Tag: abbruzzese

5 marzo 2018 0

Dopo voto, il M5S soffia la poltrona di deputato a Mario Abbruzzese

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Cassino è a 5 Stelle. A quanto pare la candidata del Movimento, la 30enne Ilaria Fontana, avrebbe sfilato la poltrona di deputato a Mario Abbruzzese.

Un centinaio di voti, tanti sarebbero costati al rappresentante del centrodestra l’affermazione politica per lui più prestigiosa. Una campagna elettorale senza lesinare energie e l’affermazione del 14% della Lega nel suo schieramento non sarebbero bastati.

L’M5S avrebbe avuto, da solo e con meno risorse finanziare, quello spunto in più per aggiudicarsi il seggio. I fuochi d’artificio, quindi, con cui si sarebbe dovuto festeggiare a Cassino la vittoria del forzista, sono destinati a rimanere spenti.

Ermanno Amedei 

23 agosto 2017 0

Abbruzzese (FI): Caos al Santa Scolastica di Cassino: Anche i primari costretti a rientrare dalle ferie

Di redazionecassino1

“La situazione all’ospedale Santa Scolastica peggiora di giorno in giorno. Il personale sanitario, compresi i primari, come ci riferiscono, è costretto a rientrare dalle ferie a causa della mancanza di sostituzioni necessarie per coprire i reparti. Non ci sono infermieri mancano gli ausiliari che sono fondamentali per il trasporto dei pazienti da un reparto all’altro oppure per accompagnarli a fare gli esami diagnostici”. Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese consigliere regionale di Forza Italia del Lazio. “Servono dei medici anche giovani da formare ed addestrare per costruire un progetto sull’ ospedale di Cassino che sia un progetto in crescita e non un palliativo momentaneo punto c’è una cabina di regia livello regionale che dovrebbe gestire queste situazioni ma che sembra non occuparsi assolutamente della struttura sanitaria della città martire non prevedendo nessun potenziamento del nosocomio. Il Santa Scolastica e il personale sanitario è sottoposto alla mobilità passiva, ovvero i pazienti ed i malati tendono a trasferirsi e a preferire strutture di altre province e regioni impoverendo ulteriormente la Asl di questo territorio. Queste scelte scellerate portati avanti dal governatore Zingaretti sono destinate a scrivere l’ennesima pagina nera per la sanità del territorio. Sono necessarie nuove unità infermieristiche non piccoli tamponi e proroghe contrattuali per il periodo estivo. La situazione sembra essere al collasso e nonostante tutte le denunce anche da parte di pazienti e personale sanitario tra cui medici e infermieri esausti da turni di lavoro devastanti, dalla Regione nessuno presta attenzione a questa emergenza . La salute deve essere un diritto garantito a tutti i pazienti indipendentemente dalla struttura ospedaliera più vicina. Le persone hanno il diritto di potersi curare in un ospedale più vicino e di trovare un’offerta adeguata alle loro esigenze. Basta parole e false promesse servono fatti e cure reali”. Ha concluso il consigliere regionale di Forza Italia Mario Abbruzzese

21 novembre 2016 0

Deceduta madre di Mario Abbruzzese, convegno per il NO rinviato per lutto

Di admin

Cassino – Il convegno sulle “Ragioni del No” al Referendum, previsto per questa sera a Pignataro Interamna organizzato dall’avvocato Antonio D’Alessandro è stato rinviato a causa del grave lutto che ha colpito Mario Abbruzzese, consigliere regionale e presidente della commissione Riforme della Regione Lazio.

Questa mattina è venuta a mancare la mamma dell’esponente politico di centro destra. Per questo il convegno sarà rinviato a datata da destinarsi.

A Mario Abbruzzese e alla sua famiglia il sincero messaggio di cordoglio da parte della redazione de Il Punto a Mezzogiorno.

