Categoria: Cronaca

14 agosto 2018 0

Morte di Paolo Rampini. Fermata una persona

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

A Frascati, nel pomeriggio di oggi a seguito di un servizio del NORM di Pontecorvo e Stazione di Ceprano, con ausilio del NORM di Frascati, in prossimità della fermata dell’autobus di Torre Angela è stata fermata un’autovettura con a bordo un italiano e un soggetto del Mali, attenzionato a seguito della morte per overdose di Paolo Rampini, avvenuta a Ceprano il 7 agosto 2018. L’uomo originario del Mali è stato arrestato e piantonato presso ospedale Frascati per aver ingerito verosimilmente ovuli di sostanza stupefacente all’atto del controllo. Proseguono le indagini. Foto d’archivio

27 gennaio 2012 0

Scippi e spaccio di droga a Ferentino, i carabinieri arrestano due giovani

Di redazione

Offensiva dei carabinieri, un giovane di Ferentino è stato arrestato per droga e un altro di origine marocchina, residente in città, denunciato per furto. Un 21enne del luogo, dopo la perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di circa 30 grammi di hashish già suddivisa in dosi, inoltre materiale e strumenti utili per il confezionamento e in più circa 65 euro in piccole banconote, secondo quanto accertato dalla Benemerita provento dello spaccio. Il ragazzo è stato arrestato con l’accusa di detenmzione di droga ai fini di spaccio e tutto il materiale è stato sequestrato. Il denunciato a piede libero invece è l’artefice dello scippo di via Cavour. Un marocchino 19enne, che il 19 gennaio scorso lungo la centralissima via Cavour, ha preso di mira una donna 80enne del luogo. Mentre l’anziana si recava a messa nella vicina abbazia di Santa Maria Maggiore, è stata aggredita e derubata della borsa. La poveretta strattonata è caduta a terra, rimanendo ferita e finendo al pronto soccorso, mentre l’aggressore è fuggito con la refurtiva. A conclusione di indagini minuziose, i carabinieri della locale stazione sono risuciti a risalire allo scippatore che è stato denunciato a piede libero, con l’addebito di furto con strappo. Il 19enne ha evitato l’arresto per trascorsa flagranza di reato, tuttavia dovrà affrontare regolare processo. La borsa e il denaro, una decina di euro, sono stati recuperati e restituiti alla lagittima proprietaria. Aldo Affinati

20 gennaio 2012 0

Arrestati dai Carabinieri due uomini per ‘furto aggravato’ e ‘spaccio di droga’

Di redazionecassino1

Nella serata di ieri, i Carabinieri del dipendente N.O.R.M., hanno arrestato in flagranza di reato con l’accusa di furto aggravato D’ANGELO Alberto, 53enne, di Giulianova, già noto per fatti di giustizia. Erano circa le 22.00 quando D’ANGELO dopo aver scavalcato il recinto di una villetta ubicata in questa Via Nievo sradicava letteralmente la grondaia in rame della lunghezza di circa 5 mt. e, dopo averla piegata in più parti, la inseriva in un sacco dandosi a precipitosa fuga. Tutta la scena veniva notata da alcuni residenti del luogo che non esitavano a chiamare i Carabinieri di Giulianova, che immediatamente inviano sul posto tutte le pattuglie in circuito, ponendo in essere il collaudato piano di cinturazione della zona, che consentiva poco dopo di localizzare, bloccare e trarre arresto il D’ANGELO. La refurtiva rinvenuta nella sua disponibilità è stata restituita al legittimo proprietario. L’arrestato è stato trattenuto nella camera di sicurezza di questo Comando in attesa dell’udienza di convalida fissata probabilmente per la mattinata odierna. Sempre nella serata di ieri i Carabinieri di questo N.O.R.M. in collaborazione con i colleghi della Stazione di Pineto, hanno arrestato in flagranza di reato con l’accusa di detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti DIMITROV Dejan, 23enne di nazionalità bulgara, ma da qualche tempo residente a Pineto. Il giovane nel corso di una perquisizione personale e domiciliare eseguita d’iniziativa, è stato trovato in possesso di gr. 28 (ventotto) di sostanza stupefacente “marijuana” parte della quale già suddivisa in dosi, n. 38 semi della stessa sostanza contenuti in una scatola ed un bilancino di precisione, il tutto sottoposto a sequestro. L’arrestato è stato trattenuto nella camera di sicurezza di questo Comando in attesa dell’udienza di convalida fissata probabilmente per la mattinata odierna.

