Tag: bella

22 maggio 2018 0

Playoff Gara 4: La Luiss batte la Virtus e agguanta il pareggio, ora la “bella”

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

La guerra sportiva tra le due formazioni del Girone D del Campionato Nazionale di Serie B, edizione 2017-18, continua. La formazione universitaria della LUISS Roma si aggiudica gara 4 ed impatta la serie in questa semifinale di playoff, sul 2-2, dopo la seconda sfida del Pala LUISS.

Una gara condotta anche questa sul filo dell’equilibrio, comandata nella prima parte dagli ospiti della Virtus Cassino , targata Banca Popolare del Cassinate, ma da metà del secondo quarto in poi completamente in mano ai ragazzi di Paccariè, che hanno condotto in testa fino a tagliare il traguardo della vittoria.

Solita cornice da tutto esaurito al Pala LUISS romano in questo pomeriggio piovoso, foltissima e rumorosissima la rappresentanza dei supporters rossoblù.

Correttissimo il tifo a sostegno dei propri colori come d’altra parte è prerogativa di questa tifoseria.

L’avvio della Virtus Cassino è di quelli al fulmicotone. 7-0, dopo un solo minuto di gioco con Bagnoli che realizza due volte da sotto e con Panzini che in transizione piazza la bomba della minifuga cassinate.

La BPC Virtus Cassino però non approfitta del momento di sbandamento dei padroni di casa e anzi ne favorisce il rientro in partita fallendo a ripetizione facili conclusioni offensive ma soprattutto iniziando a contare la marea di palle buttate banalmente via da Del Testa e compagni. Saranno ben 23 al termine della gara a fronte delle 11 dei luissini. Insomma un disastro. L’indice del nervosiso poi , inspiegabile peraltro , dei cassinati è anche l’incredibile numero di errori dalla lunetta, 9 su 19 al termine della gara .

Insomma Cassino tradisce un certo nervosismo , il classico braccino corto del tennista e la LUISS Roma non si fa certo pregare oltremodo . Rientra pian piano in partita e al termine della prima frazione di gioco è sotto solo di una corta incollatura , 18-19 .

Nel secondo quarto la frittata è fatta. Del Testa ed il neo entrato Pasquinelli non si comprendono su una rimessa dal fondo e regalano letteralmente la palla ai padroni di casa che non si fanno pregare e con Di Fonzo confezionano il primo ed ultimo sorpasso della serata 24-22. Da ora in poi sarà un monologo dei padroni di casa che chiudono avanti di ben 11 lunghezze la seconda frazione di gioco, 41-30, con un canestro di Marcon in incursione sul filo della sirena.

23-11 il parziale della seconda frazione di gioco a favore dei padroni di casa.

La ripresa delle ostilità segna un cambio di inversione . La BPC Virtus Cassino è più tonica e si aggiudica infatti la frazione con il punteggio di 21 a 15, riuscendo a rosicchiare un po’ del ritardo accumulato nella scellerata conduzione dei secondi 10 minuti di gioco. Continua però il festival delle occasioni mancate per fretta ed incuria nella gestione delle transizioni offensive, ne sia la prova la palla gettata via da Enzo Cena in transizione sul 53 a 51 allorquando la Virtus Cassino stava per completare una rimonta che avrebbe avuto del sensazionale.

La quarta frazione vive sull’onda dell’emotività.

La LUISS cerca di scappare ma Cassino resta aggrappato al match con le unghie , fino a che Enzo cena realizza la bomba del meno 2 , 65-63 a tre minuti dal termine.

A questo punto i viaggi in lunetta per le V rossoblù sono a dir poco mortifere. Bini ne sbaglia due poi Carrizo e lo stesso Bini oltre che Panzini perdono malamente palla.

La LUISS scappa via anche perché sul 71 a 67 Cena sbaglia il più classico degli appoggi a canestro.

Nell’ultimo minuto Carrizo e compagni cedono l’onore delle armi.

La LUISS confeziona la parità nella serie e si mette in viaggio per Cassino dove alle 20.45 di mercoledì prossimo si giocherà gara 5 di questa serie avvincente.

