Categoria: Villa Latina

24 aprile 2018 0

Denunciato dal Nas e dalla Asl un imprenditore agricolo per “sfruttamento del lavoro”

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

VILLA LATINA –  I Carabinieri della locale Stazione di Atina, unitamente ai colleghi del N.A.S. di Latina e dell’ASL di Sora, nell’ambito di predisposti servizi tesi a verificare l’osservanza delle norme cui sono sottoposti i titolari delle aziende di allevamento di ovini e caprini, hanno proceduto al deferimento in stato di libertà di un 58enne del luogo, titolare di un’azienda sita in Villa Latina, per il reato di “sfruttamento del lavoro”. 

Nel corso dell’attività svolta i militari operanti hanno rilevato gravi carenze igienico-sanitarie nella struttura adibita alla lavorazione del latte per cui hanno disposto l’immediata sospensione dell’attività produttiva. I Carabinieri, inoltre, hanno verificato la presenza nell’azienda di dodici cani, sprovvisti di microchip identificativo, e di due cittadini di nazionalità rumena che dichiaravano di prestare attività lavorativa presso l’ azienda, senza aver mai sottoscritto un regolare contratto, lavorando 17 ore giornaliere, percependo vitto e alloggio senza alcun compenso. Per tali inadempienze  i militari operanti hanno proceduto ad elevare rispettivamente una violazione amministrativa di duemila euro e procedere al deferimento in stato di libertà a carico del titolare dell’azienda per la violazione del reato di sfruttamento del lavoro.

2 aprile 2018 0

Il passaggio della stazione spaziale cinese nei cieli ciociari. Salvi i barbecue

Di admin

VILLA LATINA – Una lettrice, Barbara D’Agostino da Villa Latina, ci ha inviato questa bellissima foto scattata ieri, domenica 1 aprile, alle 19,42 e ritrae uno dei frammenti della stazione cinese mentre sorvolava i cieli della Ciociaria. Questa storia ci ha tenuto tutti con il fiato sospeso e il naso puntato per aria, pronti a intercettare pezzi in arrivo dritti dritti dallo spazio. Sul telefono, già memorizzato il numero della Protezione Civile, che ci aveva avvertito di tenerci ad una distanza non inferiore a 30 metri, perché quei frammenti sarebbero stati ricoperti di una sostanza altamente nociva. Eravamo preparatissimi a questa evenienza anche noi italiani, seppure le possibilità che quella stazione si schiantasse sul nostro territorio si aggirava attorno allo 0.2%. Meglio essere prudenti, dobbiamo aver pensato. Del resto, il rischio riguardava una giornata particolare: quella delle scampagnate all’aperto, delle grandi riunioni, delle braciate fino all’ultimo sangue. E finalmente oggi possiamo tirare un sospiro di sollievo: la stazione è planata in mare aperto nel sud del Pacifico, non ha cagionato danni particolari e, soprattutto, i bracieri sono salvi e possiamo dare allegramente inizio ai banchetti per i quali – ammettiamolo – più di ogni altra cosa eravamo stati seriamente in pensiero.

Palma Lavecchia

19 dicembre 2017 0

Maxi multa e sequestro per Frantoio di Villa Latina alimentato abusivamente con fontanile comunale

Di admin

VILLA LATINA – Un frantoio alimentato con acqua prelevata abusivamente dal fontanile comunale e che scaricava la sansa su un terreno è stato sequestrato a Villa Latina dai carabinieri del Nas.

Gli uomini del capitano Felice Egidio, a conclusione di un’ispezione presso il frantoio, in collaborazione con i colleghi del comando stazione e dei carabinieri Forestali del posto , hanno accertato che per il processo produttivo veniva impiegata acqua potabile approvvigionata tramite allaccio abusivo ad un fontanile comunale pubblico con lo smaltimento illecito, sul terreno adiacente, delle acque di vegetazione e dei liquami originati dal deposito delle sanse tenute anche su terreno nudo.

Inoltre, sono state riscontrate delle carenze igienico-strutturali all’interno dei locali di lavorazione, per le quali personale dell Asl di Frosinone fatto intervenire disponeva la sospensione dell’attività produttiva. Per le violazione di natura penale sono stati sottoposti a sequestro preventivo il frantoio ed il terreno agricolo di circa un ettaro. I titolari del frantoio sono stati deferiti per i reati di natura ambientale e furto. Il valore della struttura sequestrata ě di 500mila euro.

27 febbraio 2017 0

Centrale a Biomasse a Villa Latina, residenti sono sulle barricate

Di admin

Villa Latina – I residenti della Contrada Bianchi a Villa Latina è sulle barricate contro la costruzione in zona diq eullo che sembra essere una centrale a biomasse. Al momento sembrano esserci solo indiscrezioni ma i residenti sono certi che i lavori iniziati il 14 febbraio all’interno di un’area recintata e forte, solamente di una Scia come atto autorizzativo, sia una centrale a biomasse.

