni sembrano non essere gravi. Sul posto sono immediatamente intervenuti anche i vigili del fuoco che hanno provveduto a rimettere in sicurezza la zona. N.C.

17 gennaio 2018 0

Emanuele Bove, disposto incidente probatorio: nel suo cuore a caccia della verità

Di admin

SANT’ANDREA DEL GARIGLIANO – Sarà conferito il prossimo 26 gennaio l’incarico all’istologo, medico Legale Vincenzo Arena l’incarico per l’incidente probatorio sui frammenti di cuore di Emanuele Bove, il 50enne di Sant’Andrea  del Garigliano morto in strada la sera del 12 settembre dello scorso anno. Il suo corpo venne trovato poco distante dalla sua auto danneggiata a colpi di ascia da M. L. suo coetaneo del posto per motivi di ragione sentimentale.

L’esame non ripetibile servirà ad esaminare il cuore della vittima per trovare le cause del decesso e se esse possano essere riconducibili alle responsabilità dell’indagato assistito dagli avvocati Raffaele Panaccione e Gianrico Ranaldi. Lui, così come i congiunti della vittima, la madre e il fratello, rappresentati dall’avvocato Antonio D’Alessandro, potranno nominare propri consulenti tecnici.

Ermanno Amedei

Leggi articolo precedente

16 settembre 2017 0

Emanuele morto per lo spavento, autopsia individua malore naturale come causa del decesso

Di admin

SANT’ANDREA DEL GARIGLIANO – Sarebbe morto per cause naturali. Il decesso di Emanuele Bove, il 40enne di Sant’Andrea del Garigliano, non sarebbe da attribuire a un colpo subito ma ad un malore. Sarebbe questa l’indiscrezione trapelata a fine dell’autopsia che si è svolta ieri sul suo corpo a Cassino.

Resta indagato, per omicidio volontario il 50enne di San Giorgio a Liri reo confesso di aver danneggiato, martedì sera la sua auto in Via Roma sospettando che Emanuele avesse una relazione con sua moglie. Alle 23, quando Emanuele è tornato a riprendere l’auto, l’ha trovata con parabrezza e lunotto termico sfasciati da ciò che sembravano colpi di ascia. Non è chiaro se vi fosse anche il 50enne di San Giorgio e se con lui vi sia stato un litigio ma il suo corpo è stato ritrovato esanime ad un centinaio di metri dalla sua auto ucciso, a quanto pare, dal un malore causato dallo spavento. Ermanno Amedei

Omicidio o malore? Indagini a 360 gradi sulla morte di Emanuele Bove – FOTO

Uomo morto a Sant’Andrea, è ancora mistero

 

Emanuele Bove ucciso per gelosia, 50enne indagato per omicidio

14 settembre 2017 0

Emanuele Bove ucciso per gelosia, 50enne indagato per omicidio

Di admin

SANT’ANDREA DEL GARIGLIANO – Omicidio Volontario, questo il reato cointestato ad un 50enne di San Giorgio a Liri relativamente alla morte di Emanuele Bove, il 40enne di Sant’Andrea del Garigliano trovato cadavere in via Roma a Sant’Andrea martedì sera.

L’uomo, ascoltato ieri dagli inquirenti, avrebbe raccontato di essere stato lui a danneggiare la Peugeot 206 di Bove, rompendo il parabrezza e il lunotto sapendo o pensando che la moglie lo tradisse con il 40enne; avrebbe raccontato anche di aver litigato con lui al suo rientro, ma di non averlo colpito.

Ricostruzioni che sono state vagliate dagli inquirenti e, questa mattina, probabilmente convinti anche da altre testimonianze, hanno notificato al 50enne l’avviso di garanzia relativamente alla sua iscrizione nel registro degli indagati per omicidio volontario. Al momento, però, gli inquirenti tendono a sottolineare che quello odierno è solamente un atto dovuto.

Ermanno Amedei

 

13 settembre 2017 0

Omicidio o malore? Indagini a 360 gradi sulla morte di Emanuele Bove – FOTO

Di admin

SANT’ANDREA DEL GARIGLIANO – E’ sul trama al volto e alle condizioni del cuore di Emanuele Bove che si concentrano le indagini dei carabinieri

del reparto operativo di Frosinone comandati dal Colonnello Andrea Gavazzi

Il 40enne di Sant’Anderea del Garigliano è stato trovato morto ieri sera in via Roma non molto distante dalla sua autovettura danneggiata.

Il parabrezza della Peugeot 208 parcheggiata era stato sfondato da quello che poteva sembrare un colpo d’ascia, così come il lunotto posteriore. Lui era uscito di casa dicendo ai familiari che sarebbe andato a prendere un caffè con gli amici, poi, alle 23 circa, qualcuno lo ha trovato agonizzante sull’asfalto e ha avvisato l’ambulanza. Gli operatori giunti sul posto non hanno potuto far altro che costatarne il decesso. Sul volto era evidente la ferita al setto nasale ferita ma non è certo che sia stata quella la causa del decesso. Ancora troppi i punti oscuri della vicenda ad iniziare dai danneggiamenti alla sua vettura.

