Tag: belle

6 marzo 2017 0

Frosinone – L’Accademia di Belle Arti inaugura l’anno accademico e consegna il diploma honoris causa a Danilo Rea

Di Antonio Nardelli
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Frosinone – Le note del pianista jazz Danilo Rea, musicista di grande talento la cui musica è apprezzata da un pubblico vastissimo anche al di là dei confini di una ristretta cerchia di cultori, hanno aperto l’anno 2016/17 dell’Accademia di Belle Arti di Frosinone. A Rea è stato conferito il diploma Accademico di Secondo Livello Honoris Causa in Nuove Tecnologie dell’Arte per il profondo l’impegno profuso nel diffondere l’arte della musica.

Alla cerimonia sono intervenuti il Direttore Generale del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, dott.ssa Maria Letizia Melina, il Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Frosinone Prof. Luigi Fiorletta, il rappresentante del Ministero dell’Università e della Ricerca nel Consiglio di Amministrazione, dott. Gianluca Grossi, nonché il Prefetto dott.ssa Emilia Zarrilli, il Sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani, ed il Presidente della Provincia di Frosinone, Antonio Pompeo.

Il direttore dell’Accademia di Belle Arti, dopo i saluti, ha donato alla dott.ssa Melina il simbolo dell’Accademia, la bocca di Michelangelo in bronzo. Successivamente ha fatto ingresso in sala il musicista jazz Danilo Rea, accolto dagli applausi del numeroso pubblico presente.

Tra i più poetici e creativi pianisti jazz in Italia, Danilo Rea, attraverso i tasti bianchi e neri del pianoforte, messo a disposizione dalla casa musicale Vicini, si è infatti raccontato con grande generosità al pubblico presente e con altrettanta prodigalità ha suonato, improvvisato, si è messo a disposizione dei suoi ascoltatori per spiegare cos’è per lui l’arte della musica, per raccontare quell’emozione che lo ha portato a fare della sua passione il suo mestiere e che tutt’ora continua ad essere la stella polare del suo lavoro. Una carrellata di opere che ha regalato emozioni in uno spettacolo insolito e mai banale, dove gli istinti di Rea sono stati lasciati liberi di creare suoni e melodie forti.

Uno spazio musicale dinamico in cui l’improvvisazione è stata la protagonista indiscussa, Danilo Rea, ha infatti incantato il pubblico con un medley per solo pianoforte di brani celebri, regalando al pubblico alcune delle pagine più belle della sua carriera artistica. Rea da sempre sostiene con forza che l’improvvisazione del jazz oggi debba assolutamente attingere dal consolidato e popolare repertorio della canzone italiana, del rock, insomma di tutte quelle fonti davvero note al grande pubblico. Il musicista ritiene che la musica sia un’emozione che parte dal cuore e conta quel che si riesce a trasmettere. Al termine della sua performance musicale, Danilo Rea ha ricevuto dalle mani del direttore Luigi Fiorletta il Diploma Accademico di Secondo Livello Honoris Causa in “Nuove Tecnologie dell’Arte” tra gli applausi del pubblico, il presidente Ennio De Vellis gli ha invece donato l’artistica sculture in bronzo a tiratura limitata simbolo dell’Accademia di Belle Arti di Frosinone. Il prossimo appuntamento con l’Accademia di Belle Arti è con il Progetto di ART AND FOOD DESIGN a cura della prof. Emanuela Zicoschi con l’archi-chef-designer Carlo Olivari suddiviso in due incontri, il primo l’8 marzo, il secondo è invece fissato per il 16 marzo prossimo, mentre a fine marzo tornano gli appuntamenti con “I Giovedì dell’Accademia”.

27 ottobre 2016 0

L’Accademia delle belle arti di Frosinone “vola” in Pakistan

Di admin

Frosinone – “Incontro quanto di più positivo non poteva essere quello della delegazione del Pakistan guidata da S.E. l’Ambasciatore Nadeem RIYAZ comprendente i rappresentanti del Pakistan Fashion and Design Institute di Lahore tra cui Hina Tayyaba, Vice Rettore del PIFD e Fasih Ahmad, Assistant Professor/Course Coordinator Textile ed i vertici dell’Accademia di Belle Arti di Frosinone“.

E’ quanto si legge in una nota stampa redatta dall’Accademia Belle Arti di Frosinone che riceviamo e pubblichiamo.

“Dopo i contatti e gli incontri dei mesi scorsi con l’Ambasciatore in Italia del Pakistan, l’incontro dei giorni scorsi in città, ha portato alla definizione di un lungo programma di scambi e collaborazione che porteranno a Frosinone studenti ed insegnanti pakistani. Grande soddisfazione per l’istituzione scolastica frusinate che inizia a raccogliere i frutti del lavoro svolto a livello internazionale e quindi alla finalizzazione di incrementare e far crescere sempre più le già alte quotazioni dell’Accademia di Belle Arti di Frosinone. I primi mesi del prossimo anno, saranno quanto mai importanti per l’Accademia di Belle Arti della città, visto che proprio nel primo trimestre del 2017 si succederanno, incontri, work shop e lezioni che vedranno per la prima volta il Pakistan e Frosinone andare a braccetto, con l’intento di sviluppare sempre più la conoscenza, e lo studio a livello universitario tra le due realtà. Posizionato il ‘tassello’ Pakistan, l’Accademia di Belle Arti di Frosinone prosegue nel suo lavoro di rapporti internazionali, al fine di accrescere sempre più il numero degli studenti stranieri, con l’intento di rendere sempre di più multietnica e multiculturale l’istituzione scolastica frusinate”.