Tag: biasio

16 maggio 2018 0

Installato il monumento di Saito sulla rotatoria di via Di Biasio a Cassino

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Appare diversa da come veniva stilizzata nei progetti, l’opera d’arte realizzata dall’artista giapponese Shigeru Saito. Quella che si sta installando questa mattina sulla rotatoria di viale Di Biasio a Cassino, sotto la direzione dello stesso artista, sembra molto più contenuta nelle dimensioni e meno spigolosa.

La rotatoria in questione ha suscitato grosse polemiche perché, inspiegabilmente, un’opera pubblica che solitamente serve per snellire il traffico, a Cassino lo aumenta. Tra le riflessioni di alcuni c’era anche quella secondo cui un’opera metallica composta da spuntoni, posizionata a livello strada, come da bozze di progetto, sarebbe stata pericolosa. Si temeva che, a seguito di incidenti, automobilisti o ciclisti corressero il rischio di rimanere infilzati.

Quantomeno questo rischio è stato sventato dato che l’estro artistico di Saito, ha partorito un’opera certamente apprezzata e valutata dopo che il montaggio sarà ultimato, ma che appare decisamente meno spigolosa di quanto si pensasse. Certamente non è questo un invito a schiantarvisi.

         

18 aprile 2018 0

Rotatoria via Di Biasio-viale Bonomi, manca solo l’opera del M° Shigeru Saito

Di redazionecassino1

CASSINO – Il Sindaco del comune di Cassino Carlo Maria D’Alessandro ha effettuato, questa mattina, un nuovo sopralluogo ai lavori di messa in sicurezza dell’incrocio tra Via Di Biasio e Viale Bonomi attraverso la realizzazione della rotatoria dove sarà installata l’opera d’arte dello scultore giapponese Shigeru Saito

“Oggi sono stati completati i lavori per la riqualificazione del manto stradale, mentre ieri in serata è stato installato l’impianto di illuminazione della rotatoria. Sono state eseguiti gli accertamenti tecnici e le relative prove che hanno evidenziato la perfetta funzionalità delle strutture posizionate. Sono altresì iniziati i lavori per la realizzazione del parcheggio di proprietà del Comune di Cassino, che sarà adibito per la sosta a pagamento ed adiacente l’ingresso della clinica San Raffaele.

In sostanza i lavori sull’opera procedono a ritmo serrato grazie anche alla professionalità e all’azione molto celere della ditta che sta eseguendo i lavori. Entro qualche giorno saranno completati anche i marciapiedi realizzati per consentire un passaggio sicuro sino alla sede degli studenti dell’Università degli Studi di Cassino.

A fine interventi avremmo sicuramente a disposizione un’opera che andrà non solo ad abbellire la nostra città, ma anche uno svincolo di ingresso e uscita dalla nostra città che garantisce la sicurezza di automobilisti e pedoni.

Torno nuovamente a scusarmi con tutti i cittadini per gli eventuali disagi che si sono e potranno ulteriormente verificarsi da qui al completamento dell’opera e le relative eventuali criticità che ricadranno sul traffico cittadino. Stiamo parlando di improcrastinabili interventi per migliorare la viabilità e la sicurezza in un punto nevralgico di Cassino”.

 

 

11 marzo 2018 1

Rotatoria di via Di Biasio: questa sarebbe un’opera funzionale…?

