Tag: basket

20 maggio 2018 0

Basket Serie B Playoff: Virtus corsara a Roma contro la Luiss, vede la finale

Di redazionecassino1

Un sostegno incessante dei supporters cassinati, un tifo incredibile, ha accompagnato la Virtus Cassino in questa prima sfida al Pala LUISS di Roma per gara 3 della semifinale playoff del Campionato Nazionale di Serie B, Tabellone D.

La Virtus Cassino ha avuto la meglio sull’ostica, compatta e giovane formazione allenata da coach Paccariè al termine di una gara praticamente giocata punto a punto.

Equilibrio rotto a favore dei viaggianti solo nell’ultimo quarto di gioco dopo che per larghi tratti i padroni di casa avevano condotto le danze forti anche di un vantaggio di +7 maturato sul finire della seconda frazione e a metà del terzo quarto di gioco. Una gara dunque appassionante e ricca di pathos quella che si è giocata presso l’impianto universitario a Roma.

Pubblico delle grandi occasioni per il Pala LUISS , praticamente esaurito in ogni ordine di posti per una prima sfida dal sapore antico tra due formazioni che venivano dall’esito di gara 2 favorevole ai romani, grazie, lo ricordiamo, ad una tripla segnata quasi allo scadere da capitan Faragalli.

<img class=”wp-image-27991 alignleft” src=”https://i0.wp.com/www.cassinoinforma.it/immagini/photo_2018-03-18_14-31-11-2.jpg?resize=318%2C201&ssl=1″ alt=”” width=”318″ height=”201″ srcset=”https://i0.wp.com/www.cassinoinforma.it/immagini/photo_2018-03-18_14-31-11-2.jpg?resize=553%2C350&ssl=1 553w, https://i0.wp.com/www.cassinoinforma.it/immagini/photo_2018-03-18_14-31-11-2.jpg?resize=343%2C217&ssl=1 343w, https://i0.wp.com/www.cassinoinforma.it/immagini/photo_2018-03-18_14-31-11-2.jpg?w=703&ssl=1 703w” sizes=”(max-width: 318px) 100vw, 318px” data-recalc-dims=”1″ />Palla a due e subito si comprende che la gara sarà equilibrata. La LUISS Roma gioca il suo basket garibaldino fatto di sapienti e ben organizzate transizioni offensive attivate dai rimbalzi del trio Beretta, Cefarelli e Martone che innescano con sapiente e consumata maestria le frecce all’arco di coach Paccariè. Le scelte difensive per il coach dei romani sono una asfissiante presenza di un giocatore alle calcagna di Manuel Carrizo. L’argentino stasera però ha le polveri bagnate almeno all’inizio da oltre l’arco dei 6.75 e le sue conclusioni sono preda dei rimbalzisti avversari. Il leit motiv della gara è questo.

E Cassino? Cassino fa la sua partita. Tosta e attenta, tutta sostanza con pochi fronzoli per lo spettacolo ben coordinata bene in regia da Lorenzo Panzini, d’altra parte questa è la bellezza dei playoff e i benedettini sembrano interpretare al meglio questa condizione dello spirito di un cestista arrivato al termine di una stagione a dir poco massacrante. Il primo quarto si gioca sul filo dell’equilibrio ma sono i cassinati a chiuderlo in vantaggio di tre lunghezze, 20 a 17 grazie alla bomba di Carrizo che si accende proprio in prossimità della sirena.

Cassino ha il sacro fuoco e si vede ma la LUISS ne ha di più. Il secondo quarto è segnato da un parziale micidiale di 9-0 per i romani dopo che Bini aveva portato le “V” rossoblù a + 6, 27-21, con una incursione in area romana. Chiude il parziale di cui sopra, al termine di una transizione, Di Fonzo, firmando il canestro del sorpasso universitario e fissando il tabellone sul 30-27.

Prima Bagnoli con un viaggio in lunetta e poi sempre Panzini con una entrata delle sue, mantengono in linea di galleggiamento gli ospiti che chiudono il secondo minitempo sotto di sole due lunghezze, 43-41. La pausa lunga non modifica le proposte tattiche dei due coach. E’ battaglia agonistica, è clima playoff e la LUISS Roma sembra decisa a far sua la posta in palio, allorquando una bomba di Veccia fissa il punteggio sul 52 a 45, +7.

Per i ragazzi di coach Vettese è uno schiaffo in faccia, un pugno che potrebbe, per i deboli di spirito, segnare le sorti del match. Non così per Del Testa e soci. Petrucci non si fa pregare e con una delle sue conclusioni da oltre l’arco dei 6.75 manda in visibilio il settore dei tifosi rossoblù. La progressione ospite è implacabile. Cena segna la tripla del +3 a 1 minuto e 20” dal termine della terza frazione di gioco. Ancora l’ala grande argentina e poi Petrucci dalla linea dei tiri liberi fissano il punteggio sul 64 a 59 al termine della terza frazione di gioco.

