Categoria: Sora

9 novembre 2018 0

Picchia la moglie davanti al figlioletto, 26enne arrestato a Sora

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

SORA – Unità operativa della Squadra Volante del Commissariato di Sora, con l’ausilio  dei colleghi  della Questura di Frosinone interviene, per lite, presso l’abitazione di una famiglia residente nella città volsca. All’arrivo, gli agenti hanno accertato che una 25enne, madre di un bimbo in tenera età, era stata aggredita, con calci e pugni, dal coniuge, 26enne originario del Marocco e per questo costretta a fare ricorso alle cure dei sanitari. L’uomo, inoltre, per evitare  che la giovane donna chiamasse la Polizia, le aveva sottratto il telefonino. Nel frangete  convulso, si appropriava anche del portafogli della consorte, contenete contanti. Per l’uomo scatta l’arresto e, come disposto dal magistrato di turno della Procura di Cassino, è stato  associato presso la casa circondariale della Città Martire.

2 novembre 2018 0

Ubriaco picchia e ferisce la madre a Sora: arrestato 43enne

Di admin

SORA – Gli agenti del Commissariato di Sora, su segnalazione giunta sulla linea di emergenza 113, sono intervenuti presso l’abitazione di un 43enne già noto alle Forze dell’Ordine . L’uomo erta in evidente stato di agitazione, dall’andamento barcollante  e con difficoltà nel parlare, aveva la casa in gran disordine, con alcuni arredi distrutti e riversi sul pavimento. Nessuna traccia dell’attempata madre, lì residente e di cui il 43enne non forniva alcuna informazione.

I poliziotti allora hanno deciso di ispezionare, muniti di torcia, la zona circostante.

In una stradina, spaventata, tremante, dolorante e sanguinante in volto è stata rintracciata la donna, per la quale è stata richiesto l’intervento del personale sanitario. Refertata presso l’ospedale, ne avrà per almeno per 35 giorni.

A ridurla in quelle condizioni il figlio. Alla luce di quanto accertato, infatti, l’uomo,  è scattato l’arresto per  lesioni personali aggravate e maltrattamenti in famiglia.

28 ottobre 2018 0

Anche con sofferenza le bianconere del Vis Sora vincono sull’ASD Priverno

Di admin

SORA – “E’ stato un incontro combattuto, ma alla fine le bianconere del Vis Sora 07 sono riuscite ad avere la meglio sulle colleghe dell’ASD Antonio Palluzzi di Priverno“.

Lo si legge in una nota della Vis Sora.

“Alla vigilia, mister Di Poce, nonostante la posizione in classifica delle avversarie, senza un punto, aveva messo in allarme la squadra cercando di trasmettere loro quella carica necessaria per affrontare il match nel migliore dei modi.

Sin dal primo tocco di palla, le ospiti avevano subito fatto capire che quel zero in classifica non rispecchiava certamente il valore della loro squadra. Diverse erano le incursioni poste in essere, con tutto l’organico, davanti alla porta della bianconera Elisa Cencia la quale nei primi minuti era chiamata ad effettuare interventi prodigiosi. Agli attacchi ospiti, le bianconere rispondevano subito con il duo Melania La Vecchia ed Alessia Tomei che impensierivano non di poco le ospiti.

Al sesto minuto a seguito di un calcio d’angolo le ospiti passavano in vantaggio. Era infatti la bianconera Alice Forlini che spizzava involontariamente nella sua porta la sfera che si insaccava nell’angolino basso.

Per l’ennesima volta le bianconere si trovavano a rincorrere il risultato, come era successo negli altri incontri di questo campionato. A testa bassa si portavano ripetutamente in attacco osando più del dovuto, tanto da permettere alle ospiti di rendersi in più occasioni pericolose, ma era sempre l’estremo difensore bianconero che puntualmente neutralizzava ogni azione d’attacco.

Dopo ripetute incursioni in area ospite, le locali pervenivano al pareggio ad opera della bomber Melania La Vecchia con uno schema ormai collaudato, su passaggio del portiere bianconero, palleggio al limite dell’area avversaria, tiro all’incrocio e rete.

Raggiunto il pareggio le bianconere si portavano immediatamente in attacco ed era Debora Nocent che sfiorava la rete. Sul capovolgimento di fronte però,  le ospiti trovavano la difesa locale impreparata ed dopo una bellissima triangolazione, insaccavano in rete per il vantaggio, meritato per quanto visto in campo sino a quel momento.