Di redazionecassino1

CASSINO – Che la rotatoria di via Di Biasio fosse un’ennesima opera inutile di questa città e con soluzioni progettuali estremamente discutibili, anzi a dirla tutta, fuori da ogni logica di buon senso è da molti riconosciuto. Che fosse inutile a rendere meno congestionato il traffico in quel punto e più sicuro il transito di pedoni ed auto è sotto gli occhi di tutti. Le colonne di auto a tutte le ore sono all’ordine del giorno e della sera, mettono a dura prova chi debba arrivare al centro della città. Considerando poi, che non costa poco, ma quasi 500mila euro di soldi pubblici, quell’opera ha delle soluzioni progettuali che considerale pericolose e bizzarre è un eufemismo. È sufficiente, infatti, porre attenzione allo stato delle rampe dei marciapiedi che in diversi punti presentano una pendenza non certo fatta a regola d’arte o ad alcuni attraversamenti per rendersi conto che qualcosa va rivisto, non ci vuole molto a capirlo anche per chi non è un tecnico. Certamente vanno riviste quelle lastre di marmo messe alla fine degli attraversamenti, pericolose durante le giornate di pioggia, su cui chiunque potrebbe scivolare, specie se si tratta di anziani o peggio di persone in sedia a rotelle. Evidentemente quelle realizzate nello stesso modo in centro a Cassino, troppo spesso causa di incidenti, non sono servite ad esempio della loro pericolosità. Alcuni attraversamenti, inoltre, sono posti quasi in prossimità di curve, cosa non di poco conto. Ma le vere “chicche” sono ben visibili su via Di Biasio. Proprio lì, infatti, nel bel mezzo del marciapiede è presente un palo della luce che ne impedisce il corretto uso, peraltro, su un marciapiedi già di dimensioni estremamente ridotte (sicuramente non a norma poiché la larghezza è inferiore a 1,5 metri come prescritto dalla legge).

Se a questo si aggiunge, la rampa che consente l’attraversamento della strada è in prossimità della curva e uno spartitraffico impedisce di raggiungere il lato opposto, il quadro è già sufficientemente completo.

A questo punto i dubbi sul modo di spendere i soldi pubblici, sul controllo dei lavori nel rispetto delle norme e se realizzati a regola d’arte, mi sembrano sacrosanti. Non fosse altro per evitare inchieste giudiziarie, ma per non scadere (almeno) nel ridicolo!

F.Pensabene

 

     

5 dicembre 2017 0

La Polizia al convegno “Bullismo@Cyberbullismo” alla media “G. Di Biasio”

Di redazionecassino1
Cassino – L’Auditorium della Scuola Media Statale G.Di Biasio ha ospitato un convegno dal titolo “Bullismo@Cyberbullismo”, evento progettato e realizzato allo scopo di fronteggiare il fenomeno del bullismo ormai proiettato nei canali informatici trasformandosi nel cosiddetto “cyberbllismo”. Per la Polizia di Stato è intervenuto il Sovrintendente Capo Gasperini Erica del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cassino: interessata e partecipe la numerosa platea di giovani studenti, genitori e insegnanti. In difesa dei minori si può richiedere di oscurare, rimuovere o bloccare i contenuti, a loro riferiti e diffusi per via telematica, quali ad esempio pagine web o post sui social network in cui si è vittime di minacce, offese o insulti, ecc. oppure foto imbarazzanti o offensive. In quest’ottica nasce il nuovo strumento di comunicazione della Polizia di Stato “YouPol”, che è un’applicazione veloce da scaricare sui nostri telefonini e pratica da utilizzare: con pochi e semplici passaggi si possono inoltrare messaggi e quesiti di ogni genere al personale della Polizia di Stato. Una modalità innovativa, al passo con i tempi; il poliziotto è “un amico in più”. ​
20 novembre 2017 0

La “Giornata Nazionale dell’Infanzia e Adolescenza” alla media “G. Di Biasio” con i tre circoli comprensivi

Di redazionecassino1

Cassino – Si è svolta alla scuola media “G. Di Biasio” la manifestazione per celebrare la “Giornata Nazionale dell’Infanzia. Questa mattina il sindaco del comune di Cassino Carlo Maria D’Alessandro ha partecipato all’evento Unicef organizzato dai tre Istituti comprensivi di Cassino in occasione del 71° anniversario della Convenzione Onu sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza. Lo scorso 25 ottobre il primo cittadino aveva accolto nel palazzo dell’ente di Piazza De Gasperi, una delegazione di alunni degli istituti coinvolti nell’iniziativa che avevano voluto consegnare , proprio nelle sue mani, l’invito ufficiale alla Giornata dell’Infanzia promossa Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia.

