Tag: approvato

17 Dicembre 2018 0

Parco degli Aurunci, approvato il Bilancio e la gestione Delle Cese De Marchis

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true }); CAMPODIMELE – “Il Consiglio comunitario del Parco dei Monti Aurunci ha dato l’ok, all’unanimità, al bilancio di previsione 2019. Ok anche pluriennale 2019-2021”. Lo si legge in una nota del Parco Nazionale degli Aurunci. “Un bilancio perfettamente equilibrato e perfettamente in regola che volge lo sguardo agli investimenti utili e necessari allo sviluppo del Parco dei Monti Aurunci. Attenzione a quella che sarà l’attività a tutela delle aree naturalistiche e lo sviluppo delle risorse scientifiche e di ricerca all’interno delle aree di interesse. Ma anche un’attenta valutazione e azione di promozione delle peculiarità turistiche, delle tradizionali locali, ambientali e culturali che lo splendido Parco del mondo dei Monti Aurunci offre. Area naturale che abbraccia due province Latina e Frosinone, che dall’entroterra ciociaro e pontino si allunga fino alla costa marittima del sud pontino. Al consiglio della comunità del Parco hanno preso parte i rappresentanti dei comuni di Fondi, Itri, Formia, Lenola, Esperia, Pico e Campodimele. Piena coesione dei Comuni che, nonostante le diverse appartenenze politiche, hanno approvato e dato piena fiducia alla gestione Delle Cese – De Marchis. “Quello approvato per il 2019 è un bilancio equilibrato, con il pieno parere favorevole del revisore contabile. Un bilancio realistico che pone al centro dell’attività amministrativa la mission del Parco: tutelare i luoghi e promuovere la cultura ambientale, con un occhio sempre vigile al funzionamento della macchina amministrativa. Ringrazio i Comuni che hanno preso parte alla votazione che è stata unanimamente favorevole, nonostante le singole e diverse realtà politiche. Un grazie particolare al direttore del Parco, il dottor Giorgio De Marchis, sempre attento a quelle che sono le reali esigenze per la corretta gestione della macchina organizzativa e amministrativa dell’ente Parco. Dopo l’approvazione del bilancio 2019 la comunità del Parco si è data appuntamento a gennaio per il piano di assetto”. Lo ha dichiarato il presidente del parco Marco Delle Cese.
20 Marzo 2017 0

Frosinone, approvato il raddoppio dell’ascensore inclinato

Di redazionecassino1

Frosinone – La giunta Ottaviani, nell’ultima seduta settimanale, ha approvato il raddoppio della linea dell’ascensore inclinato, l’impianto di collegamento che collega la parte alta con la parte bassa, allo scopo di realizzare una seconda cabina completamente autonoma da quella attuale per permettere la fruibilità ininterrotta della struttura, anche durante i giorni del mese, in cui è prevista la manutenzione ordinaria del singolo binario. In questo modo, si procederà ad appaltare, a breve, la realizzazione del raddoppio del supporto metallico e della relativa blindovia, dell’attuale cabina e delle apparecchiature elettromeccaniche, unitamente alle opere di adeguamento della stazione di monte e di valle. L’intervento, il cui costo stimato complessivamente dovrebbe avvicinarsi al milione e cinquecentomila euro, sarà reso possibile, almeno parzialmente, dall’utilizzo dei fondi previsti dalla Comunità europea per le infrazioni italiane in materia ambientale, mentre le restanti risorse saranno recuperate dagli oneri concessori provenienti dal settore urbanistico. “La realizzazione dell’opera – ha dichiarato il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani – riveste particolare importanza per la città, sotto il punto di vista della mobilità alternativa e del quadro di una effettiva valorizzazione dell’ambiente urbano. Sarà infatti raggiungibile con maggiore facilità, anche dai cittadini residenti nella zona alta, il nuovo Parco del Matusa, che costituirà un grande sfogo di verde anche per il centro storico ove, a quel punto, sarà possibile individuare anche alcune zone a traffico limitato, per ridurre ulteriormente le emissioni degli autoveicoli in atmosfera”.