Il vantaggio ospite però durava poco, solo il tempo di mettere la palla al centro che in una incursione in attacco, Melania La Vecchia suggeriva a Debora Nocent il tiro nello specchio della porta avversaria che gonfiava la rete per l’immediato pareggio.

Passa solo un minuto che Debora Nocent restituisce il favore alla compagna: a seguito di un calcio d’angolo, suggeriva la palla a Melania La Vecchia che dal limite dell’aria sparava un tiro in rete per il vantaggio bianconero.

Con le ospiti in attacco e le bianconere che con un palo colpito da Giulia De Gasperis, legittimavano il vantaggio, l’arbitro  chiudeva la prima frazione di gioco.

Il secondo tempo iniziava con le ospiti in attacco con l’intenzione di riagguantare il pareggio, ma l’attenta difesa bianconera negava loro ogni possibilità.

Con le ospiti sbilanciate in attacco era Debora Nocent che con azione fulminea trafiggeva il portiere per il doppio vantaggio bianconero.

A questo punto le ospiti si buttavano in attacco assediando la porta bianconera con diverse azioni, tutte sventate dal portiere bianconero, ma accorciavano prima con un tiro dal limite e subito dopo pareggiando i conti con un con un tiro da centrocampo che dopo aver colpito la parte interna della traversa, si  insaccava in rete.

Il pareggio non veniva digerito dalle bianconere che con il doppio vantaggio pensavano già di aver portato a casa l’intera posta in palio, per cui con tutto l’organico si portavano in attacco, tanto da insaccare la sfera in rete al 28° con un bel fraseggio tra Melania La Vecchia ed Alice Forlini, con la palla spinta in rete ad opera di quest’ultima per quel vantaggio tanto sofferto, tenuto con le unghie e con i denti sino al triplice fischio del direttore di gara.

Mister Di Poce a fine partita così commentava: “E’ stata una vittoria sofferta più del dovuto.  Sapevamo di affrontare una squadra che veniva a farci visita con il punteggio ancora all’asciutto, e quindi motivata per un risultato positivo. Hanno espresso un buon calcio, avrebbero meritato qualche cosa in più, ma le bianconere sono state brave a capitalizzare ogni azione per portare a casa questa vittoria.

Ora ci attende un lungo periodo di pausa propedeutico, che ci permetterà di recuperare diverse bianconere sino ad ora ferme al palo per infortuni rimediati nel corso della faticosa preparazione precampionato, effettuata magistralmente da Sanela Urbano, infatti contiamo sul recupero Giada Colucci e della baby bomber Francesca Cancelli che spero potranno essere utilizzate già  nella prossima trasferta a Fondi.

Voglio anche evidenziare il grande lavoro svolto dal preparatore dei portieri Rolando Di Lorenzo, per quanto mostrato sino ad ora da Elisa Cencia chiamata a difendere la nostra porta.”

24 ottobre 2018 0

In attesa del secondo turno casalingo continua l’impegno delle atlete del Vis Sora

Di admin

SORA – “Dopo il debutto casalingo che è coinciso con la prima vittoria stagionale, l’ambiente bianconero del Vis Sora 07 C5 femminile, gode di un buon momento di serenità con lo sguardo rivolto sia alla classifica, che al prossimo incontro sempre in casa ove affronterà la nuova società ASD Antonio Palluzzi di Priverno, che  dopo due giornate si trova ancora al palo”.

Lo si legge in una nota della società del Vis Sora.

“I due risultati attenuti sino ad oggi, sono il frutto di un sapiente lavoro di tutto lo staff della società che in precampionato ha lavorato duro per allestire una rosa all’altezza della situazione. C’è da dire che diverse  atlete che avevano dato la disponibilità di vestire la casacca bianconera, alla fine hanno preferito accasarsi altrove, in altre categorie, con tornei più tranquilli che si disputeranno in abito provinciale. Come è noto, la Vis Sora 07 C5 femminile, si trova a rappresentare l’intera provincia di Frosinone in un torneo di serie D della FIGC.

C’è da riflettere sul perché in provincia di Frosinone troviamo un torneo femminile, indetto ed organizzato da altra federazione con ben quattordici squadre ciociare, mentre in quello FIGC solo una società ha risposto all’appello. Questa è la riflessione posta ai dirigenti del comitato regionale al quale però non abbiamo ricevuto risposta. Il Vis Sora 07 C5 Femminile, si trova quindi a giocare tutte in trasferta in provincia di Latina con un aggravio di costi di gestione che in fase di preventivo precampionato aveva anche fatto balenare l’ipotesi di un abbandono. Bisogna dare atto però che sono state le atlete bianconere che hanno fortemente voluto rimanere e giocare sino in fondo in questo Campionato.