Da rappresentanti del comitato spontaneo che si è costituito appena qualche giorno fa, apprendiamo che la documentazione dell’impianto non risulta ancora essere stata depositata ne al Comune, ne allo sportello unico della Comunità Montana, ne al Genio Civile (autorizzazione sismica e calcoli strutturali). “Creazione del comitato spontaneo di cittadini – si legge nella nota redatta dagli stessi rappresentanti – serve per avere voce e per dare risposte alla cittadinanza in merito a questa vicenda visto che dal Comune in questi giorni non sono state fornite notizie e si chiama  “Comitato per la salvaguardia e la tutela del territorio di Villa Latina”.

“In primo luogo – si legge nelle nota – ci si chiede per quale motivo in un territorio come quello di Villa Latina, e più in generale della Valle di Comino che gode di ottima fama a livello naturalistico e paesaggistico, dove le principali eccellenze sono dovute alle risorse del territorio (siano esse agro-pastorali che enogastronomiche) si debba realizzare una centrale che brucia ceppato legnoso per produrre energia elettrica; inoltre quest’attività è interamente impiantata da una società privata su terreni privati che quindi ne guadagnerebbe unicamente gli introiti oltre agli incentivi statali. Il 23 febbraio è stata sequestrata parte dell’area del cantiere dalla Polizia locale per irregolarità: è stato scavato un canale di drenaggio in prossimità della platea di fondazione.

Sono state avviate procedure di indagini sulle irregolarità e sulla documentazione consegnata riscontrando difformità dalla Scia”. Il sindaco di Villa Latina avrebbe preso posizione a favore dell’impianto e, in un articolo su un locale della zona “si parla di materiale pulito, centrale controllata, posti di lavoro e acqua calda”. A questo il comitato ha replicato con un comunicato stampa in cui si legge; “Ci rattrista apprendere le parole del primo cittadino solamente dall’articolo di un giornale e non tramite un confronto, anche formale, con la popolazione; inoltre le sue dichiarazioni evidenziano la stessa linea propagandistica profusa al Comitato dalla Committenza; sembra di ascoltare un imprenditore che vuole vendere un prodotto senza preoccuparsi dei rischi; inoltre i mezzi promozionali utilizzati, offerta di posti di lavoro e acqua calda, dimostrano solamente una logica politica, e patetica, ormai agli sgoccioli.

Villa Latina è un territorio prevalentemente agricolo che basa la sua sussistenza sullo sfruttamento agro-pastorale del terreno; la Valle di Comino in generale offre un’opportunità turistica legata alla storia millenaria ed al paesaggio naturalistico. Perché rischiare di contaminare queste eccellenze? Chiediamo a tutti i cittadini della Valle di mobilitarsi e di sensibilizzare i propri amministratori in tal senso perché oggi il problema è a Villa Latina ma domani potrebbe essere di qualche altro Comune vallivo”.

28 giugno 2016 0

49enne finisce in manette a Villa Latina. Aveva appiccato il fuoco lungo il costone della montagna

Di redazione

49enne in manette. Aveva appiccato il fuoco in montagna e aveva predisposto anche un’alimentazione idonea per il rogo, ma è stato sorpreso dai carabinieri. Nello specifico ieri sera è stato arrestato a Villa Latina dai militari della Stazione Carabinieri di Picinisco. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, è stato sorpreso mentre appiccava il fuoco con un accendino lungo il costone di montagna adiacente la SR 627, tra l’altro nei pressi di un traliccio dell’alta tensione, alimentandolo in più punti della strada, con cartoni e plastica. Il focolaio veniva domato dai Vigili del Fuoco di Sora intervenuti su richiesta dei militi. L’arrestato, espletate le formalità di rito, veniva trattenuto nelle camere di sicurezza su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

17 gennaio 2016 0

Pizzicati con la droga, segnalati due giovani di Coreno ed un di Villa Santa Lucia

Di admin

SAN GIORGIO A LIRI – Questa notte a San Giorgio a Liri, i carabinieri hanno segnalato alla Prefettura di Frosinone un 22enne e un 20enne, entrambi residenti in Coreno Ausonio e un 19enne di Villa Santa Lucia, poiché controllati a bordo di un’autovettura, a seguito di perquisizione veicolare e personale venivano trovati in possesso di grammi 3,6 di sostanza stupefacente del tipo “hashish” ed una foglia essiccata di “marijuana”, il tutto sottoposto a sequestro. Nei confronti dei tre giovani, ricorrendone i presupposti di legge, veniva inoltrata altresì proposta di rimpatrio con foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno in quel comune per tre anni.

19 febbraio 2015 0

Lieve scossa di terremoto all’alba in Valcomino

Di admin

Un lieve terremoto di magnitudo 1.9 si è verificato questa mattina nella Valle di Comino tra Picinisco Settefrati e Villa Latina. La scossa è stata registrata alle ore 5 e 37 minuti e seppur di lieve entità è stata nitidamente avvertita dai cittadini. Non risultano danni a cose e persone.

