Tag: aggredisce

16 Aprile 2019 0

Senza biglietto aggredisce capotreno e ferisce poliziotti, straniero arrestato a Frosinone

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FROSINONE – Durante i controlli nelle zone limitrofe alla stazione ferroviaria gli agenti delle Volanti sono stati allertati da personale della locale Polizia ferroviaria della presenza di un cittadino extracomunitario che sul treno della tratta Roma Frosinone aveva creato seri disagi. L’uomo, sprovvisto di regolare biglietto, aveva più volte aggredito il capotreno. Immediato l’intervento degli operatori delle volanti e della Polfer all’arrivo del convoglio presso lo scalo di Frosinone. Nell’occasione il nigeriano 23enne, sprovvisto di documenti e di titolo di viaggio, ha tentato inutilmente la fuga. Subito raggiunto ha iniziato a dare in escandescenza aggredendo gli agenti che tentavano di identificarlo. Trasferito coattivamente in Questura è stato arrestato per minacce e resistenza. Tre gli agenti che sono ricorsi alle cure mediche del locale Pronto soccorso.

18 Marzo 2019 0

Alatri, aggredisce l’arbitro durante l’incontro di calcio a 5 femminile: denunciato 54enne

Di admin

ALATRI – Finisce con l’arbitro ferito e la partita sospesa l’incontro di calcio a 5 femminile che ieri si stava svolgendo presso il palazzetto dello sport a Tecchiena di Alatri tra “Frosinone Futsal – Valmontone calcio”, valevole per il campionato di serie A2.

I carabinieri del N.O.R.M. della Compagnia di Alatri, unitamente a quelli della Stazione di Veroli, sono intervenuti su richiesta dell’arbitro della partita, poiché quest’ultimo al decimo minuto del secondo tempo è stato aggredito da un 54enne di Frosinone, incensurato, dirigente e accompagnatore della formazione del Frosinone Futsal, il quale dopo aver invaso il campo di gioco gli sferrava un pugno. L’arbitro a seguito dell’aggressione si è rifugiato nello spogliatoio fino all’arrivo dei militari, motivo per cui l’incontro è stato interrotto.

A causa dell’aggressione subita, il direttore di gara si è recato presso il pronto soccorso dell’ospedale San Benedetto di Alatri ove veniva sottoposto alle cure del caso e giudicato guaribile in 2 giorni.

La parte offesa si riservava di sporgere formale denuncia per quanto accaduto. L’evento sopra descritto scaturiva a seguito dell’espulsione di due giocatrici della squadra del Frosinone Futsal, che scatenava l’ira del dirigente, il quale è stato denunciato per il reato di “invasione di campo aggravata dalla sospensione della manifestazione sportiva” e proposto per l’applicazione del Daspo.

7 Marzo 2019 0

Atina, aggredisce la madre poi 20enne si barrica in casa

Di admin

ATINA – Ha aggredito la madre 40enne rumena minacciandola con un coltello e costringendola a chiudersi in una stanza. é accaduto oggi pomeriggio alle 18 ad Atina dove il 20enne, dopo una lite per futili motivi, si è scagliato contro la donna.

La porta sbarrata le ha quindi permesso di chiamare i carabinieri e di fuggire all’esterno attraverso il balcone dei vicini. Sul posto è arrivata l’autoradio dei militari alla vista dei quali il giovane si è barricato in casa minacciando si gettarsi dal balcone dell’appartamento al secondo piano. A sua disposizione ha ancora i coltelli da cucina con cui ha minacciato la madre.

