Categoria: Terracina

14 Dicembre 2018 0

Peschereccio affondato a Terracina, la barca trovata a 24metri di profondità

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

TERRACINA – Il Motopeschereccio Claudio Padre di Terracina è stato individuato a 24 metri di profondità sul fondale a circa un miglio da Terracina.

L’imbarcazione che si è inabissata questa mattina è stata trovata dagli uomini della Capitaneria di Porto di Terracina e Gaeta e dai vigili del fuoco che, insieme ad altri pescherecci, hanno battuto lo specchio di mare dove, poco prima, era stato recuperato un superstite.

Intanto nessuna traccia ancora del 63enne disperso per trovare il quale si continua a cercare.

Ermanno Amedei 

13 Dicembre 2018 0

Terracina, fucili a pompa e pistole mitragliatrici oltre a passamontagna ritrovati in un borsone vicino all’ospedale

Di admin

TERRACINA – I Carabinieri del Norm della Compagnia di Terracina hanno sequestrato una vera e propria Santa Barbara. In particolare, i militari sono stati allertati della presenza di alcuni borsoni nella vegetazione alta nei pressi del parcheggio antistante il locale ospedale Fiorini e, recatisi sul posto, hanno rinvenuto un vero e proprio arsenale costituto da un fucile a pompa, una pistola mitragliatrice, due fucili semiautomatici, 3 pistole semiautomatiche, 1 revolver, 1 bomba artigianale e due artifizi pirici, nonché passamontagna e un lampeggiante artigianale.

Già da tempo i Carabinieri erano a conoscenza dell’esistenza di alcune bande dedite a furti e rapine che avevano nella loro disponibilità armi e munizioni che sicuramente non avrebbero avuto remore ad utilizzare in prossimità delle festività natalizie nel sud pontino, a Latina e nei dintorni del capoluogo. Infatti, negli ultimi tempi sono state poste in essere diverse perquisizioni mirate e molto probabilmente i malfattori, sentendo il fiato dei Carabinieri sul collo, hanno deciso di sbarazzarsi di tutto il materiale.

I militari dell’Arma continueranno ad intensificare i controlli soprattutto in vista delle prossime festività per prevenire e reprimere reati predatori.

26 Novembre 2018 0

Voragine a Terracina, continuano le ricerche del 68enne disperso

Di admin

TERRACINA – Continuano sulla via Pontina tra Terracina e San Felice Circeo le operazioni di ricerca del 68enne inghiottito con la sua auto, ieri mattina, dalla voragine che si è aperta a causa del maltempo.

La Fiat Tipo su cui viaggiava insieme ad un 64enne riuscito a sfuggire alla trappola mortale, è stata recuperata con una autogru dei vigili del fuoco dal fondo della voragine ma del 68enne nessuna traccia.

I solco scavato dall’acqua sulla pontina è ampio circa 15 metri ed è profondo tra i 5 e gli otto metri. Coinvolta anche una seconda vettura in transito al momento del cedimento, la cui occupante è rimasta ferita ma è riuscita a mettersi in salvo. Ermanno Amedei

25 Novembre 2018 0

Voragine sulla pontina, recuperata l’auto: ancora in cerca del disperso – VIDEO

Di admin

TERRACINA – Ancora si cerca la persona dispersa questa mattina nella voragine che si è aperta sulla via Pontina a San Felice Circeo e che ha inghiottito un’auto in transito.

I rottami della vettura sono stati recuperati con l’ausilio di una autogru dei vigili del fuoco. Vigili del fuoco che hanno cercato lo scomparso fin dai primi momenti del loro intervento in zona.

La voragine è profonda circa 5 metri e interrompe la Pontina per un tratto di circa 20 metri. Un torrente che l’acqua, nella sua corsa verso il mare, si è scavata nell’asfalto.

