Tag: bicchiere

7 dicembre 2016 0

Carne alla brace e vino a “caduta libera” nel bicchiere, la ricetta di Errico a La Brunella

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

REDAZIONALE – Cappello da buttero, carne di qualità e vino alla spina “a caduta libera”. Errico Spada mette insieme tutte queste cose che ben conosce per dare vita a La Brunella Arrosteria.

A Cassino, Errico è conosciuto per essere stato il titolare dell’ultima macelleria equina in città. Trenta anni di esperienza nella scelta e vendita delle carni migliori, usata nella rimodulazione professionale che vede Errico, stessa simpatica faccia da schiaffi, ancora dietro ad un bancone, e dopo l’esperienza del “Saloon”, a La Brunella in via Di Biasio a Cassino, di fronte al vecchio Ospedale, dove abbina la cane arrosto, al vino scelto tra le migliori cantine e che scende direttamente dalla botte nel bicchiere.

La Brunella, quindi, l’attività commerciale che, nata come vineria, si è ampliata con alcuni, non molti ma comodi e accoglienti, posti a sedere. Ma la passione per i cavalli, Errico la conservare almeno in testa dato che metterà a disposizione dei clienti più assidui, un cappello da buttero che darà diritto anche ad uno sconto del 10% a chi lo indossa alla cassa. Ma non solo; stesso sconto del 10% anche a chi si presenta a nome de Il Punto a Mezzogiorno. Non sappiamo se questi sconti sono cumulabili, chiedetelo a lui.

13 maggio 2009 0

Magistrato intossicato con un bicchiere di soda caustica

Di redazione

Il capo della procura di Frosinone Margherita Gerunda è stata vittima, questa mattina, di quello che sembra uno sfotunato incidente. Entrata in un bar per bere dell’acqua, al magistrato è stato servito un bicchiere di un liquido tossico, probabilmente soda custica. Immeditamente ha accusato un malore e per questo è stata ricoverato d’urgenza in ospedale a Frosinone. Il fatto è accaduto questa mattina alle 10.30 circa, in un bar nei pressi della procura di Frosinone. All’Umberto Primo i medici hanno attivato le procedure per il trasferimento in eliambulanza a Roma. In ospedale si sono riversate, per accertarsi sulle condizioni della Gerunda, le massime autorità cittadine di Frosinone.

17 febbraio 2009 0

Un bicchiere di troppo costa la poltrona al ministro giapponese

Di redazione

La partecipazione al G7 di Roma è costata la poltrona al ministro delle Finanze giapponese Shoichi Nakagawa. Ha gettarlo in una bufera di contestazioni è stata la conferenza stampa conclusiva alla quale lui si sarebbe presentato in uno stato da lasciar credere che fosse ubriaco. L’opposizione di governo del suo paese, infatti, ha duramente contestato il comportamento riferendo che il ministro aveva manifestato già in altre occasioni problemi di “gomito”. Nakagawa si sarebbe giustificato sostenendo che l’aria assonnata e gli errori commessi nel corso della conferenza stampa erano dovuti ad alcuni farmaci che stava assumendo per combattere una forma influenzale. Nonostante il primo ministro Taro Aso gli ha rinnovato la fiducia, Nakagawa, vinto dalla pressione mediatica e dalla minaccia dell’opposizione di presentare una mozione di censura alla Camera Alta, si è dimesso. Galeotto fu quel “bicchierino” a Roma.