Tag: aereo

24 settembre 2017 0

Aereo schiantato, il video del giro della morte. Recuperato il corpo del Pilota

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

TERRACINA – Un velivolo Eurofighter del Reparto Sperimentale di Volo dell’Aeronautica Militare è precipitato in mare nella fase finale del suo programma di volo. Ancora sconosciute le cause dell’incidente. Da pochi minuti è stato ritrovato il corpo del pilota. Le operazioni di soccorso sono iniziate immediatamente dopo l’impatto grazie ai mezzi di soccorso presenti sul posto.

L’Aeronautica Militare ha attivato le procedure per accertare le cause dell’incidente. Il Ministro della Difesa, Senatrice Roberta Pinotti ed il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano si uniscono al Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, Generale di Squadra Aerea Enzo Vecciarelli nell’esprimere vicinanza e cordoglio alla famiglia ed alle persone più care e vicine al giovane pilota.

24 settembre 2017 0

Terracina: Air show, aereo cade in mare. Due piloti dispersi. Shock tra il pubblico. Video

Di redazione

Terracina- Durante l’Air Show a Terracina oggi pomeriggio un aereo Eurofighter dell’aeronautica militare per cause ignote è caduto improvvisamente in mare. La manifestazione è stata immediatamente annullata. Sul posto sono intervenuti 2 squadre dei vigili del fuoco più la vigilanza della manifestazione e la motobarca di Gaeta oltre ad un elicottero dei vigili del fuoco. Shock tra le tantissime persone presenti che erano giunte lì da più parti d’Italia per ammirare lo spettacolo.

3 settembre 2017 0

Aereo precipita e prende fuoco lungo via Appia, km90: 5 feriti, 2 gravi

Di redazionecassino1

Il Cesna 182 I-scap è precipitato alle ore 13 circa in un campo lungo la via Appia, al chilometro 90, nel territorio tra Sonnino e Pontinia.

L’aereo era decollato poco prima dall’aviosuperficie del Frasso al miglio 55, precipitando dopo breve tempo per cause ancora da accertare, anche se dalle prime ipotesi si evince che il velivolo abbia urtato un filo dell’alta tensione in fase di decollo.

L’aereo ha poi preso fuoco. Cinque le persone ferite, due delle quali, tra cui il pilota, in gravi condizioni e soccorse da due eliambulanze mentre le altre tre persone a bordo sono state prelevate dai mezzi del 118. Oltre al pilota erano a bordo dei paracadutisti. Sul posto sono intervenuti carabinieri, polizia stradale e le squadre di vigili del fuoco. L’Agenzia nazionale sicurezza volo ha aperto una inchiesta e effettuato nel pomeriggio un sopralluogo condotto dai propri periti.

10 agosto 2017 0

Emergenza incendi boschivi: Oggi a quota 45 le richieste d’intervento aereo

Di redazione

++Aggiornamento alle ore 18.00++

Prosegue senza sosta l’impegno dei Canadair e degli elicotteri della flotta aerea dello Stato, coordinati dal Dipartimento della Protezione Civile: anche oggi, gli equipaggi sono stati impegnati dalle prime luci del giorno nelle operazioni di spegnimento dei numerosi incendi boschivi per cui si è reso indispensabile il supporto aereo alle operazioni svolte dalle squadre a terra e dai velivoli regionali.

Al momento sono già 45 le richieste di concorso aereo ricevute dal Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento dalle Regioni. In particolare 9 sono pervenute dal Lazio, 8 dalla Sicilia, 6 dalla Calabria, 5 dall’Abruzzo e altrettante dalla Basilicata, 3 ciascuna dalla Campania e dal Molise, 2 dall’Umbria e altrettante dalla Sardegna e una, rispettivamente, dall’Emilia Romagna e dalla Puglia.

L’intenso lavoro svolto dai piloti dei mezzi aerei – 15 Canadair e 8 elicotteri del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco oltre a 2 elicotteri del Comparto Difesa – ha permesso di mettere sotto controllo o spegnere, finora, 12 roghi. Le attività di lancio di acqua e liquido ritardante ed estinguente proseguiranno finché le condizioni di luce consentiranno di operare in sicurezza.

È utile infine ricordare che la maggior parte degli incendi boschivi è causata da comportamenti superficiali o, spesso, dolosi e che la collaborazione dei cittadini può essere decisiva nel segnalare tempestivamente al numero di soccorso del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco 115 o, dove attivato, al numero unico di emergenza 112 anche le prime avvisaglie di un possibile incendio boschivo. Fornendo informazioni il più possibile precise, si contribuisce in modo determinante nel limitare i danni all’ambiente, consentendo a chi dovrà operare sul fuoco di intervenire con tempestività, prima che l’incendio aumenti di forza e di capacità distruttiva.

