Tag: benedettina

7 marzo 2018 0

La “Fiaccola Benedettina” questa mattina in Vaticano per la benedizione di Papa Francesco

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

ROMA – Il sindaco di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro, ha partecipato questa mattina in Vaticano all’udienza di Papa Francesco per un’occasione molto speciale: la benedizione, da parte del Pontefice, della fiaccola “Pro Pace et Europa Una” che, proprio in questi  giorni, inizierà il suo viaggio in Europa. Presenti all’evento anche le delegazioni delle città di Norcia e Subiaco con a capo i sindaci Nicola Alemanno e Francesco Pelliccia.

“Oggi in Vaticano dal Santo Padre per la benedizione della fiaccola benedettina con i sindaci di Norcia e Subiaco Nicola Alemanno e Francesco Pelliccia, è sempre una grande emozione e una grande responsabilità” ha detto il Primo Cittadino. “San Benedetto rappresenta il faro della nostra civiltà, colui che ha fondato la nostra cultura e l’intero pensiero occidentale. L’Europa esiste anche grazie a San Benedetto che proprio da Montecassino ha posto le fondamenta del nostro presente e del nostro futuro. Come ogni anno si rinnovano le celebrazioni benedettine e la fiaccola, accesa nelle scorse settimane proprio a Norcia, ha iniziato il suo viaggio che oggi l’ha portata davanti al Santo Padre e nei prossimi giorni in Germania a Berlino. Un lungo percorso che, attraverso luoghi ed eventi, riporterà la fiaccola nella sua casa, a Montecassino, dove si trova la reliquia di San Benedetto. In questi giorni invito tutti a ritrovare quel senso di comunità, anche se le criticità quotidiane tendono ad offuscare” Ha concluso Carlo Maria D’Alessandro.

foto di repertorio

 

8 marzo 2017 0

Gli atleti del Cus, pronti a fare incetta di medaglie ai C.N.U. La Fiaccola benedettina parte da Bruxelles

Di redazionecassino1

Icampionati nazionali universitari si avvicinano e il Cus Cassino viaggia a gran velocità. Quest’anno le fasi finali dei Cnu – che Cassino ha ospitato nel 2013 e che intende bissare nel 2020 – si disputeranno a Catania e la compagine del professor Carmine Calce intende portare a casa un bel po’ di medaglie. A far ben sperare sono soprattutto le formazioni di volley femminile e calcio a cinque maschile che viaggiano a tutta velocità verso Catania. Per quanto riguarda la pallavolo le ragazze di Carmine Calce nella giornata di martedì hanno battuto 3 a 2 il Cus Foro Italico mentre i ragazzi del calcio a cinque hanno espugnato Tor Vergata con un risultato tennistico: 1 a 7. Nelle fase preliminari dei Cni, insomma, queste due squadre stanno ottenendo ottimi risultati: sempre nel calcio a 5 il Cus Cassino la scorsa settimana era riuscito a strappare un pareggio d’oro con il corsaro Siena. “I miei complimenti vanno a entrambe le squadre”, commenta con entusiasmo il professor Carmine Calce che punta molto su queste due formazioni per i Cnu di Catania. Per la formazione di calcio a cinque sono scesi in campo: Francesco Di Fonzo, Matteo Pannozzo, Daniele Fusco, Diego Polselli, Alessandro Mercone, Alessio Patriarca, Mattia Izzo, Simone Cretella e Mariano Carcatella. Queste invece le “eroine” del volley femminile: Ilaria Pagliaroli, Noemi Pantano, Alessia De Luca, Martina Cancelli, Jola Dakas, Sara Marini, Chiara Ottaviani, Martina Tedeschi, Vanessa Massaro e Ilaria D’Annunzio. Intanto in questi giorni il Cus Cassino è impegnato anche con l’accensione della fiaccola benedettina che i tedofori del Centro Universitario Sportivo faranno brillare a Bruxelles, nella sede del Parlamento Europeo. Da mercoledì 8 marzo a sabato 11 la Fiaccola farà tappa in Belgio, a Bruxelles, capitale amministrativa d’Europa, dove sarà accolta dal Presidente del Parlamento Europeo; poi farà tappa al Governo Belga e dal Municipio di Bruxelles. “Porteremo la fiaccola benedettina nel cuore dell’Europa sia dal punto di vista geografico che istituzionale. – ha detto il Sindaco di Cassino Carlo Maria D’Alessandro – Saranno dei momenti intensi anche perché insieme ai Sindaci di Norcia e Subiaco sottoscriveremo il patto di fratellanza che ci legherà per gli anni a venire. Non esistono steccati, frontiere, ma solo tre entità unite nel nome del fondatore della Regola, nato in una splendida città che dovrà risorgere dalle macerie, ma che non sarà mai sola. Avremo l’onore di ufficializzare il patto di gemellaggio dinanzi al Presidente del Parlamento Europeo, l’amico Antonio Tajani che controfirmerà anche lui la carta che unirà la città di Cassino a Norcia e Subiaco”. “Quest’anno è stato scelto il ‘cuore’ dell’Europa perché nel 2017 il Marzo Benedettino coincide con il 60esimo anniversario dei Trattati di Roma”, spiega il presidente del Cus Carmine Calce che con i suoi tedofori provvederà all’accensione della fiaccola come ormai da tradizione consolidata.

24 febbraio 2017 0

Domani a Norcia accensione della “Fiaccola Benedettina”

Di redazionecassino1

Il Sindaco del comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro insieme ai primi cittadini di Norcia e Subiaco, all’Abate di Montecassino, Dom Donato Ogliari e a tutte le autorità civili e religiose delle tre città benedettine, sarà domani 25 febbraio2017, nel paese umbro per l’accensione della fiaccola benedettina che viaggerà poi, nelle prossime settimane, alla volta di Subiaco il 4 marzo e di Bruxelles l’8 marzo dove sarà accolta dal presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani e dalle autorità civili e religiose della capitale del Belgio. La fiaccola tornerà a Cassino il 20 marzo per l’inizio delle celebrazioni in onore di San Benedetto. “Domani saremo a Norcia per accendere la fiaccola farò di luce di cultura e di pace. Il messaggio di san Benedetto si irradierà dal luogo che lo vide nascere e iniziare il suo percorso spirituale e personale fino ad arrivare a Cassino dove ha fondato il monastero e la regola che pose le fondamenta del pensiero occidentale. – ha dichiarato il Sindaco, Carlo Maria D’Alessandro – Domani sarà come di consuetudine un momento molto importante che quest’ anno acquista un valore più profondo. Sei mesi fa, il terremoto che ha raso al suolo il Centro Italia, nei mesi che si sono susseguiti centinaia le scosse. Anche la cattedrale del santo patrono d’Europa è crollata al suolo lasciando una ferita aperta nel cuore dei norcini e di tutti i fedeli nel mondo. Domani ci troveremo con le delegazioni di tutte e tre le città che presto saranno gemellate nel nome di San Benedetto per accendere la fiaccola. Inizierà di nuovo il viaggio attraverso il cuore dell’Europa per tornare a Cassino”. Ha concluso il Sindaco del Comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro.