Categoria: Velletri

10 Aprile 2019 0

Incidente stradale a Bologna, muore 25enne di Velletri

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

VELLETRI – È morto mentre tornava a Velletri da Bolzano dove risiedeva. Il 25enne originario della città dei Castelli è morto in un incidente stradale avvenuto sull’A1 tra Bologna e Firenze in direzione sud. Era o circa le 8.30, questa mattina, quando la sua auto, una Peugeot, ha tamponato un tir.

Un impatto violento con il corpo del giovane rimasto incastrato senza vita tra i rottami dell’auto e il mezzo pesante. Illeso il suo cane, un labrador che lo accompagnava dovunque.

I rilievi sono stati effettuati dagli agenti di polizia stradale.

29 Marzo 2019 0

Velletri, picchia la compagna e le ruba la borsa rompendogli l’auto: arrestato 37enne

Di admin

VELLETRI – Il giorno prima l’ha picchiata e il giorno dopo le ha rotto l’auto rubandole anche la borsa. Per questo V. A. 37 anni di Velletri è stato arrestato dagli agenti del commissariato di Velletri indagato dei reati di lesioni, danneggiamento e furto. Ieri mattina in tribunale, nell’udienza di convalida il Gip, oltre a convalidare l’arresto, ha anche confermato la misura cautelare degli arresti domiciliari.

L’uomo, ex convivente di una 52enne residente ad Ariccia, non accettava l’idea che il rapporto tra i due si fosse deteriorato e che lentamente si stava sgretolando. Sabato mattina la donna ha chiamato la polizia dal parcheggio del Mc Donald su viale dei Volsci a Velletri perché il suo ex oltre a danneggiarle l’auto lasciata poco prima in quel parcheggio, le aveva anche rubato la borsa che era nell’abitacolo.

Gli agenti del commissariato Veliterno diretto dal vice questore Liliana Galiani prontamente intervenuti, hanno raccolto la denuncia in cui la donna ha raccontato anche che quell’uomo, la sera prima, l’aveva picchiata e mostrando i segni delle violenze subite. In poco tempo l’uomo è stato rintracciato e dopo le verifiche del caso, è stato associato agli arresti domiciliari che, ieri mattina, il Gip del tribunale di Velletri ha confermato come misura cautelare.

Un preoccupante escalation di violenza interrotto dalla polizia prima di arrivare a rischiare l’irreparabile.

Ermanno Amedei

25 Marzo 2019 0

Aggrediti dal proprio pitbull a Lanuvio, padre e figlio in ospedale

Di admin

LANUVIO – Momenti di terrore, ieri pomeriggio in via Passo della Corte a Lanuvio quando un pitbull maschio si è rivoltato contro i padroni azzannandoli e costringendoli al ricovero in ospedale. Tutto è accaduto alle 18 circa quando il proprietario degli animali, un 60enne, è intervenuto per salvare un molosso femmina dall’aggressione del maschio.

L’animale ha mollato la cagna e ha aggredito il 60enne azzannandolo più volte. In difesa dell’uomo è arrivato il padre 80enne rimediando anche egli zannate, fino a cercare riparo, insieme alla nuora, in un box. Sul posto sono immediatamente intervenuti i carabinieri di Lanuvio e la radiomobile di Velletri, oltre agli operatori del 118.

Con il cane ancora libero, e l’anziano chiuso nel box con la donna, sono dovuti intervenire i vigili del fuoco del distaccamento di Velletri che hanno forzato la serratura permettendo ai sanitari di soccorrere il ferito. L’80enne ha riportato ferite per 30 giorni di prognosi, il figlio per 10 giorni. Il cane è stato prelevato dai veterinari della Asl e sottoposto a profilassi in un canile a Marino.

 

24 Marzo 2019 0

Centauro morto a Velletri, Ieri l’ultimo saluto a Daniele (Foto e Video)

Di admin

VELLETRI – Lacrime, dolore e rombi di motori, ieri mattina in cattedrale a Velletri per la morte di Daniele Picarazzi, il centauro 24 enne morto martedì sera in un incidente stradale su via Vecchia Napoli a Velletri.