27 Febbraio 2019 0

Aggredisce e violenta una madre davanti ai piccoli, arrestato 32enne

Di admin

FROSINONE – Poliziotti della Squadra Mobile e della Squadra Volante della Questura di Frosinone hanno dato esecuzione all’ordinanza della misura cautelare personale degli arresti domiciliari, emessa dal Tribunale di Frosinone, nei confronti di un 32enne residente ad Anagni. L’uomo si era reso responsabile di violenza sessuale e violazione di domicilio: la vittima una giovane madre, originaria di un paese dei Monti Ernici, che aveva raccontato la triste vicenda agli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico. L’uomo, che si era introdotto con una scusa nella casa della giovane donna, aveva messo in atto i suoi intenti, incurante della presenza dei figli minori che hanno purtroppo assistito all’aggressione. In sinergia con la Squadra Mobile scattavano tempestive indagini. In particolare audizioni protette dei minori con personale specializzato della 2ª Sezione – Reati contro la persona, in danno dei minori e reati sessuali – e del Direttore Tecnico Superiore Psicologo dr.ssa Cristina Pagliarosi hanno permesso di ricostruire uno scenario “sconcertante”. Ieri l’epilogo, con l’applicazione dei domiciliari, per il “concreto e rilevante pericolo di reiterazione dei delitti della stessa specie”.

8 Novembre 2018 0

Cassino, aggredisce e taglia i capelli alla ex che non vuol far pace: arrestato 28enne

Di admin

CASSINO – Lei non lo vuole più e lui le taglia i capelli. È accaduto questa mattina Cassino nel centro commerciale Gli Archi dove alle 9.15 circa, si è presentato il 28enne con idee evidentemente chiare.

In un negozio del Centro lavora quella che è la sua ex fidanzata, una 26enne con la quale da alcuni giorni ha tentato inutilmente di far pace. Il giovane, all’ennesimo no, ha cominciato ad insultarla poi, con un gesto rapido le ha afferrato una ciocca di capelli e, con una forbice che aveva portato con se, la taglia facendo cadere a terra la ragazza.

L’immediato intervento di altre persone lo ha messo in fuga ma la polizia del commissariato di Cassino diretto dal vice questore Raffaele Mascia lo ha rintracciato ed arrestato poco dopo a casa. Il giovane deve rispondere di minacce, violenza privata, porto ingiustificato di oggetto ad offendere e lesioni dato che la ragazza è stata refertata al pronto soccorso.

Ermanno Amedei

14 Agosto 2018 0

Sant’Apolllinare: Aggredisce un ragazzo per gelosia, 37enne nei guai

Di redazione

Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Sant’Apollinare, a conclusione di attività info-investigativa relativa a un’aggressione patita da un 33enne residente nella Valle dei Santi alcuni giorni fa, deferivano in stato di libertà per “lesioni personali dolose e minaccia grave mediante arma impropria” un 37enne di Minturno, già censito per i reati di danneggiamento, violazione di sigilli ed abbandono di animali. In particolare, il denunciato aveva aggredito il 33enne dopo essere venuto a conoscenza di una presunta relazione extraconiugale di quest’ultimo con la propria moglie e per tale motivo si era recato presso la sua abitazione minacciandolo di morte e colpendolo con una spranga di ferro, tanto da procurargli lesioni giudicate guaribili in giorni sei dai sanitari del Pronto Soccorso dell’ospedale di Cassino a cui aveva fatto ricorso per le cure del caso. L’aggressore, inoltre, nell’andare via, aveva sfogato la sua rabbia infrangendo il parabrezza dell’autovettura di un parente della vittima parcheggiata nelle vicinanze. Nonostante le ferite riportate e le minacce ricevute, la vittima, per timore di successive ripercussioni, non aveva formalizzato nessuna denuncia, ma nonostante ciò i militari operanti, al termine degli accertamenti e grazie anche al contributo di alcune testimonianze acquisite, riuscivano ad identificare l’aggressore e stante la procedibilità d’ufficio, lo stesso veniva deferito alla Procura della Repubblica di Cassino. Ricorrendone i presupposti di legge, il 37enne veniva anche proposto per l’allontanamento con foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno in quel Comune per un periodo di anni tre. Foto d’archivio

19 Giugno 2018 0

Aggredisce il personale e si allontana dalla Comunità di recupero, arrestato dai carabinieri un 17enne

Di redazionecassino1

CASSINO – Nel corso della mattinata odierna,  personale dipendente del Comando Stazione Carabinieri di Cassino, traeva in arresto un minore di anni 17 (già censito per reati in materia di stupefacenti,  maltrattamenti in famiglia e ricettazione) in esecuzione dell’ordinanza di sostituzione della misura del collocamento in comunità con quella della misura della custodia in istituto Penale Minorile.

