Tag: 23enne

30 novembre 2018 0

Sorpreso con 12 kg tra hashish e cocaina, arrestato a Sora carrozziere 23enne

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

SORA – Agenti della Squadra Mobile della Polizia di Stato e del Commissariato di Sora, unitamente a militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Frosinone hanno scoperto un insospettabile carrozziere dedito allo spaccio di droga nel territorio ciociaro. Nel pomeriggio di ieri, a Sora (FR), Finanzieri e Poliziotti hanno arrestato l’italiano 23enne, incensurato, in quanto trovato in possesso di 11 kg di hashish, confezionato in  13 panetti, e di 1 kg di cocaina, confezionato in 1 panetto. I Poliziotti, in stretta sinergia con i colleghi Finanzieri, hanno trascorso intere giornate dandosi il cambio tra loro nell’effettuazione di pedinamenti e appostamenti – per non destare sospetti – lungo le strade della provincia, fino ad individuare l’esatta ubicazione dell’abitazione del giovane trafficante. Ieri pomeriggio, dopo alcuni movimenti anomali rilevati all’esterno della casa, si è deciso di intervenire con una perquisizione domiciliare, che ha consentito di rinvenire la cocaina, abilmente nascosta all’interno di una vecchia cassa acustica, e l’hashish, custodita all’interno di una vettura parzialmente smontata, incidentata e non marciante, parcheggiata all’esterno dello stabile. All’esito della perquisizione, eseguita in stretta sinergia tra le Forze di Polizia operanti, è stato sottoposto a sequestro lo stupefacente rinvenuto, mentre il trafficante è stato arrestato in flagranza del reato di cui all’art. 73, comma 1, del D.P.R. 309/1990 ed associato alla Casa Circondariale di Cassino.

27 ottobre 2018 0

Santa Palomba, spara e uccide in strada la ex di 26 anni: arrestato 23enne

Di admin

SANTA PALOMBA – L’ha uccisa per strada con cinque colpi di pistola. E’ accaduto questa notte a Santa Paomba in via della stazione di Pavona. La vittima è una 26enne cittadina rumena, e il suo carnefice è l’ex fidanzato, un connazionale di 23 anni.

È accaduto ieri sera alle 23.30 quando il giovane ha incontrato la ragazza e travolto dalla gelosia ha esploso cinque colpi da una pistola irregolarmente detenuta prima di fuggire. Sul posto sono arrivati gli agenti del commissariato di polizia di Albano. Poco dopo, il 23enne ha telefonato al commissariato e si è costituito.

Ermanno Amedei

15 gennaio 2018 0

Pretende sesso da 43enne minacciandola con un coltello, arresto 23enne

Di admin

MARINO – Le si è avvicinato con la scusa di accendere una sigaretta. Dopo qualche attimo ha tirato fuori un coltello, minacciando la donna per ottenere una prestazione sessuale.

26 anni, il giovane è stato arrestato dagli agenti della Polizia di Stato del commissariato di Marino, con l’ausilio dei colleghi di “Albano Laziale”.

L’episodio è accaduto sabato sera nel parcheggio di fronte ad un locale di via dei Mille, in località Cava dei Selci; nella circostanza la vittima, una donna di 43 anni, era in compagnia della figlia minorenne e del suo fidanzato. Quest’ultimo, intervenuto in suo difesa, è stato aggredito; ne è nata una violenta colluttazione, interrotta dall’intervento della pattuglia del commissariato di Marino. Gli agenti hanno identificato l’aggressore per L.B.; all’uomo, già noto alle forze dell’ordine, è stato sequestrato il coltello.

Accompagnato negli uffici di Polizia, al termine delle atti di rito, il 26enne è stato arrestato per i reati di tentata violenza sessuale e minaccia aggravata.

10 novembre 2017 0

Pubblica su “facebook” un post offensivo nei confronti dell’Arma dei Carabinieri. 23enne deferito

Di redazione

Nel tardo pomeriggio di ieri, in Ferentino, i militari della locale Stazione al termine dei prescritti accertamenti, deferivano in stato di libertà un 23enne del capoluogo, censito per reati in materia di stupefacenti (attualmente sottoposto agli arresti domiciliari per essere stato tratto in arresto lo scorso 6 novembre per detenzione illecita di sostanze stupefacenti), per il reato di vilipendio delle Forze Armate. Gli operanti, raccoglievano univoci e coincidenti elementi di colpevolezza a carico del predetto identificandolo quale responsabile della pubblicazione su social network “facebook” di un post offensivo nei confronti dell’Arma dei Carabinieri.

19 agosto 2017 0

Si finge Carabiniere del Ros e effettua controlli a Frosinone, denunciato 23enne

Di admin

FROSINONE – Nella notte tra il 3 e 4 agosto, un frusinate  di 48 anni, mentre percorre a bordo della sua berlina una strada periferica del capoluogo, viene affiancato e fermato da un giovane alla guida di un’ Alfa 156 con lampeggiante acceso. Ritenendo che si trattasse di un controllo di polizia, l’uomo si ferma.

L’agente si presenta come appartenente al Corpo Speciale dei ROS ma all’atto del controllo documentale e dell’ispezione veicolare il “controllato” sospetta sulla “professionalità” del  carabiniere, tanto da memorizzare i numeri della targa    visibili dalla sua posizione.

Il 48enne decide di informare gli agenti della Squadra Volante. Acquisite le informazioni utili per le indagini, gli uomini diretti dal Commissario Capo Flavio Genovesi, riescono a delineare l’identikit del finto carabiniere.

