Tag: bancomat

30 luglio 2018 0

Marito sorprende la moglie al bancomat con “l’amico straniero” e scatta la lite

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Ha sorpreso la moglie allo sportello automatico dell’ufficio Postale in piazza De Gasperi a Cassino e, sospettando che facesse un prelievo per pagarsi “la compagnia” di un giovane straniero, ha aggredita la donna anche fisicamente.

Tutto è accaduto nel primo pomeriggio di venerdì davanti agli occhi, oltre del giovane straniero rimasto impassibile alla lite tra moglie e marito, anche di altri testimoni alcuni dei quali, intervenuti per evitare che la lite degenerasse, avrebbero rimediato anche qualche colpo. La coppia sui 50 anni circa, forse lui un po’ più adulto, si sarebbe accapigliata mentre lei ritirava soldi dallo sportello. I testimoni riferiscono che l’uomo la insultava spiegandole di aver scoperto l’utilizzo di quei soldi.

Ad evitare il peggio è stato l’intervento degli agenti di una volante della polizia che hanno ricondotto alla ragione i due favorendo così, evidentemente, la spiegazione di un equivoco dato che dalla vicenda non sono scaturite poi denunce.

Ermanno Amedei

7 luglio 2018 0

Il primo Bancomat Bitcoin del Lazio e del centro Italia si trova a Cassino

Di admin

ATTUALITÁ – Da Pisa fino a Napoli per oltre 550 km il primo Bancomat Bitcoin che si incontra, si trova a Cassino e sui forum di settore Bitcoin come Bitcointalk messaggi di complimenti per l’iniziativa, e qualcuno dice: “finalmente!”.

Cassino rientra tra le 31 grandi città italiane ad avere un bancomat per le criptovalute, più del 70% delle installazioni sono nel Nord Italia, attraverso il bancomat è possibile acquistare Bitcoin in maniera semplice e veloce.  Tra i 3430 bancomat al mondo che offrono questo servizio possiamo dire con orgoglio che a Cassino siamo al passo con i tempi.

Il Bancomat consente non solo di acquistare la criptovaluta più quotata, il “Bitcoin (BTC)“ ma anche altre criptovalute come Ethereum e Litecoin ed in futuro Dash e Zcash Il progetto, molto ambizioso, è portato avanti dalla società NEW COMMUNICATION esperta del mercato delle criptovalute e fintech ( finanza tecnologica) anche attraverso il sito www.bancomatbitcoin.it. Per chi non li conoscesse ancora, i Bitcoin sono la moneta digitale per eccellenza e attualmente rappresentano il 42% del mercato delle cosiddette “criptomonete”, grazie alla sua capitalizzazione per 96 miliardi di euro con una crescita costante trovando oggi diffusione anche al di fuori della rete, divenendo un vero e proprio mezzo di pagamento per negozi fisici e online, B&B ed ecommerce on-line Il Bancomat, di facile utilizzo, permette ai clienti di acquistare moneta virtuale facilmente, basta infatti scaricare un App per iOS o Android per il Wallet Bitcoin tra queste Bread Wallet, Airbitz, Copay , BitPay avvicinarsi al bancomat e seguire le istruzioni di acquisto sullo schermo. Tutto avviene secondo gli standard di legge attraverso il riconoscimento dell’utente KYC (know your customer), anti riciclaggio (AML-  Anti money laundering) e antiterrorismo con una connessione diretta dei database OFAC. I vantaggi di un Bancomat per Bitcoin sono svariati, e consentono di sfruttare al meglio le funzionalità di questa tecnologia: -Immediato: la tecnologia bancomat è completamente immediata e veloce, le transazioni degli svariati wallet ed exchange Bitcoin richiedono ore, sui bancomat tutto è invece istantaneo. -Semplice: i bancomat concorrenti richiedono un wallet di terze parti, mentre svariate soluzioni risultano essere integrate. -Cash: i Bancomat accettano il denaro contante, mentre invece gran parte degli altri exchange necessitano di costosi e lenti bonifici. Il bancomat è sempre attivo 24/24 presso Area Varlese, via Ausonia 2, Cassino
30 maggio 2018 0

VIDEO – Ecco come clonavano i bancomat, in due avevano carpito migliaia di codici a Fiumicino

Di admin

FIUMICINO – Dopo una lunga e difficile indagine, gli agenti della Polizia di Frontiera di Fiumicino il 17 maggio scorso, hanno arrestato due cittadini bulgari con specifici precedenti di polizia, resisi responsabili dell’illecita acquisizione di migliaia di codici relativi alle carte utilizzate dai turisti presso gli sportelli bancomat dello scalo internazionale.

In particolare, i due, tramite l’installazione di sofisticate apparecchiature elettroniche artigianali sulle casse bancomat, riuscivano a carpire sia il codice PIN, digitato dall’ignaro passeggero, sia i codici presenti sulla banda magnetica inserita nello sportello.