Ieri mattina in chiesa, casco sotto la braccio, c’erano tutti i suoi amici bikers che, all’uscita della bara, lo hanno salutato con il rombo delle loro motociclette, quel rumore che era la vera passione di Daniele. Nessuno ha risparmiato i motori tanto che almeno in un caso la moto ha “fumato” (causa una carenatura troppo vicina al tubo di scappamento).

Poi tutti in corteo per accompagnare Daniele nell’ultimo tratto di strada, quello che separa la Cattedrale dal Cimitero.

Ermanno Amedei

 

22 Marzo 2019 0

Giornata della Legalitá, a Velletri 200 studenti ricordano l’agente Emanuela Loi

Di admin

VELLETRI – “Ora tocca a noi” sono le parole pronunciate da Liliana Galiani vice questore e dirigente del commissariato di polizia di Velletri, che più resteranno nelle mente dei circa 200 studenti della scuola media Mariani di Velletri che ieri mattina hanno partecipato alla giornata della Legalitá ricordando la figura di Emanuela Loi, l’agente di polizia caduta in servizio nella strage di Via D’Amelio. In via Giovannelli, davanti al commissariato di polizia che porta il nome della Loi, prima martire  della polizia di Stato, si sono ritrovati, oltre agli studenti, anche unitá cinofile, pattuglie a cavallo, agenti della stradale e la pattuglia di rappresentanza della Questura di Roma. Presenti anche il Vescovo Monsignor Vincenzo Apicella e il sindaco di Velletri Orlando Pocci che hanno partecipato al corteo con cui un picchetto ha deposto una corona di fiori davanti al monumento ai caduti in servizio. “Momenti toccanti – ha detto il vice questore Galiani – e siamo orgogliosi del fatto che gli studenti, per loro espressa volontá, abbiano voluto condividere con la polizia di Stato, ricordando Emanuela Loi, la giornata della Legalitá”.

Ermanno Amedei

12 Marzo 2019 0

Furgone sospeso a mezz’aria sui binari a Ciampino, Treni fermi e traffico in tilt

Di admin

CIAMPINO – Una bisarca che trasportava furgoni ha urtato un cavo elettrico oggi pomeriggio a Ciampino, causando la chiusura della via dei Laghi e della linea ferroviaria Roma Velletri per oltre quattro ore.

È accaduto tutto alle 16.30 quando il furgone trasportato dal camion è rimasto sospeso a mezz’aria, agganciato al cavo elettrico e a quello d’acciaio che lo sorreggeva.

Attimi di paura, poi è stata tolta la corrente e sospesa la circolazione stradale e ferroviaria. Sul posto i mezzi di soccorso mentre Trenitalia sospendeva le corse interrompendole a Ciampino, sul versante Roma e a Pavona sul versante di Velletri. Le due stazioni erano unite da pullman sostitutivi. Tutto è tornato normale dopo le 21.

11 Marzo 2019 0

Picchia la moglie e la “vende” su Internet a Rocca Priora, marito condannato a nove anni

Di admin

ROCCA PRIORA – Sembrava un classico intervento per una lite tra coniugi ma, quello compiuto il pomeriggio del 24 aprile dello scorso anno dai carabinieri del Norm di Frascati a Rocca Priora, ha svelato una vicenda intrisa di violenza, droga, sfruttamento della prostituzione che a distanza di poco meno di un anno è culminata con una sentenza di condanna in primo grado a nove anni di carcere per il marito.

Quando i militari arrivarono trovarono una coppia che litigava e due bambini, i loro figli, terrorizzati. Ma la denuncia che la donna presentò subito dopo essere stata refertata al pronto soccorso, dove i medici le riscontrarono lividi su tutto il corpo ed anche bruciature di sigarette, fu raccapricciante e che portò i carabinieri ad approfondire le indagini fino all’arresto dell’uomo accusandolo di violenza, violenza sessuale e istigazione e sfruttamento alla prostituzione.

