Categoria: Vetrina

15 settembre 2017 0

Lo chef Hirohiko Shoda stupisce al Bajocco Festival di Albano davanti le telecamere di Tokyo Tv

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true }); ALBANO LAZIALE – Si è svolta domenica 10 settembre la premiazione dell’evento “Dolce Bajocco 2017”, nell’ambito del Bajocco Festival 2017 ad Albano Laziale. La manifestazione, che a causa del brutto tempo è stata spostata presso palazzo Savelli ad Albano, ha visto la partecipazione del celebre chef Hirohiko Shoda, ospite varie volte presso La prova del Cuoco di Antonella Clerici e Gambero Rosso Channel sul canale 412 di Sky. All’evento presente anche una troupe della più famosa emittente Nipponica, TV Tokyo, che per l’occasione riprendeva lo chef, che sarà il prossimo protagonista della loro più celebre trasmissione divulgativa e di educazione, NAZE SOKO NI NIHONJIN, che racconta la vita quotidiana dei Giapponesi che sono emigrati in Italia e vivono nel nostro paese.
13 agosto 2017 0

Fermato su auto rubata e reagisce all’arresto, il Gip lo rimette in libertà: era andato al mare

Di admin

CASSINO – Era su una macchina rubata, ha fatto resistenza all’arresto ma, tutto sommato, lo aveva fatto “solamente” per andare al mare. Ecco perché il Gip del tribunale di Cassino, ha convalidato l’arresto per ricettazione e per resistenza a pubblico ufficiale, e ha rimesso in libertà il giovane straniero senza nessuna misura cautelare.

Il giovane era a bordo di un’auto insieme ad un altro individuo quando gli agenti del commissariato di Cassino gli hanno intimato l’alt. Un primo tentativo di fuga è fallito dato che i poliziotti li hanno raggiunti e fermati.

Il complice è riuscito a fuggire a piedi mentre il giovane poi arrestato, un cittadino di origini marocchine, anche lui intenzionato a dileguarsi, è stato immobilizzato.

La vettura era stata rubata ad Avezzano. L’arresto, quindi, è scattato per ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale e, dinnanzi al Gip di Cassino, il giovane ha sostenuto di essere andato a Napoli con l’auto rubata solamente per fare un bagno e che al ritorno ha tentato di fuggire alla polizia perché era ubriaco.

Tutto spiegato, quindi, solamente un bagno al mare e qualche bicchiere di troppo; per questo non sarebbe stato ravvisato il pericolo della reiterazione del reato, nonostante ancora a metà agosto . Il giudice, dopo aver convalidato l’arresto, per fortuna almeno quello, lo ha rimesso in libertà senza adottare nessuna misura cautelare, neanche un obbligo di dimora o obbligo di firma. Ermanno Amedei

12 agosto 2017 0

Tragico incidente stradale a Cassino, muore donna di 51 anni

Di admin

CASSINO – Un incidente stradale ha causato, all’alba di questa mattina, la morte di una donna di 51 anni e il grave ferimento di altre due persone.

Lo schianto tra tre auto e un camion è avvenuto sulla superstrada Cassino Sora nei pressi dello svincolo per l’ospedale Santa Scolastica. Era lì, al nosocomio, che la vittima proveniente, pare, dalla Val Comino, era diretta per lavorare alle dipendenze di una ditta esterna.

Altri due feriti sono stati trasportati in gravi condizioni in ospedale a Cassino.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Cassino, i carabinieri e le ambulanze del vicino pronto soccorso.

Ermanno Amedei

 

11 agosto 2017 0

Incendi, San Giovanni Incarico assediato dalle fiamme: evacuate 40 famiglie

Di admin

SAN GIOVANNI INCARICO – Sono 40 le famiglie evacuate a San Giovanni Incarico a causa dell’incendio che ha cinto d’assedio il centro abitato.

Una situazione di grave pericolo contro cui si sono concentrate quasi tutte le risorse del sistema antincendio provinciale.

Sono diverse le squadre dei vigili del fuoco e dei volontari di Protezione civile che stanno contrastando l’avanzare delle fiamme e con il sopraggiungere del buio sarà anche più difficile perché si dovrà rinunciare ai mezzi aerei.

Ermanno Amedei 

4 luglio 2017 0

Pub e bar antidroga nel frusinate, ecco le quattro attività che meritano il “Bollino Verde”

Di admin

Frosinone – Un bollino verde per indicare i locali Antidroga. LLe prime quattro attività sono state individuate, tre a Sora e una a Ceprano. Si tratta dei titolari di Esercizi commerciali della provincia che hanno aderito alla Campagna di prevenzione dell’abuso di sostanze psicotrope legali ed illegali e dei comportamenti a rischio rivolta alla popolazione giovanile della provincia di Frosinone.