Riproducendo fedelmente la parte superiore metallica del bancomat, infatti, i due sodali avevano inserito una micro telecamera dotata di batterie a litio di lunga durata ed un dispositivo (skimmer) in grado di memorizzare i dati presenti sulla banda magnetica delle carte.

I malviventi sceglievano i bancomat ubicati nella zona arrivi dello scalo aeroportuale in modo tale da poter acquisire prevalentemente codici delle carte in possesso a stranieri di passaggio in Italia, approfittando quindi della loro assenza da casa e prosciugare i conti correnti prima che gli stessi potessero accorgersi degli ammanchi.

Le indagini condotte hanno permesso di individuare gli autori del reato e consentire agli investigatori di scoprire come gli stessi avessero sabotato anche bancomat ubicati all’aeroporto di Malpensa e Venezia.

I truffatori, riuscivano addirittura a manomettere, nelle prime ore del mattino, uno sportello bancomat presso lo scalo di Fiumicino e, solo dopo poche ore, ad effettuare la stessa azione, presso lo scalo aeroportuale milanese.

Nelle prime ore della mattina del 17 maggio, gli uomini della Polizia Giudiziaria dell’Aeroporto di Fiumicino, dopo prolungati appostamenti, hanno individuato i due uomini di nazionalità bulgara intenti a ritirare lo skimmerposizionato sul bancomat qualche giorno prima.

Gli operatori di Polizia Giudiziaria, procrastinavano l’intervento certi che i due soggetti avrebbero raggiunto il covo.

La felice intuizione, infatti, consentiva, dopo un prolungato servizio di pedinamento, di individuare il loro alloggio e dare il via, al momento opportuno, al blitz.

Nel covo romano, l’irruzione ha permesso di individuare e sequestrare centinaia di supporti informatici contenenti i dati sensibili di migliaia di passeggeri.

Solo l’intervento dei poliziotti ha impedito che la mole di dati carpiti fruttasse un introito di svariati milioni di euro.

Le prime risultanze investigative hanno altresì permesso di escludere che i due soggetti, prima di essere tratti in arresto abbiano potuto utilizzare le migliaia di informazioni carpite.

12 marzo 2018 0

Latina, sradicano bancomat ma lo abbandonano con 50mila euro all’interno

Di admin

LATINA – Gli agenti della Squadra Mobile di Latina hanno ritrovato uno sportello bancomat sradicato dalla sede della filiale di un istituto di credito di Latina con all’interno ancora i 50mila euro che conteneva.

I ladri hanno agito velocemente nella notte tra sabato e domenica sradicando il bancomat e dileguandosi. L’allarme ha fatto scattare un piano di controllo sulle principali vie di fuga e forse questo ha consigliato ai malviventi di disfarsi del bottino. In località Borgo Montello, l’equipaggio di una Volante sulla via Pontina all’altezza del km 60 ha notato un distributore di carburante ERG in stato di abbandono; intuendo che quell’area poteva essere luogo ideale per celare eventuali veicoli e cose provento di furto, hanno deciso di estendere i controlli nell’area. Intuizione che si rilevava essere giusta, in quanto nei campi adiacenti, celato dal muro di cinta del distributore, hanno trovato un veicolo Fiat Iveco con sopra lo sportello Bancomat in questione.

Lo sportello bancomat, nonostante fosse notevolmente danneggiato, presentava il vano cassaforte ancora integro. Contattato il direttore della banca derubata, si procedeva all’apertura della cassaforte, all’interno della quale veniva rinvenuto denaro pari a circa 50.000 euro, comunque macchiatosi con inchiostro blue antifurto. L’ingente somma di denaro e lo sportello bancomat sono stati immediatamente restituiti all’avente diritto. Indagini in corso da parte di questa Squadra mobile.

 

10 gennaio 2018 0

Prende a picconate il bancomat delle Poste a Ferentino, arrestato 35enne

Di admin

FERENTINO – Ha preso a picconate il bancomat dell’ufficio postale di Ferentino con l’intento di spaccarlo e rubarne il contenuto.

Marco M. 35 anni del posto, già noto alle forze dell’ordine, non è riuscito a portare a termine il suo piano per il pronto intervento dei carabinieri comandati dal capitano Camillo Meo. I militari lo hanno fermato poco dopo i primi colpi.

L’uomo ha agito in pieno giorno, alle 12.40 circa presso la sede delle poste in via XX Settembre. Il piccone è stato sequestrato e l’uomo arrestato per tentato furto aggravato.

30 dicembre 2017 0

Sorpreso con una carta bancomat Rubata, 37enne denunciato per ricettazione

Di admin

CASSINO – I carabinieri hanno denunciato per ricettazione un 37enne di Cassino, già censito per reati specifici e per droga. L’uomo, nel corso di un controllo, è stato trovato in possesso di una carta bancomat rilasciata dalla Banca Popolare del Cassinate.