In questo inizio di torneo le atlete bianconere hanno dimostrato sino ad ora che l’impegno c’è e ci sarà fino alla fine. A loro va il plauso della dirigenza e di tutta la città di Sora.

Più volte è stato scritto che per le atlete e per la società l’obiettivo è quello di giocare con il massimo impegno per ben figurare e di portare in alto i colori della città di Sora e di arrivare ad esprimere un bel gioco per divertirsi e per divertire i tifosi che seguono la squadra. L’analisi verrà fatta alla fine del campionato, ora si va  avanti partita dopo partita, punto dopo punto per gli obiettivi prefissati.

Proseguono intanto le sedute di allenamento con tutta la rosa a disposizione per un altro incontro casalingo e per un risultato positivo che non deluderà i tifosi che verranno presso la palestra V. Gioberti in Sora, per gridare “Forza Sora”.

22 ottobre 2018 0

Vittoria casalinga per le bianconere del Vis Sora, sotto di un goal, rimontano e vincono

Di admin

SORA – Un risultato che, oltre ai punti fa morale quello di sabato per le ragazze del Vis Sora che hanno battuto per 4 a 2 le avversarie del Don Bosco Gaeta.

“L’incontro aveva inizio con le bianconere del Vis Sora subito in attac con conclusione prima di Alice Forlini e successivamente di Debora Nocent che per ben due volte si vedeva la sfera ribattuta dall’estremo difensore ospite”.

Lo si legge in una nota della società Vis Sora.

“Nonostante i ripetuti attacchi bianconeri, a seguito degli sviluppi di un calcio d’angolo le ospiti passano inaspettatamente in vantaggio. Era il capitano Clizia Spignese che deviava all’angoletto basso la palla per la gioia incontenibile degli ospiti.

Le bianconere locali dopo aver metabolizzato lo svantaggio si buttano a capo fitto in attacco con una serie di occasioni tutte sventate per la bravura dell’estremo difensore ospite che le neutralizzava. All’11° l’occasione d’oro per le ospiti per raddoppiare. Con una bella azione da manuale, andavano al tiro, ma era il portiere bianconero Elisa Cencia che  da posizione ravvicinata negava il goal.

L’episodio metteva la scossa alle bianconere, le quali dopo circa un minuto, con una Melania La vecchia in grande spolvero, su suggerimento del portiere batteva il portiere ospite con un violento tiro che gonfiava la rete per un pareggio meritato.

Galvanizzate dalla rete del pareggio, le bianconere continuavano ad attaccare, impensierendo le ospiti le quali dopo un buon avvio mostrano qualche cedimento, permettendo alla locali di sfiorare il vantaggio sempre ad opera della solita Melania La Vecchia.

Con le locali protese a difendere il risultato, finiva la prima frazione di gioco.

Il secondo tempo riprendeva con le bianconere protese in attacco e dopo alcune prove, prima con Margherita Di Battista e successivamente con Debora Nocent, passavano in vantaggio con una rete identica alla precedente. Era Melania La Vecchia che ricevuto il passaggio dal portiere bianconero insaccava in rete per quel vantaggio tanto sofferto.

La reazione ospite non si faceva attendere, tanto che si sbilanciavano in avanti permettendo alle bianconere di sfiorare la rete. Nonostante lo scampato pericolo le ospiti si portavano caparbiamente in attacco e sugli sviluppi di ennesimo calcio d’angolo pervenivano ad un pareggio meritato sino a quel momento.

Raggiunto il pareggio le ospiti cercano di tenere in mano la partita, ma erano le bianconere, a cui il risultato di parità andava stretto, a farsi avanti per raddrizzare l’incontro.

A circa cinque minuti dal fischio finale, il direttore di gara decretava il sesto fallo in sfavore delle  bianconere con il conseguente tiro libero. Alle ospiti si presentava una occasione ghiotta per portare a casa l’intera posta, ma l’incaricata al tiro, spediva sulla traversa la palla che poi era preda del portiere bianconero Elisa Cencia.

Lo scampato pericolo metteva le ali ai piedi delle locali, le quali sul capovolgimento di fronte, due minuti dopo,  Melania la Vecchia, suggeriva ad Alessia Tomei il tiro, che si  insacca a fil di palo per il vantaggio.

