Tag: Anagni

19 luglio 2018 0

Anagni e Sora: Sequestrati quasi 2 quintali di marijuana. Due persone in manette

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Una importante operazione quella appena portata a termine dal Comando Provinciale dei carabinieri di Frosinone che ha portato all’arresto di due persone. Due distinte operazioni che si sono svolte tra Sora ed Anagni e che hanno consentito ai carabinieri di sequestrare quasi 200 kg di sostanza stupefacente del tipo marijuana. Si tratta quindi in sintesi di piantagione e laboratorio. Tutti i dettagli dell’operazione saranno forniti nella mattinata di oggi in una conferenza stampa, esattamente alle ore 11.30, presso il comando provinciale di Frosinone. Foto d’archivio

4 luglio 2018 0

Anagni, scoperta dai carabinieri una discarica abusiva di rifiuti urbani e pericolosi

Di redazionecassino1

ANAGNI –  I militari della locale Stazione, nell’ambito di mirati servizi coordinati tesi al controllo del territorio e contrasto alle violazioni sulle norme a tutela dell’ ambiente, individuavano in stato di abbandono di rifiuti su area demaniale.

Si tratta di un’area per complessivi mq.50 rifiuti solidi urbani, speciali e pericolosi.

Nella circostanza i militari dell’Arma delimitavano la superficie attivando immediatamente le procedure previste dalla normativa vigente a carico della competente Amministrazione comunale per la bonifica del sito.

foto repertorio

15 giugno 2018 0

“Casa Barnekow, tribuna di un alchimista” e “ I misteri di Anagni 2”, Gugliemo Vitti presenta i suoi libri a palazzo Bonifacio VIII

Di admin

ANAGNI – All’interno di Palazzo di Bonifacio VIII ad Anagni, domani alle 18, l’archeologo Guglielmo Viti, già autore dei libri “Misteri di Anagni” e “Anagni, la città vicina alle stelle”, presenterà i suoi due ultimi libri dedicati allo studio di questa città: “Casa Barnekow, tribuna di un alchimista” e “I misteri di Anagni 2”.

Nel primo libro verrà finalmente svelato il contenuto magico-alchemico degli affreschi e delle lapidi della celebre Casa Barnekow di Anagni: il barone svedese Alberto Barnekow in circa vent’anni elaborò una sorte di “codice”, una guida per raggiungere l’immortalità, una sorta di “stargate” per il mondo divino. L’intera facciata, che il barone definisce la sua “tribuna albertina”, i simboli alchemici, le frasi che si possono interpretare solo attraverso la conoscenza di testi come il Corpus Hermeticum o il Liber mutus, tutto il percorso che il barone compie per “trasformarsi” da mortale a immortale, il suo dialogo con la Madonna e i segreti che lui stesso riporta in tavole marmoree, sono descritti e spiegati da Guglielmo Viti in “Casa Barnekow, tribuna di un alchimista”.

Il secondo testo, invece, “I misteri di Anagni 2” racconta fatti, persone, luoghi straordinari di questa città che da sempre è considerata sacra, ed in cui fin da epoche antiche sono avvenuti eventi straordinari che racconta Tito Livio. Dopo aver illustrato alcuni fatti emblematici di questa sacralità il testo si concentra su due monumenti specifici molto particolari: gli affreschi di San Pietro in Vineis (dove l’immagine della deposizione di Cristo è straordinariamente identica alla Sacra Sindone e, considerata la sua datazione certa, rientra nel dibattito sull’autenticità del Sacro Lino) e la cosiddetta “Croce di San Tommaso”, un documento unico, una specie di cruciverba che nasconde una variopinta serie di significati e elaborati filosofici.

Oltre all’autore interverranno il giornalista Ivan Quiselli, direttore di Anagnia.com, con la proiezione di rare immagini dell’Anagni ottocentesca, e il chitarrista Giovanni Monoscalco, che eseguirà alcuni brani dal vivo.

Conduce l’evento la giornalista RAI Diana Alessandrini.

A seguire un aperitivo verrà offerto all’interno dello splendido cortile di Palazzo Bonifacio VIII.

Ingresso gratuito.

