Tag: belli

9 settembre 2016 0

Pico tra i Borghi più belli d’Italia

Di Antonio Nardelli
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Sabato 10 a Pico ci sarà riconoscimento esclusivo che premia la qualità di un paese che ha fatto molto per valorizzare le sue potenzialità turistiche e culturali. Pico entra di diritto tra i Borghi più belli d’Italia. Un marchio di qualità, bellezza, cura, tradizioni. Un marchio che è anche una garanzia per i visitatori che sanno di poter trovare un borgo tra i più affascinanti del Lazio dove storia, letteratura e ospitalità si fondono. Il nome di Tommaso Landolfi e la sua scrittura così particolare e così intrisa delle storie di Pico è il punto di partenza di questo processo di valorizzazione che ha portato l’amministrazione comunale prima alla creazione del parco letterario “Tommaso Landolfi e il Paese del P.” e oggi all’ingresso nel club dei Borghi più belli d’Italia. Sabato 10-09-2016 è in programma una grande manifestazione organizzata con l’associazione nazionale che suggellerà il riconoscimento.

Il sindaco Ornella Carnevale ha dichiarato, subito dopo aver letto la comunicazione del presidente del Club Borghi più belli d’Italia: “Per Pico è un grande attestato che riconosce la qualità della vita e la capacità di conservare intatto il patrimonio storico, culturale e paesaggistico del borgo medievale legato a doppio filo al nome di Tommaso Landolfi. Per noi è un grande riconoscimento che premia l’impegno profuso in questi anni. Abbiamo creduto fin da subito nel potenziale turistico di Pico. L’ingresso nei borghi più belli d’Italia ci porta tra i Comuni virtuosi. Entrare a far parte del Club dei Borghi più belli d’Italia significa soprattutto rispettare alcuni parametri e dimostrare, anno dopo anno, di aver migliorato la qualità del paese. E’ un impegno e una sfida che vogliamo portare avanti e migliorarci sempre di più”. Il programma di sabato prevede alle ore 17,00 un Consiglio Comunale aperto ove con la consegna della bandiera e della certificazione di qualità verrà ufficializzata l’annessione del Comune di Pico ai Borghi piu’ belli d’Italia; alle18,00 il Maestro Gianpaolo Ciccone con la sua Banda musicale si esibirà in un concerto di musica classica, quindi tra le vie del Borgo, intorno all’antico Castello Farnese, con il fattivo contributo di tutte le Associazioni culturali Picane e della Pro Loco, con i ritmi ed i suoni della musica Folk Ciociara verranno offerti ai visitatori le specialità gastronomiche Picane.

26 marzo 2010 0

Serrone e Paliano tra i luoghi più belli inseriti nelle mete dal Fondo Ambiente Italiano

Di redazione

Il weekend del Fondo Ambiente Italia è l’appuntamento che, ormai da diciotto anni, gli italiani si danno all’inizio della primavera. Un appuntamento con le bellezze del nostro Paese (visite a contributo libero), che si trasforma ogni volta in una profonda e collettiva manifestazione d’affetto, di orgoglio e di identità nazionale. Sabato 27 e domenica 28 marzo si svolge contemporaneamente in tutte le regioni italiane la 18a edizione della Giornata FAI di Primavera. È il momento dell’anno in cui il FAI – Fondo Ambiente Italiano incontra gli italiani, offrendo scenari meravigliosi e sorprendenti. Ed è una grande e ormai tradizionale festa popolare ambientata quest’anno in 590 siti particolari, spesso inaccessibili e segreti, eccezionalmente a disposizione del pubblico. Palazzi, castelli, chiese, giardini, conventi, biblioteche, aree archeologiche, teatri e persino paesaggi da attraversare in bicicletta o sorvolare col parapendio: tante esperienze e tanti linguaggi diversi, tutti legati tra loro dalla bellezza e dalla storia dei nostri territori familiari collettivi. Il senso di appartenenza che nasce tra coloro che partecipano alle Giornate FAI – fino a oggi, oltre 5 milioni di italiani – è il segnale che nel corso degli anni la sensibilità nei confronti della difesa e del recupero dei nostri tesori ambientali e artistici – che coincide con la missione della Fondazione – è sempre più condivisa e perciò sempre più legata alla responsabilità di ciascuno. Tutti possono contribuire a questa missione, e proprio per questo le visite ai siti aperti eccezionalmente per la Giornata FAI sono a contributo libero. Sul sito www.giornatafai.it l’elenco completo dei 590 siti aperti al pubblico nelle 20 Regioni italiane. Tra queste spiccano i bellissimi siti di Serrone e Paliano. Serrone (FR) Mura Poligonali o Ciclopiche – Romitorio di San Michele Arcangelo – Mostra permanente del costume teatrale e abito di Giovanni Paolo II Natura e sport: il parapendio sul Monte Scalambra, “Visita guidata in cielo” tramite voli biposto organizzata dal Comune di Serrone con la collaborazione dell’Associazione “Serrone vola” Paliano (FR) Biblioteca di S. Maria di Pugliano, Via S. Maria, 69 Collegiata di Sant’Andrea Fortezza Colonna Palazzo Colonna – Sala degli Arazzi “Per noi – spiega il sindaco Maurizio Proietto – è una grande opportunità di promuovere il nostro territorio, di far conoscere i nostri punti di eccellenza che altrimenti abbiamo difficoltà a far conoscere. Sono siti di tutto rispetto: archeologici, naturalistici, enogastronomici, museali. Per l’occasione le quattro cantine di Serrone, che ricordo hanno nel Cesanese l’unica DocG del Lazio, saranno aperte e disponibili per degustazioni. Numerosi i ristoranti convenzionati per i visitatori Fai e anche per l’acquisto di olio e prodotti tipici verranno fatti trattamenti particolari”. “E’ un occasione che vogliamo sfruttare appieno – aggiunge l’assessore al turismo, Maurizio Lucidi – a La Forma e Serrone ci saranno due punti di accoglienza che indicheranno ai visitatori come muoversi sul territorio per raggiungere i siti di interesse”. Tutte le associazioni locali hanno dato la propria disponibilità a svolgere un ruolo attivo nel corso delle due giornate, per agevolare l’accoglienza di chiunque sceglierà Serrone come meta Fai.