Gli ultimi 10 minuti di gioco sono un punto a punto incredibile ma sempre sotto la gestione degli ospiti che concludono in completo controllo il match fino sulla sirena con sette lunghezze di vantaggio, 74-81. La serie dunque va sul 2-1 per la Virtus Cassino. Domenica 20 però è ancora partita, si va a gara 4 sempre al Pala LUISS di via M. Longhi a Roma.

«Oggi in campo non eravamo in 5 ma in 6- le prime parole del capitano della BPC Virtus Cassino, Maurizio Del Testa, al termine della partita- grazie al grande pubblico che è venuto da Cassino a sostenerci, tutta la squadra ha sentito il calore e la forza che hanno saputo infondere con i loro cori incessanti. E’ stata una gara tosta, siamo stati bravi a rimanere incollati e a non farli andar via , sapevamo che era una battaglia, siamo stati bravi . Oggi è venuto fuori il gruppo, nessuno ha fatto un passo indietro e tutti ci siamo aiutati sempre in ogni circostanza del match. Anche e soprattutto se consideriamo che tre di noi eravamo fortemente penalizzati dai falli (Bagnoli, Del Testa e Panzini, ndr). Dobbiamo essere sempre positivi, questo è l’ingrediente fondamentale per vincere le partite. Adesso testa a gara 4, ce la metteremo tutta».

Ore 18.00 di oggi 20 maggio palla a due, andrà in scena gara 4 di questa avvincente semifinale playoff.

Luiss Roma – BPC Virtus Cassino 74-81  Parziali 17-20, 26-21, 16-23, 15-17

 

Luiss Roma: Marcon 14 (5/11, 1/1), Cefarelli 12 (6/8, 0/0), Beretta 11 (4/8, 0/1), Scuderi 10 (2/3, 1/2), De Dominicis 8 (4/6, 0/0), Di Fonzo 6 (1/2, 1/3), Veccia 5 (0/2, 1/5), Faragalli Serroni 4 (0/2, 1/5), Martone 4 (1/1, 0/0), Bonaccorso 0 (0/4, 0/1), Gebbia 0 (0/0, 0/0), Miriello 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 13 / 21 – Rimbalzi: 37 15 + 22 (Beretta 10) – Assist: 9 (Di Fonzo 3). All. Paccariè.

BPC Virtus Cassino: Simone Bagnoli 16 (5/5, 0/0), Enzo Cena 15 (4/7, 2/5), Manuel Carrizo 14 (3/5, 2/7), Lorenzo Panzini 11 (4/5, 1/4), Niccolò Petrucci 9 (1/4, 1/2), Maurizio Del Testa 8 (3/7, 0/2), Matteo Bini 8 (2/4, 1/3), Fabrizio De Ninno 0 (0/0, 0/0), Riccardo Pasquinelli 0 (0/0, 0/0), Robert Banach 0 (0/1, 0/0), Giorgio Galuppi 0 (0/0, 0/0). Tiri liberi: 16 / 20 – Rimbalzi: 30 8 + 22 (Simone Bagnoli 7) – Assist: 12 (Manuel Carrizo 4) All. Vettese Ass. Incelli.

18 maggio 2018 0

Basket C/Silver Playoff Gara 2: Veroli batte, 88-77, Stelle Marine e conquista il primo punto

Di redazionecassino1

La Pallacanestro Veroli 2016 trascinata dal caldissimo pubblico della Palarifard di Casamari porta a casa con merito il punto della parità. Una partita intensa e tecnicamente quasi perfetta, incominciata con il botta e risposta a suon di bombe di Grande e Fiorini M. Una serata da incorniciare per la truppa di Coach Celani partita fin da subito con le marce alte: un primo quarto da altissime percentuali per i padroni di casa sospinti dalle triple di Marco Fiorini e Mauti al primo allungo, con le Stelle Marine alle prese con le prime difficoltà. I giallorossi dominano a tutto campo il match raggiungendo il +17 a metà del secondo quarto (44-27). Ostia prova a limitare i danni chiudendo a -10 con l’inerzia tutta a favore dei locali. Alla ripresa dal riposo lungo la Pallacanestro Veroli 2016 non si fa trovare impreparata e continua a rispondere colpo su colpo. Pappalardo (che poche settimane fa siglò 50 punti su questo campo in regular season) prova a caricarsi sulle spalle i suoi con 12 punti consecutivi che riaprono completamente il match e fanno correre qualche brivido sulla schiena dei tifosi verolani. Nel finale, però, le triple di Fiorini G. decretano la vittoria dei giallorossi che chiudono il match 88-77 e 1-1 nella serie che a questo punto si deciderà domenica ad Ostia. La bella stabilirà quale tra le due formazioni sarà dunque la finalista. La Pallacanestro Veroli 2016 si conferma squadra durissima da battere in casa con una serata super per Mauti ed i fratelli Fiorini, ma importante il lavoro della difesa che ha saputo tenere sotto gli 80 punti un attacco micidiale come quello dei lidensi, a cui non bastano i 54 punti messi a referto dalla coppia di bomber Pappalardo-Grande. Arrivare ai playoff per i giallorossi è stato un gran risultato dato che la Società in soli due anni ha raggiunto traguardi importanti. La Pallacanestro Veroli 2016 vestita di nuovo è tornata a far battere i cuori giallorossi.

