Tag: 37enne

14 agosto 2018 0

Sant’Apolllinare: Aggredisce un ragazzo per gelosia, 37enne nei guai

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Sant’Apollinare, a conclusione di attività info-investigativa relativa a un’aggressione patita da un 33enne residente nella Valle dei Santi alcuni giorni fa, deferivano in stato di libertà per “lesioni personali dolose e minaccia grave mediante arma impropria” un 37enne di Minturno, già censito per i reati di danneggiamento, violazione di sigilli ed abbandono di animali. In particolare, il denunciato aveva aggredito il 33enne dopo essere venuto a conoscenza di una presunta relazione extraconiugale di quest’ultimo con la propria moglie e per tale motivo si era recato presso la sua abitazione minacciandolo di morte e colpendolo con una spranga di ferro, tanto da procurargli lesioni giudicate guaribili in giorni sei dai sanitari del Pronto Soccorso dell’ospedale di Cassino a cui aveva fatto ricorso per le cure del caso. L’aggressore, inoltre, nell’andare via, aveva sfogato la sua rabbia infrangendo il parabrezza dell’autovettura di un parente della vittima parcheggiata nelle vicinanze. Nonostante le ferite riportate e le minacce ricevute, la vittima, per timore di successive ripercussioni, non aveva formalizzato nessuna denuncia, ma nonostante ciò i militari operanti, al termine degli accertamenti e grazie anche al contributo di alcune testimonianze acquisite, riuscivano ad identificare l’aggressore e stante la procedibilità d’ufficio, lo stesso veniva deferito alla Procura della Repubblica di Cassino. Ricorrendone i presupposti di legge, il 37enne veniva anche proposto per l’allontanamento con foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno in quel Comune per un periodo di anni tre. Foto d’archivio

29 giugno 2018 0

Abbandona i “domiciliari”, 37enne rumeno arrestato dai Carabinieri

Di redazionecassino1

ALATRI – Questa mattina  personale del N.O.R.M. –  Aliquota Radiomobile, nell’ambito di un predisposto servizio preventivo  nell’effettuare l’attività di le controllo nei confronti di soggetti  sottoposti alla misura degli  agli arresti domiciliari, riscontravano che uno di loro, un 37enne di origini rumene, sottoposto agli arresti domiciliari in quanto resosi responsabile, nel periodo dicembre 2017 – gennaio 2018, di numerosi furti commessi all’interno di alcuni plessi scolastici siti nel comune di Alatri (e, per questo, veniva tratto in arresto e stava scontando la misura degli arresti domiciliari), non era presente all’interno dell’abitazione.

Le immediate ricerche attivate dal personale operante permettevano di rintracciare l’uomo in pochi minuti  e di trarlo in arresto per il reato commesso di “evasione”.

Ad espletate formalità di rito, l’arrestato veniva  tradotto presso il proprio domicilio  poiché  sottoposto  al regime di custodia domiciliare dalla competente A.G., in attesa dell’udienza del rito direttissimo.

18 giugno 2018 0

Si finge carabiniere per truffare pontecorvese, denunciato 37enne

Di admin

PONTECORVO – I carabinieri della stazione di Pontecorvo hanno denunciato per truffa e sostituzione di persona, un 37enne residente a Taranto, già censito per analoghi reati.

Il giovane aveva pubblicato sul sito internet “subito.it” un annuncio relativo alla vendita di un telefono cellulare Samsung S6EDG, inducendo un 49enne pontecorvese al suo acquisto previo il versamento della somma di 150 euro su una carta postepay a lui intestata, senza però mai consegnare la merce.

Dalle indagini è emerso che in più occasioni, il denunciato, al fine di indurre maggiore credibilità alle vittime si qualificava quale appartenente all’Arma dei Carabinieri e in più occasioni postava foto di persone in divisa sul proprio profilo whatsapp.

21 maggio 2018 0

Accoltella la moglie a Fondi, arrestato 37enne

Di admin

FONDI – I carabinieri della locale tenenza, a conclusione di spedita attività investigativa, hanno arrestato, nella flagranza dei reati di  maltrattamenti in famiglia – lesioni personali aggravate e tentato omicidio F. D. 38enne di nazionalità albanese, residente a Trentola Ducenta (Ce).

L’uomo, alle 16.30 circa, al culmine di una violenta lite sorta per ragioni connesse con l’affidamento dei figli minori, dopo essersi armato di un coltello a serramanico della lunghezza complessiva di 26 centimetri circa, ha attinto con diversi fendenti la sua ex moglie 37enne anch’ella di nazionalità albanese, residente a Trentola Ducenta (Ce), di fatto domiciliata a Fondi (lt). La donna è stata tempestivamente soccorsa da personale del 118, e trasportata presso il servizio di pronto soccorso dell’ospedale civile di Terracina, ove le è stata riscontrata una ferita lacero contuse alla regione latero cervicale da arma da taglio.

L’arrestato è stato associato presso la casa circondariale di latina.

11 maggio 2018 0

Veroli, litiga con la moglie 37enne e aggredisce i carabinieri: arrestato 60enne

Di admin

VEROLI – Questa notte i carabinieri di Veroli hanno arrestato un 60enne del luogo che si è reso responsabile del reato di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

L’uomo, in evidente stato di alterazione ed a seguito di un diverbio con la moglie 37enne di nazionalità  paraguaiana, ha aggredito con calci e pugni uno dei militari intervenuti per sedare gli animi, il quale ha riportato lesioni guaribili in 6 giorni .