11 gennaio 2010 0

Alluvione in Albania, ponte aereo per soccorrere le popolazioni

Di redazione

Sono al lavoro dalle prime luci di stamani in Albania i due elicotteri CH47 dell’Esercito Italiano e il team operativo della Protezione Civile nazionale per garantire la distribuzione di acqua potabile, medicinali e beni di prima necessità alla popolazione del comune di Velipodje, completamente isolato a causa dell’alluvione che nei giorni scorsi ha colpito il nord dell’Albania. Il ponte aereo realizzato dai due velivoli, inviati dal Governo italiano in coordinamento con il MIC (Monitoring Information Centre) di Bruxelles a seguito della richiesta di assistenza avanzata dalle autorità albanesi, consentirà la distribuzione, in giornata, di circa 50 tonnellate di aiuti alla popolazione isolata e proseguirà finché le condizioni di luce lo consentiranno per riprendere poi nella giornata di domani. “Le operazioni, gestite in stretto raccordo con la protezione civile e le forze armate albanesi, sono rese particolarmente difficoltose dal maltempo che continua a insistere sulla zona, spiega Paolo Vaccari – team leader del Dipartimento della Protezione Civile, ma grazie all’esperienza degli equipaggi degli elicotteri dell’Esercito Italiano stiamo garantendo il rifornimento di beni essenziali ad una comunità di oltre 8.000 persone isolata ormai da diversi giorni”.

3 dicembre 2009 0

Discarica di materiali pericolosi scoperta da un controllo aereo

Di redazione

Circa 300 carcasse di autoveicoli oltre a fusti contenenti olio esausto per un quantitativo di circa mille litri, parti meccaniche contaminate, batterie al piombo esauste, ciclomotori abbandonati, ingenti quantità di pneumatici fuori uso ridotti in piccole parti e stoccati in sacchi di plastica depositati sul suolo è stato rinvenuto in una vera e propria discarica abusiva di 4mila metri nel comune di Paliano (Fr). La discarica è stata individuata dalla guardia di Finanza di Frosinone e dall’Arpa Lazio sorvolando la zona con un velivolo. All’atto del controllo, la situazione è stata più grave di quanto non fosse stato preventivato a seguito del sorvolo delle zone. A fronte delle palesi violazioni delle normativa di settore è stato denunciato il responsabile della discarica abusiva, C. G. 62 anni di Frosinone.

2 agosto 2009 1

Aereo da combattimento teleguidato dalla Puglia alla Sardegna

Di redazione

Dalla Puglia alla Sardegna guidato via satellite. E’ l’esperimento dell’aeronautica militare italiana fissato per domani. Si tratta di un aereo telecomandato Predator che dalla base del 32° Stormo di Amendola in provincia di Foggia, dopo otto ore di volo, grazie ad una guida a collegamento satellitare (è questa la novità assoluta), raggiungerà la base di Decimomannu. L’operazione è denominata Shardan e prevede anche altri tipi di esercitazione. Per permettere lo svolgimento del test in tutta sicurezza è stato disegnato un corridoio aereo. Il controllo del velivolo sarà affidato ai piloti a distanza della puglia, salvo affidarli a quelli sardi solo per la fase dell’atterraggio. Sembra aprirsi, con questi test, una nuova era per la salvaguardia dello spazio aereo nazionale.

19 marzo 2009 0

Partorisce in aereo e abbandona il figlio

Di redazione

Sarà difficile stabilire con esattezza, o anche in maniera approssimativa, il luogo di nascita di un bambino venuto alla luce ieri su un aereo che dal Apia, Capitale di Samoa, stava attraversando l’Oceano Pacifico per raggiungere Auckland, in Nuova Zelanda. Un storia che si colorisce di particolari che la rendono unica dato che il pargolo è stato trovato nel bagno delle donne dagli addetti alla pulizia. Bambini nei cassonetti dei rifiuti sono una triste realtà, ma addirittura abbandonato in un aereto transoceanico risulta davvero una novità assoluta. Come la mamma potesse pensare di rimanere anonima resta difficile da capire dato che sul velivolo della compagnia aerea Pacific Blue viaggiavano circa 150 persone. La buona notizia è che tutti e due, mamma e figlio, stanno bene e, una volta atterrati, sono stati portati entrambi in ospedale per accertamenti. Se è vero che i bambini li porta la cicogna, questo è davvero un bambino speciale dato che è stato portato addirittura da un aereo.