Tag: accoltella

21 maggio 2018 0

Accoltella la moglie a Fondi, arrestato 37enne

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FONDI – I carabinieri della locale tenenza, a conclusione di spedita attività investigativa, hanno arrestato, nella flagranza dei reati di  maltrattamenti in famiglia – lesioni personali aggravate e tentato omicidio F. D. 38enne di nazionalità albanese, residente a Trentola Ducenta (Ce).

L’uomo, alle 16.30 circa, al culmine di una violenta lite sorta per ragioni connesse con l’affidamento dei figli minori, dopo essersi armato di un coltello a serramanico della lunghezza complessiva di 26 centimetri circa, ha attinto con diversi fendenti la sua ex moglie 37enne anch’ella di nazionalità albanese, residente a Trentola Ducenta (Ce), di fatto domiciliata a Fondi (lt). La donna è stata tempestivamente soccorsa da personale del 118, e trasportata presso il servizio di pronto soccorso dell’ospedale civile di Terracina, ove le è stata riscontrata una ferita lacero contuse alla regione latero cervicale da arma da taglio.

L’arrestato è stato associato presso la casa circondariale di latina.

2 maggio 2018 0

Accoltella e uccide il figliastro a Monterotondo, arresto convalidato ma niente carcere per l’80enne

Di admin

MONTEROTONDO – Arresto convalidato oggi in tribunale a Tivoli, per Antonio Russo, l’80enne che domenica sera, con alcune coltellate, ha ucciso il figliastro 56enne nella sua abitazione in via Aldo Moro a Monterotondo. L’uomo è stato arrestato dai carabinieri della locale compagnia appena qualche ora dopo aver sferrato i fendenti.

Le liti tra lui e Giuliano Lacopo, figlio della sua ex convivente erano continui e l’ultimo riguardava alcune bollette dell’energia elettrica e del Gas che il 56enne non aveva pagato. Da una prima ricostruzione, pare che il figliastro avrebbe colpito per primo l’anziano il quale, però, conscio dell’aggressività dell’uomo, era andato armato di un grosso coltello.

Arrestato per omicidio e porto abusivo di armi, Antonio Russo, qual ora venisse condannato, per via della sua età non sconterebbe un giorno di carcere.

Ermanno Amedei 

31 gennaio 2018 0

Frosinone: Accoltella un 64enne, bloccato da un carabiniere libero dal servizio

Di redazione

Nel pomeriggio di ieri i Carabinieri della Stazione di Frosinone Scalo unitamente ad un Carabiniere Forestale di Latina hanno deferito in stato di libertà per “lesioni personali aggravate e porto abusivo di coltello” un 70enne di origini calabresi, residente a Frosinone, pluripregiudicato per reati contro la persona e in materia di stupefacenti. Un futile motivo alla base della discussione, avvenuta nei pressi di un noto supermercato della zona scalo del capoluogo ciociaro, che ha visto interpreti il denunciato ed un 64enne anch’egli residente a Frosinone. Dalle parole, i due, passavano subito alle mani ed il 70enne estraeva dalla tasca un “coltello temperino” colpendo ad un braccio il 64enne. Il fatto non è sfociato in più gravi conseguenze solo grazie al tempestivo intervento del Carabiniere che, seppur libero dal servizio, bloccava e disarmava l’accoltellatore ed allertava la Centrale Operativa che immediatamente faceva intervenire sul posto una pattuglia in ausilio. Il ferito veniva trasportato presso il locale Ospedale “Spaziani” dove gli venivano riscontrate lievi ferite da taglio, medicato e subito dimesso. Il 70enne invece dovrà rispondere del suo gesto davanti l’Autorità Giudiziaria e a suo carico verrà avanzata proposta per l’applicazione di idonea misura di prevenzione. Immagine d’archivio

28 dicembre 2016 0

Accoltella il coinquilino a Cassino. Giovane arrestato per tentato omicicidio

Di admin

 

