Tag: arrestato

13 ottobre 2018 0

Spacciatore di Veroli arrestato grazie alla confessione di un cliente, sequestrato un etto di droga

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

VEROLI – All’1.30 di stanotte a Veroli in contrada Vittoria,  i Carabinieri del NORM della Compagnia di Sora hanno arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un 21enne di Frosinone, di fatto domiciliato a Veroli, disoccupato, già censito per rapina, ricettazione e porto abusivo d’armi.

Nel corso di un posto di controllo a Castelliri, i carabinieri hanno fermato e perquisito un 30enne del luogo il quale consegnava spontaneamente due dosi di crack del peso complessivo di 0.5 grammi, acquistate poco prima presso l’abitazione del 21enne. A seguito di tale confessione, i militari si sono appostati nei pressi dell’abitazione del presunto spacciatore, che aveva anche installato una telecamera nei pressi del portone blindato d’ingresso e dopo circa un’ora di attesa, l’arrestato è uscito di casa.

In quel momento lo stesso è stato bloccato dagli operanti i quali hanno proceduto ad una perquisizione domiciliare, rinvenendo materiale per il confezionamento ed 685 euro, provento dello spaccio, nonchè, occultati all’interno di alcuni barattoli nel mobilio della zona giorno,  36 dosi di cocaina già confezionate del peso di 7.20 grammi;  22 dosi di crack del peso complessivo di 7 grammi e  14 dosi di hashish già confezionate del peso complessivo di 35 grammi, il tutto sottoposto a sequestro.

L’arrestato al termine delle formalità di rito, veniva posto agli arresti domiciliari, mentre l’acquirente sarà segnalato, quale assuntore, alla Prefettura di Frosinone.

13 ottobre 2018 0

Lupo solitario arrestato da carabinieri e polizia di Frosinone

Di admin

FROSINONE – Carabinieri e poliziotti di Frosinone hanno arrestato un cittadino rumeno di 29 anni, ricercato da due anni perché gravato da ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Frosinone, per i reati di rapina pluriaggravata, furto in abitazione e lesioni personali.

L’arrestato era stato detenuto nella casa circondariale di Velletri, fino al luglio del 2016, per i medesimi reati ma, dopo la sua scarcerazione, si era reso irreperibile alla misura degli arresti domiciliari a cui si doveva sottoporre proprio in sostituzione della detenzione.

Il ricercato è stato scovato in un’abitazione delle campagne del patricano, all’interno della quale è stata trovata una gran quantità di merce, provento di numerosi furti commessi in aziende e fabbriche della zona.

In particolare, è stato trovato numeroso materiale edile, strumenti da lavoro, gruppi elettrogeni, componenti di pc ed altro.

È quindi verosimile che l’arrestato si continuasse a procurare da vivere attraverso la commissione di reati contro il patrimonio e la persona.

Gli investigatori del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia dei Carabinieri di Frosinone, congiuntamente con i poliziotti della Squadra Mobile stanno svolgendo ulteriori accertamenti per stabilire tutti i furti da cui proviene la merce rinvenuta nell’abitazione utilizzata dall’arrestato.

 

12 ottobre 2018 0

Cercano una ragazza e trovano un arsenale, arrestato 22enne a Torre Cajetani

Di admin

FIUGGI – I carabinieri di Fiuggi, partendo da una segnalazione di maltrattamenti in famiglia ai danni di una giovane donna della provincia di Roma, hanno arrestato F. B. 22enne di Roma, domiciliato in Torre Cajetani, già censito per reati inerenti stupefacenti, detenzione illegale di armi e maltrattamenti in famiglia.

Ieri pomeriggio i genitori della ragazza si sono recati presso la Caserma di Fiuggi poiché non avevano più notizie della propria figlia da parecchi giorni, adducendo che la giovane probabilmente si trovava insieme al suo compagno in un’abitazione della zona. I militari comandati in loco dal maresciallo Raffaele De Somma e dal comandante provinciale colonnello Fabio Cagnazzo  immediatamente si sono attivati effettuando un controllo presso il domicilio del giovane dove hanno accertato la presenza della ragazza notando però un certo nervosismo nel ragazzo. Ritenendo che lo stesso potesse detenere armi e droga, hanno proceduto ad una perquisizione domiciliare che ha consentito di rinvenire diverse armi e munizioni,  precisamente  8 proiettili da guerra, 1 bomba a mano priva di polvere da sparo, 1 pistola avancarica, 1 fucile avancarica di epoca spagnola,  1 evolver privo di congegni di scatto ed impugnatura, 1 tirapugni, 4 coltelli di genere proibito, 4 pugnali di grosse dimensioni, 1 balestra, numerose armi giocattolo prive del tappo rosso nonché 38 grammi di marijuana già divisa in dosi e pronte per lo spaccio nonché materiale per il confezionamento.

Le armi, le munizioni e la sostanza stupefacente sono state poste sotto sequestro mentre l’arrestato, ad espletate formalità di rito è stato tradotto presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari a disposizione dell’A.G..

