Categoria: Fondi

17 luglio 2018 0

Prodotti fitosanitari gestiti in maniera abusiva, sequestri per 700mila euro

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FONDI – I Carabinieri del N.A.S. di Latina hanno denunciato il responsabile legale di un deposito di rivendita di prodotti per l’agricoltura posto nell’ambito dell’agro di Fondi.

Infatti i militari comandati dal capitano Egidio Felice hanno scoperto che l’uomo aveva attivato, in un capannone di circa 300 mq, un cospicuo deposito di prodotti fitosanitari senza avere richiesto la prevista autorizzazione sanitaria dei locali che erano inoltre privi dei requisiti di profilassi e di sicurezza previsti dalle specifiche norme a tutela dei lavoratori e dell’ambiente.

Oltretutto, l’approfondito controllo, ha permesso di sottoporre a sequestro circa 14.500 Kg di prodotti fitosanitari gran parte dei quali non potevano essere commercializzati né utilizzati perché con etichettatura di sicurezza non conforme alla vigente normativa e con autorizzazione, all’impiego sulle colture, revocata dal Ministero della Salute. Il valore complessivo del capannone e dei fitosanitari sequestrati supera i 700 mila euro.

Il responsabile della ditta sarà inoltre sanzionato amministrativamente con una cifra complessiva di oltre 6.000 euro.

29 maggio 2018 0

Attira una bambina di 9 anni su un prato a Fondi e tenta di violentarla, arrestato 26enne

Di admin

FONDI – Ieri sera gli agenti della Polizia di Stato ha arrestato per tentata violenza sessuale un giovane fondano di 26 anni che ha tentato di violentare bambina di appena nove anni, avvenuta al centro di Fondi.

Intorno le ore 17.30 è giunta al 113 la richiesta da parte di una donna, in forte stato di agitazione, che lamentava un tentativo di violenza ai danni della propria figlioletta di nove anni, perpetrata da un giovane già noto alle forze dell’ordine, mentre la bambina era intenta a rientrare a casa dal doposcuola.

Immediatamente il personale in servizio di “Volante” del Commissariato di Fondi, si è recato sul luogo indicato dalla madre della minore alla ricerca del giovane che intanto si era allontanato dal posto cercando di far perdere le proprie tracce. Soltanto in seguito ad una vasta battuta della zona da parte degli operanti, il giovane è stato individuato nei vicoli antistanti l’anfiteatro, semi nascosto tra le autovetture in sosta.

La minore spontaneamente, sebbene spaventata, ha riferito agli Agenti operanti che il ragazzo con una scusa l’aveva bloccata, trattenuta per i polsi sul selciato e, dopo essersi disteso su di lei, le alzava il vestitino mimando un rapporto sessuale. Tale aggressione è stata vanificata dalla bambina che stringendo le gambe, ha iniziato ad urlare opponendosi con forza al contatto fisico e richiamando l’attenzione dei passanti che hanno messo in fuga l’aggressore.

Il giovane fermato è stato quindi condotto negli uffici del Commissariato di P.S. per gli accertamenti di rito, è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, in considerazione del suo stato di salute, di concerto col P.M. di turno dr. Miliano della Procura della Repubblica di Latina.

21 maggio 2018 0

Accoltella la moglie a Fondi, arrestato 37enne

Di admin

FONDI – I carabinieri della locale tenenza, a conclusione di spedita attività investigativa, hanno arrestato, nella flagranza dei reati di  maltrattamenti in famiglia – lesioni personali aggravate e tentato omicidio F. D. 38enne di nazionalità albanese, residente a Trentola Ducenta (Ce).

L’uomo, alle 16.30 circa, al culmine di una violenta lite sorta per ragioni connesse con l’affidamento dei figli minori, dopo essersi armato di un coltello a serramanico della lunghezza complessiva di 26 centimetri circa, ha attinto con diversi fendenti la sua ex moglie 37enne anch’ella di nazionalità albanese, residente a Trentola Ducenta (Ce), di fatto domiciliata a Fondi (lt). La donna è stata tempestivamente soccorsa da personale del 118, e trasportata presso il servizio di pronto soccorso dell’ospedale civile di Terracina, ove le è stata riscontrata una ferita lacero contuse alla regione latero cervicale da arma da taglio.

L’arrestato è stato associato presso la casa circondariale di latina.

3 maggio 2018 0

On line capi di abbigliamento contraffatti, denunciato il rivenditore e Finanzieri a caccia dei clienti

Di admin

LATINA – La guardia di Finanza di Latina ed in particolare i militari della Compagnia di Fondi su delega della Procura della Repubblica di Napoli, hanno individuato, attraverso una indagine sui social network, una rete di distribuzione di imitazioni di capi di abbigliamento dei più famosi brands nazionali ed esteri.

Attraverso una “vetrina virtuale,” un giovane, residente a Napoli, gestiva un’illecita attività di vendita di capi di abbigliamento contraffatto che gli ha permesso di incassare, nell’arco di un anno, oltre 70mila euro: sulla bacheca venivano mostrati i capi ed indicati i prezzi, dopodiché l’acquirente interessato inviava un messaggio al numero indicato sulla pagina web richiedendo il prodotto visionato che veniva spedito solo dopo aver proceduto al pagamento della merce mediante accredito con carta di credito.