14 settembre 2016 0

Commissione Patenti a Cassino, Fardelli (LB.OL) ringrazia Abbruzzese (Fi) per aver ultimato lavoro iniziato da Petrarcone (PD)

Di admin

Cassino – “La Regione Lazio ha quasi terminato l’iter per istituire una Commissione Patenti anche a Cassino”.  Lo ha dichiarato il consigliere regionale Marino Fardelli, capogruppo LB OL. “L’ubicazione dell’ufficio agevolerà infatti i numerosi utenti del cassinate che al momento sono costretti a recarsi a Frosinone con tutte le oggettive difficoltà. Ringrazio il collega Abbruzzese (Fi) per aver riportato all’attenzione la questione per la quale la Regione Lazio già aveva avviato le procedure a seguito della richiesta avanzata nel 2013 dall’allora sindaco Petrarcone (da luglio tesserato Pd) immediatamente dopo il Decreto del Presidente dei Ministri che ne disciplinava l’iter. La procedura legata quindi ad una novità legislativa complessa, ha portato comunque ad una istruttoria svolta regolarmente e che sta portando alla definizione di una questione di fondamentale importanza per centinaia di cittadini cassinati”.

10 agosto 2010 0

Sicurezza nel Lazio, Abbruzzese: “Bene Cangemi su delibera”

Di redazione

“La delibera proposta dall’assessore alla Sicurezza e agli Enti locali, Giuseppe Cangemi, approvata dalla Giunta presieduta da Renata Polverini, che detta le nuove linee guida sulle politiche per la sicurezza nel Lazio, è da ritenersi un importante e strategico provvedimento che ha il chiaro intento di dare nuovi mezzi e servizi indispensabili per attuare sul territorio forme di prevenzione da fenomeni di criminalità diffusa. Infatti i fondi stanziati rappresentano una risposta del governo regionale ai cittadini del Lazio che chiedono maggiore attenzione e vigilanza nel territorio. La decisione di mantenere invariati, anche in un momento di crisi economica, gli stanziamenti previsti sul pacchetto sicurezza e l’impegno di aumentarli nei prossimi anni, è la risposta migliore per tutti i Comuni che chiedono di continuare ad investire nella realizzazione di un effettivo sistema integrato di sicurezza per tutto il Lazio”. Lo ha dichiarato con una nota il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese.

28 luglio 2010 0

TV locali, i problemi del settore in una riunione tra Abbruzzese e gli imprenditori

Di redazione

Ieri il presidente del Consiglio del Lazio, Mario Abbruzzese, ha incontrato gli imprenditori televisivi della regione. L’incontro è stato organizzato dal presidente del Corecom, Francesco Soro. Nel corso della discussione i rappresentati delle emittenti televisive regionali hanno evidenziato le difficoltà che sta attraversando in questo momento il settore. Difficoltà dovute da un lato ai problemi legati al passaggio al digitale terrestre e, dall’altro, alla crisi economica che ha investito nostro Paese. “Conosco bene – ha affermato il presidente Abbruzzese – i problemi che si sono determinati nel Lazio dopo il passaggio dall’analogico al digitale e le difficoltà che gli imprenditori del settore radio-televisivo hanno dovuto superare per mettere a punto il nuovo sistema di trasmissione. So anche quanto sia stato difficile per i cittadini, soprattutto per i più anziani, adattarsi a questa nuova tecnologia, in tempi forse troppo rapidi”. “L’incontro avuto in Consiglio regionale con gli ‘addetti ai lavori’ – ha continuato – è stata l’occasione per confrontarci su alcune problematiche e per iniziare un percorso che preveda la risoluzione di alcune urgenze. Mi riferisco soprattutto al ruolo che possono rivestire le istituzioni in questo frangente: la crisi infatti sta investendo anche questo settore – che sarebbe in procinto di perdere il 30-40% dei posti di lavoro a causa del crollo del fatturato pubblicitario – e non possiamo far finta di non sapere che all’orizzonte si paventa la chiusura di molte emittenti regionali”. “Un primo ed importante obiettivo sul quale lavorare – ha annunciato il presidente dell’Assemblea regionale – potrebbe riguardare una quota degli investimenti che le Istituzioni potrebbero riservare alle emittenti locali per la pubblicità istituzionale, e su questo mi confronterò con la Governatrice del Lazio Renata Polverini. Potremmo, per esempio, arrivare alla stesura di un protocollo d’intesa con il Corecom che possa rappresentare al meglio cittadini, istituzioni ed imprese rispetto al ruolo che ricopre oggi il mondo dell’informazione. Ma nel frattempo va risolta un’altra questione urgente, che riguarda sia i cittadini che gli imprenditori televisivi: mettere uno stop al ‘caos del telecomando’. Mi attiverò subito per far sì che nelle sedi preposte venga accelerato l’iter procedurale per la regolamentazione dell’‘LCN’, il sistema che stabilisce in modo uniforme la posizione di ogni singola emittente sul telecomando”. Francesco Soro ha ringraziato il Presidente Abruzzese per l’attenzione e la sensibilità prestate alle emittenti locali, esprimendo la volontà di continuare ad impegnarsi per il futuro di questo settore che rappresenta una comparto essenziale per l’economia della nostra Regione. “Lavoreremo tutti insieme – ha concluso Soro – per individuare forme di sostegno concrete per le televisioni locali. Sono in gioco migliaia di posti di lavoro e il diritto dei cittadini di tutti i territori della Regione ad essere informati sulla realtà locale. Contemporaneamente lavoreremo insieme alle emittenti locali per far sì che la loro offerta di programmazione faccia un salto di qualità. Solo così, infatti, potranno continuare a competere in un mercato televisivo sempre più complesso”.