Non ci sarà scampo per nessuna delle due contendenti chi perde saluta la stagione chi vince affronterà Barcellona in finale.

Ai posteri ….

 

Luiss Roma – BPC Virtus Cassino 76-67

Parziali 18-19, 23-11, 15-21, 20-16

Luiss Roma: Marcon 17 (6/8, 0/2), Scuderi 15 (3/6, 2/4), Veccia 9 (0/1, 2/5), Cefarelli 8 (3/7, 0/2), Beretta 7 (3/11, 0/1), Bonaccorso 7 (2/5, 1/4), Faragalli Serroni 4 (2/3, 0/1), Martone 4 (2/4, 0/0),De Dominicis 3 (1/1, 0/0), Di Fonzo 2 (1/1, 0/1), Gebbia 0 (0/0, 0/0), Miriello 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 15 / 24 – Rimbalzi: 29 5 + 24 (Marcon, Beretta 5) – Assist: 10 (Faragalli Serroni 4)

All. Paccariè

BPC Virtus Cassino: Manuel Carrizo 14 (5/7, 1/5), Simone Bagnoli 13 (6/9, 0/0), Niccolò Petrucci 10 (2/5, 2/7), Lorenzo Panzini 7 (1/4, 1/2), Enzo Cena 7 (0/6, 1/3), Maurizio Del Testa 6 (0/1, 2/6), Fabrizio De Ninno 6 (1/1, 1/2), Matteo Bini 4 (0/0, 1/2), Riccardo Pasquinelli 0 (0/1, 0/0), Robert Banach 0 (0/0, 0/0), Giorgio Galuppi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 10 / 19 – Rimbalzi: 35 8 + 27 (Simone Bagnoli 18) – Assist: 9 (Simone Bagnoli 3)

All. Vettese Ass. Incelli

 

26 febbraio 2018 0

Basket Serapo bella, ma sfortunata contro Albano

Di redazionecassino1

Si conclude con una beffa la prima giornata della fase promozione per il Basket Serapo 85’ che esce sconfitta, sul proprio campo, con il punteggio di 88-92 nella gara che la vedeva opposta alla ben più quotata Bk Albano dopo un tempo supplementare. Non solo grinta e coraggio messe in campo da i ragazzi di Coach Cianciaruso ma anche un pallacanestro bella e gradevole almeno per 25’ minuti di gioco, quando si era raggiunto anche il +20 ( 60-40); purtroppo qualche giocata dettata più dall’inesperienza che da altro, porta a regalare qualche canestro facile di troppo agli avversari che di fatto ringraziano ed iniziano l’ultimo quarto sotto di 12 punti, divario che scontenta i padroni di casa per quello che si era visto in campo fino a quel momento. ed a questo punto che da squadra forte ed esperta, l’Albano Bk approfitta del calo dei ragazzi biancoverdi e recupera punto su punto trascinati da Baruzzo e Cosentino; il Basket Serapo 85’ difende il vantaggio con le unghia e con i denti grazie alle prodezze di Porfido e Scampone, ma a 38” dal termine quando si è sul +4 un qui pro quo fra i ragazzi biancoverdi permette ad Afeltra di segnare canestro e subire fallo. Nel conseguente viaggio in lunetta Porfido fa 1/2; l’ultimo possesso Celesti inciampa perde palla ma gli arbitri si inventano un fallo di Lucarelli, la guardia dei castelli non sbaglia e si va ai supplementari. Supplementari dove la squadra ospite beneficia dell’uscita per 5 falli di Leccese, Scampone e Lucarelli e nel finale quella di Porfido aggiudicandosi i due punti in palio, senza non soffrire fino alla sirena finale.

Tanto amaro in bocca per la squadra gaetana che può recriminare delle condizioni non eccelse del suo Play e capitano Leccese che di fatto si è allenato a ritmo ridotto per l’intera settimana, mentre assolutamente positivo l’esordio di Lucarelli tenuto conto che è sbarcato a Gaeta Giovedì sera e con un allenamento solamente con i nuovi compagni. Nel prossimo incontro il Basket Serapo 85’ sarà impegnato dalla difficilissima trasferta di Roma contro la Fortitudo; un ulteriore test per capire se il sogno play off si può avverare.

