Categoria: Velletri

10 agosto 2018 0

Indagini e preghiere a Velletri per la bambina investita davanti al nido famiglia

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

VELLETRI – Una intera comunità, quella velliterna in ansia per le sorti della piccola di 18 mesi investita martedì scorso da un’auto nel parcheggio della casa famiglia in via Marco Finlandese.

Dal Bambin Gesù di Roma dove è stata ricoverata ed operata per lo schiacciamento della scatola cranica dovuto all’impatto con l’auto arrivano notizie di un quadro clinico molto compromesso ma stabile. La bimba è in coma farmacologico e si attende qualche segnale di ripresa. Significa che è stato fatto tutto ciò che poteva essere fatto; adesso bisogna aspettare e, chi vuole, pregare.

Intanto le indagini degli uomini del commissariato di Velletri continuano per stabilire responsabilità e dinamiche. Al momento la polizia ha denunciato per lesioni stradali la 27enne alla guida della Bmw che ha investito la piccola nel parcheggio, ha sequestrato l’auto, il parcheggio e l’intera struttura. C’è ancora da stabilire cosa sia successo. Di certo c’è che a trasportare in ospedale a Velletri la piccola è stata la stessa donna a bordo della Bmw.

La dinamica resta ancora al vaglio degli inquirenti e non si esclude nessuna delle ipotesi tra le quali quella secondo cui la piccola sia stata investita mentre gattonava nel parcheggio, con la parte posteriore dell’auto in retromarcia. Ma la domanda che tutti si pongono è cosa ci facesse una bambina così piccola incustodita in un’area in cui circolavano auto.

Detto questo, la speranza è che la bimba si svegli dal suo sonno e che possa tornare a crescere e vivere la sua vita.

Ermanno Amedei   

Foto tratta da web

7 agosto 2018 0

Bambina investita a Velletri davanti al nido, indagata per lesioni stradali la donna alla guida dell’auto

Di admin

VELLETRI – La bambina di 18 mesi investita questa mattina a Velletri nel parcheggio di un nido per l’infanzia in via del Marco Finlandese è in condizioni disperate. Nella tarda mattinata, al Bambino Gesù di Roma dove è stata trasferita d’urgenza, è stata sottoposta ad un delicato intervento per tentare di limitare i danni procuratole dallo schiacciamento della scatola cranica. Le sue condizioni sono molto gravi.

Ad investirla sarebbe stata nel parcheggio del nido, una Bmw guidata da una mamma che stava portando al nido il proprio figlio. Immediatamente soccorsa la piccola è stata trasportata in ospedale a Velletri. Sedata, intubata, la piccola in stato di incoscienza è stata trasferita a Roma. Del caso se ne stanno occupando gli agenti del commissariato di Polizia di Velletri che hanno indagato per lesioni stradali la donna alla guida della Bmw. L’auto è stata sequestrata e si indaga per tentare di capire cosa ci facesse la piccola, di appena 18 mesi, all’esterno della struttura.

Ermanno Amedei

7 agosto 2018 0

Investita da auto davanti al nido a Velletri, grave bimba di 18 mesi

Di admin

VELLETRI – Una bambina di appena 18 mesi è stata investita da un’auto, questa mattina a Velletri, davanti al nido.

La piccola ha riportato ferite giudicate serie e, per questo, gli operatori del 118, dopo averla soccorsa, hanno chiesto l’intervento di una eliambulanza che è atterrata sul campo sportivo.

Alle 10.30 circa il velivolo di emergenza è decollato di nuovo con il piccolo a bordo diretto al Bambino Gesù di Roma. La dinamica dell’incidente è al vaglio dei carabinieri della compagnia di Velletri.

aggiornamento

Ermanno Amedei

2 agosto 2018 0

Il timer fa scattare l’ora della morte, folgorati e uccisi due uomini a Velletri

Di admin

VELLETRI – In un sol colpo, ieri sera a Velletri, la falce della morte ha mietuto due vittime. Sono quella di Marco Alfano, 55 anni di Velletri e Zigur Bendas 48 anni, albanese di origine ma con cittadinanza italiana.