 

PALL. VEROLI 2016 88 – STELLE MARINE 77

Tabellini: Fiorini G. 20, Fiorini M. 19, Frusone 13, Velocci 7, Mauti 23, Celani D. 4, Iannarilli 2, Vinci n.e., Lauretti n.e., Igliozzi n.e., Lella n.e. All. Celani G.

 

 

 

7 maggio 2018 0

Basket: Veroli perde l’ultima di regular season contro Vigna Pia, ma si qualifica per i play-off

Di redazionecassino1

Si chiude con una sconfitta la regular season della Pallacanestro Veroli 2016 sul campo del Vigna Pia al termine di una gara dal punteggio molto alto, 100-94. Risultato indolore per i ciociari che, già matematicamente qualificati, attendevano la griglia playoff che li vede accoppiati al primo turno con le Stelle Marine Ostia nella semifinale. La Pallacanestro Veroli 2016 arriva a Roma senza due pezzi da novanta come Fiorini M. e Velocci – squalificati per due giornate dopo il finale concitato della gara con il Pass Roma – ed il gioco ne risente molto, anche perché nel corso della gara si registra l’infortunio alla spalla per Vinci che complica le speranze playoff dei ciociari, ridotti (almeno per gara 1) a rotazioni al minimo stagionale. Vigna Pia gestisce la gara per tre quarti, allungando fin dall’inizio con +16 fatto registrare al termine della prima frazione. Tuttavia, nonostante le difficoltà della gara odierna, il carattere della Pallacanestro Veroli 2016 permette la clamorosa rimonta, grazie all’esperienza di Mauti e Fiorini G., oltre alla presenza, fisica di Frusone, con un parziale da 25-41, che non basta però a rimettere in piedi una sfida nata male. I romani rispondono e riescono a preservare il vantaggio. La Pallacanestro Veroli 2016 in vista dei playoff evita al primo turno lo scontro con Albano e finisce nella parte di tabellone opposta rispetto alla Fortitudo Roma perciò si giocherà la promozione con le Stelle Marine al primo turno e poi (eventualmente) con la vincente di Pass-Ciampino.

La Gara 1 sul campo dei lidensi, però, dovrà essere affrontata senza M. Fiorini e Velocci, senza calcolare la probabilissima assenza di Vinci che potrebbe aver chiuso anzitempo la sua stagione. In virtù dei risultati dell’ultima giornata, le Stelle Marine chiudono al secondo posto mentre il Pass scavalca Albano; tre squadre a pari punti subito dietro, Scuba Frosinone, Nova Bk Ciampino e Pallacanestro Veroli 2016, situazione di parità anche nella classifica avulsa, decide pertanto il quoziente canestri nei confronti diretti che premia Frosinone (5°), poi Ciampino (6°) e Veroli (7°). La Carver, sconfitta dal Pass, chiude invece 8°.

Prossimo appuntamento quindi, domenica 13 Maggio sul campo dei lidensi e, giovedì 17 Maggio alle 20.00 presso la tensostruttura di Casamari.

 

VIGNA PIA 100 – PALLACANESTRO VEROLI 2016 94

Tabellini: Fiorini G. 24, Frusone 18, Mauti 20, Celani D. 14, Vinci 8, Iannarilli 10, Lella, Igliozzi, Lauretti. All. Celani G.

 

 

23 aprile 2018 0

Basket C/Silver: Importante vittoria casalinga per Veroli contro Gaeta

Di redazionecassino1

La gara, disputata domnica, tra Pallacanestro Veroli 2016 e Basket Serapo Gaeta, termina con il risultato di 80-67. Importante vittoria interna per la Pallacanestro Veroli 2016 che consolida la posizione playoff superando una lanciata Gaeta (reduce dalla vittoria con la Fortitudo Roma) con una prova convincente. Un avvio di gara spento, nei primi tre minuti di gioco le squadre faticano a mettere a segno un canestro poi arrivato con un tiro da tre del Basket Serapo Gaeta. Si entra nel vivo della gara sempre condotta dalla Pallacanestro Veroli 2016 che recupera Mauti tornato in ottima forma, la gara di oggi ne è stata testimone. Basket Serapo Gaeta prova a contrastare i giallorossi che con un pressing a tutto campo chiudono il primo quarto a +8 (21-13). Alla ripresa la Pallacanestro Veroli 2016 procede a testa alta, trascinata dai fratelli Fiorini e da un Frusone particolarmente ispirato, mantenendo le distanze con ottime giocate nel pitturato e le bombe dei fratelli Fiorini. Si chiude il secondo quarto con il risultato di 44-39. Nonostante l’assenza di Velocci, la formazione ciociara conduce la gara riuscendo a trovare l’allungo decisivo nel terzo periodo, quando il vantaggio si attesta ampiamente sulla doppia cifra, con gli ospiti che pagano un parziale da soli 10 punti messi a referto: la Pallacanestro Veroli 2016 arriva al +11 a 3′ 10″ di gioco nel terzo quarto, Serapo risponde e riduce le distanze arrivando a -3 a 4′ 20″ dalla fine. Ma la Pallacanestro Veroli 2016 ci crede e guidata dai soliti fratelli Fiorini, Vinci, Mauti e Celani, forti sotto canestro e nei contropiedi, chiude il terzo quarto a +17. Rush finale in divenire, la gara si scalda, ma la Pallacanestro resta concentrata e chiude il match 80-67. I fratelli Fiorini con 21 punti a testa, assieme a Frusone con 16, i migliori tra i padroni di casa, a Gaeta non basta il solito Porfido per uscire vincente e adesso la strada verso la post season si complica, con la prossima gara interna con la Carver nel turno infrasettimanale che diventa decisiva. Per Veroli, invece, mercoledì ci sarà un vero e proprio match point contro Bracciano per provare a chiudere i conti e a raggiungere matematicamente il traguardo playoff, sempre più vicino dopo la prestazione odierna.

