Categoria: Viterbo

23 maggio 2018 0

Schianto mortale nel viterbese, muore 20enne: ferita gravemente una 19enne

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

VALLERANO (Vt) – Tragico schianto, nella tarda mattinata di oggi, sulla strada Cimina nel comune di Vallerano. Il bilancio è pesantissimo Un morto e un ferito grave.

La tragedia si è consumata quando l’auto su cui viaggiava la giovanissima coppia si è schiantata, per cause ancora al vaglio delle forze dell’ordine, contro un albero. Sul posto sono immediatamente arrivati i vigili del fuoco e gli operatori sanitari. Per il conducente, un ragazzo di appena 20 anni, non c’è stato nulla da fare. Era già morto all’arrivo dei soccorsi.

La ragazza 19enne che viaggiava sul lato passeggeri è rimasta gravemente ferita.

14 aprile 2018 0

Coppia aggredita, chiusa per 15 giorni la discoteca I Cigni

Di admin

CAPRAROLA – Quindici giorni di chiusura per la discoteca I Cigni di Caprarola. I Carabinieri di Caprarola  hanno notificato alla rappresentante della società “La Nuova Due Cigni S.r.L.”, il decreto del Questore che ha disposto la chiusura del locale per quindici giorni, ai sensi dell’art. 100 del Testo Unico Leggi di Pubblica Sicurezza.

Il provvedimento è scaturito a seguito dei fatti avvenuti il  25 marzo scorso,  presso la discoteca 2 Cigni,  dove un giovane aveva subìto un’aggressione da un suo coetaneo e, nonostante l’espressa richiesta della vittima,  il personale addetto alla sicurezza  non si era attivato  per richiedere l’intervento delle Forze dell’Ordine,  né tantomeno quello del personale sanitario.

Il malcapitato veniva di nuovo aggredito  dallo stesso soggetto anche fuori dal locale,   dopo diverse provocazioni verbali da parte di quest’ultimo che, nella circostanza, aggrediva anche la sua compagna.

Sia per la prima aggressione, avvenuta all’interno del locale, che per la seconda, verificatasi all’esterno,  quindi, né il titolare, né i dipendenti  né gli addetti alla sicurezza hanno tempestivamente segnalato l’episodio alle forze dell’ordine ed al personale sanitario,   disattendendo gli obblighi  previsti dal “Protocollo d’Intesa  Territoriale in Materia di Sicurezza delle Discoteche”,  sottoscritto il 27 aprile 2017 presso la Prefettura di Viterbo, come da decreto del Ministero dell’Interno del 6.10.2009.

Quindi, per i gravi episodi occorsi all’interno del locale e all’esterno dello stesso,  aggravati  dall’aver omesso di riferire alle forze dell’ordine tempestivamente  i fatti accaduti, nonché di adoperarsi per la relativa assistenza sanitaria,   è stato adottato il  citato decreto di sospensione dell’attività  per giorni 15 (quindici) a partire dalla data di notifica del provvedimento, con contestuale ed immediata chiusura al pubblico del locale.

In relazione agli accadimenti di cui all’art. 100 del TULPS, sono in corso  ulteriori approfondimenti,  da parte della Divisione P.A.S.I. della Questura,   segnatamente  alle condotte del personale addetto alla sicurezza,  con riferimento al rispetto dei contenuti di cui al citato  protocollo.

Foto Repertorio

9 marzo 2018 0

Intossicati da stufa del piano di sotto: mamma e bimbi di 1 e 2 anni in ospedale

Di admin

VITERBO – Un bambino di un anno, la sorellina di tre e la mamma di 23 anni, cittadini domenicani residenti a Viterbo in via Cairoli sono stati trasportati in ospedale per intossicazione da monossido di carbonio.

A lanciare l’allarme sono stati i vicini di casa che, dopo aver bussato alla porta del loro appartamento al terzo piano, li hanno trovati riversi a terra.

