Categoria: Comuni Provincia di Roma

13 Aprile 2019 0

Lazio Scherma di Ariccia, Oro e Bronzo per Mignuzzi al campionato del Mondo Under 20 di Sciabola

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

ARICCIA – “Il Carabiniere Giacomo Mignuzzi, allenato dal Maestro Gianni Castrucci della Lazio Scherma, è tornato dal Campionato del Mondo Under 20 di sciabola maschile con due medaglie al collo!”

Lo si legge in una nota della società LAzio Scherma di Ariccia.

“A Torun, in Polonia, Giacomo ha vinto la medaglia di bronzo individuale e l’oro nella competizione a squadre, insieme ai compagni Lorenzo Roma, Luca Fioretto e Michele Gallo.

Nella gara individuale il forte sciabolatore ha dimostrato di possedere una notevole capacità tecnica e ha sconfitto due atleti di Honk Kong, Lee Chak Fung Terence e Hoi Chun Chang, l’ungherese Lehel Gyorgy, il thailandese Voragun Srinualnad, un assalto piuttosto complicato disputato con un ottimo atleta; conquistato l’accesso alla semifinale, vincendo contro il belga Arne De Ridder con un netto 15-8, si è dovuto arrendere al portacolori della Romania George Dragomir.

Emozionante, a due giorni di distanza dalla prova individuale, la finale a squadre con il carabiniere di Ariccia protagonista in pedana nella conquista della medaglia d’oro, intenzionato a bissare il risultato di Verona dello scorso anno.

La vittoria sulla forte squadra russa 45 a 43 ha permesso all’Italia di salire sul gradino più alto del podio.

Grazie allo streaming in tempo reale è stato possibile tifare in diretta al Palariccia, assaporando minuto per minuto tutte le emozioni di questi assalti “mondiali”.

Grande la soddisfazione per questo duplice risultato della scuola Emmanuele F.M.Emanuele da parte del Maestro Giovanni Castrucci, del Preparatore Atletico prof. Alessio Passerini, di tutto lo staff della Sciabola e della dirigenza della Società di Ariccia”.

10 Aprile 2019 0

Incidente stradale a Bologna, muore 25enne di Velletri

Di admin

VELLETRI – È morto mentre tornava a Velletri da Bolzano dove risiedeva. Il 25enne originario della città dei Castelli è morto in un incidente stradale avvenuto sull’A1 tra Bologna e Firenze in direzione sud. Era o circa le 8.30, questa mattina, quando la sua auto, una Peugeot, ha tamponato un tir.

Un impatto violento con il corpo del giovane rimasto incastrato senza vita tra i rottami dell’auto e il mezzo pesante. Illeso il suo cane, un labrador che lo accompagnava dovunque.

I rilievi sono stati effettuati dagli agenti di polizia stradale.

9 Aprile 2019 0

Incidente stradale sull’A1 a Zagarolo, feriti 6 ragazzini francesi in gita con pullman

Di admin

ROMA – Alle 13 circa, sull’Autostrada A1, direzione sud, al km 671 altezza comune di Zagarolo, un incidente stradale ha visto coinvolto un pulmino che trasportava bambini francesi, tra i 10/11 anni, un’auto e un autoarticolato.

Sul posto due squadre dei vigili del fuoco del comando di Roma con il supporto della autogrue. L’autostrada è rimasta a lungo chiusa per permettere di prestare soccorso ai feriti.

Feriti lievemente 6 dei 24 ragazzi più due accompagnatori, diretti a Napoli per una gita scolastica. Immediatamente sono stati attivati i soccorsi medici per trasportare in ospedale i feriti. Al contempo la sala operativa  dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Polizia di Stato ha inviato un pullman con colori d’istituto della Polizia di Stato, che scortato da una volante del commissariato Romanina, si è recato sul luogo teatro degli eventi, per mettere in sicurezza gli altri ragazzi coinvolti e trasportarli presso la Caserma della Polizia Stradale. Qui i giovani sono stati ospitati e rifocillati, nonché rassicurati e tranquillizzati dopo il trauma patito dall’incidente.

Sono stati contattati alcuni dei referenti del progetto “Scuole Sicure” della Polizia di Stato, i quali, giunti sul posto hanno fornito ausilio psicologico ai minori. Tutte le attività di soccorso e coordinamento sono stati costantemente condivise con la Gendarmeria Francese presso l’Ambasciata.