Quella carta era stata denunciata oggetto di furto nello scorso mese di settembre presso la Stazione Carabinieri di Cassino. Ma non solo. L’uomo aveva anche nelle sue disponibilità ulteriori titoli di credito, due carte revolving e di due carte bancomat, il tutto sottoposto a sequestro.

20 novembre 2017 0

Rapinato mentre preleva al bancomat, i carabinieri arrestano un 41enne

Di redazionecassino1

Giulianova – I Carabinieri della Compagnia di Giulianova , nella notte tra sabato e domenica hanno arrestato per rapina e porto abusivo di armi Maurizio Calabrese, 41enne, residente a Bellante, già noto alle forze dell’ordine. Era da poco passata la mezzanotte quando un ragazzo in compagnia della fidanzata si è fermato ad uno sportello bancomat in località Petriccione del Comune di Castellalto, per effettuare un prelievo. Terminata l’operazione (di fatto non effettuata per mancato funzionamento dello sportello), nel voltarsi  veniva avvicinato da un individuo con  viso travisato da scaldacollo, che brandendo minacciosamente un coltello si faceva consegnare il denaro in suo possesso, per poi fuggire a bordo di una lancia Y. I Carabinieri, avvisati subito dalla vittima,  attivavano immediatamente le ricerche impegnando le tre pattuglie  in servizio notturno. Dopo circa 10 minuti un’autovettura corrispondente alla descrizione fornita dalla vittima, veniva intercettata in Via Annunziata di Giulianova. Il conducente, all’alt dei Carabinieri, provava a dileguarsi venendo però bloccato quasi subito tra le vie del centro. Nel corso di immediata perquisizione, i carabinieri rinvenivano la somma appena asportata (pari a 30 euro) celata sotto il parasole lato guida ed il coltello sotto il tappetino del conducente. Il Calabrese Maurizio, al momento del fermo,  indossava ancora lo scaldacollo utilizzato per occultare il volto. Condotto in caserma a Giulianova per le formalità di rito, veniva successivamente dichiarato in arresto e  tradotto presso la Casa Circondariale di Teramo.

10 novembre 2017 0

Ferentino, 39enne ruba bancomat in palestra e fa shopping sfrenato

Di redazione

Nella mattinata odierna, a Ferentino, i militari della locale Stazione, a seguito di indagini connesse ad una denuncia querela presentata nei giorni scorsi da un cittadino del suddetto centro, deferivano in stato di libertà un 39enne del posto, già censito per reati contro il patrimonio e la persona, per il reato di furto aggravato, ricettazione e frode informatica. Al termine delle indagini, gli operanti raccoglievano univoci e coincidenti elementi di colpevolezza nei confronti dell’uomo che, dopo aver frugato nell’armadietto di una palestra, si impossessava delle credenziali bancarie di un giovane, con cui effettuava vari pagamenti presso numerosi esercizi commerciali, nonché svariate transazioni presso distributori carburante per un totale di €uro 1.000,00. Foto d’archivio

3 marzo 2017 0

Bancomat sradicato, bottino da 6mila euro. Recuperata a S. Angelo Bmw rubata

Di admin

Cassino – Ammonterebbe a circa 6mila euro il bottino portato via questa notte alle 3.30 circa dalla filiale della Banca Popolare del Cassinate a San Giorgio a Liri.

Da prime indiscrezioni trapelate dalle forze dell’ordine, i malviventi avrebbero aggiro con due auto e un furgone, quindi il gruppo era composto da 8 o 10 persone.

Sicuramente c’era una Bmw grigia con quattro persone a bordo intercettata poco prima delle 4 dai carabinieri di Cassino sulla strada provinciale a Sant’Angelo.

I malviventi l’hanno abbandonata nel parcheggio di un edificio in costruzione e sono fuggiti a piedi facendo perdere le tracce così come hanno fatto gli altri a bordo dell’altra vettura e del furgone con la cassa bel bancomat.

La Bmw recuperata e oggetto di indagine di polizia scientifica risulta rubata a Roma.

Ermanno Amedei 

Foto antonio Nardelli

articolo precedente

3 marzo 2017 0

Bancomat sradicato, i malviventi intercettati a Sant’Angelo scappano a piedi

Di admin

Cassino – Le indagini per la ricerca dei malviventi che hanno sradicato il bancomat alla filiale della BPC di San Giorgio si sono concentrate a Sant’Angelo in Theodice, in in cantiere edile, poco prima della strada di accesso alle cooperative.

Lì, o quantomeno in quella zona, la gente poco prima dell’alba avrebbe sentito esplodere colpi di arma da fuoco e lì, questa mattina si sono recati in forze carabinieri polizia e uomini della scientifica.

Pare che in quel punto i malviventi siano stati intercettati dai carabinieri e che abbiano lasciato la vettura con cui fuggivano per dileguarsi a piedi nelle campagne della zona non molto lontano dal ponte dell’Autostrada.

Ermanno Amedei

Foto Antonio Nardelli

Articolo precedente