Hanno quindi soccorso i tre e chiamato i vigili del fuoco di Viterbo che hanno individuato la causa in una stufa a pellet difettosa del piano di sotto.

7 marzo 2018 0

Incidente stradale mortale a Sutri, auto contro tir: muore automobilista

Di admin

SUTRI – Un uomo è morto questa mattina in un incidente stradale avvenuto sulla via Cassia a Sutri.

Alle 7.45 circa, si sono scontrati sul tratto di Cassia che porta a Monterosi, una Suzuki Swift e un camion. Nel violentissimo impatto il conducente dell’auto ha avuto la peggio.

Per lui, un cittadino moldavo, non c’è stato nulla da fare. Illeso il conducente del camion. Entrambi i mezzi sono usciti fuori strada e sul posto stanno ancora operando i vicigili del fuoco di Civita Castellana.

5 febbraio 2018 0

Madre e figlio disabile morti nella trappola di fuoco, tragedia a Viterbo

Di admin

VITERBO – Una madre e il figlio disabile sono morti insieme carbonizzati nell’auto andata a fuoco. Un banale incidente, il furgone guidato dal marito e padre che esce di strada e il mezzo che viene avvolto repentinamente dalle fiamme. E’ avvenuto poco dopo le 17 sulla strada Tuscanese a Viterbo in località Monterazzano.

Le vittime viaggiavano su un furgone attrezzato per trasporto disabili quando, per cause ancora al vaglio dei carabinieri, è stato avvolto dalle fiamme finendo in un fosso che costeggia la strada. Con ustioni su tutto il corpo, il conducente, padre del disabile e marito della donna deceduti è riuscito ad uscire dalla trappola di fuoco ma le sue condizioni sono disperate ed è stato elitrasportato in un ospedale di Roma.

I vigili del fuoco di Viterbo sono accorsi sul posto con più mezzi ma non hanno potuto far nulla per salvare madre e figlio. Non è chiaro se il mezzo si sia prima incendiato e poi uscito di strada o se le fiamme si siano sviluppate nell’impatto. Al momento resta inspiegabile la velocità con cui è divampato l’incendio anche perchè il mezzo era alimentato a Gasolio. Si ipotizza che nell’abitacolo vi fosse del liquido infiammabile ma resta una ipotesi tutta da dimostrare.

Ermanno Amedei

5 febbraio 2018 0

Molesta donne anziane nei campi e al market, arrestato 37enne straniero

Di admin

VITERBO – Sceglieva le vittime da molestare nei campi e nei supermercati, ma al secondo episodio, il 36enne del Bangladesh è stato individuato e arrestato. E’ accaduto a Grotte di Castro dove l’uomo risiede in un centro di accoglienza. L’8 gennaio, in località Mortaro, l’uomo ha individuato una pensionata di 66 anni in un campo agricolo,  abbassandosi i pantaloni e toccandosi le parti intime costringendo la donna a fuggire e chiedere aiuto.

Lo stesso giorno, in ore serali all’interno del supermercato Coop di Grotte di Castro, ha palpeggiato una cliente del supermercato, una cittadina italiana di 56 anni, la quale è stata costretta a chiedere l‘intervento dei carabinieri.

Le indagini dei militari dalla stazione di Grotte di Castro hanno consentito di individuarlo come colpevole e di chiederne la misura restrittiva alle valutazioni dell’autorità giudiziaria.

Ieri sera è stata eseguita la misura cautelare degli arresti domiciliari presso il luogo di residenza, emessa dal gip del tribunale di Viterbo, su richiesta della Procura della Repubblica che ha ritenuto validi e sufficienti gli elementi indiziari raccolti dai carabinieri.

 

5 febbraio 2018 0

Si ribalta camion con brecciame su Flaminia: grave automobilista 

Di admin

CIVITACASTELLANA (Vt) – Un uomo di Civitacastellana è rimasto gravemente ferito questa mattina, poco dopo le 8, per un incidente stradale avvenuto sulla via Flaminia. Il sinistro è stato causato dal ribaltamento di un mezzo pesante che trasportava brecciame.