14 luglio 2010 0

Vertenza latte, Abbruzzese: sostegno a Coldiretti. Riaprire il tavolo di contrattazione

Di admin

“Conosco a fondo il mondo dell’agricoltura perché so quali sono le dinamiche economiche che governano il settore. Sebbene il tavolo di trattativa, aperto con la Regione Lazio per trovare una soluzione alle richieste dei produttori del settore lattiero-caseario, non sia ancora riuscito a risolvere il problema dell’adeguamento del prezzo al litro del latte, mi auguro che vengano trovate al più presto convergenze per individuare soluzioni definitive, che mettano d’accordo tutti, produttori e industria. In questo senso condivido quanto ha detto il sindaco di Roma, Gianni Alemanno che, in attesa della sentenza del Consiglio di Stato, punta a riformulare la privatizzazione della Centrale del latte, per rendere protagonisti i produttori di tutto il comparto e non le multinazionali che dettano le proprie leggi di mercato. La Coldiretti può contare sul sostegno del presidente del Consiglio regionale. Già l’Assessorato regionale all’Agricoltura ha dimostrato di avere a cuore il comparto, stanziando incentivi per oltre due milioni di euro. D’altra parte la contrattazione richiede tempi tecnici. Spero dunque che, rassicurata da questi intenti, la Coldiretti si renda disponibile a riprendere le trattative al più presto, per rilanciare e rendere più competitiva la filiera del latte in tutte le province del Lazio. Dobbiamo tornare ad investire sulla valorizzazione e la tipicità dei nostri prodotti. Penso ad esempio a leggi regionali rivolte al potenziamento di tutta la filiera lattiero-casearia, intesa come il percorso che viene fatto fare a latte e derivati per arrivare sulla tavola dei consumatori laziali. O ancora, ad una regolamentazione che accerti la tracciabilità del prodotto e dia garanzia di sicurezza e qualità”. Lo ha dichiarato in una nota il presidente del Consiglio regionale, Mario Abbruzzese.

14 luglio 2010 1

Regione – Anci, Abbruzzese: “Apriamo una nuova stagione politica con le autonomie locali”