Ad uccidere entrambi lasciando gravemente ferita da ustioni la moglie di Alfano è stata una scarica elettrica che si è propagata sul ponteggio del cantiere dell’abitazione degli Alfano in via Padella a Velletri. Questa mattina avrebbero dovuto montare degli infissi e per questo, ieri sera alle 21 circa, i due uomini sono saliti sul ponteggio per agevolare le operazioni odierne. Da una prima ricostruzione il primo a cadere folgorato è stato Bendas.

Alfano deve aver capito che si trattava di una scarica elettrica e avrebbe staccato il contatore della sua abitazione pensando che da lì provenisse. Quando si è appoggiato alla struttura per soccorrere l’amico, però, la scarica lo ha folgorato a sua volta. Ferita gravemente anche la moglie. I soccorsi sono stati tempestivi ma non hanno potuto far nulla fino a quando i tecnici non hanno messo in sicurezza la zona scollegando ogni sorgente elettrica possibile. Solo allora i corpi sono stati rimossi. Resta da capire da dove sia partita la scossa assassina.

Sotto la lente è finito il lampione della pubblica illuminazione fissato alla parete della casa a contatto con la struttura metallica del ponteggio. Durante le ore diurne nessun operaio era rimasto ferito ma la tragedia si è consumata alle 21 circa, dopo le 20.30, l’orario in cui il timer fa scattare l’interruttore per alimentare i lampioni della zona e, quindi, anche quello sospettato. Al momento, però, le indagini sono in corso e l’intero cantiere è stato sequestrato dai carabinieri della compagnia di Velletri che stanno indagando sull’accaduto.

Ermanno Amedei 

17 luglio 2018 0

Autoarticolato si ribalta e travolge una macchina

Di admin

GENZANO – Un grosso camion che trasportava breccia per l’edilizia si è ribaltato nel primo pomeriggio di oggi in via Montecagnolo a Genzano Erano circa le 15.30 quando l’autoarticolato, per cause imprecisate si è capovolto ai margini della strada coinvolgendo una recinzione, una tettoia e un’auto in sosta. Ferito il conducente tir.

Sul posto sono arrivate due squadre dei vigili del fuoco con il supporto di autogrue. L’incidente ha causato forti rallentamenti alla circolazione stradale e al momento si viaggia su una sola carreggiata.

15 luglio 2018 0

Scomparso da ieri, 72enne di velletri ritrovato morto sotto al trattore capottato

Di admin

VELLETRI – Era scomparso ieri sera e di lui, non si avevano più tracce e questa mattina è stato ritrovato morto..

L’allarme lanciato dai parenti del 72enne di Velletri è stato da subito raccolto dai carabinieri della compagnia di Velletri i cui uomini hanno iniziato immediatamente le ricerche che si sono protratte per tutta la notte.

Questa mattina l’epilogo: il corpo dell’uomo è stato ritrovato in un campo in via della Caranella, nella zona di Sole e Luna, ucciso dal ribaltamento del suo trattore mentre lavorava un appezzamento di terra di sua proprietà.

Con tutta probabilità l’incidente sarebbe avvenuto ieri ma la zona, poco frequentata, ha permesso il ritrovamento del corpo solamente questa mattina.

Ermanno Amedei 

20 giugno 2018 0

VIDEO – A Velletri 725 Allievi carabinieri giurano fedeltà alla Patria davanti al ministro della Difesa Trenta

Di admin

VELLETRI – In 725 hanno giurato fedeltà alla Patria, questa mattina, presso la scuola Salvo D’Acquisto di Velletri, Sono gli allievi carabinieri del 137esimo corso intitolato a Fosco Mondini. Alla cerimonia ha partecipato il Ministro della difesa, la veliterna Elisabetta Trenta e il comandante generale dell’Arma dei Carabinieri Generale di Corpo d’Armata Giovanni Nistri. Una cerimonia sobria, spedita, ma comunque commovente che ha visto la partecipazione di una folla commossa di amici e parenti degli allievi.

Il Ministro ha portato il saluto del Governo e ha ricordato l’importanza dei carabinieri nella società e, quindi, delle scuole che li formano.

Il generale Nistri ha invece ricordato il significato del Giuramento e degli alamari, ma soprattutto, ha ricordato il grande sacrificio dei carabinieri nel correre rischi per contrastare il crimine. Dall’inizio dell’anno, sono stati 582 i militari rimanere feriti nel corso dei servizi.

Nel video entrambi gli interventi.

Ermanno Amedei

6 giugno 2018 0

Famiglia di usurai arrestata a Velletri, ecco (VIDEO) dove nascondevano i soldi

Di admin

VELLETRI – Padre, figlio, figlia, nuora e cognato, oltre ad una sesta persona estranea al nucleo familiare, avevano messo su a Velletri una vera e propria agenzia di servizi finanziari illegale; in poche parole, secondo le indagini svolte dai carabinieri della compagnia veliterna, erano usurai dato prestavano soldi applicando tassi di interesse del 20% su base mensile. Questa mattina i sei sono stati arrestati dai carabinieri che hanno eseguito i provvedimenti restrittivi degli arresti domiciliari emessi del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Velletri.

I provvedimenti arrivano a seguito di una complessa attività di indagine condotta dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Velletri, iniziata nel mese di giugno 2017, che ha permesso di disarticolare il sodalizio criminale operante nell’area dei Castelli Romani, ove piccoli imprenditori, commercianti e liberi professionisti per sopravvivere alle proprie difficoltà economiche, nell’impossibilità di accedere al sistema creditizio “regolare”, ricorrevano a prestiti usurari.

Gli esiti investigativi hanno permesso di accertare: l’esistenza di un’associazione per delinquere finalizzata all’usura e all’esercizio arbitrario dell’attività finanziaria, in quanto ciascuno dei 6 associati con compiti diversi e ruoli ben definiti, provvedeva a determinare le condizioni dei prestiti, fissare i tassi d’interesse, concordare i piani di rientro, procacciare nuovi “clienti”, recuperare materialmente le somme dalle vittime, detenere la contabilità ed il denaro contante riscosso;

l’utilizzo di una terminologia telefonica cripitica ed in codice, evidenziando capacità delinquenziale;

l’erogazione di somme di denaro gravate da elevati tassi d’interesse, anche pari al 20% su base mensile;

richieste alle vittime di pagamenti degli interessi fino a 1.000,00 euro settimanali;

forme di pagamento in compensazione ai versamenti in denaro; quando alcune vittime non potendo versare le intere somme, provvedevano in qualità di artigiani a riparazioni di autovetture in maniera “gratuita” a favore degli indagati;

forme di condizionamento delle vittime affinchè non dichierassero agli investigatori i reali termini dei prestiti e dei piani di rientro;

un volume d’affari di circa mezzo milione di euro, somma complessivamente versata a titolo d’interesse su prestiti ricevuti dal 2012 al 2017 dalle 22 vittime accertate;

la disponibilità di capitale contante pari a 198.150,00 € sequestrato (già nel mese di ottobre 2017) presso le abitazioni degli indagati, nonché di 276.707,56 € (sequestrati preventivamente nel mese di novembre 2017 su disposizione della Procura di Velletri) depositati su 5 conti correnti, 4 polizze bancarie e 7 fondi di investimento intestati agli indagati ed oggetto di sequestro preventivoscaturito all’esito di complessi accertamenti patrimoniali (per complessivi 474.857,56 €); elementi questi incompatibili con le condizioni economiche degli stessi e con l’intento di un normale risparmiatore di tenere da parte somme di denaro.