Il giovane, già  collocato presso una nota comunità terapeutica di  Cassino (a seguito del suo arresto avvenuto nel 2016 ed eseguito dai  Carabinieri di Roma Eur,  allorquando venne trovato in possesso di 25 grammi di hashish e di un bilancino di precisione),  evidenziava insofferenza alle regole della comunità terapeutica, rifiutava  di assumere la terapia farmacologica a cui era sottoposto nonché aveva minacciato ed aggredito ospiti e personale addetto del centro oltre che  cercato di allontanarsi arbitrariamente senza un giustificato motivo.

A seguito di tali violazioni, il GIP del Tribunale dei Minorenni di Roma ordinava il suo accompagnamento presso un istituto penale minorile di Roma per un periodo di giorni trenta, disponendo che, alla scadenza,  lo stesso venga nuovamente condotto in una comunità idonea nell’affrontare problematiche psicologiche e tossicologiche affette dal minore.

Al termine delle previste formalità di rito, il minore veniva  accompagnato presso l’istituto Penale Minorile di Casal del Marmo di Roma.

 

8 Giugno 2018 0

Un 40enne aggredisce due vicine di casa, ma finisce azzannato al braccio e alla schiena dal suo cane

Di redazionecassino1

AMASENO – Brutta avventura per due donne di contrada Valle Mottola, ad Amaseno, aggredite da un 40enne vicino di casa.

L’uomo, Leone Luca Nemo di 40 anni, disoccupato con precedenti penali, aggrediva con una mazza le due donne, sembra dalle prime testimonianze, per vecchi dissapori. Non soddisfatto l’aggressore, nonostante le due donne fossero ferite e a terra in attesa d essere trasportate in ospedale, con un machete si accaniva contro la macchina delle malcapitate, danneggiandola.

Sembra, inoltre, che l’aggressore, fosse possessore di un cane razza rottweiler. L’animale agitato dal trambusto del pestaggio avrebbe aggredito il proprio padrone azzannandolo all’avambraccio e alla schiena procurandogli gravi lesioni.

Sul posto per gli accertamenti e le indagini i carabinieri di Amaseno e due ambulanze del 118 che hanno prestato le prime cure alle donne e al loro aggressore.

foto di archivio

 

11 Maggio 2018 0

Veroli, litiga con la moglie 37enne e aggredisce i carabinieri: arrestato 60enne

Di admin

VEROLI – Questa notte i carabinieri di Veroli hanno arrestato un 60enne del luogo che si è reso responsabile del reato di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

L’uomo, in evidente stato di alterazione ed a seguito di un diverbio con la moglie 37enne di nazionalità  paraguaiana, ha aggredito con calci e pugni uno dei militari intervenuti per sedare gli animi, il quale ha riportato lesioni guaribili in 6 giorni .

L’arrestato, ad  espletate  formalità di rito,  è stato trattenuto presso le camere di sicurezza del Comando  Compagnia Carabinieri di  Alatri, in attesa di essere condotto innanzi alla competente autorità giudiziaria per lo svolgimento dell’udienza del  rito direttissimo.

18 Aprile 2018 0

Anagni: Aggredisce i carabinieri con calci, pugni e insulti. 40enne in manette

Di redazione

Nella serata di ieri, ad Anagni, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della locale Compagnia, traevano in arresto per “violenza, resistenza e lesioni aggravate a Pubblico Ufficiale”, un 40enne di Gorga (RM), già censito per numerosi reati contro il patrimonio. Lo stesso, sottoposto a controllo dei militari all’interno di un bar, allo scopo di sottrarsi agli accertamenti aggrediva gli operanti con calci, pugni e spintoni, rivolgendo loro frasi oltraggiose. Datosi alla fuga, il 40enne veniva raggiunto poco dopo nelle strade adiacenti e trovato in possesso di una dose di grammi 0,5 di cocaina e pertanto, segnalato anche all’Ufficio Territoriale del Governo di Frosinone per uso personale non terapeutico di sostanze stupefacenti. L’arresto al termine delle formalità di rito è stato condotto presso la propria abitazione agli arresti domiciliari come disposto dall’A.G., mentre la sostanza stupefacente veniva sottoposta a sequestro. Foto d’archivio