9 Febbraio 2017 0

“Adotta un giardino”, approvato in Giunta il progetto per un maggior decoro cittadino

Di redazionecassino1

Cassino – Procede velocemente l’iter del progetto “Adotta un giardino” dopo la conferenza stampa di presentazione avvenuta lunedì scorso. E’ stata approvato oggi, infatti, in giunta l’avviso di sponsorizzazione per la valorizzazione e manutenzione ordinaria di aree verdi del comune di Cassino attraverso sponsor privati. “La sponsorizzazione – ha spiegato il consigliere delegato al decoro urbano, Angelo Panaccione – ha come oggetto la manutenzione ordinaria, nonché la valorizzazione delle aree verdi della nostra città. Durerà tre anni dalla stipola di apposito contratto con la previsione del tacito rinnovo, salvo che non intervenga disdetta di una delle parti da formulare entro tre mesi dalla scadenza annuale. Lo sponsor, dunque, sarà tenuto a rendere corrispettivo per la veicolazione pubblicitaria del proprio marchio mediante la realizzazione degli interventi di valorizzazione e di manutenzione dell’area verde e questo impegno potrà essere assolto con gestione diretta, a proprie cure e spese, oppure rimborsando all’impresa specializzata che effettua il servizio oggetto della sponsorizzato, il relativo costo. Il rapporto tra il comune di Cassino e lo sponsor sarà disciplinato da apposito contratto, nel quale la tipologia di intervento sarà correlata alla proposta presentata mentre il valore unitario sarà determinato in relazione al valore della sponsorizzazione proposta. La valorizzazione e la manutenzione riguarderà la ventina di aree verdi comunali”. Ha concluso Angelo Panaccione. Gli interessati possono ottenere informazioni sulla procedura e sul contratto di sponsorizzazione presso il comune di Cassino – Ufficio Ambiente nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13. Telefono: 0776.298440.

27 Novembre 2016 0

Aquino: Investimenti ed opere significative da subito, approvato dalla Giunta il Piano delle opere pubbliche

Di redazionecassino1

Aquino – Partiranno a breve i lavori alle Scuole Elementari che avranno un volto completamente nuovo e moderno e al Cimitero della Città. Importanti alcune novità contenute nel Piano che prevede interventi, ulteriori, a favore della Scuola e del verde a vantaggio di una cittadina a misura d’uomo.

Nel Piano triennale delle opere pubbliche approvato, nei giorni scorsi, dalla Giunta Comunale guidata dal Sindaco Libero Mazzaroppi, quindi, oltre alla messa in sicurezza e alla ristrutturazione della Scuola Elementare di Via della Libertà – intervento reso possibile grazie al Fondo Kyoto del Ministero dell’Ambiente – spiccano l’ampliamento del Cimitero Comunale, il cui iter burocratico si è finalmente concluso in quanto mancavano la variante al Piano e le autorizzazioni degli enti sovraordinati – e l’agognata realizzazione della Parallela di Via Roma che i cittadini attendevano da oltre un decennio. Elemento di novità assoluta è la riqualificazione dell’intero piano di illuminazione urbana – oggi altamente dispersiva e desueta – mediante l’utilizzo di moderne lampade al led in linea con le nuove normative energetiche e ambientali e la posa in opera di nuovi pali. Da una prima stima dei tempi di attuazione i lavori menzionati dovrebbero essere appaltati nei prossimi mesi e iniziati con la più assoluta celerità e immediatezza. Il primo cittadino aquinate ha puntualizzato che trattasi di un Piano dettato dalla serietà e che risponde alle reali esigenze di una Città come Aquino. Non è un libro dei sogni – ha sottolineato – ma è concreto e realizzabile e, come sempre, lo dimostreremo. Saranno attivati – continua il Sindaco Mazzaroppi – per raggiungere gli obiettivi prefissati, anche dei project financing, perché, come noto, tutti i Comuni non possono far tutto e soddisfare le esigenze solo con le risorse proprie. Quelle previste nel Piano dei Lavori Pubblici approvato sono opere di riqualificazione e modernizzazione che comporteranno investimenti e, di conseguenza, creeranno anche dei posti di lavoro. Per elaborare un piano credibile – continua Mazzaroppi – abbiamo tenuto conto della nostra idea di sviluppo futuro della Città e anche della bozza del Piano Regolatore, che presto approveremo. Sono previsti, inoltre, ulteriori interventi degni di nota; primo tra tutti il rifacimento del Parco Giochi per bambini ubicato ai giardinetti di Via Risorgimento, nuove panchine, arredi urbani, l’installazione di dissuasori di velocità, nuove bitumature stradali e la ripresa dei lavori alla Rotatoria di Via Casilina. L’amministrazione ha voluto evidenziare la quasi certezza di riuscire a dare una risposta anche per il completamento del Palazzetto dello Sport. Il Sindaco Mazzaroppi sollecitato a riguardo ha concluso dicendo: sono soddisfatto e ringrazio tutti perché, in linea con quanto ci chiedono i cittadini, la macchina amministrativa funziona e non perdiamo neppure un giorno per procedere in avanti per ottenere e raggiungere obiettivi strategici quali crescita, sviluppo e bene comune.