PALLACANESTRO VEROLI 2016 80 – BASKET SERAPO GAETA 67 Tabellini: Mauti 8, Fiorini G.21, Vinci 10, Celani 4, Fiorini M. 21, Frusone 16, Iannarilli,  Igliozzi, Lauretti, All. Celani.

 

21 aprile 2018 0

La Virtus affronterà la Tiber Basket Roma nell’ultima della regular season

Di redazionecassino1

Sarà, dunque, la Tiber Basket Roma, l’ultima avversaria della regular season della formazione di coach Luca Vettese, per una sfida valevole per la 30° giornata del campionato nazionale di Serie B, Girone D, targato Old Wild West edizione 2017-18.

Sarà un match, però, che poco varrà in termini di classifica; difatti, la Banca Popolare del Cassinate Virtus Cassino, ha già la certezza matematica di giocarsi la post-season da terza forza del girone D, mentre la Tiber Basket Roma, è già sicura della salvezza diretta senza passare dal “girone infernale” dei play-out. Formazione romana, che però, prima del passo falso esterno contro Scauri, tentava di conquistare anche lei un posto nei tanto ambiti play-off di fine stagione, uscendo però sconfitta dal palazzetto della compagine pontina, con il risultato di 88-84. La squadra del grande ex di giornata, Filippo Bertoldo, indimenticato protagonista tra le fila cassinati della vittoriosa cavalcata nel campionato di DNC nella stagione 2014, allora, vorrà sicuramente chiudere in bellezza questa comunque positiva annata per lui e per i suoi compagni davanti al proprio pubblico, mentre la Virtus Cassino cercherà di perfezionare quelle alchimie di squadra in vista di quelli che saranno dei playoff decisamente impegnativi.

“Un impegno affatto semplice” – chiosa in modo sibillino coach Vettese – “un impegno che temo particolarmente, nonostante per noi non conti più niente in termini di classifica. Difatti, sono proprio queste le gare che aiutano a costruire una mentalità vincente di squadra, quella che noi stiamo cercando di costruire da inizio anno, e che speriamo i nostri ragazzi stiano ben assimilando. Dovremo andare quindi lì, sì con la tranquillità di non doverci giocare niente, risparmiando in qualche modo le forze in vista della settimana che ci porta ai playoff, ma anche con il dovere di onorare l’impegno e soprattutto di vincere, perchè non dobbiamo mai saziare la nostra fame di successi. Mi aspetto delle risposte importanti dai nostri ragazzi, che avranno parecchio spazio per mettersi in mostra, perchè nei playoff, anche il loro apporto sarà fondamentale. Spero mi mettano in difficoltà in questa post-season, e dimostrino di poter stare bene in campo” questo il Vettese-pensiero alla vigilia dell’ultima gara di campionato.

Andando ad analizzare il roster della squadra prossima avversaria delle “V” rossoblù, tante ‘bocche da fuoco’ da arginare per la Virtus Cassino, 3 su tutte, Bertoldo, Ricciardi e Santucci, veri leader in termini di punti della formazione capitolina. Il primo, infatti, mette a referto 18 punti per gara (miglior realizzatore dei suoi, ndc), il secondo 16.5, mentre il terzo quasi 15.

Vengono coadiuvati in maniera decisiva, inoltre, anche dal prodotto delle giovanili Andrea Valentini, che con 10.3 punti per gara e quasi 8 rimbalzi a partita, è stato più volte premiato dalla Lega Nazionale Pallacanestro, come “miglior under del mese”; non da ultimi, sicuramente, anche dalle ‘chiocce’ Padovani e Napolitano, elementi di sicura affidabilità per coach Marco Polidori, che grazie alla loro esperienza e al loro background-sportivo, possono essere considerati dei veterani della categoria.