“Ho incontrato un mucchio di sorrisi alla Scuola Di Biasio! – E’ stata una grande emozione partecipare. – ha dichiarato il primo cittadino – Le facce dei nostri bambini, i loro occhi vispi, la gioia di stare insieme e i gesti che compiono ogni giorno sono quanto di più caro abbiamo, rappresentano il futuro della nostra città. Se noi adulti recuperassimo anche solo un po’ della loro spensieratezza e guardassimo ciò che ci circonda con gli occhi di questi bambini, sono certo che molte cose ci riuscirebbero meglio.

“La Convenzione dei Diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, approvata dall’ONU nel 1989, sancisce come esperienze fondamentali nei processi di crescita la libertà di espressione nel comunicare pensieri e idee. È stata una splendida esperienza quella odierna che, ovviamente, ci deve motivare ogni giorno di più ad investire nelle politiche educative volte a sostenere la crescita dei bambini.

E allora, oggi che ricorre la Giornata Mondiale dell’Infanzia, auguro a tutti di recuperare quello sguardo semplice e puro, per tutelare i diritti dei più piccoli e tornare ad essere per loro guida certa e testimonianza quotidiana che, con il rispetto e l’accoglienza, il mondo può essere una grande famiglia”.

 

20 ottobre 2017 Non attivi

Presentato, in sala Restagno, il progetto della “Rotatoria in via Di Biasio”

Di redazionecassino1

Cassino – Si è svolta stamattina, presso la Sala Restagno del Comune di Cassino, la presentazione del primo intervento di rigenerazione urbana previsto nel piano Cassino Reload. Il sindaco Carlo Maria D’Alessandro, il responsabile dell’Area Tecnica, Giancarlo Antonelli, e l’artista Shigeru Saito hanno illustrato ai presenti le caratteristiche della rotatoria che sarà realizzata tra via Di Biasio e Viale Bonomi nei pressi della clinica San Raffaele e dell’opera d’arte dello scultore nipponico, appunto, che sarà collocata al centro di essa. In sala oltre ai rappresentanti della CO.GE.CO 2003, l’impresa che si è aggiudicata la gara d’appalto e che sta iniziando i lavori sul posto, anche molti cittadini.

“Questo di oggi non è un punto di arrivo, bensì un nuovo inizio. – ha dichiarato il sindaco D’Alessandro – E’ il primo tassello di Cassino Reload, il piano di rigenerazione urbana che realizzeremo in questi anni. Attraverso la riprogettazione degli spazi urbani vogliamo dare un volto nuovo alla città, migliorare la qualità della vita dei nostri concittadini, favorirne le relazioni sociali, promuovere le risorse del nostro territorio e riscoprire la nostra identità. Con l’intervento che sarà fatto nei pressi del San Raffaele oltre a riqualificare l’area si migliorerà la viabilità ma soprattutto si garantirà maggiore sicurezza sia per gli automobilisti che per i pedoni.

Saranno realizzati più di 350 metri di marciapiedi lineari più altri 350 metri banchina sulla strada che porta verso il campus La Folcara e quindi la frazione di Sant’Angelo in Theodice. Un primo intervento che senz’altro potrà garantire un livello di sicurezza più alto anche su questa importante arteria della nostra città.

La settimana prossima sarà convocata un’altra conferenza stampa per illustrare il secondo progetto del piano che partirà in tempi brevi, questa volta nel centro della città di Cassino”.