Cassino – Tentato omicidio nella notte a Cassino. La lite tra due giovani senegalesi nata per futili motivi si stava trasformando in tragedia. In piena notte, durante la lite, uno dei due 26enni si è armato di in grosso coltello da cucina con cui ha altellato il coinquilino. Il fendente ha raggiunto il giovane su un fianco sfiorando il polmone. immediatamente soccorso, il ferito è stato prima trasportato in ospedale a Cassino, poi trasferito all’Umberto Primo di Roma. I carabinieri di Cassino comandati dal tenente Emaniele Grio e diretti dal Colonnello Giuseppe Tuccio, hanno tratto in arresto l’accoltellatore per tentato omicidio. Il giovane è rinchiuso in carcere a Cassino.

Ermanno Amedei

19 dicembre 2016 0

Accoltella un passante, straniero arrestato per tentato omicidio

Di admin

Rieti – Ha minacciato un uomo di Rieti davanti la stazione ferroviaria colpendolo, prima con un pugno e poi con una coltellata.

La vicenda è avvenuta la sera di venerdì quando K,M. 24 anni del Mali, si sarebbe avvicinato all’auto dell’italiano minacciandolo. La ricostruzione è stata fatta in una nota stampa dalla squadra Mobile di Rieti. I due si sarebbero prima affrontati e all’invito ad allontanarsi, lo straniero avrebbe reagito con un pugno e, prima della sua fuga, con una coltellata alle spalle che ha provocato all’italiano una forte emorragia che lo ha costretto a ricorrere alle cure dell’ospedale e poi, data la gravità della ferita, è stato necessario trasferirlo presso il Policlinico Gemelli di Roma.

Gli investigatori della Squadra Mobile, prontamente intervenuti, hanno immediatamente intrapreso una attività di indagine, individuando l’aggressore, grazie alla particolareggiata descrizione fornita dai testimoni. Il giovane, senza fissa dimora in Italia, è stato arrestato per tentato omicidio.

25 ottobre 2016 0

Accoltella padre e fratello, 25enne arrestato a Sezze

Di admin

Sezze – Armato di un coltello e di un gancio di ferro, un 25enne ha aggredito oggi il padre e il fratello infliggendo ferite tali da costringere entrambi al ricovero in ospedale.

E’ accaduto a Sezze e il protagonista è H.H. di origini tunisine ma da anni residente nel comune pontino. Dopo una accesa discussione con i consanguinei, il 25enne li ha feriti in più punti del corpo prima che i carabinieri lo fermassero e arrestassero. Entrambe le vittime sono state trasportate presso l’ospedale Santa Maria Goretti di Latina.

L’aggressore, invece, è stato arrestato per lesioni personali gravi ed è stato trattenuto nelle camere sicurezza, in attesa del processo con rito direttissimo.

22 luglio 2010 0

Accoltella un 76enne dicendo di essersi difesa da uno stupro

Di redazione

Ha accoltellato un 76enne di Ortona riducendolo in fin di vita perché, dice lei, di aver subito una tentata violenza sessuale. E’ quanto accaduto ieri sera nella casa dell’anziano, Vincenzo D.F., dove Debora D. F., 37 anni di Francavilla al Mare si era recata in visita quale amico di famiglia. Tre fendenti scagliati con violenza tra il collo e il torace con un coltello da cucina reperito in loco. Poi la ragazza è scappata prima dell’arrivo dei carabinieri. L’uomo è stato immediatamente soccorso dagli operatori del 118 e medicato all’ospedale di Ortona, quindi trasportato e ricoverato in prognosi riservata al Reparto di Chirurgia Toracica dell’ospedale Clinicizzato di Chieti. Mentre i sanitari pensavano ai soccorsi, gli uomini del capitano Gianfilippo Manconi avevano già iniziato le indagini e avviato le ricerche della donna che, in poco tempo, ha dato i frutti sperati. Infatti la 37enne è stata trovata a Francavilla al Mare e arrestata con l’accusa di tentato omicidio. Lei ha sostenuto che il gesto è stata la reazione all’aggressione fisica dell’uomo che avrebbe tentato di abusare di lei. Una vicenda su cui i carabinieri stanno lavorando per tentare di fare piena luce su quanto accaduto. Ermanno Amedei

