Tag: andata

13 giugno 2018 0

Se n’è andata Luciana Alpi, senza conoscere la verità sulla figlia Ilaria e su Miran

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

ROMA – Se n’è andata, a 85 anni, Luciana Riccardi Alpi. Una donna forte, combattiva alla ricerca della verità e dei motivi che le avevano portato via sua figlia Ilaria. Lo ha fatto sempre con tenacia, determinazione, sobrietà, prima con il marito Giorgio, poi da sola.

Ha lottato ancora non solo per conoscere la verità, ma anche contro quell’odiosa archiviazione che lei non avrebbe sopportato. Solo chi ha vissuto quel calvario di perdere una figlia, di perderla per mano di un assassino, che forse non si conoscerà mai. Di perderla e di dover lottare contro depistaggi, falsità, accuse ad innocenti in nome di chissà quali oscuri interessi. Un dolore grande per ogni genitore, quello di sopravvivere alla perdita di un figlio o figlia, ancor più duro se costretti a non conoscerne le cause ed i colpevoli, a dover convivere e lottare contro l’omertà. 

Diceva: «Hai una figlia, quindi si può solo immaginare che cosa significa vivere 24 anni senza quell’amore». Oppure: «Come fai a non pensare a tua figlia che muore, non subito, ma lentamente, in un tempo lontano, in un posto lontano». Non potevo, non posso”. Oggi la signora Luciana ci ha lasciati in modo silenzioso e discreto, purtroppo senza aver raggiunto il risultato per cui ha combattuto per ventiquattro anni.

Ovunque sia, addio signora Luciana Riccardi Alpi. Gli italiani onesti, quelli che amano la verità e la giustizia non la dimenticheranno.

F. Pensabene

Foto di archivio

 

29 gennaio 2018 0

Ducato Sora e Labbirra chiudono in vetta il girone d’andata

Di redazionecassino1

Termina, con le gare dello scorso weekend, il girone di andata dei tornei di Eccellenza e Promozione. In Eccellenza si aggiudica il titolo di campione d’inverno Ducato di Sora. La 15esima giornata, però, vede la risalita della Longobarda ai piani alti della classifica, che battendo, 1 a 0, in casa nel derby con Tordoni chiude il girone di andata al terzo posto solitario in classifica a quota 28 punti e a due sole lunghezze dal Caceglie, seconda del torneo. Proprio la formazione volsca supera 3 a 1 il Cervaro consentendole di rimanere agganciata alla capolista Ducato Sora che non ha problemi a superare, 2 a 3, in trasferta i padroni da casa di Tibia e Peroni. in Promozione, invece, chiude il girone di andata in testa Labbirra che supera i padroni di casa di Amatori Aquino per, 0 a 4. Non basta al Collecedro la vittoria per 2 a 1 contro Sant’Ambrogio per aggiudicarsi il titolo di campione d’inverno. Mantiene saldamente la terza posizione in classifica Moscuso che supera di misura, 0 a 1, i padroni casa di Janula. Dalla prossima settimana si ricomincia il giro e si vedrà se la reale forza delle formazioni che aspirano ad aggiudicarsi il titolo della stagione 2017- 2018.

8 gennaio 2017 0

Basket serie B: L’ultima del girone di andata 2016-17, la Virtus Cassino ospite del Teramo Basket.