13 novembre 2014 0

Violenza di genere, una casa per donne (sole o con figli) in difficoltà. Incontro con i carabinieri

Di admin

Si è svolto ieri presso la Casa di Accoglienza per donne e minori in difficoltà di Villa Latina l’incontro formativo intitolato “Il Lavoro di Rete”. L’evento nasce all’interno del progetto “Verso L’autonomia” , promosso dalla Cooperativa Sociale Risorse Donna in ATS con il Consorzio Valcomino e con il contributo delle Regione Lazio, il quale prevede l’apertura (fissata per fine novembre) di una casa di accoglienza per donne, sole o con figli, in difficoltà o vittime di violenza. La giornata di ieri ha avuto l’intento di creare un momento di condivisione e confronto tra gli operatori sociali e territoriali che operano nell’ambito della prevenzione e del contrasto del fenomeno della violenza di genere. Hanno partecipato all’incontro il Capitano Silvio De Luca, Comandante della Compagnia Carabinieri di Cassino, il Maresciallo Del Vecchio, Comandante Stazione Carabinieri di Atina, la dott.ssa Federica De Santis, Referente AIPES quale ente gestore dei servizi socio assistenziali del Distretto C, e Nadia Gabriele, infermiera di pronto soccorso dell’Ospedale SS Trinità di Sora. I lavori sono stati coordinati dalla dott.ssa Elisa Viscogliosi, Responsabile del Progetto “Verso l’Autonomia” e conclusi dal dott. Luigi Rossi, Sindaco del Comune di Villa Latina. L’incontro, rivolto alle operatrici ed alle volontarie che andranno ad operare all’interno della struttura, ha visto i relatori illustrare ruoli e funzioni di ciascun soggetto, cercando di definire delle modalità operative condivise al fine di intervenire in maniera efficiente ed efficace nel percorso di aiuto della donna. Il Capitano Silvio De Luca delineando le novità introdotte dal legislatore in tema di maltrattamenti in famiglie e stalking, tracciando un quadro sulla problematica nel territorio Cassinate ed in particolar modo si è soffermato sugli episodi trattati dal personale del Comando Compagnia di Cassino per reprimere la fenomenologia dei reati in esame, ovvero: Anno 2013: 3 persone arrestate per maltrattamenti; 3 persone deferite in stato di libertà, per maltrattamenti ed altro, alla Procura della Repubblica di Cassino Anno 2014:6 persone arrestate per maltrattamenti in famiglia; 5 divieti di avvicinamento; 2 ammonimenti. A fine giornata è emerso un quadro rassicurante della situazione; la legge oggi fornisce strumenti utili ed efficaci per la prevenzione ed il contrasto dei reati di maltrattamenti in famiglia e stalking, gli operatori delle forze dell’ordine sono pronti a costruire con la donna e con le altri parti sociali un percorso di uscita dalla violenza che consenta realmente di proteggere donne e minori in difficoltà e di non lasciarli soli tra le larghe maglie della giustizia. Fondamentale in questo senso la collaborazione con i servizi sociali e con il Centro Antiviolenza di Villa Latina il quale si occuperà di accompagnare la donna nel percorso di aiuto attraverso una serie di servizi, interamente gratuiti, che riguarderanno l’ascolto ed il supporto psicologico, la consulenza legale, l’ospitalità in struttura, l’accompagnamento ai servizi, laboratori di orientamento e reinserimento lavorativo e tante altre attività che verranno illustrate nel corso dell’inaugurazione.

Un sistema locale e provinciale che lavora unito verso un unico obiettivo: combattere la cultura della violenza e restituire alle donne ed ai bambini vittime sicurezza, serenità e libertà.

24 marzo 2014 0

Arrestato dai carabinieri cittadino rumeno colpito da mandato d’arresto europeo

Di redazionecassino1

I carabinieri della Stazione di Atina, nell’ambito di specifici servizi per il controllo del territorio, programmati dal Comando Compagnia e tesi alla prevenzione e repressione dei reati in genere ed in particolare contro il patrimonio (ville, case isolate ecc.) nonché alla captazione di soggetti di interesse operativo tramite Posti di Controllo e vigilanza in zone ritenute sensibili, traevano in arresto un cittadino rumeno poiché, nel corso di un controllo, risultava colpito da un “mandato di arresto europeo ” per i reati di: “furti organizzati o con l’uso delle armi, commessi in Romania. L’arrestato, dopo le formalità di rito, veniva associato presso la Casa Circondariale di Cassino.

14 luglio 2013 0

Terremoti, scossa di magnitudo 2.1 nel cassinate

Di admin

Una scossa di magnitudo 2.1 è stata registrata alle 16 e 5 minuti dai sismografi dell’istituto di geofisica e vulcanologia nel distretto sismico “zona Cassino” ad una profondità di 9,5 chilometri. Il terremoto, nel raggio di dieci chilometri, è stato localizzato tra i comuni di Aquino, Atina, Belmonte Castello, Casalattico, Casalvieri, Castrocielo, Colle San Magno, Piedimonte San Germano, Roccasecca, Terelle, Villa Latina e Villa Santa Lucia.