4 Aprile 2019 0

Ancora un morto sulla linea ferroviaria Roma Cassino, treni fermi a Valmontone

Di admin

VALMONTONE – Ancora un morto sulla tratta ferroviaria Cassino Roma. La lista delle tragedie si è allungata questa sera alle 19.15 altezza della stazione di Valmontone dove due squadre di vigili del fuoco del comando di Roma con il supporto del carro sollevamenti, sono intervenute per una  persona deceduta sotto il treno in transito.

La vittima è di sesso maschile ma non si hanno altre notizie , al momento linea ferroviaria bloccata in entrambi i sensi. I disagi per i pendolari, quindi, si ripeteranno anche stasera. Un periodo nero per quella tratta e per chi la percorre quotidianamente.

29 Marzo 2019 0

Velletri, picchia la compagna e le ruba la borsa rompendogli l’auto: arrestato 37enne

Di admin

VELLETRI – Il giorno prima l’ha picchiata e il giorno dopo le ha rotto l’auto rubandole anche la borsa. Per questo V. A. 37 anni di Velletri è stato arrestato dagli agenti del commissariato di Velletri indagato dei reati di lesioni, danneggiamento e furto. Ieri mattina in tribunale, nell’udienza di convalida il Gip, oltre a convalidare l’arresto, ha anche confermato la misura cautelare degli arresti domiciliari.

L’uomo, ex convivente di una 52enne residente ad Ariccia, non accettava l’idea che il rapporto tra i due si fosse deteriorato e che lentamente si stava sgretolando. Sabato mattina la donna ha chiamato la polizia dal parcheggio del Mc Donald su viale dei Volsci a Velletri perché il suo ex oltre a danneggiarle l’auto lasciata poco prima in quel parcheggio, le aveva anche rubato la borsa che era nell’abitacolo.

Gli agenti del commissariato Veliterno diretto dal vice questore Liliana Galiani prontamente intervenuti, hanno raccolto la denuncia in cui la donna ha raccontato anche che quell’uomo, la sera prima, l’aveva picchiata e mostrando i segni delle violenze subite. In poco tempo l’uomo è stato rintracciato e dopo le verifiche del caso, è stato associato agli arresti domiciliari che, ieri mattina, il Gip del tribunale di Velletri ha confermato come misura cautelare.

Un preoccupante escalation di violenza interrotto dalla polizia prima di arrivare a rischiare l’irreparabile.

Ermanno Amedei

29 Marzo 2019 0

Cacciatore morto in Scozia, la prossima settimana Marco Cavola torna a Lariano

Di admin

LARIANO – Franco Cavola rientrerà in Italia tra martedì e giovedì. La salma dell’imprenditore 42enne di Lariano morto in Scozia lunedì scorso è stata dissequestrata e affidata ai parenti che sono arrivati mercoledì sera a Dundee.

Ieri, la moglie, il cognato e il fratello della vittima dell’incidente di caccia hanno potuto visitare il luogo della tragedia, il capanno nella tenuta di Rossie dove Marco e il suo amico erano appostati in attesa dei colombacci quando il colpo fatale partito accidentalmente dal fucile del suo amico lo ha raggiunto alla nuca.

“E’ ridotto ad uno straccio”, così i parenti della vittima hanno definito l’amico di Marco. “Non parla e piange in continuazione”. Intanto questa mattina l’uomo è tornato in Italia ma non si sa se a Lariano o se in un altro posto.

Ermanno Amedei

27 Marzo 2019 0

Incidente di caccia in Scozia, muore imprenditore 42enne di Lariano

Di admin

LARIANO – Lariano in lutto per la morte di Marco Cavola, l’imprenditore 42enne rimasto ucciso in un tragico incidente di caccia in Scozia. L’uomo, noto imprenditore e titolare di una ditta edile di Lariano, era partito domenica insieme a due amici e concittadini, diretti in una riserva di caccia nei pressi di Dundee in Scozia.

Sarebbero dovuti rimanere lì fino a venerdì. Lunedì, però, si è verificata la tragedia. Il suo amico, e compagno di caccia avrebbe accidentalmente esploso un colpo di fucile mentre erano appostati nel capanno in attesa dei colombacci.

Un colpo che ha centrato alla nuca Cavola uccidendolo all’istante. Immediatamente sul posto sono arrivati i soccorritori e gli agenti di polizia che hanno iniziato a verificare i racconti dei testimoni. Non ci sarebbero dubbi sul fatto che la tragedia sia il frutto di un incidente di caccia ma le indagini procedono. Questa mattina sono partiti per la scozia i parenti sia della vittima per riportarla a casa, sia dell’atro uomo che ha necessità di assistenza legale.

