Tag: aggiornamento

3 luglio 2017 0

Asl di Frosinone, Tirocini e Progetti Formativi di aggiornamento presso l’ufficio stampa

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Frosinone – “Si informa che presso l’Ufficio Stampa della ASL di Frosinone si possono effettuare, nei prossimi mesi, stage pre-laurea e progetti formativi per studenti delle Università che hanno attivato convenzioni con la ASL stessa per le seguenti facoltà: Area Comunicazione-Scienze Politiche-Sociologia, Comunicazione, Lettere”. Lo si legge in una nota della Asl di Frosinone .

“Trattasi di esperienze del tutto particolari, vista la natura stessa dell’Ente, del comparto sanitario della Pubblica Amministrazione, che fornisce un’informazione di carattere medico/scientifico e che è in stretto rapporto con le Istituzioni e le Redazioni giornalistiche (peraltro molto interessate in questo territorio alla materia sanitaria).

Gli studenti universitari possono conseguire dei crediti formativi ai fini della laurea; le candidature sono aperte anche ai laureati (almeno da 12 mesi) che vogliono sviluppare progetti formativi ed acquisire competenze nel settore dell’informazione e del rapporto con gli Organi di Stampa e che, a loro volta, riceveranno una attestazione da far valere in occasione di selezioni ed altro.

Per i tirocini le domande possono essere presentate tramite il portale www.jobsoul.it , per quanto riguarda i progetti formativi ci si può candidare tramite posta elettronica all’indirizzo ufficiostampa.aslfrosinone@gmail.com entro il 10 Agosto 2017.

Maggiori informazioni sono disponibili sul Sistema Orientamento Università Lavoro JOB SOUL e sui motori di ricerca Subito, Indeed, Vivastreet, Bakeca, oppure contattando direttamente  l’Ufficio Stampa della ASL di Frosinone ai numeri: 0775/882 2293 – 0775/882 2293 – Cell. 366/6679834″.

23 gennaio 2017 0

Maltempo, Anas – aggiornamento viabilità Abruzzo/Marche – riaperta SS5 “Tiburtina Valeria”

Di Antonio Nardelli

Proseguono le attività di Anas per completare lo sgombero della neve nei tratti delle strade statali più colpiti dal maltempo dei giorni scorsi. Complessivamente Anas ha impegnato giornalmente fin dalle prime ore di emergenza circa 500 operatori e 300 mezzi.

Oltre alla propria rete di competenza, Anas ha effettuato interventi su strade comunali e provinciali per circa 290 km di in Abruzzo e 350 km nelle Marche in supporto agli Enti locali, in coordinamento con le Prefetture e la Protezione civile.

In Abruzzo, le turbine e gli sgombraneve hanno operato ininterrottamente nel fine settimana consentendo nella serata di ieri la riapertura della strada statale 5 “Tiburtina Valeria” in corrispondenza del valico di Forca Caruso, tra Collarmele e Castelvecchio Subequo.

Nelle provincie di Teramo e L’Aquila resta invece chiusa la strada statale 80 “del Gran Sasso d’Italia” dal km 37 al km 41, tra Ortolano (Campotosto) e Aprati (Crognaleto), a causa di una frana in movimento. Il personale Anas sta comunque operando ininterrottamente con turbine e mezzi sgombraneve per allargare i tratti già riaperti.

Nelle Marche sono proseguite nel fine settimana le attività di Anas in supporto agli Enti locali per liberare la viabilità locale nelle frazioni dei comuni di Arquata del Tonto, Acquasanta Terme e Ascoli Piceno. Sulla viabilità di competenza Anas sono invece proseguiti gli interventi per allargare i tratti già riaperti nei giorni scorsi.

5 agosto 2010 0

Aggiornamento personale di imprese, il progetto di Innova decimo in Italia

Di redazione

Primo nel Lazio e tra i primi dieci in Italia: il progetto per l’aggiornamento e la qualificazione del personale nelle imprese che operano in provincia di Frosinone si è classificato al top delle graduatorie. «Porterà in Ciociaria svariate centinaia di migliaia di euro, sotto forma di ore in formazione professionale, ma soprattutto contribuirà a fornire una marcia in più per le ditte che vogliono sfidare la crisi affrontandola sul fronte della qualità»: parole di Florindo Buffardi, presidente di Innova, l’azienda speciale della Camera di Commercio di Frosinone che è la capofila del progetto.

«A giudicare quel piano tra i migliori in Italia – sottolinea Marcello Pigliacelli, presidente di Confindustria Frosinone – è stata Fondimpresa, il più importante tra i fondi interprofessionali per la formazione continua nelle imprese, costituito da Confindustria, Cgil, Cisl e Uil».

Si chiama “Metodo” e vede ancora una volta insieme ad Innova anche Perform (l’ente di Formazione di Confindustria Frosinone) e l’associazione Smile.

«Un partenariato quello tra Innova e Perform che negli ultimi due anni ha portato sul nostro territorio ben diecimila ore di formazione con cui qualificare il personale delle nostre imprese – sottolinea Tommaso De Santis, presidente di Perform – rispondendo alle esigenze della piccola, media e grande industria che opera in Ciociaria. Attraverso “Metodo” le aziende avranno l’opportunità di formare ed aggiornare i propri dipendenti alle sfide di un mercato sempre più globale».

Metodo porterà tremila ore di formazione sul nostro territorio. Saranno le imprese ad indicarci le attività formative di loro interesse, scegliendo su un Catalogo Formativo realizzato nei mesi scorsi attraverso l’analisi dei fabbisogni. In caso di esigenze particolari che non siano previste nel Catalogo, oppure se c’è stato un cambiamento improvviso degli scenari industriali, sarà possibile aggiornare il piano formativo. E, in presenza di alcuni requisiti, sarà possibile realizzare le attività formative direttamente presso le aziende interessate.

I corsi di Metodo sono riservati ai dipendenti delle aziende del nostro territorio. Per accedere al progetto è sufficiente aderire a Fondimpresa. L’adesione non comporta alcun costo aggiuntivo per l’azienda: è sufficiente compilare il modello “DM10” inserendo il codice “FIMA”. In questo modo, l’azienda destinerà al fondo lo 0,30% del contributo integrativo che normalmente viene versato all’Inps. Chi è già iscritto, ha diritto ad avere come ritorno queste attività formative. L’adesione è unica e non va rinnovata ogni anno.

Secondo le previsioni di Innova e Perform, Metodo 2010 coinvolgerà tra i trecento ed i quattrocento dipendenti, per i quali le aziende chiederanno soprattutto di attivare corsi sulle risorse umane, amministrazione e controllo, information tecnology, lingue straniere, marketing, pari opportunità, organizzazione aziendale, internazionalizzazione, sistema sicurezza e ambiente. «La crisi si affronta anche così – conclude Florindo Buffardi – guardando oltre e cercando nuove frontiere da scavalcare. Noi, insieme a Perform e Fondimpresa, siamo pronti».