5 luglio 2010 0

Accoltella la madre al torace, 31 enne arrestata per tentato omicidio

Di redazione

I Carabinieri di Mosciano S.Angelo (Te) unitamente a quelli del Nucleo Operativo di Giulianova hanno tratto in arresto in flagranza di reato la cittadina cinese YU CHUNCHUN, 31enne, operaia, in regola con i documenti di soggiorno, per tentato omicidio posto in essere nei confronti della madre. Questa mattina verso le ore 08.30 mentre si trovavano all’interno della loro abitazione sita in Mosciano S. Angelo, per futili motivi venivano a diverbio d’apprima a parole e successivamente passavano alle vie di fatto nel senso che l’arrestata dopo essersi armata con un coltello a serramanico si è scagliata contro la propria madre colpendola all’emitorace sinistro provocandole una ferita penetrante all’emitorace sinistra. dopo le cure del caso la malcapitata veniva ricoverata presso l’Ospedale Civile di Giulianova per le cure del caso, mentre l’arrestata veniva tradotta presso la Casa Circondariale di Teramo a disposizione della competente Autorità Giudiziaria. L’ama utilizzata, unitamente all’appartamento sono stati sottoposti a sequestro per consentire i dovuti accertamenti e rilievi tecnici.

3 giugno 2010 0

A 16 anni accoltella il padre nel sonno

Di redazione

E’ entrato nella camera da letto del padre in piena notte e lo ha accoltellato nel sonno. Autore del gesto è un 16enne di Francavilla (Ch) che, la notte scorsa, armato di un coltello da cucina lungo 13 centimetri, si è avvicinato al letto del padre e gli ha vibrato due fendenti uno dei quali ha raggiunto l’uomo al torace perforandogli un polmone. I genitori sono riuscii a bloccare il ragazzo e a disarmarlo. Poi la corsa in ospedale per medicare l’uomo che, a quanto pare, non è in pericolo di vita. ad indagare sull’accaduto sono i carabinieri che avrebbero accertato che tra padre e figlio c’era un rapporto divenuto turbolento. Ermanno Amedei ermadei@libero.it

18 maggio 2010 0

Accoltella la sorella per un ammanco in cassa, denunciata 42enne

Di redazione2

E’ stata denunciata per lesioni personali.

Si tratta della donna di 42 anni accusata di aver accoltellato la sorella maggiore di 45 al culmine di una lite.

Una vicenda di cronaca accaduta a Sora e sulla quale sta indagando il commissariato di polizia sulla base del referto del pronto soccorso del Santissima Trinità.

Qui il personale medico ha visitato la donna di 45 anni che accusava una ferita da arma da taglio alla gola. Una ferita superficiale e per la quale la vittima dell’aggressione è stata refertata con due giorni di prognosi.

Tuttavia, oltre agli agenti del commissariato di Sora, sono intervenuti anche i servizi sociali del comune. Sembra che alla base del litigio ci siano questioni economiche o meglio il sospetto di furto di somme di denaro. Le due sorelle convivono in un’ appartamento che hanno preso insieme in affitto, la sorella maggiore ha due figli, uno dei due è stato accusato dalla zia di aver sottratto 200 euro dalla cassa comune.

Accuse che sarebbero sfociate nella furibonda lite con accoltellamento finale. Una tragedia sfiorata all’interno di una famiglia normalissima, come suggeriscono fonti della questura, ma sulla quale vogliono fare chiarezza gli agenti di polizia.

Tamara Graziani