Dopo il riconoscimento formale, scatta la denuncia per sostituzione di persona ed usurpazione di funzioni pubbliche per un 23enne residente a Frosinone. Il giovane, evidentemente, dopo l’arresto per furto in flagranza di reato subito in passato, aveva voluto “sperimentare”  la via della legalità, ovviamente sbagliando i modi.

12 luglio 2017 0

Frosinone: Fermato per un controllo, 23enne denunciato per ricettazione dalla Polizia di Stato

Di redazione

Nella decorsa notte una pattuglia della Sezione Polizia Stradale di Frosinone, nel corso di predisposti servizi di vigilanza stradale, nei pressi della S.P.277 (asse Attrezzato) nel comune di Frosinone, procede al controllo di una FIAT Punto con due persone a bordo. Il conducente è in evidente stato di ebbrezza alcoolica, manifestata dalla difficoltà a stare in piedi e a parlare, accompagnata altresì da un alito vinoso e confermata dalla prova etilometrica preliminare effettuata con il “precursore” . Le circostanze spingono i pattuglianti ad effettuare una perquisizione del veicolo, peraltro risultato privo di assicurazione. Vengono rinvenute, sul sedile posteriore e nel vano portabagagli, custodie contenenti utensili per l’edilizia. Gli agenti chiedono contezza circa la provenienza della merce trasportata, molto costosa, ma non ottengono una plausibile giustificazione circa il possesso. Il giovane, un 23enne nato in Marocco ma residente nell’hinterland frusinate, viene denunciato per ricettazione, mentre l’utilitaria è stata sequestrata.

19 giugno 2017 0

Aggredito a Cassino 23enne gambiano: la Polizia di Stato denuncia un cassinate

Di redazionecassino1

Un 23enne originario del Gambia dopo un’aggressione subita la sera precedente, culminata col furto del proprio telefono, segnala al 113 del Commissariato di Cassino di aver riconosciuto i 3 ragazzi, a suo dire, colpevoli del fatto. Avvisa di trovarsi presso la Villa Comunale della città, così gli agenti della Squadra Volante, diretti dal vice questore Alessandro Tocco, giungono sul posto, intercettano ed identificano i 3 giovani, tutti residenti a Cassino, rispettivamente di 20, 21 e 22 anni. Tuttavia dell’oggetto del presunto furto non vi è traccia. Qualche ora più tardi, il 20enne chiede un incontro chiarificatore con il gambiano ma improvvisamente la discussione degenera tanto che il cassinate prende una bottiglia di vetro, la spacca e colpisce lo straniero, ferendolo al braccio ed al volto. La lite è nuovamente segnalata al 113 così i poliziotti intervengono, sempre presso la Villa Comunale, allertando i sanitari per le cure del caso e mettendosi sulle tracce dell’aggressore, bloccato nei pressi di un bar con gli abiti ancora sporchi di sangue. Scatta infine la denuncia per lesioni aggravate.

Giulia Guerra

31 maggio 2017 0

Ceprano, giallo sul 23enne accoltellato in casa: al vaglio degli inquirenti la posizione della compagna

Di redazionecassino1

Ceprano – Mentre proseguono le indagini sulla morte di Felice Risi, il 23enne di Ceprano, ucciso da una coltellata nella sua abitazione, il caso si tinge di giallo. Al momento la compagna del giovane, indicata in un primo momento come responsabile dell’uccisione, è ricoverata sotto shock in ospedale a Frosinone. I carabinieri del reparto operativo che indagano sul caso non si sbilanciano e al momento non hanno iscritto nessuno nel registro degli indagati. Comunque la ragazza, sola in casa con il compagno al momento della sua morte, resta la principale indiziata. Al vaglio degli inquirenti anche la possibilità che si possa trattare di un atto di autolesionismo che ha portato il 23enne alla morte. Sulla ragazza non pende nessun provvedimento restrittivo. La casa è stata posta sotto sequestro dai carabinieri di Frosinone che indagano.

31 maggio 2017 0

Accoltellato in casa, muore 23enne

Di redazione

Un ragazzo di 23 anni è morto questa mattina probabilmente in una lite con la donna con cui conviveva a Ceprano. Stando ad una prima ricostruzione, con una sola coltellata, la 27enne, lo avrebbe ucciso nell’abitazione in cui vivevano insieme al culmine di una violenta lite. Sul posto sono arrivati carabinieri della stazione e i loro colleghi del reparto operativo. I due, sembra, vivessero in uno stato di profondo disagio sociale dovuto principalmente all’assunzione di droga. L’omicidio sarebbe avvenuto alle 11. 45. Indagini in corso. Immagine d’archivio

23 dicembre 2016 0

Mezzo chilo tra hashish e cocaina, 23enne arrestato a Ceccano

Di admin

Ceccano – Circa mezzo chilo di droga tra hashish e cocaina sono stati sequestrati dai carabinieri di Ceccano che hanno arrestato un 23enne di Ceccano noto per le sue attività di spaccio.

Quando i militari hanno bussato alla porta della sua casa per perquisirla, il giovane prima di aprirla ha tentato di disfarsi della droga nascondendola sul terrazzo del vicino, ma i militari lo stavano osservando anche dall’esterno e hanno recuperato ben 440 grammi di hashish, 18 grammi di cocaina e 50 grammi di sostanza da taglio nonché la somma contante di 1.100 euro circa, in banconote di vario taglio, oltre a materiale per il confezionamento delle dosi (bilancia elettronica di precisione, tritaerba e coltelli per il taglio dei panetti di hashish, bustine di cellophane).

La cocaina era già stata suddivisa in più di 40 dosi, parte delle quali nascoste in un ovetto giallo di plastica.