Basket Serapo 85’ – Albano Bk 88-92 dts ( 23-20;48-38;65-53;79-79)

Basket Serapo 85’: Di Dia, Scampone 18, Leccese 7, Santaniello, Lucarelli 14, Valente F., Antetomaso J. n.e., Antetomaso M. 3, Valente L. 12, Spignese n.e., Porfido 34. Coach: Cianciaruso

Albano Bk: Cianfanelli n.e., Porcaro 2, Celesti 15, Lucidi 3, Giacomelli n.e., Loggia 8, Purificato, Afeltra 15, Cosentino 21, Baruzzo 27. Coach : Cipriani

19 febbraio 2018 0

Una bella NB Sora 2000 superata in volata dalla Vis Nova

Di redazionecassino1

Le mura domestiche continuano a rivelarsi poco amiche della N.B. Sora 2000, che vengono superati per 72-77 dalla Vis Nova in un match importante tra due squadre che entrambe cercano di vincerla per diversi obbiettivi.

La “gabbia” preparata da Ortenzi per Coronini e compagni funziona, però come spesso succede, nel riuscire a limitare i migliori giocatori avversari, si perde di vista qualche comprimario che si erge ad eroe di giornata. In questo caso i comprimari sono gli arbitri. Un arbitraggio da definire quantomeno strano rende ancor più anomala questa partita tanto da lasciare amareggiati gli animi da ambe le parti.

Per gli ospiti percentuali in attacco basse, molti errori da sotto, molte palle perse. Nel frattempo Ambrosino crea lo scompiglio, guadagnandosi la pagnotta sotto canestro. Dalla panchina, a parte un grande impegno nel lavoro difensivo, arriva un buon contributo offensivo. L’attacco gialloblu non fa molto al tiro, l’unica differenza che potrebbe pesare sul risultato parziale di 21 a 12 è i nostri strafalcioni. La partita vive su un equilibrio nel secondo quarto con un massimo vantaggio di più +9 per i volsci con Stirpe e Di Prospero in buona evidenza. Intanto, Argenti e Martino, sciolgono l’emozione e iniziano a macinare. Le squadre vanno al riposo sul 37 a 32.

Nel terzo periodo i ragazzi di Pasquinelli non riescono più a segnare nemmeno quel poco realizzato nei due primi quarti. Ambrosino è incontenibile, la nostra difesa è arcigna, tanto che Vozza deve scarificarsi in marcatura su Coronini, che vive di solo tiri dalla linea della carità. Si arriva al temine del parziale con più 7. 52 a 45 all’ultimo riposo.

Nell’ultimo quarto Ingrillì comincia con una bomba e dopo 1’30” è -1. Il Sora stranamente entra in un tunnel di paura. Coronini è una spina nel fianco. A 7’12” dal termine sul -4 e un clamoroso canestro sbagliato da sotto, gli arbitri decidono di entrare a pieni titoli da comprimari nella gara. A seguito di un tecnico fischiato ingiustamente a Stirpe e precedentemente alla panchina per il richiamo della svista arbitrale, parte un’allungo della Vis Nova, grazia anche ad una bomba di Coronini -58’’. Martino non sbaglia dalla lunetta e Coronini realizza sul successivo possesso palla. Più 4 per gli ospiti. Sora oramai spenta non aspett altro che, il suono della sirena mentre gli ospiti piazzano dalla lunetta l’ultimo punto dalla lunetta e mettono la parola fine al match. Capitolini festanti in mezzo al campo e Sora a piangere l´ennesima occasione perduta, l´ennesimo finale amaro. La vittoria non avrebbe cambiato le sorti della nostra classifica, ma quantomeno si sarebbero aggiunti dei punti in più per la salvezza.