Le approfondite indagini disposte dalla Procura Partenopea consentivano di ricostruire i flussi finanziari, le modalità di spedizione ed i destinatari delle merci contraffatte.

Nel corso della perquisizione domiciliare eseguita dai militari della Compagnia di Fondi presso l’abitazione dell’indagato, sono stati rinvenuti alcuni pacchi già pronti per la spedizione ed è stata individuata una nuova “vetrina” per la commercializzazione dei prodotti contraffatti con l’indicazione di una diversa utenza telefonica.

Le indagini hanno permesso di denunciare l’autore del reato e consentito di individuare l’estesa rete di acquirenti privati e rivenditori distribuiti in tutta Italia.

14 marzo 2018 0

Falsa perizia per chiedere il dissequestro del frantoio a Fondi, denunciato proprietario e geometra

Di admin

FONDI – Hanno presentato una falsa perizia con cui hanno ottenuto dal tribunale di Latina il dissequestro del frantoio a cui i carabinieri Forestali avevano apposto i sigilli per gravi irregolarità.

Si tratta di due persone, un geometra e il titolare del frantoio di Fondi, che i carabinieri del Nas di Latina hanno denunciato per frode processuale in concorso.

Gli accertamenti effettuati dagli uomini del capitano Egidio Felice presso la struttura produttiva, già sottoposta, intorno fine dell’anno 2013, a sequestro preventivo (ex art.321 C.P.P.) dagli stessi militari del Nas di Latina per la violazione di sigilli apposti in precedenza da personale del Corpo Forestale dello Stato (per avere scaricato abusivamente i reflui della lavorazione delle olive), hanno  consentito di appurare che il titolare del frantoio non aveva mai effettuato i lavori di adeguamento strutturale la cui esecuzione gli era stata intimata dall’Autorità Sanitaria, contrariamente a quanto attestato documentalmente. Gli indagati sono stati quindi accusati di aver redatto una falsa perizia e di averla presentata in Tribunale al fine di ottenere il dissequestro del frantoio.

 

15 febbraio 2018 0

Pronto ad uccidersi se gli avessero riscontrato la malattia, 78enne fermato in ospedale con pistola

Di admin

FONDI  – Armato di pistola si è recato presso un poliambulatorio di Fondi per svolgere un delicato esame, se i timori sullo stato di avanzamento della malattia fossero stati verificati si sarebbe tolto la vita.

Un proposito che il 78enne di Fondi aveva confessato ad un amico che per fortuna ha informato i carabinieri. I militari intervenuti lo hanno trovato nella struttura sanitaria e portava nel cappotto un revolver “smith & wesson” calibro 38, regolarmente detenuto ma con il porto d’armi scaduto di validità. Sequestrata, oltre alle pistola, anche cinque cartucce dello stesso calibro.

La successiva perquisizione domiciliare consentiva di rinvenire anche  un fucile da caccia sovrapposto cal. 12 unitamente a 45 cartucce. il tutto, anche se regolarmente detenuto, è stato sottoposto a sequestro sequestrato.

FOTO REPERTORIO

10 gennaio 2018 0

Il magazzino delle auto rubate a Fondi, ritrovate macchine per 230mila euro

Di admin

FONDI – Gli agenti del Commissariato di P.S. di Fondi, nella serata di ieri, ricevendo una segnalazione da parte della ditta Logeck Italia, la quale comunicava che un’autovettura Range Rover Sport, munita di antifurto satellitare da loro monitorata, rubata e denunciata il giorno prima a Napoli, era stata localizzata in via Molelle a Fondi.

Personale della Squadra Volante, giunto immediatamente sul posto, ha trovato, oltre al citato veicolo, altre tre autovetture di pregio, di grossa cilindrata, una Lexus modello NX300, rubata a Roma a dicembre, una Range Rover modello Evoque, rubata a Roma all’inizio dell’anno, una Range Rover modello Sport rubata a Bologna all’inizio di dicembre.

Tutte le autovetture, di un valore complessivo di circa 230.000euro, sono state sottoposte a sequestro e rimosse, per essere sottoposte ai rilievi di rito della Polizia Scientifica e restituite ai legittimi proprietari.

27 dicembre 2017 0

Si cerca la “Persona dell’anno 2017” a Fondi. Migliaia le indicazioni

Di redazione

Oltre mille indicazioni pervenute per la “Persona dell’Anno” 2017. Ma c’è ancora tempo fino a domenica 7 gennaio 2018

Un fiume di indicazioni già pervenute ai canali dell’Associazione Pro Loco Fondi: Oltre mille ricevute e quattro i nomi più votati per la quinta edizione del premio “Persona dell’Anno” 2017 riservato alle persone che si sono distinte, in qualsiasi campo e ambito, nel dare lustro alla città di Fondi o del comprensorio.

Ma c’è ancora tempo per continuare ad indicare la persona che più merita il premio attraverso il web entro domenica 7 gennaio 2018.