A completare il team, Belloni, Campelli, Algeri, Frisari, Galli A., Dal Sasso, Moretti, Ridolfi, Reali A., Galli L., Reali M., Sforza, Perna, Serrano.

Sugli altri campi, importante incontro per la lotta al primo posto tra Palestrina e Salerno, sul campo della compagine campana, e tra Barcellona e Patti, sul campo della formazione nero-arancio. Valmontone, già matematicamente quinta, affronta Venafro, anche lei oramai certa di disputare i playout-salvezza. Catanzaro sfida per un ‘posto al sole’ Costa D’Orlando, come Scauri sul campo della già retrocessa Isernia. Infine per la lotta sesto-settimo posto ancora da assegnare, la Stella Azzurra Roma e la Luiss, se la vedranno rispettivamente contro Cagliari e Battipaglia.

Partite, che verrano disputate tutte in contemporanea domenica 22 aprile alle 18:00. Il campo di gioco sul quale si misurerà la BPC Virtus Cassino, è il PalaDonati di Roma; ad arbitrare il match i signori TAMMARO NICOLA di MONTECORICE (SA) e FIORE ADRIANO di SCAFATI (SA).

 

ROSTER TIBER BASKET ROMA: Bertoldo, Valentini, Padovani, Napolitano, Ricciardi, Santucci, Belloni, Campelli, Algeri, Frisari, Galli A., Dal Sasso, Moretti, Ridolfi, Reali A., Galli L., Reali M., Sforza, Perna, Serrano

 

ROSTER VIRTUS CASSINO: Panzini, Bini, Cena, Del Testa, Carrizo, Petrucci, De Ninno, Galuppi, Pasquinelli, Banach, Bagnoli.

16 aprile 2018 0

Capolavoro Basket Serapo, superata la capolista Fortitudo Roma. Continua la corsa ai play off

Di redazionecassino1

Il capolavoro è servito. Dopo esserci andata parecchie volte vicino, il Basket Serapo 85’ sciorina la migliore prova stagionale contro la capolista Fortitudo Roma, che prima di ieri sera aveva perso solo una gara in tutta la stagione, e continua la sua corsa per approdare ai play off.

Eppure la vigilia a questa gara era vista con un po’ di preoccupazione dallo staff biancoverde vista l’assenza di Leccese ( che aveva da scontare la seconda giornata di squalifica), di Varga ( impegnato con il Basket Scauri) e con Matteo Antetomaso a mezzo servizio per via di un problema alla caviglia. Però anche questa volta la voglia di stupire e di divertirsi hanno avuto la meglio alle situazioni negativi a cui bisogna far fronte.

I ragazzi di Coach Cianciaruso iniziano forte la gara e la Fortitudo Roma viene tenuta a galla dall’ esperienza di Barraco e da Pedemonte. Lucarelli inizia forte la gara, Scampone e Porfido fanno girare ottimamente la squadra e Francesco Valente si fa trovare pronto quando deve sostituire il fratello Luca, gravato subito di 3 falli. Si va così al secondo quarto con la squadra gaetana avanti con il punteggio di 21-17. Secondo quarto che vede un leggero predominio della squadra ospite trascinata da Tommaso Rossetti che riesce finalmente ad entrare in partita. Il Basket Serapo 85’ passa il momento più difficile della gara, va sotto anche di 5 lunghezze ma ha la forza di non mollare ed a fine quarto si rifà sotto grazie alle giocate di Porfido ed alla tripla di Scampone. Si va così al riposo lungo sul punteggio di 37-38 per la compagine capitolina.

Il terzo quarto rappresenta il capolavoro della serata firmato Basket Serapo 85’: Porfido prende per mano i compagni e gli trascina sin dall’inizio del quarto a conquistare un margine di vantaggio che supera anche la doppia cifra, i giovani Di Dia e Santaniello sono sacrificati ad un lavoro oscuro ma preziosissimo in fase difensiva, Antetomaso seppur non in perfette condizioni fisiche riesce a dare il suo contributo difensivo ed a procurarsi tanti falli a favore e  Luca Valente, dopo il problema di falli, entra in partita ed inizia ad essere un problema per la difesa Capitolina che si sostiene grazie all’esperienza dei sui giocatori. La voglia di portare a casa questa clamorosa e meritatissima vittoria è tanta e la squadra gaetana non si spaventa alla reazione della squadra romana, anzi riesce a gestire senza molti affanni la doppia cifra di vantaggio fino alle battute finali quando l’uscita per falli di Lucarelli e Porfido permettono alla Fortitudo di ridurre il disavanzo al -6 finale grazie a due triple negli ultimi istanti di gara da parte di Barraco.

Basket Serapo 85’ – Fortitudo Roma 89-83 (21-17;37-38;62-56)

Basket Serapo 85’: Di Dia 2, Niccolai n.e., Scampone 12, Santaniello, Lucarelli 16, Valente F. 3, Antetomaso j. n.e., Antetomaso M. 3, Valente L. 15, Spignese n.e., Porfido 38. Coach: Cianciaruso

Fortitudo Roma: Rossetti T. 24, Mabor, Martinelli 4, Pedemonte 14, Poccioni 6, Ghirlanda 9, Ciancaglini 2, Bellucci n.e., Barraco 22, Buscaglione 2. Coach: Baiardo.