La NB Sora 2000 deve ancora soffrire e lottare per la salvezza in vista del prossimo incontro, infrasettimanale contro il Formia Baskeball, Mercoledì 21 Febbraio, alle ore 20:30 alla Palestra – Via E. Filiberto a Formia.

N.B. Sora 2000 72 – Vis Nova Basket 77

Parziali: 21-12 / 16-20 / 15-13 / 20-32 N.B. Sora 2000: Vozza 16, Stirpe 17, Santucci n.e., Favari 0, Di Vito n.e., Castellucci 0, Radonjic 0, Di Prospero 10, Berardi 0, Vona 4, Bulatovic n.e., Ambrosino 25; Coach: Ortenzi. Ass. Berardi Vis Nova Basket: Saccone 0, Piccolo 7, Ingrillì 5, Coronini 18, Argenti 13, Martino 29, Frosecchi 0, Ndzie n.e., Diedhiou 5, Converso 0; Coach: Pasquinelli

 

20 novembre 2017 0

Una bella NB Sora non basta ad evitare l’ennesima sconfitta casalinga contro Frassati

Di redazionecassino1

Ennesima sconfitta casalinga per la NB Sora 2000. Ancora senza Roljic e Dulovic, i ragazzi di coach Ortenzi reggono bene due tempo, ma nella ripresa cedono ai colpi degli ospiti. Miglior marcatore del Sora e della partita è Gianluca Stirpe con 29 punti, buona la prova del neo acquisto Hussin (10) Vona (10) e Jancic (11). Per gli ospiti spiccano i nomi di Di Bello (19), Cammillucci (15), Cecchetti(13) e l’ex Mariani(13). Avvio su ritmi elevati, ma le due squadre si fronteggiano alla pari, con il tabellone luminoso che segna 14-14 dopo 5’ di gioco. Sora prende lentamente il sopravvento del gioco e tenta lo strappo, portandosi a +7 grazie ai colpi di Di Prospero e Jancic. Spizzichini (Frassati) riesce ad accorciare da dietro l’arco, ma Stirpe sulla sirena chiude la prima frazione mandano i volsci a +2 (27-25).

Frassati attivissimo in avvio di secondo quarto agguanta subito il pareggio e subito dopo il vantaggio con Di Bello e Spizzichini da 3. A 4’40’’ dalla sirena dell’intervallo lungo la NB Sora 2000 si riavvicina agli ospiti grazie a Stirpe si porta a -4 (31-37). Il Sora, con Stirpe Hussin e Berardi, riesce a ricucire lo strappo e a trovare il nuovo vantaggio, con il primo tempo che si chiude a favore dei biancocelesti (46-45).

Nel secondo tempo non c’è storia: Frassati preme l’acceleratore e lascia indietro i volsci, che non riescono più ad entrare in partita. Dopo il passivo di 11 lunghezze subito alla fine del terzo quarto con il risultato finale del terzo quarto di 56-67.

Nell’ultimo quarto, undici punti consecutivi di Agropoli tengono vive le speranze dei volsci (66-70), poi è gara di triple tra locali e ospiti. Due canestri da 3 di Radonjic e Vona riportano i sorani al -1 (77-78). I volsci potrebbero anche farcela, ma è decisiva la bomba di Cecchetti e i due tiri liberi di Gabrieli, dopo un  fallo commesso da Vona, che chiude definitivamente le ostilità. Per Sora è l’ ottava  sconfitta in campionato. Per il Frassati punti preziosi che permettono alla squadra  di capitan Mariani ad allungare la sua striscia positiva. Da domani la concentrazione sarà sul prossimo impegno esterno, a Riano contro la Nuova Lazio.