Raccontò di brutali violenze sessuali, di pestaggi, fino alla sua stessa vendita su internet come un oggetto sessuale, tutto per procurarsi la cocaina di cui erano dipendenti. Nella sua deposizione in tribunale a Velletri, la vittima ha raccontato di come la situazione fosse peggiorata negli ultimi anni, fino a dover subire bestiali violenze sessuali punitive per essersi allontanata di casa nel tentativo di sfuggire al suo aguzzino da cui però doveva tornare se voleva rivedere i figli. Raccontò di come il marito pubblicava post per procacciarle clienti e anche per se stesso e come incassava i soldi delle prestazioni. Tutto fino a quel 24 aprile dello scorso anno quando ha trovato il coraggio di denunciare il suo aguzzino facendolo arrestare. Ed infatti, ammanettato e scortato da tre uomini della polizia penitenziaria del Carcere di Velletri in cui è recluso, martedì mattina il marito è entrato nell’aula del tribunale per essere ascoltato dal tribunale collegiale presieduto dal giudice De Angelis che lo avrebbe giudicato. Ha risposto quindi alle domande della pubblica accusa sostenendo di non aver mai picchiato la moglie e che quelle ecchimosi sul corpo se l’era procurate da sola o durante un rapporto sessuale con qualche suo cliente.

L’uomo ha raccontato di aver scoperto solamente nel 2017 che la moglie si prostituiva procacciandosi clienti su internet e che il lavoro nei night club non era di semplice ballerina. Da allora, però, anche perché lui disoccupato, avevano iniziato a prostituirsi insieme procacciando clienti maschi su internet fino a quando non ha scoperto il 24 aprile che il loro cliente più assiduo, quello che quando li ingaggiava in coppia sborsava 200 euro, aveva ingaggiato per tutta la notte solamente lei per ben 500 euro. Ha detto che di quell’uomo non ci si poteva fidare e che la moglie non sarebbe andata da sola e per questo è scoppiata la lite in seguito alla quale sono arrivati i carabinieri.

Nelle fasi dibattimentali, a parte gli investigatori, la vittima e gli imputati non hanno dato contributi altri testimoni per cui molto o quasi tutto il giudizio si è formato concentrandosi su quanto dichiarato dai due e sulle indagini di polizia giudiziaria

Alla fine, dopo circa un’ora di camera di consiglio il collegio ha condannato l’uomo a nove anni di carcere, quanti ne aveva chiesti la pubblica accusa e l’avvocato della vittima costituitasi come parte civile.

Ermanno Amedei  

Foto tratta da web

6 Marzo 2019 0

File anagrafe di Velletri, Amministrazione: Grazie al sito internet comunale si stampano certificati da casa

Di admin

VELLETRI – Sfruttare gli strumenti forniti da internet per semplificare il più possibile la vita ai cittadini. E’ stato detto più volte nella conferenza stampa in comune a Velletri con la quale l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Pocci ha illustrato le novità sull’anagrafe e firmando una convenzione con il Corecom per l’apertura di uno sportello nel territorio comunale di Velletri per dirimere le controversie tra i gestori telefonici e gli utenti.

I servizi dell’ufficio anagrafe offerti on line sul sito del Comune (www.comune.velletri.rm.it) non sono fruibili già da qualche tempo, ma pare che siano poco conosciuti o utilizzati dalla cittadinanza che, in questi mesi, ha affollato l’ufficio con grosse polemiche per le lunghe code di attesa.

“Molte di quelle ore trascorse ad attendere il proprio turno davanti allo sportello, la gente le avrebbe risparmiate se avesse utilizzato il portale comune stampando i certificati richiesti direttamente da casa”. Ha ribadito l’assessore Cavola che spiega come i problemi principali siano nati con l’entrata in vigore della carta di identità elettronica. I tempi per svolgere le procedure per ciascuna richiesta si aggirano intorno ai 15 minuti e comprende la scansione della foto e delle impronte digitali, quindi nel corso delle ore di apertura mattutina si calcola di poter evadere 20 richieste e altre dieci nelle ore in cui è previsto il rientro pomeridiano.

