Tag: aguanno

27 luglio 2010 0

Comunali 2011 / Inizia la campagna elettorale. D’Aguanno: “La politica abbandoni i personalismi”

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

“I mesi che ci separano dal voto comunale del 2011 vanno impiegati per coalizzare le forze migliori, le intelligenze più brillanti, le volontà limpide della città attorno ad un progetto che disegni la Cassino che riprenda a correre, a creare lavoro e ad essere centro di sviluppo”: è un invito esplicito quello rivolto dal consigliere regionale Annalisa D’Aguanno. “Non si tratta di essere ottimisti o pessimisti – aggiunge -, non ha importanza insistere su analisi e prospettive che abbiano incerta concretezza accompagnate dai sorrisi che conosciamo: questa per Cassino deve diventare la stagione delle maniche rimboccate. E’ il momento di guardare alle cose da fare, cosa capaci di creare una crescita strutturale e stabile. Non bisogna rassegnarsi ed utilizzare la scarsità dei fondi che giungono dal governo come alibi dell’immobilismo sui programmi e della pratica del piccolo cabotaggio a servizio di piccoli interessi”. D’Aguanno non disdegna il terreno delle idee e dei progetti: “Lo spostamento della stazione ferroviaria per ricongiungere la città alle Terme Varroniane e al polo scolastico della Folcara, il coalizzare una rete di soggetti capaci di sostenere lo studio di fattibilità dell’Ateneo per localizzare sul territorio la fermata in linea Tav, la realizzazione a Cassino di una cittadella della scienza e dell’innovazione per implementare l’eccellenza della Facoltà di Ingegneria ed a sostegno del tessuto imprenditoriale della meccanica non rappresentano capitoli di un libro dei sogni. Sono idee a servizio di un programma concreto di rilancio per la città ed il territorio”. Non è utopia nel periodo dei tagli ai trasferimenti statali e di federalismo municipale? L’esponente del Pdl nega: “Bisogna essere innovativi anche nella ricerca delle risorse. Conosco amministratori di centrodestra che hanno già risolto il problema guardando, ad esempio, ai fondi sovrani che potrebbero essere interessati a determinati investimenti. Ma, prima di tutto – conclude – la politica deve riuscire a superare un punto di vista personalistico, localistico, fazioso se non addirittura settario, penalizzante per l’intera comunità”.

12 luglio 2010 1

Rapine e infiltrazioni nel cassinate, D’Aguanno: “Occorre coordinamento tra forze dell’ordine”

Di redazione

«Maggiori interventi per promuovere la sicurezza locale e potenziamento delle Forze dell’Ordine in uomini e mezzi sono due strade obbligate da percorrere per conservare la capacità del nostro territorio di promuovere benessere e sviluppo: la tentata rapina di venerdì alla Banca Intesa di Cassino, il colpo riuscito con sequestro di persona odierno a Sant’Andrea del Garigliano si aggiungono, infatti, ad episodi simili che si sono verificati nelle scorse settimane, come il blitz di giugno al negozio di argenteria di Roccasecca con sequestro della commessa»: l’allarme ed il richiamo ad una maggiore attenzione alle infiltrazioni criminali sul territorio provinciale, e del cassinate in particolare, è del consigliere regionale del Pdl, Annalisa D’Aguanno. «E’ necessario – aggiunge D’Aguanno – anche che si proceda ad una verifica della situazione dal punto di vista del coordinamento delle Forze dell’Ordine, del coinvolgimento delle associazioni di categoria, dell’informazione e partecipazione dei cittadini, della prevenzione dei fenomeni di macro e micro criminalità. Mi faccio carico di sostenere a livello regionale le richieste e le istanze che vadano in questa direzione: anche se il Comune di Cassino, col vicesindaco Nardone in prima linea, sta svolgendo appieno il proprio compito. Gli episodi verificatisi nel Cassinate, però, evidenziano i problemi denunciati dai sindacati della polizia che vanno rimossi per ottenere una più efficace azione di prevenzione e repressione». «Di sicuro – sottolinea l’onorevole D’Aguanno – è necessario raccordare le forze di polizia per una azione di controllo e perlustrazione costante e coordinata: se ne avverte l’esigenza in determinati periodi dell’anno e in coincidenza con azioni incisive delle forze dell’ordine nel Casertano e nel Napoletano che spingono la manovalanza criminale ad emigrare proprio nei territori del Lazio meridionale».

7 luglio 2010 0

Miglioramento urbano, D’Aguanno (Pdl): “Piazze Labriola e San Giovanni nel piano triennale”

Di redazione

«Come amministrazione comunale abbiamo inserito interventi di recupero e di miglioramento urbano per Piazza Labriola e Piazza San Giovanni nel piano triennale delle opere pubbliche e li abbiamo anche fatti oggetto di richieste di finanziamento alla Regione Lazio: per questo apprezzo e condivido l’intenzione dell’associazione “Amici per Cassino” di relazionarsi e collaborare col Comune avanzando progetti e proposte»: lo sostiene il consigliere regionale del Pdl, Annalisa D’Aguanno. «L’associazione presieduta da Sambucci e di cui sono entrati a far parte anche l’avvocato Pacione ed il geometra Miele – aggiunge l’onorevole D’Aguanno -, proseguendo sulla strada intrapresa, potrà dare l’esempio di come la società civile possa essere utile e propositiva svolgendo un suo ruolo auonomo ma che finisce con l’interagire ed aiutare gli amministratori nella loro azione quotidiana. Non si può del resto negare che le due aree del centro cittadino citate siano da considerare delle priorità su cui intervenire per migliorare la qualità della vita a Cassino e, al contempo, combattere fenomeni di microcriminalità e vandalismo che continuano a ripetersi».