Ermanno Amedei

27 Marzo 2019 0

Al Campionato Regionale Under 14 splendono le medaglie della Lazio Scherma Ariccia

Di admin

ARICCIA – “Due titoli regionali, 3 argenti, 4 bronzi e diversi piazzati: eccellenti risultati per gli Under 14 della scuola di scherma “Emmanuele F.M. Emanuele” di Ariccia!”

Lo si legge in una nota della Società Sportiva Lazio Scherma di Ariccia.

“I due importanti titoli sono stati conquistati da Camilla Rizzello nella cat. Bambine Sciabola e da Martina Guerrieri nella cat. Ragazze Spada: Camilla ha strappato il titolo alla sua avversaria all’ultima stoccata con grinta e tecnica… in una finale al cardiopalma, mentre Martina è tornata a casa anche con la coppa del vicecampione nella categoria Allieve.

Il Settore Sciabola si conferma nei risultati: Francesco Pagano ha condiviso il terzo gradino del podio con il compagno Angelo Formiconi, mentre Filippo Monteferri si piazza al 6° nella cat. Ragazzi/Allievi; Gabriele Blasi Bronzo nella cat. Giovanissimi.

Fra le Bambine sorprende Rachele Margutta che, alla gara d’esordio e con meno di un mese di scherma nelle gambe, si piazza al 5° posto; mentre Alice Calabresi è 7a fra le Ragazze/Allieve e Beatrice Perugini 8a nelle Giovanissime Sciabola.

Il Settore Spada è in grande crescita: oltre alla bravissima Martina Guerrieri, Clelia Settimelli ottiene il Bronzo nella cat. Ragazze/Allieve; Maria Clara Quattrini e Leonardo D’Agostino sono Vicecampioni Regionali nella categoria Giovanissimi femminile e maschile; nella stessa categoria Alessio Capitani è 6°.

Tanti, tantissimi gli assalti persi per una sola stoccata.

Tanti gli assalti persi per l’accesso ai primi 8.

Tanti, tantissimi i miglioramenti riscontrati dai Tecnici in tutte le categorie!

È mancato sicuramente un pizzico di fortuna in più, ma questi risultati confermano l’eccellenza della scuola di Ariccia!

Ora testa e cuore alla 2^ prova nazionale, in vista del Campionato Italiano di Riccione”.

25 Marzo 2019 0

Aggrediti dal proprio pitbull a Lanuvio, padre e figlio in ospedale

Di admin

LANUVIO – Momenti di terrore, ieri pomeriggio in via Passo della Corte a Lanuvio quando un pitbull maschio si è rivoltato contro i padroni azzannandoli e costringendoli al ricovero in ospedale. Tutto è accaduto alle 18 circa quando il proprietario degli animali, un 60enne, è intervenuto per salvare un molosso femmina dall’aggressione del maschio.

L’animale ha mollato la cagna e ha aggredito il 60enne azzannandolo più volte. In difesa dell’uomo è arrivato il padre 80enne rimediando anche egli zannate, fino a cercare riparo, insieme alla nuora, in un box. Sul posto sono immediatamente intervenuti i carabinieri di Lanuvio e la radiomobile di Velletri, oltre agli operatori del 118.

Con il cane ancora libero, e l’anziano chiuso nel box con la donna, sono dovuti intervenire i vigili del fuoco del distaccamento di Velletri che hanno forzato la serratura permettendo ai sanitari di soccorrere il ferito. L’80enne ha riportato ferite per 30 giorni di prognosi, il figlio per 10 giorni. Il cane è stato prelevato dai veterinari della Asl e sottoposto a profilassi in un canile a Marino.

 

24 Marzo 2019 0

Centauro morto a Velletri, Ieri l’ultimo saluto a Daniele (Foto e Video)

Di admin

VELLETRI – Lacrime, dolore e rombi di motori, ieri mattina in cattedrale a Velletri per la morte di Daniele Picarazzi, il centauro 24 enne morto martedì sera in un incidente stradale su via Vecchia Napoli a Velletri.

Ieri mattina in chiesa, casco sotto la braccio, c’erano tutti i suoi amici bikers che, all’uscita della bara, lo hanno salutato con il rombo delle loro motociclette, quel rumore che era la vera passione di Daniele. Nessuno ha risparmiato i motori tanto che almeno in un caso la moto ha “fumato” (causa una carenatura troppo vicina al tubo di scappamento).

Poi tutti in corteo per accompagnare Daniele nell’ultimo tratto di strada, quello che separa la Cattedrale dal Cimitero.

Ermanno Amedei