Nelle quasi 400 pagine del provvedimento cautelare, costituito da 21 capi di imputazione, vengono contestate le aggravanti di aver commesso i reati in danno di soggetti in forte stato di bisogno e/o esercenti attività imprenditoriale, professionale o artigianale, inducendo talune delle vittime a fallimenti d’impresa o a vendere all’asta appartamenti di proprietà a seguito di pignoramento.

16 maggio 2018 0

Volontari al lavoro per ripulire area in cui vive un branco di cani a Velletri

Di admin

VELLETRI – “Domenica 13 maggio è stata una giornata di bellissimo esempio civico, protezione e amore per gli animali.

È stata ripulita la zona di via della Caranella dove vive, libero, un branco di cani, pacifici e ben accuditi. Gli animali erano costretti a vivere tra rifiuti e sporcizia, a causa soprattutto dell’inciviltà di alcuni individui che utilizzavano quell’area per l’abbandono dei rifiuti”.

Lo si legge in una nota dell’associazione “I gatti e i cani di Velletri”

“In tanti hanno collaborato per ottenere un risultato eccezionale che riflette l’attenzione che parte della comunità veliterna ha per i cani e i gatti.

Adesso l’area è stata ben sistemata, resa pulita e accogliente, con nuove e confortevoli cucce per i nostri amici a quattro zampe.

Ringraziamo la volontaria Alessia Pisciarelli che ha organizzato e curato l’evento coinvolgendo tante belle persone; con la collaborazione del gruppo «Adotta una strada di campagna», delle volontarie de «I gatti e i cani di Velletri», del dottor Roberto Cortese, di Jennifer, della comunità alloggio «la Quiete», del gruppo giovani dell’associazione «Baha’i “Gianni Ballerio”», di Christian, di Milvia, di Alessandro, di Orietta e di Paola.

Un ringraziamento speciale va alla Volsca Ambiente per il prezioso  supporto che ha fornito con personale e mezzi che hanno provveduto a ritirare i rifiuti che erano stato abbandonati.

Ognuno ha contribuito come ha potuto; insieme abbiamo raggiunto un bel traguardo con l’obiettivo di tutelare il territorio e gli animali”.

16 maggio 2018 0

Manutenzione straordinaria al manto sintetico e alle tribune del campo sportivo di Velletri

Di admin

VELLETRI – “Dopo i lavori eseguito sugli spogliatoi, lunedì mattina è stato aperto il cantiere per la manutenzione straordinaria del campo B per renderlo moderno e sicuro. Una buona notizia per le associazioni e i tanti cittadini che quotidianamente usufruiscono della preziosa struttura sportiva alla quale viene dedicata la massima attenzione”.

Lo si legge in una nota del comune di Velletri.

“L’opera prevede l’installazione di erba sintetica di ultima generazione, la sostituzione della tribuna con una nuova e lavori complementari tra cui quelli per le canalizzazioni esterne, e il rifacimento del drenaggio del campo.

I lavori mettono in luce l’impegno dell’amministrazione che ha accolto l’appello delle associazioni sportive che avevano segnalato la necessità di affrontare questo intervento di manutenzione. Nella stagione elettorale che stiamo vivendo è bene sottolineare i fatti anziché dar voce alle sterili polemiche pubbliche che hanno il solo fine di squalificare la Città.

I lavori avranno una durata di due mesi e sono stati pianificati in questo periodo per consentire la riprese dell’attività agonistiche della prossima stagione. Comunque, è stata garantita la funzionalità dell’impianto anche durante i lavori per consentire alla società sportive, che ringraziamo per la fattiva collaborazione, lo svolgimento dei loro impegni anche utilizzando, temporaneamente, il Campo A. Presenti all’apertura del cantiere il consigliere regionale on. Daniele Ognibene e gli assessori comunali Marcello Pontecorvi e Orlando Pocci”.