6 ottobre 2018 0

Mezzo chilo di hashish nel bauletto dello scooter arrestato 28enne a Frosinone

Di admin

FROSINONE – Nella tarda serata di ieri una pattuglia in costante monitoraggio del capoluogo, nella zona alta, intercetta uno scooter che desta sospetto, il quale tenta di far perdere le proprie tracce percorrendo una stradina secondaria nel chiaro intento di celarsi all’interno di un casolare in costruzione.

Il tentativo va a vuoto in quanto gli operatori riescono a bloccare nell’immediatezza l’uomo, un albanese 28enne residente da anni nel capoluogo, pluripregiudicato per reati specifici attinenti agli stupefacenti.

Senza indugio, dopo averlo bloccato, gli agenti procedono al controllo del mezzo, dove trovano occultato all’interno del bauletto un ingente quantitativo di hashish suddiviso in 4 panetti, dal peso di circa mezzo kg.

Dalla successiva perquisizione domiciliare si rinverranno invece il bilancino di precisione , tutto il necessario per il confezionamento e il famigerato libro paga dei consumatori.

Scatta l’arresto per Il corriere della droga,  associato su disposizione dell’A.G. presso la locale casa circondariale.

27 settembre 2018 0

Sorpreso con 625 grammi di marijuana, arrestato a Fondi giovane di Terracina

Di admin

FONDI – I Finanzieri del Nucleo Mobile della Compagnia di Fondi, coadiuvati dalle unità cinofile “Bam e Dafil” del Gruppo di Formia, nell’ambito del “Dispositivo di Contrasto ai Traffici Illeciti” predisposto dal Comando Provinciale di Latina, e finalizzato, tra l’altro, anche alla repressione dei reati in materia di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, hanno arrestato un cittadino italiano residente a Terracina, T.T., di anni 26, per possesso ai fini di spaccio di gr. 625 di marijuana amnesia e hashish. La pattuglia delle Fiamme Gialle, appostata nei pressi dell’intersezione tra la via Flacca e via Sant’Anastasia in Fondi, dopo aver sottoposto a fermo per un normale controllo un’autovettura SMART, notando del “nervosismo” negli atteggiamenti del conducente alla vista dei militari, decideva di intensificare il controllo del mezzo sul quale veniva rinvenuto un quantitativo di sostanza stupefacente pari a gr. 53,150, nonché n. 4 spinelli confezionati. L’operazione proseguiva quindi con la successiva perquisizione domiciliare, ed il rinvenimento di ulteriore gr. 572 di sostanza stupefacente, suddivisa in “panetti di hashish” e bustine della pericolosissima marijuana amnesia, nonché materiale idoneo al confezionamento dello stupefacente, denaro contante, probabilmente profitto dell’attività illecita. I militari della Compagnia di Fondi, dopo aver contattato il PM di Turno presso la Procura della Repubblica di Latina, Dott. Giuseppe Miliano, procedevano a trarre in arresto il giovane ai sensi dell’art. art.73, comma 1, DPR 309/90 e, quindi, a tradurlo presso la Casa Circondariale di Latina, a disposizione dell’A.G.. La sostanza psicotropa, pari circa gr. 625 grammi, il denaro contante ed il materiale idoneo al confezionamento, venivano sottoposti a sequestro.

25 settembre 2018 0

Ladro di borchie sorpreso e arrestato a Cassino

Di admin

CASSINO – Ladro di borchie (di auto) sorpreso e arrestato dai carabinieri a Cassino. A finire in manette è stato un 59enne, residente nella provincia di Campobasso, già censito per analoghi reati. L’uomo è stato sorpreso dagli uomini del capitano Ivan Mastromanno mentre tentava di rubare le borchie delle ruote da un’autovettura di proprietà di un giovane del luogo, che l’aveva parcheggiata nel piazzale retrostante di un noto centro commerciale. Lo stesso, con lo scopo di impossessarsene, aveva allentato anche i bulloni di una ruota. La merce trafugata, del valore di 100 euro circa, è stata interamente recuperata e restituita al legittimo proprietario. Durante la perquisizione operata sia a carico del prevenuto che del camper in suo uso, i militari hanno rinvenuto una cesoia di grosse dimensioni ed un coltello a punta e taglio della lunghezza di 32 centimetri, una chiave per smontaggio ruote ed un cacciavite, il tutto sottoposto a sequestro.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato ristretto presso la camera di sicurezza della Compagnia, in attesa del rito direttissimo che sarà celebrato nelle prossime 48 ore.

Inoltre, a carico del predetto, stante i presupposti di legge, è stata avanzata la proposta d’irrogazione della misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorni nel comune di Cassino per anni tre.

24 settembre 2018 0

Brogli elettorali a Piedimonte San Germano, arrestato Ettore Urbano

Di admin

CASSINO – La notizia, come un “boato” ha scosso Piedimonte San Germano e l’intero territorio del Cassinate. Ettore Urbano è stato arrestato dalla polizia del commissariato di Cassino per brogli elettorali.

L’indagine svolta dalla polizia del commissariato di Cassino è stata coordinata dal sostituto procuratore Bulgarini e riguarda le attività svolte da Urbano nel corso della competizione elettorale del 2017 quando concorreva come candidato a sindaco. Attualmente era capogruppo di minoranza ma Ettore Urbano è noto per essere medico e primario del reparto di Pronto soccorso dell’ospedale di Cassino. Questa mattina è stata eseguita una ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari.