Shigeru Saito ha spiegato, invece, il “concept” della sua opera. “L’acqua è fonte di vita, la principale fonte della vita. Della nostra vita. Di ogni forma di vita. – ha detto lo scultore – La storia di ogni essere umano è stata sempre assieme con l’acqua. E` impossibile formarsi la società umana senza presenza di acqua. Come noi sappiamo, l’acqua è una materia che si presenta in tanti modi, ha tante figure. Sembra una cosa normale che noi abbiamo acqua in abbondanza, vivere in un rapporto di normalità con l’acqua. Sulla Terra, ci sono le zone in cui non hanno il dono di acqua sufficientemente, oppure addirittura hanno inaridito le sorgenti. Al di la della Terra, ancora non abbiamo scoperto nessun’altro pianeta con l’esistenza di acqua in stato liquido. Per questo monumento “ Spread ”(Espansione), l’acqua è presentata nella sua flessibilità e solennità.

Il monumento è stato pensato come un richiamo del nostro compito educativo: coltivare la buona cultura e le virtu` che dobbiamo trasmettere alle prossime generazioni: come si espandono i cerchi delle onde sulla cresta dell’acqua, in tutte le direzioni, e in modo infiniti”.

  

13 ottobre 2017 0

Firmato il contratto d’appalto per la realizzazione della rotatoria in via Di Biasio

Di redazionecassino1

Cassino – Questa mattina è stato firmato il contratto di appalto per la realizzazione della rotatoria tra Via di Biasio e Viale Bonomi. La COGECO 2013 srl che si è aggiudicata la gara comincerà i lavori di allestimento del cantiere a partire già dalla settimana prossima. Al centro della rotonda sarà posiziona una scultura, frutto delle offerte migliorative che l’azienda ha apportato al progetto originario, alta circa due metri realizzata in acciaio inox dall’apprezzato artista Shigero Saito, dal 2005 al 2007 delegato in Italia per la ricerca artistica per conto del Ministero degli Affari Culturali del Giappone.

Venerdì 20 ottobre alle ore 11,30 presso la Sala Restagno si svolgerà una conferenza stampa alla presenza dello stesso Saito per illustrare i dettagli dell’opera.

“Quella di oggi è una data importante – ha detto il Sindaco, Carlo Maria D’Alessandro – Tra qualche giorno verrà aperto un cantiere strategico per la città di Cassino. Da tempo era necessario un intervento di questo genere, in grado di mettere in sicurezza l’intera area attraverso l’adeguamento e la riqualificazione delle opere che circondano l’incrocio nei pressi della clinica San Raffaele. Saranno realizzati più di 350 metri di marciapiedi lineari più altri 350 metri banchina sulla strada che porta verso il campus La Folcara e quindi la frazione di Sant’Angelo in Theodice. Un primo intervento che senz’altro potrà alzare il livello di sicurezza su questa importante arteria della nostra città.

La rotatoria sarà inoltre impreziosita da una bellissima opera realizzata da uno deli artisti più apprezzati nel mondo dell’arte contemporanea. La struttura sarà sicuramente uno straordinario messaggio di benvenuto per tutti coloro che vorranno accedere al centro di Cassino”. Ha concluso il Sindaco del comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro.

24 marzo 2017 0

Baracche sequestrate a Cassino, tolti i sigilli alla struttura di via Di Biasio. Non è abusiva

Di admin

Cassino – Tolti i sigilli alla baracca usata come rivendita della frutta in via Gaetano Di Biasio a Cassino. La struttura era una delle sei che questa mattina, su disposizione della procura, doveva essere sequestrate perché, da indicazioni date dagli uffici tecnici del Comune di Cassino, era abusiva in quanto ricadente su suolo pubblico comunale.

Poco prima delle sette, quindi le forze dell’ordine si sono mosse per eseguire l’ordinanza trovando, nel sequestrare la struttura di viale Di Biasio, la ferma resistenza del titolare il quale minacciava di darsi fuoco se gli avessero chiuso l’attività.

Aveva ragione lui nel sostenere che la baracca era stata costruita su suolo di proprietà Ater a cui pagava regolarmente canore di affitto.

Un rappresentante dell’Ater, infatti, ha confermato in toto quanto sostenuto dal commerciante. Una proprietà che si spinge fino alla fine del marciapiede. Quindi i cartelli che erano già stati posti, sono stati rimossi. C’è da capire chi e perché ha tratto in errore gli investigatori.