2 luglio 2010 0

Federalismo, D’Aguanno: “Gli enti locali seguano la linea dettata dalla Regione”

Di redazione

Il consigliere regionale del Pdl, Annalisa D’Aguanno, rivolge un invito agli amministratori locali della provincia di Frosinone affinché prendano atto della fase di transizione verso il federalismo fiscale: «L’adozione di un sistema di valutazione delle prestazioni lavorative che riconosca il merito, il miglioramento dell’organizzazione del lavoro, l’incremento della trasparenza amministrativa, il corretto svolgimento delle attività di controllo interno sono scelte che anche in provincia di Frosinone i Comuni e gli enti locali devono far proprie al più presto – spiega -. Gli amministratori ciociari, al di là e al di sopra dei colori politici di appartenenza, devono seguire l’esempio della giunta Polverini nell’interesse delle comunità amministrate e per far fronte al passaggio del Paese verso il federalismo». L’esecutivo regionale ha infatti approvato, nei giorni scorsi, una proposta di legge regionale concernente “Norme in materia di ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle amministrazioni regionali”: si tratta di misure che saranno estese anche ad enti e soggetti privati a partecipazione regionale. «La bozza normativa – sottolinea l’onorevole D’Aguanno – assicura l’accessibilità totale agli atti, al fine di una maggiore trasparenza, anche attraverso la pubblicazione sui siti istituzionali delle informazioni concernenti ogni aspetto dell’organizzazione amministrativa, dei provvedimenti adottati e delle informazioni sui soggetti operanti nella pubblica amministrazione. Si tratta di un passo necessario anche per adeguare le nostre amministrazioni locali agli standard che in altri Paesi europei sono una realtà da tempo». «Nella sfida per la competitività dei territori – conclude il consigliere regionale del Pdl – non bisogna mai dimenticare che i servizi offerti dalla pubblica amministrazione giocano un ruolo di assoluto rilievo. La provincia di Frosinone ha negli enti le professionalità e le risorse per dare un contributo importante a sostegno dell’economia e nella prospettiva del necessario rilancio oltre che per sostenere a testa alta il confronto con le innovazioni connesse all’organizzazione federale dello Stato».

29 giugno 2010 0

Dalla Provincia D’Aguanno promette: “Lsu stabilizzati in 3 anni”

Di redazione

A conclusione della riunione del gruppo di maggioranza sul Bilancio 2010, il consigliere provinciale Annalisa D’Aguanno, in qualità di presidente della Commissione consiliare a Formazione professionale, Politiche del lavoro, Centri per l’impiego e Personale, ha annunciato che «è stato stabilito di incrementare l’orario di lavoro da tempo parziale a full time portandolo da 30 a 36 ore settimanali per 123 lavoratori dell’amministrazione provinciale interessati, con decorrenza primo agosto 2010. Inoltre l’ente ha deciso di procedere alla progressiva stabilizzazione, in tre anni, di tutti gli ex Lsu accedendo al contribiuto una tantum previsto dalla Regione Lazio in ragione di 30mila euro per ogni unità. L’amministrazione provinciale stabilizzerà quindi 30 Lsu all’anno per le prossime tre annualità». «Dopo 15 anni di governo di centrosinistra – ha commentato il consigliere D’Aguanno – finalmente l’amministrazione Iannarilli procede alla regolarizzazione di tutti gli Lsu della Provincia essendosi la Regione Lazio – a poco più di due mesi dall’insediamento – impegnata a sostenere finanziariamente un’operazione di inserimento nell’organico che darà certezza e prospettive ai lavoratori interessati. Non meno importante per i dipendenti dell’ente sarà l’incremento dell’orario di lavoro da tempo parziale a tempo pieno anche qui assicurando alle famiglie un più congruo salario. «Le scelte dell’amministrazione Iannarilli confermano l’attenzione del centrodestra provinciale – ha concluso D’Aguanno – verso le istanze dei lavoratori a tutela non solo dei diritti di questi ultimi ma anche salvaguardando il livello e la qualità dei servizi prestati ai cittadini. In un momento di grave crisi economica. inoltre, una manovra di questo genere ha un forte impatto ed una valenza indiscussa: laddove si assiste al dramma di aziende che chiudono o riducono l’organico, infatti, l’Amministrazione Provinciale assicura stabilità e stipendi certi ai propri lavoratori. Un segnale di fiducia ed una scommessa che l’amministrazione Iannarilli lancia all’intera Ciociaria per dare un contributo ed una spinta alla ripresa».