Ermanno Amedei

17 settembre 2018 0

Vanta amicizie con i “Casamonica” per estorcere soldi a coetaneo, arrestato minorenne a Sora

Di admin

BROCCOSTELLA – I carabinieri di Sora hanno arrestato a Broccostella un minorenne di Sora per il reato di estorsione in danno di un altro minore. Alcuni giorni prima la vittima, durante una partitella di calcio, era stato avvicinato dal reo che lo minacciava con frasi del tipo: “lo vedi il mio amico? È uno dei Casamonica. Se non mi dai dei soldi finisci male”.

La vittima, intimorita, gli consegnava quello che aveva in tasca in quel momento, esattamente la somma di 40euro. Convinto di aver trovato una fonte di reddito “sicura”, sabato sera il giovane malvivente ha avviato un altro contatto con la vittima, chiedendo stavolta, sempre sotto minaccia,  la somma di altri 20 euro. Il ragazzo però, ha preso tempo e ha avvisato i Carabinieri che hanno organizzato l’incontro, l’ora ed il luogo. All’appuntamento però, oltre la vittima, il giovane ha trovato anche i militari che lo hanno arrestato in flagranza di reato.

Nel corso della perquisizione personale all’interno di una tasca gli è stata trovata una dose di hashish, pertanto è stato anche segnalato alla Prefettura di Frosinone ai sensi dell’art.75 del D.P.R. 309/1990.  Dopo le formalità di rito, l’arrestato è stato tradotto presso un Centro di Prima Accoglienza di Roma.

7 settembre 2018 0

Entra in casa della ex e si fa trovare in mutande, poi la aaggredisce. Arrestato stalker

Di admin

FIUGGI – I carabinieri di Fiuggi, in collaborazione con quello del N.O.R.M.-Aliquota Radiomobile del superiore Comando Compagnia di Alatri, hanno posto fine ad una storia di “stalking” che ha visto vittima una 46 enne del posto, di cui si erano occupate solo ieri le cronache giornalistiche locali (quando l’ex convivente della vittima era stato denunciaato), traendo definitivamente in arresto il 32 enne del capoluogo ciociaro poiché colto nella in flagranza di reato di atti persecutori, violazione di domicilio aggravata e violenza privata nei confronti della sua ex convivente. I militari comandati dal maresciallo Raffaele De Somma, già allertati dalle pregresse e reiterate denunce della donna, l’ultima delle quali risalenti ad appena due giorni fa, sono interveniti presso l’abitazione della stessa che, rientrata in casa, vi ha trovato l’ex convivente che, dopo aver divelto la grata di protezione della finestra e rotto il vetro della stessa si era fatto trovare dalla donna in mutande. La vittima, impaurita, ha tentato una prima volta di comporre il numero di emergenza dei carabinieri, ma l’uomo le ha strappato il telefono dalle mani non consentendole di chiedere aiuto. La forza della disperazione e la paura hanno però permesso alla donna di reagire colpendo l’uomo al volto e con tale repentina azione, è riuscita a riprendere il telefono e, quindi, componendo il numero d’emergenza 112 riusciva a richiedere aiuto.

I militari dell’arma, che già monitoravano la situazione ed avevano predisposto l’abitazione della donna tra gli obiettivi da attenzionare, sono giunti in pochi minuti sul posto sorprendendo lo “stalker” a poche decine di metri dalla casa mentre tentava di dileguarsi. L’uomo, condotto in caserma, dopo la formalizzazione della denuncia da parte della vittima, è  stato dichiarato in stato di arresto e tradotto presso la casa Circondariale di Frosinone a disposizione della competente A.G.

28 agosto 2018 0

Scassina la porta di casa della ex e la mette a soqquadro, arrestato 25enne a Cassino

Di admin

CASSINO – Ha scassinato la porta della casa della ex per metterla a soqquyadro distruggendone gli arredi. é accaduto a Cassino ad opera di un 24enne già noto alle forze dell’ordine.

Il giovane, in assenza della moglie, dalla quale è in fase di separazione, dopo aver scardinato la porta d’ingresso ed essersi introdotto all’interno dall’abitazione coniugale, attualmente abitata solo dalla coniuge, mettendola interamente a soqquadro arrecando notevoli danni. Al sopraggiungere della moglie, lo stesso l’ha aggredita fisicamente con calci e pugni, inveendo contro di lei.

La donna, dopo essersi divincolata con l’aiuto della madre, è riuscita a telefonare al 112 che immediatamente ha inviato sul posto una pattuglia. I militari operanti hanno costato i danni arrecati nonché la presenza dello stesso nell’abitazione, bloccandolo e traendolo in arresto. La vittima, ancora in forte stato di agitazione, è stata accompagnata in Ospedale dove gli sono state riscontate lesioni giudicate guaribili in 15 giorni..

Il giovane, invece, arrestato per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali, espletate le formalità di rito, è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso l’abitazione dei familiari sita nella Città Martire.