N.B. Sora 2000 77 – Frassati Bk 83

Parziali: 27-25, 19-20, 10-22, 21-16

N.B. Sora 2000: Stirpe 29, Santucci n.e., Castellucci 0, Di Prospero 2, Radonjic 6, Berardi 2, Vona 10, Jancic 11, Bulatovic 7, Suriano n.e., Hussin 10; Coach: Ortenzi

Frassati Bk: Di Bello 19, Pichini n.e., Ciaralli 3, Gabrieli 5, Mariani 13, Cecchetti 13, Spizzichini 9, Danaro n.e., Cammillucci 15, De Marzi 6. Coach: Casadio

17 novembre 2017 0

Basket giovanile U20 Eccellenza: NB Sora bella ma sconfitta da Palestrina

Di redazionecassino1

I ragazzi di Ortenzi sconfitti in casa nella sesta gara del girone di andata, cadendo per mano della Pall. Palestrina. Ma contro la formazione prenestina il punteggio non va solo letto, ma anche interpretato ed ecco che ne viene fuori una delle prestazioni più convincenti della stagione per la formazione volsca. Atteggiamento poco positivo e scarso concentramento, in un primo quarto disastroso (6-20), che ha permesso agli ospiti di incamerare un cospicuo distacco.

Nel secondo quarto cambia l´inerzia, anche perchè i volsci alzano la pressione difensiva e offensiva, grazia anche a un’ispirato Berardi, riuscendo a recuperare molti palloni; tuttavia la partita rimane in equilibrio complice i numerosi errori in attacco (24 a 32). Gli ospiti accennano la fuga ad inizio terzo periodo, portandosi sul +18, ma Sora ricuce subito lo svantaggio e in due minuti piazzano un breck di 17-0 portandosi a un solo punto dai ragazzi di Bernassola, che dopo la sbandata chiudono il terzo quarto sul punteggio di 43 a 47, prima della volta finale. Ultimo quarto, i volsci ,nel pitturato avversario, faticano a trovare la “quadra”: area intasata, pressione sulla palla e linee di palleggio spesso difficoltose, tolgono efficacia alle conclusioni. Non certo tutelati  dal sistema arbitrale in assetto “no blood no foul” (falli e tecnici fischiati ai locali in 20 minuti) i biancocelesti perdono lucidità e naturalmente s’innervosiscono. La gara scivola verso la fine con Palestrina padrona della gara che temina sul punteggio di 57 a 65.

 

U20ECC: N.B. Sora 2000-Palestrina 57-65

Parziali: 6-20, 24-32, 43-47

 

SORA: Santucci, Macedoni, Favari 3, Di Vito ne, Castellucci 4, Radonjic 3, Berardi 8, Vona 26, Suriano 2, Bulatovic 11. All.              Ortenzi. Ass Berardi.

PALESTRINA: F.Rossi 13, Lucarelli 2, Via, Moretti, Bolozan 9, Fiorucci 20, Cecconi, Galuppi 7, Pochini 6, L.Rossi 8. All.                               Bernassola

8 maggio 2017 0

La nave Carabiniere della Marina Militare in bella mostra ad Abu Dhabi

Di admin

Dal Mondo – “La Fregata Europea Multi Missione (FREMM) Carabiniere della Marina Militare è arrivata questa mattina ad Abu Dhabi dove resterà fino al 12 maggio 2017″. é quanto si legge in una nota stampa della Marina Militare.

“La fregata è arrivata nel porto della capitale degli Emirati Arabi Uniti dopo le soste in Arabia Saudita, Sri Lanka, Australia, Indonesia, Singapore, Malesia, Pakistan, Oman, Kuwait, Qatar e nuovamente in Arabia Saudita prendendo parte a diverse esercitazioni con le marine locali.

Oggi alle 15.00 locali (14.00 in Italia) il comandante della nave, Capitano di Fregata Francesco Pagnotta terrà una conferenza stampa a bordo nel corso della quale presenterà la campagna navale in corso e illustrerà la nave, gioiello della cantieristica navale italiana. Alla stessa presenzierà l’Ambasciatore d’Italia negli Emirati, Sua Eccellenza Liborio Stellino.

Nave Carabiniere è la quarta unità FREMM consegnata alla Marina Militare nell’aprile 2015 in versione “antisommergibile” ed è allestita con sistema d’arma, difesa e scoperta di ultima generazione, all’avanguardia sia nel campo militare che civile.