L’iniziativa partita nel settembre 2016 è stata patrocinata anche dalla prefettura. I titolari delle quattro attività riceveranno il bollino verde nel corso di una cerimonia che si svolgerà in prefettura l’11 luglio alle 12. “La Campagna di prevenzione – si legge in una nota della Asl di Frosinone – si è sviluppata nella prima fase, attraverso un’accurata attività di monitoraggio su di un numero piuttosto elevato di locali, esercizi commerciali ed eventi musicali dedicati all’intrattenimento ed allo svago dei giovani della provincia della fascia adolescenziale – giovani adulti. Sono stati attenzionati in particolare: bar, pub, wine-bar, discoteche ed alcuni eventi musicali che si ripetono con cadenza periodica. Tale monitoraggio è stato condotto dagli Operatori dell’Unità Mobile del DSMPD, Fondazione Exodus e Comunità In Dialogo. I quattro titolari degli esercizi commerciali, che riceveranno il  ‘Bollino Verde’, hanno preso visione delle caratteristiche e delle finalità dell’iniziativa, assicurando il loro coinvolgimento diretto nel prevenire comportamenti a rischio e nel promuovere una maggiore consapevolezza e conoscenza degli effetti dell’uso di sostanze psicotrope, con particolare riferimento all’alcol. L’adesione all’iniziativa è stata immediata, facendo registrare, negli esercenti individuati, una convinta partecipazione con espressioni di condivisione e di volontà di coinvolgere altri colleghi del territorio limitrofo. L’evento assume particolare importanza e significato soprattutto a seguito della triste vicenda che ha duramente colpito la comunità di Alatri e di altri episodi, che si sono verificati in altri centri della Provincia, fortunatamente con meno gravi conseguenze. I titolari degli esercizi commerciali sono il Bar Enoteca Federici  di Federici srl, Piazza Martiri di Via Fani Ceprano; Paddy’s irish pub  di M. Pisani Via S. Lucia n. 10  Sora, bibliote’ caffetteria  di M. Candelaresi Via Lucio Gallo n. 13  Sora; deliri cafe’ bistrot  di M. S. Venditti Via Lungoliri Cavour n. 23  Sora

Il Prefetto Emilia Zarrilli – si legge anche nella nota della Asl – commentando l’iniziativa, ha espresso  soddisfazione per questo primo importante risultato, dichiarando che è suo preciso intento promuovere una forte Campagna di prevenzione, tale da stimolare una sempre maggiore consapevolezza della necessità di prevenire situazioni di rischio nei luoghi di maggiore aggregazione giovanile. Anche il Presidente della Provincia Antonio Pompeo saluta con soddisfazione questa consegna del Bollino Verde sottolineando che la sua presenza all’iniziativa è la diretta testimonianza che l’Istituzione Provincia è al fianco di coloro che si impegnano per promuovere una vera cultura del benessere per i giovani.

Il commissario della Asl di Frosinone Luigi Macchitella dichiara che la tutela della salute, in particolare dei giovani, è uno degli obiettivi prioritari della ASL di Frosinone e che è necessario trovare modalità sempre più efficaci e concrete per “fare prevenzione” .

Fernando Ferrauti direttore del DSMPD ribadisce l’impegno del dipartimento che oramai da circa venti anni, con l’UM,  attraversa il territorio della Provincia esplorando le giovani generazioni e studiandone le varie forme e modalità di aggregazione; l’obiettivo della Campagna, ha affermato, è soprattutto quello di verificare la possibilità di inserire gli Esercenti in un processo virtuoso di cambiamento per un sano modo di vivere puntando tutto sulla possibilità di ricostruire i luoghi di incontro in cui i giovani possano tornare a conoscersi, cercarsi, comprendersi, viversi senza mediazioni di sostanze o altro”.

3 luglio 2017 0

Mare Sicuro, spiaggia libera occupata con lettini ed ombrelloni da affittare. Scatta la denuncia e il sequestro

Di admin

Sperlonga – Sul fronte della polizia marittima, a seguito di specifiche segnalazioni pervenute, gli uomini della Guardia Costiera di Gaeta, sono intervenuti presso un tratto di arenile libero del Comune di Sperlonga – località Salette. I segnalanti lamentavano l’impossibilità di fruire liberamente di un tratto di arenile libero, a seguito di abusiva occupazione di pubblico demanio marittimo da parte di noleggiatori di attrezzature balneari. Il personale militare, intervenuto nella zona di spiaggia libera ed oggetto della segnalazione, aveva modo di accertare l’effettiva preventiva occupazione di un tratto di arenile con l’illecito posizionamento di oltre 50 attrezzature balneari (lettini, sedie a sdraio ed ombrelloni), occupando un’area di circa 120 metri quadri. Tale materiale, infatti, era stato posizionato senza alcuna effettiva richiesta di noleggio da parte degli utenti, facendo apparire, di fatto, un tratto di arenile libero, come un vero e proprio stabilimento balneare in regime di concessione demaniale marittima, ingannando così tutti gli ignari utenti che invece avrebbero voluto usufruire liberamente e gratuitamente di quel tratto di arenile.