18 gennaio 2012 0

Denunciati dai Carabinieri due rumeni per furto di materiale elettronico

Di redazionecassino1

Nel corso della mattinata, ad Alatri, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia denunciavano in stato di libertà due romeni, domiciliati ad Acuto, per tentato furto in concorso mediante apparecchiature elettroniche. I predetti, sottoposti a perquisizione personale e veicolare, venivano trovati in possesso di un congegno elettronico, di fabbricazione artigianale, che inserito nelle fessure delle macchine slot machine riservato alle banconote permetteva di prelevare ingenti somme di monete in metallo. Presso le loro abitazioni venivano altresì rinvenuti strumenti ed attrezzature necessarie per la costruzione del congegno. Ricorrendo i presupposti di legge, gli stessi venivano proposti anche per l’irrogazione del rimpatrio con il foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno in quel comune per anni tre. Indagini in corso al fine di verificare analoghi colpi commessi in esercizi commerciali della zona.

3 novembre 2011 0

Sequestrato dai CC impianto di depurazione di un’azienda. Sversava liquami nauseabondi, segnalato il dirigente

Di redazionecassino1

Nella mattinata  i Carabinieri della Compagnia, al termine di una prolungata ed articolata attività investigativa, davano esecuzione al decreto di sequestro preventivo dell’impianto di depurazione delle acque reflue industriali e di prima pioggia dello stabilimento di una nota azienda operante nella zona industriale di quella città. Segnalato  all’A.G. competente il suo legale rappresentante per inquinamento ambientale delle acque. Il provvedimento veniva emesso dal G.I.P. del Tribunale di Frosinone su richiesta della Procura, che ha integralmente accolto le risultanze investigative raccolte dagli operanti. Tale azienda, colpita da analogo provvedimento poco meno di un anno fa, aveva poi provveduto all’adeguamento dell’impianto di depurazione sottoposto a sequestro, ottenendo, quindi, il dissequestro. Tuttavia, a seguito di varie segnalazioni di cittadini, susseguitesi nel periodo luglio – settembre u.s., i militari della Stazione di Anagni e tecnici dell’A.R.P.A. Lazio intervenivano più volte a ridosso dell’azienda per sversamenti di schiuma bianca, emanante odori nauseabondi, all’interno del Rio Mola S. Maria, affluente del fiume Sacco. La meticolosa attività d’indagine, nonché l’esito dei vari campionamenti eseguiti sulle acque, consentivano di accertare che detti scarichi provenivano da una delle linee del nuovo impianto di depurazione appena realizzato dalla ditta in argomento, che veniva pertanto utilizzato, in assenza di autorizzazioni, non per assolvere la funzione sua propria, ma per immettere – tal quali – gli inquinanti nel corso d’acqua. L’esito delle analisi permetteva, infine, di rilevare, sia nella schiuma fuoriuscita dallo scarico che nei pozzetti della linea dell’impianto, la presenza di sostanze nocive oltre i limiti tabellari consentiti.

 

 

7 ottobre 2011 0

Bloccato dalla Polizia di Stato, al casello della A1, un giovane con venti capsule di eroina

Di redazionecassino1

Proseguono i servizi antidroga sul territorio cassinate. Ieri sera è stato arrestato un giovane di 25 anni di Cassino.  I poliziotti appostati fuori l’uscita del casello autostradale A1 di San Vittore del Lazio, hanno notato una Ford Focus con a bordo due persone che alla loro vista hanno tentato un’inversione di marcia. Immediata la reazione degli agenti coordinati dal vice Questore Francesco Putortì, che sono riusciti a bloccare i due giovani appena rientrati dal noto quartiere di Scampia.   Dopo una perquisizione sono stati recuperate 20 capsule in plastica contenenti sostanza stupefacente che dagli accertamenti effettuati dalla Polizia Scientifica è risultata essere eroina, per un peso di 20 grammi e 0,50 di canapa indiana e per tale motivo il venticinquenne è stato arrestato mentre il suo amico segnalato alla Prefettura come consumatore di sostanze stupefacenti.

 

29 settembre 2011 0

Si apparta con una prostituta, ma al momento di pagare… la rapina. Arrestato un 27enne

Di redazionecassino1

È stato arrestato  sulla via ASI, un giovane 27enne che, a bordo di un’autovettura di colore blu, dopo essersi appartato e concordato il prezzo per un rapporto sessuale con una giovane prostituta di nazionalità polacca, domiciliata nel capoluogo, con minacce verbali e percosse la costringeva a consegnargli la borsetta contenente due cellulari e la somma in contante di 150€. L’uomo, dopo l’azione criminosa, si dileguava facendo perdere le proprie tracce.

L’immediata attività investigativa svolta dal personale dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Frosinone, unitamente ai colleghi della Stazione di Supino, permetteva di individuare e fermare l’autore del gesto, identificato in un 27enne di Ceprano. Nella circostanza veniva recuperata e sequestrata l’intera refurtiva nonché l’autovettura risultata intestata alla moglie.