“Le file all’anagrafe per richiederlo dimostra che alla gente il documento elettronico piace – ha detto il sindaco Pocci ricordando l’importanza del front office dell’ufficio anagrafe – Oggi siamo arrivati grazie alla digitalizzazione a fare i certificati direttamente da casa e siamo tra i primi comuni ad averlo fatto”.

Un successo, quello della nuova carta di identità, però, che ha ingolfato il sistema. “Dal primo gennaio sono state rilasciate 1200 carte di identità elettroniche e 2000 certificati per una utenza stimata di circa 4mila persone – aggiunge l’assessore Cavola –  C’è gente che si è accorta solo in questi giorni di massima affluenza all’anagrafe di avere il documento scaduto da 15 anni, tanti altri che lo hanno improvvisamente smarrito, ma stiamo cercando di accelerare al massimo la procedura anche movimentando il personale, impiegando quello maggiormente motivato. Ciò che è necessario fare è sfruttare al meglio la piattaforma on line del comune. Basta registrarsi e i residenti potranno addirittura stampare certificati in marca da bollo e siamo i primi nel Lazio ad offrire questo servizio. Serve far conoscere questo mezzo che permette di fare quasi tutto da casa anche alcuni pagamenti come quello dei canoni di locazione, finanche quello della retta mensile dell’asilo comunale”.

Più internet, quindi, meno code all’ufficio anagrafe dove però ci si dovrà comunque andare per servizi, come la nuova carta di identità e le autentiche delle firme.

Ermanno Amedei

Nella foto da sinistra Giulia Vega Giorgi, consigliere comunale, Francesco Cavola, assessore servizi demografici, Orlando Pocci, sindaco di Velletri, Monica Nigro, responsabile ufficio anagrafe, Fernando Pro, respoanbile ufficio innovazione

6 Marzo 2019 0

Carnevale a Velletri in foto, Puffi, Batman e Fred Flintstone ballano sulla musica di un Papa Dj

Di admin

VELLETRI – Per l’ultimo giorno Re Carnevale ha impazzato ieri a Velletri. Una sfilata partita ieri sera da piazza Mazzini, con cinque carri allegorici ha raccolto lungo Corso della Repubblica migliaia di persone adulti e bambini, quasi tutti in maschera. La fantasia ha dato sfogo di se e lungo il Corso era possibile incontrare personaggi davvero stravaganti. Mentre un “Papa” metteva i dischi, Fred Flintstone, si cimentava in un tango con Wilma, Un cappellaio matto correva dietro ai suoi bambini mentre un gruppo di Puffi balla all’impazzata musica dance. Joker, del gruppo di Batman, faceva selfie con l’uomo ragno mentre il gruppo dei clown distribuendo caramelle ai bambini e fette di ciambellone ai grandi intonava una scanzonata “La società dei Magnaccioni” immancabile ai Castelli.

Poi tutti a piazza Mazzini per salutare Re Carnevale.

5 Marzo 2019 0

Incidente stradale in via dei Cinque Archi a Velletri, grave un 19enne

Di admin

VELLETRI – Sale su un marciapiedi, si schianta contro un muro e poi si ribalta sulla strada. E’ accaduto questa mattina ad una Ford Fiesta guidata da un 19enne di Velletri sulla via dei Cinque Archi nei pressi dell’incrocio con via dei Fienili.

Il giovane procedeva verso Velletri quando alle 10 circa la sua macchina ha improvvisamente sterzato verso destra salendo su un marciapiedi e ribaltandosi dopo aver abbattuto almeno dieci metri del muro di recinzione di una casa.

Il 19enne, soccorso dai vigili del fuoco di Velletri, è stato affidato agli operatori del 118 che, date le condizioni gravi, hanno chiesto l’intervento di una eliambulanza atterrata a poca distanza per il trasporto in ospedale a Latina.

I rilievi del caso sono stati effettuati dai carabinieri mentre gli agenti della polizia locale hanno veicolato il traffico.

AGGIORNAMENTO: I medici dell’ospedale di Latina dove il 19enne è stato elitrasportato dopo l’incidente hanno escluso le complicazioni che inizialmente erano state ipotizzate e per le quali era stata fatta intervenire l’eliambulanza. Il referto parla di circa 20 giorni di prognosi.