Ermanno Amedei

15 Novembre 2018 0

Minaccia di dar fuoco alla casa se la ex non apre, arrestato a Terracina marito violento

Di admin

TERRACINA – Gli Agenti del Commissariato di Terracina hanno arrestato nella flagranza del reato di maltrattamenti in famiglia S.B. 48enne di origine indiana. L’uomo, in fase di separazione dalla moglie, aveva cercato di introdursi all’interno dell’abitazione della stessa per aggredirla, così come già aveva fatto numerose volte. Le violenze a cui, negli anni di convivenza con il marito, la donna è stata sottoposta l’avevano persuasa circa tre mesi fa a rivolgersi alla Polizia di Stato. Oltre ai soprusi sulla moglie, l’uomo noncurante della presenza della figlia di 7 anni faceva vivere nel terrore l’intero nucleo familiare. Dopo la prima denuncia sporta in Commissariato dalla vittima e le continue richieste d’intervento formulate al 113, l’aguzzino aveva deciso di allontanarsi spontaneamente dall’abitazione di famiglia. Purtroppo quella che sembrava essere una nuova pagina nel corso della vita delle due sventurate vittime si è poi rivelata solo una breve pausa. L’uomo infatti, pur non coabitando più nell’abitazione di famiglia, aveva cominciato a presentarsi ad ogni ora del giorno e della notte minacciando di dare fuoco all’abitazione se non gli fosse stato aperto. I suoi raid, finalizzati a generare terrore, erano fulminei, tanto che le Volanti del Commissariato non riuscivano a coglierlo in flagranza di reato né a rintracciarlo. A questo punto veniva predisposto un servizio a tutela delle vittime, con Agenti anche in borghese, nella certezza che l’uomo si sarebbe ripresentato presso quell’abitazione. In effetti egli si presentava di buon ora, intorno alle 7 del mattino, quando, deciso ad accedere nella casa e ad aggredire la moglie, cominciava a danneggiarne il portone d’ingresso. Deciso a tutto, pronunciava frasi che tradotte da un connazionale, vicino di casa, stavano a significare che avrebbe fatto “un cimitero”. Grazie al tempestivo intervento di due equipaggi del Commissariato l’uomo veniva colto in flagranza e bloccato. La donna e la bambina in stato di shock venivano soccorse e rassicurate. Dopo le formalità di rito il cittadino indiano veniva tatto in arresto per il reato di maltrattamenti in famiglia, imputazione per la quale annovera già precedenti specifici sempre nei confronti della moglie, quando anni addietro erano residenti in un’altra città e le sue condotte erano le medesime. In questi anni la donna, percossa con calci e pugni era finita anche in Ospedale a causa di una ferita lacero contusa che le venne suturata su una gamba quando il marito in preda ad uno dei suoi raptus l’aveva percossa con un piatto. Su disposizione dell’A.G. lo stesso verrà giudicato con rito ordinario presso il Tribunale di Latina, restando a disposizione ristretto presso la Casa Circondariale di Latina per l’udienza di convalida.

2 Novembre 2018 0

Maltempo, Salvini a Terracina per i funerali delle vittime

Di admin

TERRACINA – “Il ministro dell’Interno Matteo Salvini, domenica 4 novembre, sarà a Terracina per testimoniare la vicinanza alle popolazioni colpite duramente dall’eccezionale ondata di maltempo che in questa città ha provocato due morti”. Lo si legge in una nota del Viminale.

“Salvini sarà alle ore 10.00 nella Cattedrale di piazza Municipio dove assisterà alla Santa Messa.

Subito dopo si recherà in visita nei luoghi della città colpiti dalla tragedia (centro storico alto e centro storico basso, viale della Vittoria e piazzale Aldo Moro)”.

29 Ottobre 2018 0

Terracina, un morto ed un ferito per la caduta di alberi sulle auto

Di admin

TERRACINA – Una tromba d’aria violentissima quella che si è abbattuta su Terracina nella centralissima via Roma. Pochi minuti di inferno sono costate una vita, quella della persona rimasta schiacciata in un’auto dal peso di un grosso pino, il ferimento di una seconda persona e danni per centinaia di migliaia di euro.

Del caso se ne stanno occupando i carabinieri della compagnia di Terracina. La situazione delle strade è a tratti tragica. L’appia è ostruita in più punti e in piiù punti si è sfiorata la tragediua come sulla Migliara 45 dove un grosso albero è caduto su una autocisterna che trasportava Gpl ma colpendo il cabinato e non la cisterna.

Intanto la protezione civile della Regione Lazio ha inviato dieci quadre per liberare le strade e mettere in sicurezza le aree più colpite. Sono decine gli alberi che si sono schiantati al suolo nella sola via Roma schiacciando auto e arrecando danni a strutture.