Ufficio Stampa Basket Serapo 85’

13 aprile 2018 0

Basket: alla penultima di regular season la Virtus Cassino affronta Isernia

Di redazionecassino1

Difendere il terzo posto conquistando le ultime due giornate di regular season contro rispettivamente Isernia e Tiber Basket Roma: questo il leitmotiv in casa Virtus Cassino, perchè adesso, vivere di rimpianti, potrebbe terribilmente penalizzarti nella lotta play-off. Due scontri, apparentemente abbordabili, ma allo stesso tempo terribilmente difficili, quelli a cui andranno incontro i lupi rossoblù in questi ultimi due fine settimana. Si incomincia con Isernia, formazione che arriverà al PalaVirtus con la mente sgombra da ogni preoccupazione essendo già matematicamente retrocessa, e dunque, è risaputo, che giocare senza il fardello di dover raggiungere qualcosa a tutti i costi, può portarti a giocare in maniera più spensierata, libera e a volte anche migliore. Al contempo, la Virtus Cassino proverà a dare spazio e lustro ai suoi giovani per testare ancora la condizione degli stessi, e soprattutto l’apporto che quest’ultimi sapranno fornire nella dura lotta dei playoff. Per quanto riguarda, invece, il bollettino medico, problema alla spalla destra per Enzo Cena, che non sarà certamente della partita; compagni del citato numero 17, al contrario, che saranno pienamente arruolabili nel match, che verranno risparmiati il più possibile dallo staff tecnico di coach Vettese.

“Dovremo necessariamente stare concentrati e non sottovalutare l’incontro” commenta nel presentare il match il coach cassinate, Luca Vettese.

“Abbiamo bisogno di continuare ancora il nostro trend positivo ed arrivare con il bottino pieno alla fine della regular season, in modo tale da giungere al primo appuntamento dei playoff carichi di fiducia. Ho visto i ragazzi durante la settimana, attenti e concentrati. Sono contento anche del fatto che Bini si sta inserendo sempre più nelle alchimie di squadra, comportando una scelta in più ed importante nelle nostre rotazioni, nonché di livello importante per la categoria. Se seguiremo il piano partita preparato e se sapremo approcciare in maniera giusta all’incontro, sono sicuro che non deluderemo assolutamente i tifosi presenti al palazzetto”.

Analizzando il quintetto, cominciando dalla cabina di regia della squadra ospite, dopo l’addio del playmaker Andrea Murolo ex Cuore Napoli Basket, il classe ’88, Ferdinando Smorra, alla sua terza stagione con la società molisana, dopo la breve parentesi in quel di Venafro. Rappresenta la vera arma da placare dei suoi, il giocatore all’occorrenza anche guardia, in quanto, aldilà delle percentuali ottime dal campo (51% da 2; 28% da 3, ndr), è il vero trascinatore emotivo della sua squadra grazie ai tiri da oltre l’arco dei sei e settantacinque; per lui 13 punti per giornata in 31 minuti in campo.

A dargli manforte, nello spot di “guardia”, Domenico Antonicelli, giocatore classe ’97, che aiuta il suo compagno anche in cambina di regia. Per lui, quasi 4 punti e 1 assist, in 16 minuti di utilizzo.

Procedendo con le “ali”, prendono posto nello “starting-five”, Fabio Riccio, atleta classe ’90 che viaggia a 11 punti di media a giornata in quasi 25 minuti in campo, e Klaudio Patani, al suo terzo anno in maglia Isernia, che contribuisce alla produzione offensiva dei suoi con 12 punti a partita in 26 minuti sul parquet.

Sotto le plance, infine, c’è il classe ’90 Davide Varrone, che dopo le esperienze di San Severo, Martina Franca e Cagliari, approda nella società di patron Ruggeri; giocatore di importante presenza nel pitturato grazie ai suoi quasi 212cm di altezza, è un altro uomo decisivo nelle rotazioni di coach Mimmo Canzano, grazie ai suoi 4.4 punti per giornata in più di 20 minuti di utilizzo, e ai quasi 6 rimbalzi catturati a match.

A completare il roster, Cicchetti, D’Agnillo, Russo, Di Nezza, Scardino, Gaadoudi, Vanacore, Piazza, Iovinella.

Sugli altri campi, decisivo scontro al vertice tra Salerno e Barcellona, con Valmontone che è attesa anche lei da un impegnativo match sul campo di Cagliari. Palestrina, invece, attende tra le mura amiche Catanzaro, mentre la Luiss Roma sfiderà in trasferta Costa D’Orlando. Venafro affronta con poche ambizioni di classifica Patti, quando la Tiber affronta per un posto nei playoff, Scauri. A completare il programma della 29° giornata Stella Azzurra-Battipaglia.