Individuato l’autore dell’illecita attività – L.F. di Fondi -, i militari della Guardia Costiera provvedevano a diffidare all’immediata rimozione delle attrezzature abusivamente posizionate, al fine di riconsegnare alla libera fruizione alla collettività il tratto di spiaggia. Le attrezzature rimosse sono state poste sotto sequestro e l’autore dell’abusiva occupazione demaniale è stato denunciato alla competente Autorità Giudiziaria di Latina per i successivi provvedimenti di legge.

A tale attività di polizia marittima svolta dai militari della Guardia Costiera di Gaeta per la tutela del pubblico demanio marittimo, si aggiunge quella svolta per assicurare la sicurezza della balneazione. Infatti presso uno stabilimento del litorale di Formia veniva riscontrata l’assenza del previsto servizio di assistenza e salvataggio, con grave pregiudizio per la sicurezza dei numerosi bagnanti presenti in zona. Oltre mille euro la sanzione amministrativa elevata a carico del trasgressore.

28 giugno 2017 0

Bambina di 9 anni muore per morbillo. Il decesso è avvenuto ad aprile

Di admin

Roma – “Una bambina di 9 anni affetta da sindrome genetica è deceduta ad aprile al Bambino Gesù per insufficienza respiratoria e di altri organi in corso di infezione da morbillo (multiorgan failure)”. Lo scrive in una nota l’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma in merito al decesso della piccola residente in provincia di Latina.

“La bambina presentava una malattia cronica di base con compromissione neurologica e infezioni respiratorie ricorrenti.

Le persone con malattie croniche di base, quali quelle presentate dalla paziente, hanno un rischio più elevato di avere forme gravi di morbillo, infezione la cui mortalità è pari a 0,5-1 caso ogni 1000 malati.

La bambina, non vaccinata, era giunta in Ospedale già affetta da morbillo ed era stata ricoverata in Terapia Intensiva per la necessità di assistenza respiratoria.

Dal 1 gennaio 2017 a oggi al Bambino Gesù si sono registrati oltre 70 ricoveri per morbillo”.

24 giugno 2017 0

Mercato immobiliare del sesso a Cassino, prostitute pagano mille euro di affitto

Di admin

Cassino – Lo sfruttamento della prostituzione a Cassino passa per l’affitto degli appartamenti a giovani prostitute. Emerge dall’ultima indagine svolta dagli agenti del commissariato di Polizia che hanno messo sotto la lente il mercato del sesso.

Nell’epoca in cui l’indotto della prostituzione sembra spostarsi sempre più dalle strade asfaltate, a quelle telematiche, costituite dagli annunci su siti internet specializzati, sembra cambiare anche laa figura del protettore, meglio noto con il nome del “pappone”.

Le due ragazze individuate a Cassino dagli uomini del vicequestore Alessandro Tocco, adoperavano come “vetrina” proprio internet e dopo la trattativa telefonica, accoglievano i clienti in tre appartamenti presi in affitto in pieno centro.

Il via vai di persone sempre diverse non facevano stare tranquilli i condomini. Gli unici soddisfatti della situazione erano i proprietari degli appartamenti che percepivano mille euro al mese di affitto, ben al di sopra del valore di mercato delle case. Probabilmente conoscevano le attività delle donne perchè, come riferisce una nota della polizia, tre di loro sono stati denunciati per favoreggiamento delle prostituzione in concorso. Uno di loro anche per estorsione dato che si era impossessato delle chiavi dell’auto di una delle ragazze.

Le due donne, invece, una straniera originaria del Venezuela si sta verificando la sua regolarità sul territorio nazionale; e una campana per la quale è stato proposto il foglio di via.

Ermanno Amedei

16 giugno 2017 0

Notte di fuoco ad Amaseno, incendio minaccia abitazioni

Di admin

Amaseno – Un vasto incendio sta devastando ettari di bosco ad Amaseno.

L’incendio è stato segnalato alla centrale dei vigili del fuoco poco dopo le 21 di ieri sera e da allora, alcune squadre sono state impegnate tutta la notte per evitare che il rogo potesse arrivare alle abitazioni.

Solamente con la luce del giorno è stato possibile far intervenire i mezzi aerei, per raggiungere con lanci di liquido ritardante, le aree irraggiungibili via terra. Due elicotteri e un canadair sono al lavoro. Ermanno Amedei

7 giugno 2017 0

Jack scappa e rimane incastrato su un albero, vigili del fuoco salvano grosso pappagallo

Di admin

Aprilia – E’ scappato dal suo padrone ed è rimasto intrappolato sulla cima di un grosso albero.

Per salvare Jack, un pappagallo di razza Ara Ararauna, sono dovuti intervenire i vigili del fuoco di Aprilia.

Il grosso volatile si è allontanato dall’alloggio di via del Tufetto ma, nella sua passeggiata in libertà, il laccetto che portava alla zampetta è rimasto incastrato ad un ramo sulla cime dell’albero su cui si era appollaiato.

L’intervento dei vigili del fuoco, muniti di autoscala, è stato provvidenziale. Il pappagallo è stato liberato e affidato al suo padrone.