L’unità sarà impegnata ad assicurare presenza, sorveglianza marittima, rafforzare le attività di cooperazione già in corso con alcuni alleati trans-regionali ed avviare relazioni con nuovi potenziali partner, nell’alveo dei compiti istituzionali affidati alla Forza Armata.

La campagna di Nave Carabiniere, partita da La Spezia lo scorso 20 dicembre, riflette una visione internazionale che tratteggia questo inizio di millennio come “secolo blu”. Quello della “crescita blu” è considerato un fattore chiave sui cui puntare per uno sviluppo sostenibile del nostro Paese in un contesto dove la marittimità rappresenta una risorsa fondamentale per la crescita commerciale, occupazionale e tecnologica.

L’iniziativa è nata con la collaborazione di Fincantieri (sponsor principale), Leonardo, MBDA Italia, Elettronica, Telespazio e Drass. Media Partner RTV San Marino e RAI Italia”.

 

5 maggio 2010 0

Confartigianato Frosinone fa bella figura al Pastatrend

Di redazione

Come promesso, con grande successo, hanno promosso ancora di più le qualità del piatto più amato degli italiani: la pasta fresca artigianale. Di ritorno da PastaTrend, il grande salone della pasta che si e’ concluso qualche giorno fa a Bologna, Marco Paniccia, di Confartigianato Frosinone in missione in rappresentanza della provincia e dell’intera regione Lazio, tira un sospiro di sollievo. “E’ stato stancante ma decisamente soddisfacente e anche divertente!” ha commentato, dopo essere rientrato al lavoro nella sua ormai famosa attività “Mani in Pasta” a Frosinone. PastaTrend ha riunito per la prima volta in Italia 150 espositori legati alla filiera grano duro-pasta conquistando in quattro giorni l’attenzione di 22.261 visitatori. Insomma una vetrina d’eccezione per Confartigianato, unica associazione in rappresentanza della categoria degli artigiani visto l’accordo di partnership stretto con Pastatrend. Marco Paniccia, presente allo stand con i suoi ragazzi, è il Presidente regionale dei pastai artigiani Lazio, membro del direttivo nazionale Pastai artigiani, tra i soci fondatori dell’Accademia di Confartigianato “Alimentarti & Sapori Form”. L’obiettivo del cuoco ciociaro e dei suoi colleghi, era quello di entrare con prepotenza sul palco della fiera internazionale e mostrare le tecniche e le fasi di produzione della vera pasta fresca artigianale. “Ci siamo riusciti appieno – ha detto – e abbiamo catalizzato l’attenzione dei tanti presenti. La gente, infatti, è rimasta colpita dalla preparazione della pasta a mano e gli stessi organizzatori sono rimasti soddisfatti per la visibilità dello stand che, anche grazie ai ragazzi dell’alberghiero della provincia di Frosinone che ci hanno aiutato, era molto vivace e movimentato. Sono arrivati tanti complimenti e per noi è una grande soddisfazione”. Paniccia, nonostante la giovane età, ormai da anni è dedito alla valorizzazione del territorio e dei prodotti tipici. Lo dimostrano le diverse manifestazioni e apparizioni in programmi televisivi (tra cui Geo&Geo condotto da Sveva Sagramola), la partecipazione ai tavoli della Consulta della Provincia di Frosinone per lo sviluppo dell’agricoltura oltre all’impegno profuso per “Alimentarti & Sapori Form”, l’Accademia che da qualche anno sta diffondendo nella provincia di Frosinone i valori e le virtù della cucina e pasticceria artigianale. “Il contributo che ha dato e gli apprezzamenti che ha ricevuto – ha commentato al ritorno il presidente di Confartigianato Frosinone Augusto Cestra – non sono stati altro che una conferma per Confartigianato delle qualità e capacità di Marco Paniccia che, insieme a tutta la struttura di Alimentarti e Sapori Form capeggiata dall’eccellente Ernesto Gargani, si sta confermando risorsa eccellente sia per le strutture del nostro sistema che per tutta la provincia nonché propositivo all’interno di organismi che ne fa parte”.