 

20 settembre 2011 0

Fermati due rumeni per un presunto stupro ai danni di una connazionale

Di redazionecassino1

Sono stati fermati nella mattinata dagli agenti delle volanti del Commissariato di Cassino, due uomini di nazionalità rumena per un presunto stupro ai danni di una donna connazionale. Le indagini coordinate dal Vice Questore, Francesco Putortì, stanno vagliando la dinamica dei fatti, le dichiarazioni dei fermati e della vittima. Gli inquirenti stanno in queste ore acquisendo tutti gli elementi necessari a fare luce sull’accaduto non tralasciando alcuna pista e valutando tutte le ipotesi. Non si escludono ulteriori sviluppi nelle prossime ore.

19 settembre 2011 0

La Polstrada sequestra sulla A1 quarantaquattro cardellini a due bracconieri campani

Di redazionecassino1

Verso le ore 12.30 di oggi, al chilometro 667 della carreggiata Sud dell’A/1, in territorio del comune di Cassino, una pattuglia in servizio  notava transitare una Skoda Fabia, di colore grigia, con due persone a bordo che alla vista degli agenti, tentavano di eludere un probabile, controllo, nascondendosi tra i veicoli commerciali al momento in transito.

Gli uomini della Polstrada, riconoscevano i due occupanti per P.M. di anni 55 e R.S. di anni 40 entrambi di Napoli, soggetti già  noti agli Uffici di Polizia, dediti al commercio clandestino di uccelli protetti. L’autovettura veniva fermata alla progressiva chilometrica 668,500 e, da un sommario controllo eseguito all’interno del veicolo, gli operatori rinvenivano all’interno del portabagagli, stipati, sotto dei veli, numerose gabbiette contenti uccelli protetti, nella fattispecie quarantaquattro  cardellini, nonché attrezzature per la cattura dei volatili e dispositivi elettronici per il richiamo della specie protetta.

I due già noti  venivano deferiti in stato di libertà all’A.G. di Cassino per il reato di Uccellagione. Tutto il materiale veniva sottoposto a sequestro e messo a disposizione dell’A.G..

Con l’intervento del personale del Corpo Forestale dello Stato di Cassino, i cardellino venivano liberati, nella campagne adiacenti Via Cerro località  ritenuta idonea per la sopravvivenza dei volatili.

 

19 settembre 2011 0

Intensificati dalla Polizia i servizi di controllo del territorio nel week end. Bilancio: arrestato un 20enne e tre persone denunciate

Di redazionecassino1

Proseguono  incessanti i servizi di prevenzione e controllo del territorio della Polizia di Stato, intensificati nel fine settimana per far fronte alla più alta  probabilità di commissione di reati contro il patrimonio dovuta alla maggiore presenza fuori casa delle persone, incentivate ad uscire da un’estate che non sembra voler finire. 420 persone e 330 veicoli sono stati controllati dagli agenti; 50 le persone, per lo più giovani, sottoposti all’alcool test sulle strade a maggiore intensità di traffico ed, in particolare, in prossimità di locali e discoteche frequentate dai ragazzi; oltre 40 le contravvenzioni al codice della strada elevate.

I poliziotti delle Volanti hanno arrestato la scorsa notte un ventitreenne del capoluogo per lesioni, violenza,  resistenza e  minacce a pubblico ufficiale. Il ragazzo in compagnia di un suo amico, in sella ad un motorino viaggiava a fari spenti. All’alt intimatogli dai poliziotti non si è fermato. Una volta raggiunto dagli agenti non ha esitato ad insultarli e minacciarli. Il giovane, sprovvisto dell’assicurazione del veicolo e di patentino per condurlo,  accompagnato presso gli uffici della Questura per maggiori accertamenti, dalle minacce è passato ai fatti colpendo prima con uno schiaffo e poi con una testata uno degli agenti. L’aggressore, tra l’altro già noto alle forze dell’ordine,  è stato arrestato mentre il poliziotto aggredito ha dovuto far ricorso alle cure mediche. Gli agenti della Polizia Stradale hanno denunciato due campani per violazione delle norme faunistiche.Nel corso di un controllo i poliziotti hanno rinvenuto nel bagagliaio del veicolo, a bordo del quale viaggiavo i due napoletani, una gabbia con trenta cardellini nonché attrezzatura per il richiamo e la cattura dei volatili. Il materiale è stato sequestrato e gli uccelli rimessi in libertà. Un quarantene frusinate è stato invece denunciato dagli agenti della Polizia Stradale per appropriazione indebita. L’uomo, rivenditore di auto, non ha voluto restituire al legittimo proprietario una macchina precedentemente venduta ad un suo cliente, giustificandosi di non aver mai ricevuto da quest’ultimo il pagamento di quanto pattuito.