L’incontro sembrava ormai concluso con le ospiti che nonostante la buona volontà non riuscivano a passare, trovando sulla propria strada la bianconera Giulia De Gasperis che nulla concedeva.  Sembrava tutto concluso, ma sullo scadere c’era anche il tempo per Alice Forlini di portare a quattro le reti per le bianconere, con un calcio di rigore, a seguito di un fallo subito da Melania La Vecchia, realizzava, strappando applausi a scena aperta.

Con le bianconere sempre in attacco il direttore di gara chiudeva l’incontro per la vittoria della squadra di casa.

Alla vigila dell’incontro le bianconere sapevano che avrebbero trovato una squadra molto giovane, ben messa in campo, per cui Mister Di Poce le aveva caricate a mille per affrontare con la mentalità giusta la partita. Anche questa volta le bianconere erano passate in svantaggio, ma erano state brave a ribaltare il risultato ed a portare a casa l’intera posta in palio”.

“Era una vittoria che volevamo per non perdere il contatto con la vetta. –così riferisce Mister Di Poce-  Siamo scesi  in campo agevolati, conoscendo il risultato delle altre partite del girone, quindi il mostro impegno è stato maggiore. Ora ci attende un altro incontro casalingo contro una squadra che non conosciamo, motivo quindi per non perdere la concentrazione per un altro risultato positivo.”

19 ottobre 2018 0

Controllo antidroga, denunciato 20enne di Sora

Di admin

SORA – Ieri sera gli agenti del Commissariato di Sora hanno espletato, insieme a delle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine “Lazio”, un servizio straordinario di controllo del territorio volto al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Nelle maglie delle verifiche poste in essere dagli operatori del Settore Anticrimine, che si erano concentrati nel pattugliare il centro cittadino ed i luoghi di abituale ritrovo dei giovani, è finito un ventenne sorano che è stato trovato in possesso di 5 dosi di stupefacente tipo hashish, già pronte per lo spaccio. I successivi accertamenti svolti presso il domicilio del giovane hanno permesso di rinvenire una ulteriore rilevante quantità di sostanza della medesima tipologia.

Il ragazzo è stato quindi deferito alla Procura della Repubblica di Cassino per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nell’ambito del servizio sono stati controllati 32 veicoli, 74 persone e sono state elevate 5 contravvenzioni al Codice della  Strada.

11 ottobre 2018 0

Frode e riciclaggio tra Sora e Londra per 5,5 milioni, denunciate 16 persone

Di admin

SORA – La Guardia di finanza di Frosinone ha scoperta una frode fiscale per oltre 5,5 milioni di euro da parte di una società esterovestita per 5,5 milioni denunciando 16 persone. Le complesse e articolate indagini svolte dai militari della Guardia di Finanza di Sora – durate per più di un anno – hanno consentito di far emergere un sofisticato sistema di frode fiscale attraverso il quale alcuni imprenditori, oltre a frodare il fisco, avevano realizzato una truffa nei confronti di istituti di credito attraverso una società fittiziamente trasferita in Gran Bretagna ma con sede operativa e gestionale in Sora.

In particolare le Fiamme Gialle hanno appurato che alcuni imprenditori, mediante la presentazione alle banche di crediti insussistenti per un valore di oltre 2,8 milioni di euro, ricevevano l’immediata disponibilità di denaro sui conti correnti di una società sorana, che successivamente veniva prelevato per fini propri. Gli stessi, per non onorare i debiti contratti e sottrarsi alle azioni di responsabilità amministrativa, civile e penale, provvedevano, nel tempo, a simulare una serie di operazioni societarie mediante la cessione di quote a prestanomi (l’ultimo dei quali di nazionalità slovacca), vari cambi di amministratori (l’ultimo dei quali di nazionalità slovacca), modifica della denominazione, nonché tre trasferimenti di sede (il primo dei quali dall’Italia alla Gran Bretagna e gli altri due nella capitale inglese), oltreché l’occultamento delle scritture contabili e l’omissione delle dichiarazioni fiscali (sia in Italia che in Gran Bretagna). Le indagini esperite hanno evidenziato che tutti gli assets societari erano rimasti nelle mani degli stessi imprenditori sorani e che, di fatto, l’attività societaria era proseguita nella sede di Sora mediante l’interposizione di soggetti apparentemente terzi. Infatti, la sede londinese del soggetto giuridico fraudolentemente trasformato in società di diritto britannico, rappresentava una mera domiciliazione strumentalmente costituita per aggirare le norme fiscali nazionali, atteso che gli elementi raccolti dimostravano la sussistenza dei requisiti di residenza fiscale nel territorio dello Stato italiano. A conclusione delle attività ispettive, venivano deferiti alla Procura della Repubblica di Cassino 16 soggetti responsabili, a vario titolo, di diversi reati contro il patrimonio, di riciclaggio aggravato dalla transnazionalità, oltreché di reati tributari dovuti all’omessa presentazione delle dichiarazioni fiscali ed all’occultamento delle scritture contabili. Da inizio anno sono già 8 le indagini concluse dalla Guardia di Finanza di Frosinone nel settore di riciclaggio e reimpiego di denaro sporco, che hanno portato alla denuncia di 57 persone e all’individuazione di importi e valori del reato di riciclaggio per oltre 39 milioni di euro.