13 giugno 2018 0

Sorpreso a spacciare droga, un arresto e una segnalazione ad Anagni

Di admin

ANAGNI – Un 24enne è stato arrestato ad Anagni, sorpreso a spacciare droga. Stamattina i carabinieri della compagnia di Anagni hanno arrestato B.K., 24enne di origini albanesi ma domiciliato nella Città dei Papi, nella flagranza del reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

Il giovane è stato sorpreso mentre cedeva sostanze stupefacenti ad un giovane del luogo, è stato sottoposto a perquisizione personale e domiciliare, nel corso delle quali sono stati trovati 10 grammi di cocaina, già suddivisa in dosi, un bilancino di precisione, materiali vari utilizzati per il confezionamento delle dosi nonché, la somma contante di 150 euro quale provento dell’attività illecita.

Contestualmente è stato segnalato alla Prefettura di Frosinone un 33enne del luogo, per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti poiché trovato in possesso di un grammo della stessa sostanza. Sia lo stupefacente che il materiale rinvenuto, sono stati sequestrati. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato trattenuto nelle camere di sicurezza della Compagnia in attesa del rito direttissimo.

11 giugno 2018 0

Elezioni 2018, i sindaci eletti in provincia di Frosinone

Di admin

PROVINCIA DI FROSINONE – Ad Amaseno il sindaco eletto è Antonio Como ad Aquino il sindaco uscente Libero Mazzaroppi ha ottenuto la riconferma, così come Renato rea ad Arpino.

Ad Atina è stato eletto sindaco Adolfo Valente, Enzo Perciballi a Boville Ernica, mentre Gianni Taurisano è il sindaco di Filettino e Alioska Baccarini è sindaco a Fiuggi.

A Pico l’ha spuntata Ornella Carnevale, mentre a Pignataro Interamna vince Benedetto Murro e a Serrone Giancarlo Proietto. A Torrice il sindaco si chiama Mauro Assalti, Luigi Rossi a Villa Latina e Antonio Iannarelli a Villa Santa Lucia.

Ad Anagni, le poche schede scrutinate danno il ballottaggio (provvisorio) tra Daniele Natalia e Daniele Tasca. A Ferentino, Antonio Pompeo viaggia verso la riconferma al primo turno.

Ermanno Amedei

(fonte Ministero dell’Interno ore 7.48)

6 giugno 2018 0

Tragico incidente stradale sull’A1 ad Anagni, muoiono due operai

Di admin

ANAGNI – Tragico tamponamento, oggi pomeriggio poco dopo le 15, sul tratto di A1 tra i caselli di Colleferro e Anagni in direzione sud.

Sono due le vittime, due operai che viaggiavano a bordo di un furgone che, per cause ancora in fase di accertamento, sono morte quando il loro veicolo si è schiantato con la parte posteriore di un autoarticolato.

Sul posto sono accorsi agenti della polizia stradale della sottosezione di Frosinone comandati dal sostituto commissario Fabrizio Di Giovanni, i vigili del fuoco di Frosinone e operatori del 118.

Il traffico è stato solamente rallentato dato che l’incidente è avvenuto sulla prima corsia; le altre due sono rimaste libere.

Ermanno Amedei

31 maggio 2018 0

Anagni; “YouPol”: l’app della Polizia di Stato presentata agli studenti dell’I.I.S. “Guglielmo Marconi”

Di redazionecassino1

ANAGNI – Oggi il tour informativo della Questura di Frosinone  ha fatto tappa ad Anagni: presentata l’innovativa app agli studenti  dell’I.I.S. “Guglielmo Marconi”.

Facile da scaricare, YouPol  consente di  segnalare, anche in forma anonima, episodi di  spaccio di droga e di  bullismo.

La Polizia di Stato, da sempre impegnata nella formazione civica dei ragazzi, con YouPol desidera infatti coinvolgere e responsabilizzare gli adolescenti  sul rifiuto del consumo della droga e di ogni forma di violenza.

Con l’occasione il Dr. Flavio Genovesi, Portavoce della Questura, nonché Dirigente dell’UPGSP e responsabile in ambito locale del progetto, ha invitato la giovane platea a riflettere sull’importanza del rispetto delle regole e di una “sicurezza” partecipata e condivisa.