Di redazione

Il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese, ha incontrato presso gli uffici della Pisana, il presidente dell’Anci Lazio, Fabio Fiorillo accompagnato da una delegazione. La riunione è stata l’occasione per discutere di alcune tematiche molto a cuore all’Associazione Nazionale Comuni Italiani. Ma la questione più urgente che Fiorillo ha voluto sottoporre all’attenzione di Mario Abbruzzese è stata quella legata al ruolo che la Regione Lazio dovrebbe avere nell’ambito dell’attività legislativa svolta dal Consiglio. “Nell’ultimo decennio – ha affermato il presidente regionale dell’Anci – in attuazione del processo di decentramento amministrativo, abbiamo assistito allo spostamento dal livello centrale al livello locale di numerose e importanti competenze e funzioni. Con la riforma costituzionale del 2001 si è ridisegnato l’assetto istituzionale e costituzionale della nostra Repubblica, assegnando un nuovo stato giuridico e più ampi poteri a Regioni, Province e Comuni. In particolare – ha continuato Fiorillo – alle Regioni è stata riconosciuta una funzione primaria di legislazione e funzioni peculiari di indirizzo e programmazione; alle Province ed ai Comuni, singoli e associati nelle Unioni di Comuni e nelle Comunità montane, funzioni e poteri di coordinamento, di gestione e di amministrazione”. “Allo stato attuale – ha affermato il presidente Abbruzzese – il trasferimento delle competenze non è stato portato a compimento. La precedente amministrazione regionale non ha fatto passi in avanti, impedendo il trasferimento ai governi locali della gestione dei compiti. Di fatto non si è aperta quella stagione politico-istituzionale che doveva fondarsi sull’eliminazione delle duplicazioni delle attività, causa di continue incomprensioni, antagonismi e mancate collaborazioni tra enti e associazioni. Il risultato è che ancora oggi non si è riuscito ad abbattere quel muro che ci separa dal processo di realizzazione di un assetto autonomista e federale. Dobbiamo allora impegnarci per realizzare un reale Patto tra Regioni e Autonomie locali – ha affermato il presidente dell’Assemblea regionale – al fine di costruire, sui temi strategici, linee di intervento e di governo concordate fra tutti i soggetti istituzionali. Trovare il giusto equilibrio dei rapporti fra Stato, Regioni e Autonomie locali significa affermare con forza quei principi di pari dignità, cooperazione, sussidiarietà e responsabilità, sanciti dalla nostra Costituzione. Sono convinto che chi governa il Lazio ha già abbandonato certe logiche neocentraliste, iniziando a proporsi ai cittadini come Ente con funzioni legislative e di indirizzo. Le autonomie locali da parte loro – ha concluso Mario Abbruzzese – hanno dimostrato di saper raccogliere la sfida del federalismo, per realizzare un sistema che permetta di avvicinare davvero le Istituzioni ai cittadini. Tutto questo per garantire servizi migliori, maggiore efficienza, più partecipazione, più equità sociale e più coesione territoriale”.

6 luglio 2010 0

Fondi europei, Abbruzzese: “Indispensabili per enti e imprese”

Di redazione

“La Regione Lazio non può permettersi il lusso di perdere nemmeno un centesimo dei fondi europei. In tal senso si deve assolutamente lavorare per il rinnovo di tutto il sistema degli stanziamenti comunitari, puntando tutto ad un maggiore raccordo fra la politica europea e quella nazionale. Bene ha fatto la Governatrice Polverini a sottolineare, nell’incontro avuto con il ministro Fitto, che bisogna sfruttare al meglio le tante opportunità offerte dai fondi UE, a partire da quelli Fas fino al Fondo Sociale Europeo. Urge una ricognizione e una riprogrammazione, e in tal senso chi è oggi al governo regionale sta dimostrando ampiamente di avere le idee chiare. La Giunta, infatti, sta per varare una struttura di controllo e programmazione, composta da super-esperti del settore, che avranno il compito di coordinamento, su tutto il territorio regionale, di supportare Enti locali, imprese e centri di ricerca nel redigere progetti validi. Una cabina di regia che sarà in grado, al contrario di quanto è stato fatto dalla passata amministrazione, di ridare slancio allo sviluppo e all’economia del Lazio. E’ per questo che Renata Polverini ha già incontrato il commissario europeo agli affari regionali e i dirigenti dell’UE a Bruxelles. In un momento di crisi economica come quello che stiamo vivendo, la possibilità di accedere a canali di finanziamento sovranazionali, diventa fondamentale per mantenere alto il livello di competitività delle nostre imprese”. Ad affermarlo è stato in una nota il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese.

2 luglio 2010 0

Abbruzzese augura buon lavoro al neo commissario Asl Mirabella

Di redazione

“Faccio i migliori auguri a Carlo Mirabella per la nomina a Commissario straordinario della Asl di Frosinone. Al neo dirigente, chiamato direttamente dalla Governatrice Renata Polverini a ricoprire questo importantissimo e strategico compito, auguro buon lavoro. Il dottor Mirabella conosce molto bene la situazione della sanità in provincia di Frosinone, visto che in passato ha già ricoperto i ruoli di direttore generale e direttore sanitario, dimostrando di avere doti e competenze manageriali. La sanità, specie in un momento particolare come quello che stiamo attraversando, ha assolutamente bisogno di professionisti esperti e capaci come lui”. Lo ha affermato in una nota il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese.