Tag: avviata

17 gennaio 2018 0

Carnevale popolare veliterno 2018, avviata la macchina organizzativa

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

VELLETRI – “Tutto pronto per il Carnevale Popolare Veliterno che avrà inizio domenica 28 gennaio con la sfilata dei carri allegorici e dei gruppi mascherati”.

Lo si legge in una nota del comune di Velletri.

“Un programma basato sulla tradizione che prevede quattro sfilate dei carri allegorici e dei gruppi mascherati rispettivamente: domenica 28 gennaio; domenica 4 febbraio; domenica 11 febbraio e martedì 13 febbraio. La festa dei bambini è programmata per giovedì 8 febbraio e si svolgerà presso il Palabandinelli.

Il percorso della sfilata prevede la partenza da piazza Caduti sul lavoro alle ore 15 e rientro sulla stessa piazza dopo aver percorso, nei due sensi, l’intero corso della Repubblica.

Il corteo sarà composto da tre carri allegorici rappresentativi dei personaggi di attualità tra i bambini: il giovane pirata amante del surf e di internet Zak Stormcampeggerà su uno dei carri accompagnato da un gruppo di oltre tenta maschere. Un altro carro raffigura i Pj Masks: tre bambini super eroi che si cimentano contro il male nelle loro straordinarie avventure notturne.

Re Carnevale è un Dj speciale che aprirà un corteo colorato e festante.

Tra i gruppi mascherati sono già annunciati i «Flintstones» e i «Campeggiatori ecologici». Un mix di colori, musica, spettacolo e tradizione per un programma ricco e partecipato.

Per l’organizzazione delle giornate del Carnevale sarà determinate il supporto della Polizia locale, della Protezione civile, della Croce rossa e di tutti i volontari che dedicheranno il loro tempo per la riuscita della manifestazione al quale va anticipatamente il ringraziamento dei cittadini.

Torna l’iniziativa «raccogli e ricicla la bomboletta» che premierà quanti collaboreranno nel raccogliere le bombolette delle stelle filanti e le consegneranno all’organizzazione, ogni dieci bombolette raccolte daranno diritto a ricevere una ricarica telefonica di 5 euro. Iniziativa organizzata in collaborazione con la Volsca che pure collaborerà con personale e mezzi per provvedere alla pulizia della città”.

14 giugno 2017 0

Villa Santa Lucia: Cure termali, iniziativa avviata

Di redazione

Cure termali negli stabilimenti di Suio Terme, Castel Forte. E l’iniziativa che l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Antonio Iannarelli, ha promosso anche quest’anno a favore dei cittadini di Villa Santa Lucia. Il ciclo di cure si svolge presso Suio Terme a partire dal 12/06/2016 al 24/06/2016 con partenza in pullman al mattino, alle ore 07:00, da P. S. Lucia, P.zza S. Rocco, R. Rizza, bivio S. Scolastica P.zza S. Giacomo Apostolo.

Nell’arco di ogni giornata, tutti i partecipanti potranno praticare cure grazie alle proprietà delle acque solforose.

L’assessore alle Politiche Sociali Giuseppe La Marra (nella foto) afferma “Si tratta di un’iniziativa che punta non solo a creare momenti di benessere della salute per i cittadini, ma anche di tranquillità e socializzazione tra loro. Fino ad oggi quest’amministrazione comunale ha fatto molto per la popolazione dal punto di vista sociale, in particolare per le fasce più deboli che meritano particolare attenzione. Questo perché alla base di un lavoro amministrativo è necessario che vi sia un valore importante come la solidarietà”.

18 marzo 2017 0

Frosinone: avviata la riqualificazione degli storici murales di via Ciamarra

Di redazionecassino1

Frosinone – L’amministrazione Ottaviani ha avviato i lavori di riqualificazione sui murales di via Ciamarra. L’opera collettiva realizzata nel 1995 per onorare la memoria di Carlo Ludovico Bragaglia, divenuta un vero e proprio simbolo della città, era stata resa irriconoscibile dall’incessante azione degli agenti atmosferici. Per evitare che un importante patrimonio identitario, frutto dell’estro di un collettivo di giovani artisti, andasse perduto, l’amministrazione ha coinvolto il Liceo Artistico del capoluogo che porta il nome proprio di uno dei geniali componenti della famiglia Bragaglia. In questi giorni, si stanno effettuando i lavori sui circa 400 metri del muro, che ha un’altezza variabile, fino a 4 metri, su cui è stata impressa la pellicola cinematografica ritraente frammenti di capolavori che segnano la storia della città e del Paese. Per contrastare i segni dovuti al passare del tempo e alla continua esposizione agli ordinari eventi meteorologici, gli operai utilizzeranno agenti impermeabilizzanti e provvederanno all’installazione di una tettoia, a protezione dei nuovi fotogrammi che riprodurranno fedelmente i disegni iniziali. Il Comune ha previsto, oltre al recupero dell’opera, anche un’importante valorizzazione della stessa: un impianto di luci a led, posizionato dall’alto verso il basso, infatti, illuminerà i murales, permettendone la fruizione notturna.

“Il capoluogo è, ormai, fortemente impegnato nel portare avanti una serie di progetti con le istituzioni scolastiche e di alta formazione del territorio, allo scopo, da un lato, di esaltarne le competenze, la professionalità, la portata innovativa di idee e proposte e, dall’altro, di ottenere benefici culturali che interessino tutta la città – ha dichiarato il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani – Si pensi alla collaborazione stretta con l’Accademia di Belle Arti, con cui stiamo lavorando alla realizzazione del Parco del Matusa, dell’arredo urbano delle rotatorie sulla Monti Lepini, del progetto ‘Il buio a colori’ per riqualificare i tunnel e i sottopassi del capoluogo. Senza dimenticare che, con la ristrutturazione del teatro Vittoria, l’istituto accademico potrà valorizzare un nuovo spazio espositivo nel centro storico per i corsi di scenografia o per organizzare convegni e incontri. Grazie al fondamentale apporto offerto, invece, dal Liceo ‘Bragaglia’, procederemo al recupero e alla valorizzazione di un’opera, ormai integrata nel patrimonio genetico dei frusinati: i murales di via Ciamarra, donati alla città da un gruppo di giovani artisti che, per forse per sottolineare l’appartenenza a questo territorio, apposero la propria dedica a un figlio illustre della Ciociaria. L’intervento sui murales si inserisce nel solco già tracciato con ‘Dai muri alle mura’, che ha posto l’accento sulla riscoperta della storia della nostra città, attraverso una serie di pannelli esplicativi apposti a ridosso di muri e muraglioni, a diffusione e valorizzazione della memoria e della cultura di un patrimonio identitario che non ha eguali, perché appartiene soltanto a Frosinone. La cultura e l’arte rappresentano un forte elemento di coesione sociale, attraverso cui rinsaldare il senso di appartenenza alla propria comunità: la città non poteva permettersi di perdere e veder svanire, a causa dell’usura del tempo e degli agenti atmosferici, un segno distintivo della propria identità”.