L’appuntamento al PalaVirtus per la sfida tra BPC Virtus Cassino-Basket Isernia, è invece sabato 14 aprile, palle a due alle ore 18:00.

 

ROSTER IL GLOBO BASKET ISERNIA: Cicchetti, Varrone, Riccio, Patani, Antonicelli, Smorra, D’Agnillo, Russo, Di Nezza, Scardino, Gaadoudi, Vanacore, Piazza, Iovinella.

 

ROSTER VIRTUS CASSINO: Panzini, Bini, Cena, Del Testa, Carrizo, Petrucci, De Ninno, Galuppi, Pasquinelli, Banach, Bagnoli.

 

9 aprile 2018 0

Basket: Veroli sbanca il Casaleno e vince il derby contro Scuba

Di redazionecassino1

La Pallacanestro Veroli 2016 sbanca il Casaleno e si prende il sentito derby di ritorno con la Scuola Bk Frosinone “vendicando” il ko dell’andata. Un successo di carattere per la squadra di coach Celani capace di risalire dopo un avvio tutto di marca gialloazzurra, un Ceccarelli ispiratissimo in avvio (10 punti nel 1° quarto) spinge avanti i padroni di casa che nel 2° periodo toccano anche il +11, Veroli riesce a reagire però registrando la difesa che sale di tono prima dell’intervallo lungo e consente agli ospiti di tornare fino al -4.

Cambia tutto nella ripresa, l’inerzia passa nelle mani della Pallacanestro Veroli 2016 che trova nel pitturato ottime azioni del duo Velocci-Frusone. Scuba in difficoltà anche se pienamente in partita con i giallorossi che mettono la testa avanti ma solo di 1 punto all’ultimo riposo. Il 4° fallo di Meschino complica le cose per Frosinone che soffre anche nel 4° periodo mentre la Pallacanestro Veroli 2016 prova l’allungo arrivando fino al +6.

I ragazzi di Coach Calcabrina trovano la forza per risalire fino al -3 ma negli ultimi due possessi la lucidità nelle scelte offensive non è quella delle serate migliori e così la Pallacanestro Veroli 2016 può chiuderla dalla lunetta fino al 68-73 conclusivo a firma fratelli Fiorini.

Grande gioia per Veroli che si toglie la soddisfazione di vincere una partita sempre particolare vista la rivalità tra le due squadre, è però un successo pesante anche dal punto di vista della classifica perché consente di rafforzare la posizione playoff agganciando a quota 16 punti proprio la Scuba. Prossimo appuntamento: domenica 15 Aprile, Pallacanestro Veroli vs Stelle Marine.

SCUBA FROSINONE VS PALLACANESTRO VEROLI 2016

Tabellini: Fiorini G. 10, Fiorini M. 18, Frusone 19, Velocci 20, Celandi D. 4, Iannarilli 2, Vinci, Mauti, Igliozzi n.e., Lauretti n.e., Lella n.e. All. Celani G.
26 marzo 2018 0

Basket C/Silver: Veroli vince un match importante per i play-off contro Vigna Pia