Di redazionecassino1

In occasione della quindicesima giornata di andata, l’ultima della regular season del campionato nazionale di serie B, girone C, la BPC Virtus Cassino renderà visita al Teramo Basket 1960 domenica 8 gennaio al Palascapriano , il palazzetto dello sport di Teramo. Si tratta di un inedito assoluto sia per i campionati nazionali che regionali per le due formazioni. Come detto il match vale per l’ultima giornata del girone di andata e alla gara le due formazioni giungono rispettivamente con 14 punti i padroni di casa e 18 punti i viaggianti . I primi sono reduci , nel turno infrasettimanale , dalla sconfitta in campo avverso per mano del Cefalù. Il 2017 per i prossimi avversari dei cassinati si è materializzato con una caduta . I biancorossi infatti sono stati superati dalla Zannella Cefalù con il punteggio finale di 83-68 (-15) nella gara valida per la 14^ di andata della serie B girone C. E’ stata una partita che ha visto la squadra teramana di coach Piero Bianchi restare incollata all’avversario soltanto nel primo quarto, soccombere nel secondo periodo, cercare di recuperare nel terzo, per poi crollare definitivamente nell’ultimo parziale. Gli ospiti invece , i cassinati della BPC Virtus Cassino, sono reduci dalla vittoria casalinga nel derby del basso Lazio contro lo Scauri. Una gara dunque che si preannuncia molto equilibrata e soprattutto ricca di pathos. Sì perché i padroni di casa nella loro ultima apparizione interna invece ,che risale allo scorso 18 dicembre, sono stati capaci di battere i fortissimi atleti del Barcellona Basket al termine di una gara veemente giocata lancia in resta , con grande determinazione e spirito di abnegazione. I cassinati però vorranno mostrare che i progressi evidenziati nell’ultimo periodo non sono frutto del caso e dunque confermare quanto di buono mostrato nelle ultime apparizioni . Insomma un confronto inedito ma quanto mai intrigante che pone di fronte due coach che si affrontano anche loro per la prima volta . Da una parte Piero Bianchi uno degli allenatori della scuola abruzzese di maggior spessore e rango e sull’altra Luca Vettese . Piero Bianchi può vantare trascorsi importanti da capo allenatore , prova ne sia la sua esperienza in quel di Montegranaro per oltre due anni, ma nel suo curriculum ci sono tante piazze importanti (abruzzesi e non) oltre al ruolo di primo assistente in Legadue a Roseto e a Jesi. Bianchi allena una squadra non proprio possente dal punto di vista fisico , ma il suo team fa del gioco perimetrale la sua principale caratteristica. Difensivamente il coach teramano utilizza zone miste, modificando spesso l’assetto di protezione del proprio canestro in corso d’opera. Le punte di diamante dei biancorossi abruzzesi sono sicuramente Salamina , Lagioia e Tessitore, playmaker il primo e guardie con licenza di far male all’avversario , cestisticamente parlando ovviamente , gli altri due . Mentre il primo è un giocatore creativo, capace di inventare diverse soluzioni in transizione e dal palleggio, Tessitore e Lagioia sono come detto giocatori assolutamente temibili. Tessitore in particolare è un mancino letale nell’uno contro uno e dall’arco ed è anche il miglior realizzatore dei suoi con 16.6 punti a partita ed è il principale terminale offensivo della squadra, anche e soprattutto quando le soluzioni offensive latitano e i suoi compagni si rifugiano nelle sue mani per le situazioni di difficoltà. Sempre in tema di “punti per gara”, risaltano anche le prestazioni di Francesco Papa: elemento versatile oltre che quanto mai concreto con 11.6 punti a partita e miglior rimbalzista di Teramo (9.45 per gara). Sotto le plance i teramani annoverano due giocatori romani: Tomasello e Gaeta. Tomasello è un prodotto del settore giovanile dell’Eurobasket Roma; nato nel 1993 ha militato a Brescia in A2 nella stagione agonistica 2014-15 per poi tornare nuovamente all’Eurobasket militante nel girone C nella stagione 2015-16 e terminare sempre la scorsa stagione tra le fila del Campli basket . Gaeta invece è il giocatore più esperto della squadra (classe ’75) ed ha tra le sue caratteristiche un buon gioco spalle a canestro che è completato da un buon tiro dai 6.75m. A completare le rotazioni ci sono Angelini e Lucarelli, entrambi con 4 punti circa di media a partita e utilizzati spesso da Bianchi nei quaranta minuti. “Sarà un match durissimo “ commenta così coach Luca Vettese il quale ha avuto poco tempo per assaporare la vittoria nel derby con Scauri “Ci siamo subito rituffati , dopo una bella dormita , nel clima campionato. Non abbiamo avuto neanche il tempo di metabolizzare gli effetti benefici della vittoria casalinga ed ecco che il campionato ci propone questa difficilissima trasferta. Cassino arriva a Teramo con il rispetto che si deve alla storia che la formazione di Bianchi rappresenta e con il sano timore per una squadra che ha sempre ben figurato al cospetto di ogni avversario in questa prima parte di stagione che è volata via in un amen. Sono soddisfatto di quanto fatto contro Scauri solo a metà , dovremo però essere più continui a Teramo se vorremo portare a casa il risultato altrimenti finiremo preda dei tentacoli biancorossi e non avremo scampo” conclude il coach cassinate . L’inizio della partita è fissato per le 18,00 al Palazzetto dello Sport “Palascapriano” di Teramo, per la quale sono stati designati due arbitri campani , Roca Giovanni di Avellino (AV) e Fiore Adriano di Scafati (SA).