22 Ottobre 2018 0

Incidente stradale a Terracina, ferite tre persone e una bambina

Di admin

TERRACINA – Quattro persone, tra cui una bambina di 5 anni sono rimaste ferite in un incidente stradale avvenuto oggi pomeriggio a Terracina. Il sinistro tra due auto è stato segnalato alle 14.50 sulla via Pontina al chilometro 104+400. Sul posto, dove a scontrarsi sono state una Bmw e una Volvo sono accorse unità delle forze dell’ordine e vigili del fuoco oltre ad una ambulanza del 118. L’intervento dei vigili del fuoco si è reso necessario per collaborare, con i sanitari, a far uscire le persone ferite dalle vetture, successivamente trasportate d’urgenza in ospedale, e nel contempo a mettere in sicurezza i mezzi.

18 Ottobre 2018 0

Caporalato a Terracina, arrestati due fratelli

Di admin

TERRACINA – Due fratelli di Terracina sono stati arrestati dagli agenti della questura di Latina e da quel del locale commissariato perchè accusati del reato di caporalato. Agli arresti domiciliari su ordine del Gip del tribunale di Latina sono finiti F.F. di 43 anni e A. F. di 47 anni  L’indagine ha preso avvio intorno alla metà di maggio 2018 nell’ambito del progetto “EMPACT THB. Traffico di esseri umani finalizzato allo sfruttamento del lavoro. Action Week 14 – 19 maggio 2018” coordinato dal Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato, finalizzato a contrastare le associazioni per delinquere dedite al traffico di esseri umani, con particolare riferimento allo sfruttamento del lavoro.

Il complesso delle informazioni acquisite nel corso del controllo ispettivo all’Azienda Agricola dei due arrestati, è stato funzionale all’avvio di specifica attività investigativa. Il 16 maggio u.s., infatti, personale del commissariato ha proceduto ad un accesso presso alcuni campi coltivati a cielo aperto ed in serra, ubicati in via II° Macchia di Piano in località Borgo Hermada, riconducibili ai due fratelli , ove erano presenti 7 braccianti agricoli, tra cui un irregolare sul territorio nazionale. Nella circostanza si accertavano le condizione di sfruttamento lavorativo sia per ciò che attiene l’aspetto della manodopera clandestina, sia per quanto riguarda i lavoratori assunti con contratto a tempo determinato, stante la reiterata condotta, tipica del reato in esame, desumibile dagli indici rilevatori: la sistematica retribuzione dei lavoratori in modo palesemente difforme dai contratti collettivi nazionali o comunque sproporzionata rispetto alla quantità e qualità del lavoro prestato; la sistematica violazione della normativa relativa all’orario di lavoro, al riposo settimanale, all’aspettativa obbligatoria, alle ferie; la sussistenza di violazioni della normativa in materia di sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro, tale da esporre il lavoratore a pericolo per la salute, la sicurezza o l’incolumità personale; la sottoposizione del lavoratore a condizioni di lavoro, metodi di sorveglianza, o a situazioni alloggiative particolarmente degradanti, con l’aggravante specifica: il numero di lavoratori reclutati sia superiore a tre; l’aver commesso il fatto esponendo i lavoratori a situazioni di grave pericolo, avuto riguardo alle caratteristiche delle prestazioni da svolgere e delle condizioni di lavoro. Gli ulteriori approfondimenti nell’ambito del contesto segnalato, hanno determinato la competente Autorità giudiziaria, che ha concordato con la tesi investigativa, a richiedere l’emissione dei citati provvedimenti restrittivi.

26 Settembre 2018 0

Incidente stradale a Terracina, auto esce di strada e finisce nel canale

Di admin

TERRACINA – Esce di strada e finisce in un canale che costeggia l’arteria. Così una persona, nella tarda mattinata di oggi, è rimasta ferita nell’incidente stradale avvenuto a Terracina in via Capo dei Bufali in località Borgo Hermada. Il sinistro è avvenuto alle 11 circa e ha visto coinvolta la sola Renault su cui viaggiava il ferito.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco ma al loro arrivo il ferito era già stato estratto dall’auto e trasprotato in ospedale. Con l‘autogru, invece, la macchina è stata recuperata e messa in sicurezza.