6 Settembre 2016 0

Franchitto: Approvati ampliamento cimitero di Sant’Angelo e il regolamento delle strade vicinali

Di redazionecassino1

La V commissione consiliare, Lavori Pubblici, Ha approvato nella seduta del 2 settembre 2016, l’ampliamento del cimitero di Sant’Angelo in Theodice e il Regolamento comunale per la gestione delle strade vicinali di uso pubblico. “Allo stato attuale il cimitero della frazione di S. Angelo in TH – ha detto il presidente della V Commissione, Dott. Rosario Franchitto – le aree disponibili per l’inumazione sono pari circa mq 1.136,00. Preso atto di questa situazione sono stati individuati alcuni lotti di terreno già destinati all’inumazione da poter utilizzare per la costruzione di tombe di famiglia. I lotti suddetti coprono una superficie di circa mq 140,00. Mentre per quanto riguarda il regolamento per la gestione delle strade vicinali di uso pubblico, esso si ispira ai seguenti principi: garantire la fruibilità pubblica della strada o porzione di strada vicinale di interesse generale; promuovere il miglioramento delle strade vicinali di uso pubblico, attraverso gli interventi di manutenzione e pubblica illuminazioni; riconoscere validità ai Consorzi per la manutenzione e la ricostruzione delle strade vicinali soggette al pubblico transito; provvedere alla classificazione declassificazione delle strade comunali secondo le indicazioni contenute nella legge regionale 19/08/94 n. 35; curare ed aggiornare l’elenco delle strade vicinali di uso pubblico. Per una completa informazione si definiscono strade vicinali pubbliche, le strade di proprietà privata destinate dal transito di una determinata comunità di soggetti, o sottoposte ad un diritto di pubblico transito. Elemento fondamentali delle strade vicinali pubbliche è l’idoneità della strada, o tratto di essa, a soddisfare esigenze di interesse generale, consistenti nella necessità dell’uso per garantire la circolazione o per raggiungere edifici di interesse collettivo. I poteri che vengono esercitati dal comune sulle strade vicinali comprendono: l’espletamento dei servizi di vigilanza e polizia stradale, compresa l’emanazione di ordinanze; la garanzia della sicurezza e della fluidità della circolazione, tramite gestione e pulizia delle strade, dei fossi e di quant’altro fosse necessario nel caso di adempienze da parte dei consorzi, salvo rivalsa dei relativi oneri per la quota a carico degli stessi; rilascio di autorizzazione e concessioni; controllo tecnico dell’efficienza delle strade e delle relative pertinenze; apposizione e manutenzione della segnaletica prescritta”.