Emanuele è descritto da tutti come un uomo per bene, senza problemi di sorta. Non aveva a che fare con droga o alcool. Il danneggiamento della sua auto, però deve avere una spiegazione.

Chi e perché gli ha danneggiato l’auto?

Le ipotesi sono due: lo scambio di persona o qualcosa legata alla vita privata della vittima, magari una relazione. Comunque pare che lui non fosse presente mentre qualcuno gli rompeva parabrezza e lunotto dell’auto e che si sia accorto dei danni solamente al suo ritorno poco prima delle 23.

Come si è ferito e perché è morto?

Le ipotesi, anche in questo caso sono due: un malore nel vedere l’auto danneggiata con conseguente caduta oppure, data la lontananza dall’auto, l’inseguimento di qualcuno che riteneva responsabile con conseguente scontro fisico. Il medico legale che ha svolto l’ispezione cadaverica non avrebbe trovato altri traumi oltre a quello facciale ma per accertare le cause del decesso si dovrà attendere l’esito dell’autopsia.

Ermanno Amedei

Foto Antonio Nardelli

 

13 settembre 2017 0

Uomo morto a Sant’Andrea, è ancora mistero

Di admin

SANT’ANDREA DEL GARIGLIANO – La luce del sole non ha ancora dissolto il mistero sulla morte di E. B. 40 anni di Sant’Andrea del Garigliano.

Il suo corpo è stato trovato ieri sera in via Roma nel centro del Paese a qualche centinaio di metri dalla sua auto, con alcune ferite. La Peugeot ha il parabrezza e il vetro posteriore rotto. Sul posto, sono arrivati i carabinieri della compagnia di Frosinone e quelli del Reparto provinciale di Frosinone. Al momento non si esclude nessuna pista anche se gli investigatori restano abbottonati

Ermanno Amedei

Foto Antonio Nardelli

12 settembre 2017 0

Uomo di 40 anni trovato morto in strada a Sant’Andrea, indagini in corso

Di admin

SANT’ANDREA DEL GARIGLIANO – Il corpo senza vita di un uomo di circa 40 anni è stato rinvenuto questa sera poco prima delle 23 in via Roma a Sant’Andrea del Gargliano. Il cadavere presenta alcune ferite ed è distante alcune centinaia di metri dalla Peugeot 108 di proprietà dell’uomo.

I vetri della vettura, inoltre, sarebbero rotti, come se sfondati, ma l’auto non sembrerebbe incidentata. Una circostanza misteriosa su cui stanno lavorando i carabinieri di Sant’Apollinare e i colleghi della compagnia di Cassino. a notare il corpo sono stati alcuni passanti che hanno lanciato l’allarme al 118, ma all’arrivo dell’ambulanza, il personale ha chiesto l’intervento delle forze dell’ordine.

Ermanno Amedei

9 giugno 2016 0

Maltrattamenti in famiglia a Sant’Andrea, 41enne in manette

Di Antonio Nardelli

Sant’Andrea del Garigliano – I carabinieri di Sant’Apollinare hanno notificato ad un 41enne di Sant’Andrea del Garigliano un provvedimento di custodia cautelare emesso dal Tribunale di Cassino quale aggravamento della misura degli arresti domiciliari.

L’uomo, a seguito della denuncia dell’ex moglie per maltrattamenti in famiglia, era stato sottoposto alla misura cautelare del divieto di avvicinamento alla donna ma, siccome continuava a manifestare l’intenzione di far del male all’ex moglie e al suo nuovo compagno, era stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari dal Tribunale di Cassino.

Il 4 giugno scorso veniva arrestato in flagranza del reato di evasione poiché sorpreso mentre si aggirava senza motivo per una strada distante dal luogo di detenzione domiciliare. A seguito della refertazione delle citate violazioni l’Autorità Giudiziaria, condividendo le risultanze investigative svolte dai Carabinieri di Sant’Apollinare, revocava la misura degli arresti domiciliari a cui lo stesso era sottoposto, sostituendola con quella più grave della custodia cautelare in carcere.

9 aprile 2015 0

Trentenne di Sant’Andrea arrestato a Minturno con 3,3 chili di hashish

Di admin

Quasi tre chili di hashish sono stati sequestrati questa notte dai carabinieri di Minturno ad un 30enne di Sant’Andrea del Garigliano. A.S. è stato sorpreso dai militari mentre percorreva una strada interna al comune di Minturno. Insospettiti, lo hanno fermato e durante la perquisizione sono stati trovati 300 grammi di droga. Nella sua casa, a Sant’Andrea, invece, dove la perquisizione è stata estesa, sono stati rinvenuti altri tre chili, in tutto 29 tavolette della stessa sostanza. Per l’uomo è scattato ,l’arresto e gli sono stati concessi i domiciliari.