25 settembre 2018 0

Truffa alle assicurazioni, 55enne di Sora aveva 13 polizze senza saperlo

Di admin

SORA – Aveva intestate a sua insaputa ben 13 polizze assicurative. La 55enne di Sora è tra le vittime di una truffa ai danni di una compagnia di assicurazione cscoperta nel corso di una indagine svolta dalla Squadra Mobile di Savona e che ha portato all’arresto di 10 persone.

Nello specifico la donna, nei primi mesi dell’anno, nei pressi del Distaccamento Polizia Stradale di Sora, aveva sporto denuncia contro ignoti a seguito di una “visita” da parte di un investigatore privato ingaggiato dall’Ufficio Antifrode di una nota compagnia di assicurazioni, poiché a suo nome vi erano 13 polizze stipulate con documenti di riconoscimento con il suo nome ma con foto diverse.

La circostanza rientra in una frode alla compagnia di assicurazione di ampio spettro nel quale sono state sporte analoghe denunce in altre città d’Italia e per le quali la Questura di Savona stava svolgendo indagini, che si sono concluse come detto con l’arresto dei presunti responsabili.

17 settembre 2018 0

Vanta amicizie con i “Casamonica” per estorcere soldi a coetaneo, arrestato minorenne a Sora

Di admin

BROCCOSTELLA – I carabinieri di Sora hanno arrestato a Broccostella un minorenne di Sora per il reato di estorsione in danno di un altro minore. Alcuni giorni prima la vittima, durante una partitella di calcio, era stato avvicinato dal reo che lo minacciava con frasi del tipo: “lo vedi il mio amico? È uno dei Casamonica. Se non mi dai dei soldi finisci male”.

La vittima, intimorita, gli consegnava quello che aveva in tasca in quel momento, esattamente la somma di 40euro. Convinto di aver trovato una fonte di reddito “sicura”, sabato sera il giovane malvivente ha avviato un altro contatto con la vittima, chiedendo stavolta, sempre sotto minaccia,  la somma di altri 20 euro. Il ragazzo però, ha preso tempo e ha avvisato i Carabinieri che hanno organizzato l’incontro, l’ora ed il luogo. All’appuntamento però, oltre la vittima, il giovane ha trovato anche i militari che lo hanno arrestato in flagranza di reato.

Nel corso della perquisizione personale all’interno di una tasca gli è stata trovata una dose di hashish, pertanto è stato anche segnalato alla Prefettura di Frosinone ai sensi dell’art.75 del D.P.R. 309/1990.  Dopo le formalità di rito, l’arrestato è stato tradotto presso un Centro di Prima Accoglienza di Roma.

14 agosto 2018 0

Spiderman per amore. Scala una palazzina per parlare con la compagna

Di redazione

Aveva trovato un modo rapido e sicuramente sensazionale per riuscire a parlare con la sua compagna, ma evidentemente non ha pensato alle conseguenze. È la storia di un giovane di Sora che si è arrampicato fino al terzo piano di una palazzina, usando i discendenti delle canale di gronda dell’edificio, con l’intento di introdursi all’interno dell’abitazione dei genitori della compagna che rifiutava di incontrarlo. Nonostante la fidanzata non intendesse incontrarlo, l’uomo ha cercato in ogni modo di raggiungerla. Alcuni persone, esterrefatte dalla condotta del novello spiderman, allertavano immediatamente il 113: diramata la nota alla Volante, prontamente intervenuta sul posto. Il giovane veniva quindi deferito all’A.G.. Foto d’archivio