18 aprile 2018 0

Anagni: Aggredisce i carabinieri con calci, pugni e insulti. 40enne in manette

Di redazione

Nella serata di ieri, ad Anagni, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della locale Compagnia, traevano in arresto per “violenza, resistenza e lesioni aggravate a Pubblico Ufficiale”, un 40enne di Gorga (RM), già censito per numerosi reati contro il patrimonio. Lo stesso, sottoposto a controllo dei militari all’interno di un bar, allo scopo di sottrarsi agli accertamenti aggrediva gli operanti con calci, pugni e spintoni, rivolgendo loro frasi oltraggiose. Datosi alla fuga, il 40enne veniva raggiunto poco dopo nelle strade adiacenti e trovato in possesso di una dose di grammi 0,5 di cocaina e pertanto, segnalato anche all’Ufficio Territoriale del Governo di Frosinone per uso personale non terapeutico di sostanze stupefacenti. L’arresto al termine delle formalità di rito è stato condotto presso la propria abitazione agli arresti domiciliari come disposto dall’A.G., mentre la sostanza stupefacente veniva sottoposta a sequestro. Foto d’archivio

16 aprile 2018 0

VIDEO – Macchina Lager sull’A1 ad Anagni, trasportata 65 tartarughe e 46 cuccioli

Di admin

ANAGNI – Sessantacinque esemplari di tartarughe terrestri stipate in uno scatolone sono state trovate in un’auto durante un controllo dagli agenti della polizia stradale della Sottosezione di Frosinone, in autostrada ad Anagni. Alla guida della vettura, una Fiat Stilo, c’era un 52enne campano con precedenti penali.

Come se non bastasse nel corso del controllo, chiusi in piccole gabbie di plastica ed addirittura all’interno del vano della ruota di scorta, gli agenti hanno trovato nascosti 46 cuccioli di cane – tra i 45 ed i 60 giorni –  in evidente condizione di sofferenza causata dall’assenza di aria, nutrimento ed abbeveraggio.

Le tartarughe sono prive del necessario certificato CITES e nessuno dei cani ha microchip individuale e passaporto, così come prevede la normativa comunitaria in caso di trasporto autorizzato.

Immediato l’intervento dei medici veterinari della A.S.L. di Frosinone, che hanno visitato tutti gli animali constatando la morte di uno di essi per le pessime condizioni di trasporto ed il lungo viaggio.

Si presume che gli animali siano stati caricati in un paese dell’Est Europa e che, con ogni probabilità, fossero destinati al mercato clandestino della Campania.

Si tratta infatti di esemplari di razze costose (maltesi, carlino, Volpino, Volpino di Pomerania, Cavalier King Charles, bulldog francese, terrier) che, insieme alle tartarughe, avrebbero fruttato al mercato nero un ricavo di oltre 20 mila euro a fronte del ridotto costo del viaggio effettuato in condizioni precarie e con un mezzo assolutamente non adatto al trasporto di animali vivi.

Alcune associazioni animaliste reperite in zona hanno ricevuto  gli animali in giudiziale custodia.

Le operazioni per l’affidamento sono proseguite sino a tarda serata con un cospicuo numero di persone radunate nel piazzale  all’esterno dello stabile  della Polizia Stradale in attesa del proprio turno per “adottare” un cucciolo di cane.

Encomiabile il lavoro dei veterinari della A.S.L. di Frosinone per l’inoculazione dei microchip per poter affidare gli animali .

Il 52enne dovrà rispondere dei reati previsti dall’art. 544 ter del Codice Penale (maltrattamento di animali) e da altre sanzioni penali previste dalla normativa comunitaria in materia di trasporto di animali vivi e di animali rari.

30 marzo 2018 0

Assalto al casello autostradale di Anagni, arrestati due uomini

Di admin

ANAGNI – Due uomini di origini rom, residenti presso il campo nomadi di Monte Mario a Roma, sono stati arrestati dagli uomini della Sottosezione Polizia Stradale di Frosinone a seguito delle indagini avviate dopo l’assalto al casello autostradale di Anagni avvenuto nella notte del 12 febbraio scorso. 

I due, insieme ad un’altra persona ancora non identificata, giunti a bordo di un’auto rubata una settimana prima del colpo presso un autosalone di Sora (FR), verso le due di notte del 12 febbraio, con una azione fulminea, hanno scardinato la porta di ingresso del gabbiotto della pista automatica e hanno forzato dall’interno la cassa ove viene versato il denaro dei pedaggi; il tutto alla presenza dell’impiegato che è stato costretto a nascondersi all’interno di uno dei gabbiotti del casello.

I tre malviventi però non sono riusciti ad impossessarsi del denaro.

Nella giornata di ieri gli uomini della Polizia Stradale di Frosinone, unitamente a colleghi del Compartimento Polstrada di Roma, hanno eseguito il decreto di fermo emesso dalla Procura della Repubblica di Frosinone.

I due responsabili sono stati associati al carcere di Regina Coeli di Roma e dovranno rispondere di una serie di furti e ricettazioni, oltre che del tentativo di scasso effettuato al casello autostradale di Anagni.

Proseguono le indagini volte all’individuazione di altri eventuali complici.