Ermanno Amedei

Leggi anche 

articolo precedente

20 febbraio 2017 0

Furto di Pc alla scuola media Di Biasio di Cassino, ma si fa scuola regolarmente

Di admin

Cassino – C’è chi, evidentemente, vuole andare a scuola anche di notte, ma per rubare. Questa mattina, alla scuola media Di Biasio di Cassino, si sono accorti del passaggio dei ladri.

Il plesso, in via Bellini, è stato visitato tra il pomeriggio di sabato e la notte appena trascorsa. I malviventi avrebbero portato via alcuni personal computer e danneggiato le porte blindate della segreteria e delle aule multimediali. Allertate le forze dell’ordine, sono iniziate le indagini alla ricerca di indizi che portino al ladro.

“Hanno divelto alcune porte blindate e sradicato la cassaforte dal muro della segreteria ma senza riuscire ad aprirla e, quindi, abbandonandola – ha dichiarato la dirigente scolastica – Hanno portato via alcuni personal computer dalle aule multimediali ma al momento la polizia scientifica sta ancora lavorando e non possiamo fare la conta dei danni che, certamente si sono concentrati tra la segreteria e le aule multimediali.

Le aule della normale didattica, invece, non sono state toccate, per questo, dopo una ispezione fatta con le forze dell’ordine, i ragazzi sono entrati per le lezioni”.

Ermanno Amedei

5 marzo 2010 1

Degrado e sporcizia nel parcheggio multipiano di via Di Biasio: la gestione e la manutenzione spettano al comune di Cassino

Di redazionecassino1

Dal Rettore dell’Università di Cassino, riceviamo e pubblichiamo.

“Senza alcuno spirito polemico, che peraltro non rientra nelle mie abitudini, sono però costretto a evidenziare ancora una volta come alcune semplificazioni mediatiche, ispirate da informazioni sbagliate, continuano a gettare discredito sull’Università di Cassino. È di questi giorni, infatti, la notizia del degrado in cui versa il parcheggio multipiano di via Di Biasio, adiacente alla Facoltà di Ingegneria. Il degrado c’è ed è grave. La cattiva informazione, che genera una sostanziale distorsione dei fatti e delle responsabilità in gioco, è che il parcheggio viene citato come “il parcheggio multipiano dell’Università degli Studi di Cassino”. Nulla di più falso. Infatti:

• il parcheggio multipiano di via Di Biasio è stato costruito sulla base di un accordo di programma stipulato fra Università di Cassino e Comune di Cassino, approvato da quest’ultimo con delibera di Consiglio Comunale n. 23/7del 27 marzo 1998;  la gestione del parcheggio, nonché la sua manutenzione ordinaria e straordinaria è affidata al Comune di Cassino, come stabilito dalla convenzione sottoscritta in data 14 novembre 2001.  Pertanto, l’Università di Cassino non ha responsabilità alcuna nella mancata manutenzione del parcheggio multipiano né avrebbe titolo alcuno ad occuparsene, anche se ha ripetutamente segnalato al Comune di Cassino la situazione di gravissimo degrado in cui esso versa, senza mai ricevere risposta. Del resto, il numero di auto mediamente presenti nei giorni feriali nella porzione di parcheggio a pagamento è pari a circa a 150, nella stragrande maggioranza di studenti e dipendenti dell’Ateneo. Il gettito derivante potrebbe tranquillamente essere utilizzato in parte per tenere la struttura in condizioni decorose di pulizia e manutenzione degli impianti. Ora che la verità è stata ristabilita, auspico che il problema possa essere prontamente risolto: noi siamo pronti a fare la nostra parte, nel rispetto dei ruoli e delle competenze di ciascuno. Come segno di buona volontà abbiamo immediatamente disposto a nostre spese una pulizia straordinaria del parcheggio. Chiederemo al Comune, ovviamente, di rimborsarci le spese indebitamente sostenute”.

Il Rettore, Ciro Attaianese