Il camion, giunto al chilometro 30, in piena curva, si è ribaltato travolgendo l’auto. Il carico ha invaso la strada e per questo, oltre al tempo necessario per i soccorsi, è stato necessario mantenere bloccato il traffico anche per permettere la rimozione del materiale dall’asfalto.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Civitacastellana e un’autogru del comando di Viterbo.

8 gennaio 2018 0

Viterbo, due furgoni distrutti da incendio: ipotesi dolo

Di admin

VITERBO – In due incendi contemporanei ma distinti, a circa cento metri di distanza l’uno dall’altro sono andati distrutti due furgoni in località Santa Barbara a Viterbo.

L’allarme è stato lanciato poco dopo l’una e sul posto sono arrivati i vigili del fuoco di Viterbo.

I mezzi erano ad una distanza tale da poter escludere che l’incendio si sia propagato da un mezzo all’altro.

I furgoni, inoltre, appartengono a proprietari diversi, il primo ad una agenzia di traslochi, il secondo ad un commerciante cinese. Le forze dell’ordine che indagano sembrano privilegiare la pista del dolo

14 dicembre 2017 0

Due corpi ritrovati avvolti nella pellicola a Viterbo

Di redazione

Non rispondevano al telefono e, per questo, i due figli, ieri sera alle 21 hanno lanciato l’allarme. La coppia di anziani coniugi, R. F. di 79 anni e G. F. di 83 anni, genitori di tre figli, due maschi e una femmina, risiedeva nel quartiere Santa Lucia della città di Viterbo. Al loro arrivo i vigili del fuoco con l’ausilio di un’autoscala sono arrivati al primo piano e il caposquadra si è introdotto nell’appartamento entrando da una finestra. I due figli che avevano lanciato l’allarme non riuscivano ad aprire la porta perché la serratura era stata sostituita a loro insaputa. Una volta dentro i pompieri si sono trovati davanti, nella camera da letto, i due corpi esanimi avvolti in una pellicola di plastica di quelle usate per gli imballaggi. Chi lo aveva fatto, evidentemente, intendeva rallentare il processo di decomposizione e il propagarsi del cattivo odore. Immediatamente sul posto sono arrivati gli investigatori della questura. Sul corpo dell’uomo pare non vi fossero segni di violenza mentre sul cranio della donna vi era una evidente ferita infertale, quasi certamente con un attizzatoio del camino ritrovato nell’appartamento. Da una prima ricostruzione pare che il decesso di entrambi sia risalente alle 36 ore precedenti al ritrovamento dei cadaveri. Gli investigatori della polizia sono sulle tracce del terzo figlio, un 44enne disoccupato che viveva con loro e che il pomeriggio prima del ritrovamento aveva dato indicazioni vaghe ai fratelli che chiedevano informazioni su dove fossero i genitori. Immagine d’archivio

21 giugno 2017 0

Emergenza incendi, evacuate case nel viterbese: chiesto intervento protezione civile

Di admin

Viterbo – Circa 50 persone sono state fatte evacuare dai vigili del fuoco a Sant’Angelo di Roccalvecce nel Viterbese.

Un vasto incendio ha minacciato alcune abitazioni e il fumo ha invaso il centro abitato tanto che, a scopo precauzionale, i vigili del fuoco hanno fatto evacuare una decina di abitazioni. Sul posto stanno operando quattro squadre oltre a mezzi aerei.

La situazione incendi nel viterbese è complessa. Dal primo pomeriggio un vasto incendio sta interessando Montefiascone in località Madonnelle. Il rogo ha tre fronti e sta incenerendo macchia mediterranea, campi di grano e, anche in questo caso, sta minacciando abitazioni. Chiesto l’intervento della Protezione Civile.