Di redazionecassino1

La Pallacanestro Veroli vince un importante scontro diretto per la corsa ai playoff superando il Vigna Pia grazie ad una prestazione convincente soprattutto nel secondo tempo. Una partita cruciale vista la situazione di grande equilibrio in classifica con le due squadre appaiate alla vigilia a quota 12 assieme ad altre due formazioni: la truppa di coach Celani mette 2 punti in cassaforte guadagnandosi così una sosta pasquale serena. Non è stata comunque una gara facile per i padroni di casa, meglio infatti il Vigna Pia nella prima metà di gara con gli ospiti avanti nel punteggio seppur di misura grazie soprattutto alla buona difesa messa in campo dai ragazzi di coach Fabbri. Avvio di gara emblematico, a 3′ di gioco il risultato è di 0-2. Quintetto di partenza Fiorini M., Fiorini G., Velocci, Frusone e Celani. Quest’ultimo a 6′ di gioco segna il pari 2-2. Buon contropiede di Frusone che segna il sorpasso. Bomba di Fiorini G. a 3′ dalla fine, a seguire Celani che segna di nuovo il pari 9-9 e recupera due tiri dalla lunetta. Dal punto di vista tattico la Pallacanestro Veroli 2016 sembra aver recuperato smalto. La partita procede punto su punto. Il primo quarto si chiude 12-16, un quarto davvero povero di spunti tecnici. Alla ripresa del secondo quarto buona la giocata nel pitturato con Frusone che va a segno. Bomba di Fiorini M. a 5′ di gioco che accorcia le distanze -2 (22-24). Buona la giocata Fiorini-Frusone nel pitturato che segnano il pari. A 1’54” dalla fine entra in campo Lauretti. Fallo su Fiorini M. che dalla lunetta mette a segno i tre tiri liberi. Vigna Pia chiede il time-out a 3″ dalla fine. Palla ai romani che segnano il +4. Il secondo quarto si chiude 29-33. Nella ripresa a suonare la scossa per i giallorossi ci pensano i fratelli Fiorini e l’onnipresente Frusone, protagonista di una splendida prestazione culminata con 19 punti messi a referto (top scorer di serata).La Pallacanestro Veroli 2016 ribalta definitivamente l’inerzia dell’incontro iniziando ad usare benissimo il pick and roll, contemporaneamente cresce anche la difesa di coach Celani e arriva il primo allungo, propiziato da Mauti e da altre due bombe del solito Giorgio Fiorini. La Pallacanestro Veroli 2016 prova a difendere il campo. Buona la giocata nel pitturato dei fratelli Fiorini che con Celani vanno a segno e si portano a +2. Risponde Plateo con una bomba da 3. Ma la Pallacanestro Veroli resiste e difende la maglia. Recupera e sorpassa con una ottima giocata tattica del quintetto Mauti, Frusone, fratelli Fiorini e Celani. A 4’48” la Pallacanestro Veroli si porta a +2 (40-38). L’orgoglio della Pallacanestro riaccende le speranze e a 2’24 si porta a +8 (50-42). Rientro dal riposo lungo, un Frusone particolarmente ispirato nella partita odierna è letale da sotto canestro. Mauti è bravo ad allungare in contropiede e a 1’18 il risultato è di 52-42 per i ciociari. Falloso il Vigna Pia. Si chiude il terzo quarto con il risultato di 54-45. Entrambe le squadre lottano per una vittoria che permetterà loro di riaccendere la speranza dell’accesso ai play-off. A 5’36” la Pallacanestro Veroli 2016 è a +9. Rientra Fiorini M. che ottiene e mette a segno i due tiri liberi concessi ma a seguire gli viene fischiato il quinto fallo. La Pallacanestro Veroli 2016 ribalta il punteggio e riesce anche a chiudere con un ottimo +12 (72 – 60), scarto interessante in chiave differenza canestri, mettendo un mattone importante per la rincorsa ai playoff, obiettivo dichiarato della stagione ciociara.

PALLACANESTRO VEROLI 2016 72 – A.P.D. VIGNA PIA 60

Tabellini: Celani D. 11, Frusone 19, Fiorini G. 16, Fiorini M. 16, Mauti 8, Iannarilli 2, Velocci, Lauretti, Igliozzi n.e., Lella n.e. All. Celani G.

25 marzo 2018 0

Basket serie C/Silver: Serapo ’85 espugna Rieti e vede i play-off

Di redazionecassino1

Una gara al cardiopalma vinta, come accade sovente quest’anno, con il carattere e con il cuore e che vuol dire tanto per il prosieguo del campionato: Il Blitz esterno del Basket Serapo 85’ in quel di Contigliano si può riassumere così, dopo che per l’intera gara i ragazzi di Coach Cianciaruso hanno avuto problemi con il tiro dalla distanza e nel fermare Granato.

Gara che ha cambiato volto per tre volte nei quaranta minuti di gioco: il Basket Serapo inizia subito forte in difesa e all’inizio del secondo quarto riesce ad arrivare anche ad un margine che supera la doppia cifra di vantaggio grazie all’apporto di tutti i componenti scesi in campo. Ad un certo punto però, la squadra di casa inizia a giocare duro e sporcare le soluzioni offensive della squadra gaetana colpevole, quest’ultima, di un rilassamento che poteva costare caro a fine gara. Si va così al riposo lungo con la Willie Rieti avanti con il punteggio di 46-45.

L’inizio di ripresa è incoraggiante per i ragazzi di Coach Cianciaruso che trovano ottimi spunti sotto canestro da Luca Valente e Matteo Antetomaso, ma la squadra locale trova in Granato un giocatore immarcabile e grazie anche ad un paio di triple fortunate andate a segno sommate alle difficoltà dei biancoverdi di andare a canestro , riesce ad allungare sul +4 alla fine del terzo quarto (67-64). Nell’ultimo quarto c’è la scossa della squadra biancoverde che torna a giocare di squadra e concedere poco in difesa: Varga, Valente e Lucarelli mettono a segno canestri importanti come quelli di Porfido che risponde sempre alle prodezze di Granato; questo porta la squadra biancoverde a trovarsi con il naso avanti nel finale chiuso alla grande da un canestro di Valente che appoggia facile a canestro l’84-80 finale.

NPC Willie Rieti – Basket Serapo 85’ 80-84 (16-22;46-45;67-63)

NPC Willie Rieti: Brandi n.e., Colantoni 10, Annibaldi n.e., Festuccia 4, De Angelis 10, Granato 35, Auletta 6, Rinaldi 6, Blasi 9, Buccioni n.e., Berrettoni, Cocco n.e. Coach: Angelucci

Basket Serapo 85’: Di Dia n.e., Scampone 11, Leccese 8, Lucarelli 15, Varga 8, Valente F. n.e., Antetomaso J. n.e., Antetomaso M. 6, Valente L. 18, Porfido 18. Coach: Cianciaruso Nella foto: Simone Lucarelli.