5 Dicembre 2009 0

Approvato il piano commerciale, a disposizione 72 licenze per bar, pub e ristoranti

Di redazione

Da un anno e mezzo le licenze erano bloccate ma dalla settimana scorsa, il Comune di Lanciano (Ch) ha approvato il nuovo piano commerciale che prevede la possibilità di rilasciare autorizzazioni per l’apertura di esercizi commerciali di tipo ristorativo. Un importante atto atteso in città da tempo dato che tali permessi erano ormai esauriti. Per cui sono disponibili 30 autorizzazioni nella zona A “Centro storico”, 18 nella zona B “Centro urbano”, 24 nella zona C “Area periferica”. Nella zona D “frazioni contrade”, non esiste il vincolo del limite numerico. Insomma, il comune mette a disposizione 72 permessi di apertura locali per somministrazione bevande nell’intero perimnetro della città. Sarà quindi possibile aprire nuovi bar, pub o ristoranti che facciano da centri di aggregazione anche per i giovani rispondendo così a chi sostine che, a Lanciano, scarseggiano luoghi di ritrovo per i giovani.

3 Dicembre 2009 0

Dopo terremoto, approvato il piano dei prossimi interventi

Di redazione

Si è tenuta nel pomeriggio di oggi, presso la Scuola Ispettori e Sovrintendenti della Guardia di Finanza di Coppito (AQ), la riunione del Comitato dei Garanti, l’organismo istituito con un’apposita ordinanza di protezione civile con l’obiettivo di assicurare la supervisione alla gestione delle donazioni fatte dagli italiani all’indomani del terremoto dello scorso 6 aprile in Abruzzo ed affidate alla Protezione Civile Nazionale. Nel corso della riunione, a cui hanno preso parte Franco Marini, Cesare Mirabelli, Natalino Irti e Fernanda Contri, sono state approvate le proposte di impiego dei fondi ancora disponibili. L’importo complessivo delle donazioni già versate direttamente al Dipartimento della Protezione civile ammonta a 52.224.381 euro a cui vanno sommati gli importi versati agli Enti Locali che sono stati comunque finalizzati con il coordinamento del Dipartimento (circa 22 milioni di euro). La maggior parte dei fondi spesi riguardano la realizzazione di moduli abitativi per i cittadini dell’Aquila del progetto C.A.S.E e diverse iniziative destinate al sostegno della popolazione colpita dal terremoto, alla ripresa economica del territorio ed al sistema scolastico ed universitario, così come aveva già indicato il Comitato dei Garanti. I circa 22 milioni di euro diretti agli Enti Locali sono stati tutti interamente utilizzati per la realizzazione di moduli abitativi ed altre strutture per le comunità colpite dal terremoto residenti nei comuni diversi da quello dell’Aquila. Nel corso della riunione, a cui ha partecipato anche il Capo del Dipartimento Guido Bertolaso, è stato approvato un piano di interventi che prevede una spesa di oltre 9 milioni di euro. Tale somma servirà, tra l’altro, per il ripristino del complesso culturale teatrale “Multisala Garden” de L’Aquila allo scopo di farlo diventare un centro culturale e di aggregazione per giovani, per la realizzazione di due centri polifunzionali per gli studenti universitari a L’Aquila e a Pile, per la costruzione di un centro a Pagliare di Sassa che potrà ospitare persone diversamente abili, per la realizzazione di un poliambulatorio a Paganica, per la creazione di uno spazio destinato alle associazioni di volontariato de L’Aquila e per la costruzione di un impianto sportivo. Il piano di interventi prevede, inoltre, la realizzazione di alcuni prefabbricati per ricreare in tempi brevi la mensa dei poveri – la cosiddetta Mensa di Celestino -, la chiesa e il convento dei Frati Cappuccini in attesa che venga ripristinato il Complesso di San Bernardino nel centro storico della città.