Per farlo si può inviare una Email all’indirizzo: info@prolocofondi.it oppure collegarsi alla pagina della Pro Loco su Facebook oppure inviare un messaggio WhatsApp al 3297764644. E anche con l’App di Telegram e Instagram.

La cerimonia di premiazione inizierà alle 9,30 di venerdì 12 gennaio 2017 all’interno dell’Auditorium comunale di San Domenico a fondi, con uno spettacolo intrattenimento.

L’evento è associato alla Banca Popolare di Fondi che promuove con la sua azione costante iniziative legate al nostro territorio.

L’iniziativa ha il patrocinio del Comune di Fondi, del Parco Ausoni e Lago di Fondi, della XXII Comunità Montana.

8 giugno 2017 0

Spaccio di droga in centro, quindi misure cautelari a Fondi

Di admin

Fondi – Quindici ordinanze di misure cautelari sono state eseguite questa mattina dai carabinieri di Terracina a Fondi nel corso di una operazione antidroga svolta con il supporto di unità Cinofili di Roma Santa Maria di Galeria. I provvedimenti restrittivi, suddivisi in 9 custodie cautelari in carcere, 2 custodie cautelari agli arresti domiciliari e 4 persone sottoposte ad obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, sono stati emessi dal G.I.P. del Tribunale di Latina, Dott. Pierpaolo Bortone, su richiesta del Pubblico Ministero della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Latina, Dott.ssa Luigia Spinelli, nei confronti di altrettanti soggetti accusati, del reato di traffico di sostanze stupefacenti.

Dal mese di marzo 2016, la Tenenza Carabinieri di Fondi, muovendo da alcuni spunti investigativi rivenienti da altra attività di indagine – incrociati anche con le specifiche denunce di avventori, commercianti e residenti del centro storico, in particolare nella zona del Corso Appio Claudio – ha raccolto interessanti elementi informativi in capo a due gruppi di criminali operanti nel territorio del Comune di Fondi, impegnati nella gestione della piazza di spaccio di sostanze stupefacenti, in particolare “eroina”.

Un attento monitoraggio dei soggetti finiti sotto la lente degli investigatori ed il successivo sviluppo dei riscontri venuti in rilievo hanno consentito, grazie anche al portato probatorio delle indagini tecniche frattanto effettuate, la piena enucleazione di identità, ruoli e schemi dei soggetti attinti dalle misure cautelari personali, molti dei quali risultavano gravati da precedenti o pendenze penali, anche per reati specifici,  nonché la fedele ricostruzione delle dinamiche di spaccio, delle rotte e dei canali di approvvigionamento delle sostanze stupefacenti.

Fondamentale è risultata la rapida comprensione del linguaggio criptico e dei particolari codici di comunicazione tra gli indagati.

Ad esempio, per meglio definire la quantità di stupefacente necessaria al fabbisogno della piazza fondana, venivano utilizzate frasi convenzionali quali “stasera siamo a cena in 10, 15 o 20?”. Mentre i luoghi in cui i soggetti si incontravano per scambiarsi lo stupefacente erano quattro, tutti ricompresi nel territorio comunale, ed erano convenzionalmente noti come “kiwi” (via Fosso di Lenola), “ulivi” (via Fianca), “fontana” (località campo Boario) e “fiume” (località via Goffa).

Sorprendente, per altri versi, si è invece dimostrata la capacità di “mutua assistenza” messa a sistema dagli indagati che, al bisogno, nella prospettiva di ovviare alla temporanea indisponibilità di stupefacente, si rifornivano reciprocamente della sostanza occorrente, dimostrando capacità gestionali e dinamiche imprenditoriali degne di migliori propositi.

Molti i riscontri obiettivi raccolti durante il periodo oggetto d’indagine. Tra questi, oltre alla denuncia in stato di libertà di alcuni soggetti del luogo, anche l’arresto di tre dei destinatari delle odierne ordinanze di misure cautelari, tra cui una donna di 45 anni e due uomini di 42 e 30 anni, colti nella flagranza del reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, nonché attività di sequestro di sostanza stupefacente del tipo eroina e di metadone.

Nel corso delle operazioni di perquisizione effettuate nell’ambito del medesimo quadro operativo, i militari operanti, inoltre, hanno arrestato uno dei destinatari della misura cautelare in carcere anche nella flagranza del reato di detenzione  sostanza stupefacente, poiché sorpreso in possesso di circa 28 grammi di marijuana e di oltre 6 grammi di cocaina.

27 marzo 2017 0

Disastro di fuoco a Fondi, incendiati tre camion e due rimorchi – IL VIDEO

Di admin

Fondi – Tre camion e due rimorchi hanno alimentato, ieri sera poco prima delle 22,  un enorme incendio in un’area di parcheggio tra via Ferrante e via Acqua Chiara a Fondi.

Tra i rimorchi c’era una cella frigorifera adibita a magazzino e una cisterna con la pompa per il gasolio. Per contenere le fiamme sono dovute intervenire quattro squadre di vigili del fuoco, quelle di Terracina, Latina, Gaeta e Castelforte, oltre ad alcune squadre di appoggio.

Indagini in corso per risalire alle cause del devastante rogo.

Ermanno Amedei