L’arrestato, ad  espletate  formalità di rito,  è stato trattenuto presso le camere di sicurezza del Comando  Compagnia Carabinieri di  Alatri, in attesa di essere condotto innanzi alla competente autorità giudiziaria per lo svolgimento dell’udienza del  rito direttissimo.

10 maggio 2018 0

Trasportava grosse batterie senza documenti di viaggio, 37enne denunciato a Cassino

Di admin

CASSINO – Nella giornata di ieri,  gli agenti della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino mentre stanno raggiungendo l’area di servizio, per  monitorare il passaggio dei tifosi in occasione dell’incontro di calcio “Juve-Milan”, in A/1,al km 669 dir. Sud  (comune di Cassino), vengono  insospettiti dalla condotta di guida di un viaggiatore a bordo di un furgone.

Durante il controllo  del mezzo e del conducente, un 37enne di  origine campana e già noto alle forze dell’ordine, gli operatori si accorgono che trasporta   batterie di grosse dimensioni adibite agli impianti di telecomunicazione e sistema di emergenza   utilizzate dalla Società Autostradale negli impianti siti lungo tutto il tratto nazionale.

L’uomo non fornisce  documentazione o informazioni utili riguardo la provenienza della merce: i poliziotti  lo denunciano  e sequestrano  furgone e batterie.

16 marzo 2018 0

Stalker 37enne del Capoluogo denunciato per minacce e molestie alla ex compagna

Di redazionecassino1

FROSINONE – Un’altra triste vicenda che vede “protagonista”, suo malgrado, una giovane donna, che subisce molestie e minacce dal suo ex compagno.

Nei confronti dell’uomo, un 37enne dell’hinterland frusinate, era stato emesso anche l’ ammonimento del Questore.

Incurante del provvedimento , lo stalker aveva continuato a porre in essere comportamenti  tali da generare un forte stato di ansia e di paura nella “sua” vittima.

Gli agenti della Squadra Volante della Questura, dopo l’ennesima condotta reiterante di comportamenti analoghi, lo hanno deferito all’Autorità Giudiziaria per atti persecutori.

La Polizia di Stato, da sempre in prima linea nella campagna di sensibilizzazione contro la violenza di genere con il progetto “Questo non è amore”, invita le donne vittime di violenza fisiche e psicologiche a denunciare i loro “aguzzini”.

 

10 marzo 2018 0

Divieto di avvicinarsi alla ex compagna per un 37enne di Cassino

Di redazionecassino1

CASSINO – La Polizia di Stato di Cassino ha eseguito una misura cautelare personale del divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla persona offesa ,nei confronti di un ragazzo di Cassino 37enne.

L’uomo è stato sottoposto alla misura per atti persecutori nei confronti della ex compagna.

Fra i due le liti  andavano avanti da alcuni anni con comportamenti violenti del ragazzo nei confronti della ex compagna.

La procura di Cassino ha richiesto al Gip di Cassino la misura cautelare

26 febbraio 2018 0

Frosinone; Furto in un’attività commerciale: denunciato 37enne

Di redazionecassino1

FROSINONE –  Neppure le abbondanti nevicate di questa notte e della mattina riescono a fermare i malviventi. Questa  mattina, su una strada innevata, alla periferia del Capoluogo, gli uomin delle volanti della polizia hanno rinvenuto le impronte di tre uomini che, dopo aver commesso un furto presso un’attività commerciale,  si sono dati  alla fuga.

L’immediato allarme segnalato al 113 della Questura ed il tempestivo intervento della Squadra Volante hanno permesso di intercettare e fermare  uno dei fuggitivi.

E’ un 37enne, noto alle Forze dell’Ordine, con divieto di dimora nel Capoluogo: è in possesso anche di una mazza da baseball.

Per l’uomo è scattata la denuncia.

 

5 febbraio 2018 0

Molesta donne anziane nei campi e al market, arrestato 37enne straniero

Di admin

VITERBO – Sceglieva le vittime da molestare nei campi e nei supermercati, ma al secondo episodio, il 36enne del Bangladesh è stato individuato e arrestato. E’ accaduto a Grotte di Castro dove l’uomo risiede in un centro di accoglienza. L’8 gennaio, in località Mortaro, l’uomo ha individuato una pensionata di 66 anni in un campo agricolo,  abbassandosi i pantaloni e toccandosi le parti intime costringendo la donna a fuggire e chiedere aiuto.

Lo stesso giorno, in ore serali all’interno del supermercato Coop di Grotte di Castro, ha palpeggiato una cliente del supermercato, una cittadina italiana di 56 anni, la quale è stata costretta a chiedere l‘intervento dei carabinieri.

Le indagini dei militari dalla stazione di Grotte di Castro hanno consentito di individuarlo come colpevole e di chiederne la misura restrittiva alle valutazioni dell’autorità giudiziaria.

Ieri sera è stata eseguita la misura cautelare degli arresti domiciliari presso il luogo di residenza, emessa dal gip del tribunale di Viterbo, su richiesta della Procura della Repubblica che ha ritenuto validi e sufficienti gli elementi indiziari raccolti dai carabinieri.