Tag: bracciano

28 aprile 2018 0

Pallacanestro Veroli supera Bracciano e va ai play-off

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Continua la sorprendente marcia della Pallacanestro Veroli 2016 che sbanca Bracciano e conquista il pass per i playoff con ben due giornate di anticipo.

Il successo su Bracciano, infatti, consente ai ciociari di allungare sulle inseguitrici e garantisce la matematica certezza di partecipare alla post-season del campionato regionale CSilver.

La gara di ieri sera ha visto le due squadre vicine nel punteggio nella prima metà di gara, chiusa avanti di 1 dai padroni di casa, al termine di due quarti in cui, vista la posta in palio, ogni pallone pesava come un macigno.

Il secondo quarto si chiude, infatti, con un tecnico a Celani D. che segna il sorpasso Bracciano con una bella penetrazione allo scadere di Simeone. Si va all’intervallo lungo con qualche dettaglio da sistemare, sopratutto in difesa.

Coach Celani al rientro dagli spogliatoi, manda in campo il quintetto con cui aveva liquidato Gaeta nell’ultima gara interna. Si riparte con la regia di un ottimo Mauti che innesca le potenzialità offensive dei Fratelli Fiorini, lasciando il pitturato alla coppia Vinci-Frusone che spazzano via ogni pallone giocabile. Ne viene fuori un terzo quarto da spettacolo, con un parziale di 8-31 per i ciociari che dettano un ritmo di gioco impressionante, non lasciando scampo al Bracciano che accusa il colpo, non riuscendo ad arginare la “marea” giallorossa. L’attacco disegnato da Coach Celani, infatti, coinvolge tutti i Verolani con “giochi di letture” (pick-roll e pick-pop) valorizzando sia il gioco dall’arco che nel pitturato. In difesa invece, Veroli è capace di alternare la uomo alla zona, sinonimo di grande maturità tecnico-tattica.

Il quarto periodo inizia sul + 26 per i ciociari e con coach Celani che ne approfitta per “allungare” le rotazioni e far riprendere fiato ai giocatori più utilizzati nel corso della stagione. Il risultato finale però non è mai in discussione e nel finale ci pensa Fiorini Marco a chiudere le ostilità, glaciale dalla lunetta a segnare i punti della staffa.

Con questa vittoria la Società Pallacanestro Veroli 2016 mette un altro tassello importante alla sua Storia, raggiungendo al primo colpo i Playoff per la promozione nel campionato C Gold. Dopo due anni di vita, infatti, la giovane società verolana ha già messo in cassaforte una Promozione ed il pass per i playoff 2018, grazie ad un lavoro meticoloso del presidente Stirpe e di tutta la dirigenza, che ha “costruito” un gruppo molto unito e competitivo anche dopo il salto di categoria, composto da soli ragazzi ciociari doc.

Così il presidente della Pallacanestro Veroli Ivano Stirpe: “Un altro grande successo, in due anni una promozione e una qualificazione ai playoff. Un grazie a questo gruppo veramente speciale che sono sicuro ci darà grandi emozioni anche nei playoff”.

E c’è entusiasmo in tutto il paese per la “bella storia” che si continua a vivere, nell’aria si respira pallacanestro e tutti gli appassionati sono tornati a seguire la squadra di casa.

Nelle prossime settimane si definirà la griglia Playoff con l’obiettivo che sia una festa per tutto il movimento sportivo verolano, per il centro minibasket e per tutto il paese, che anche grazie a questo gruppo di ragazzi è tornato a far valere l’orgoglio Verolano.

BRACCIANO BK VS PALLACANESTRO VEROLI 2016 Tabellini: Mauti 14, Iannarilli 2, Igliozzi, Fiorini G. 13, Lauretti, Vinci 15, Celani D. 4, Lella n.e., Fiorini M. 20, Frusone 16, Velocci 8. All. Celani G.
20 febbraio 2018 0

Incendio in appartamento a Bracciano, trovati morti due cani

Di admin

BRACCIANO – Questa notte all’1.40 circa, le squadre dei vigili del fuoco del Comando di Roma, sono intervenute nel Comune di Bracciano, in Via del Moretto 7, per l’incendio di un appartamento in un edificio di su piani fuori terra.

Sul posto una Squadra VVF, il Carro Autoprotettori e il Funzionario di Servizio. Il personale dei vigili del fuoco ha iniziato l’opera di spegnimento della stanza posta al piano rialzato, evitando il propagarsi delle fiamme al piano superiore.

Al momento non ci sono persone ferite o intossicate. I due cani dei proprietari sono stati trovati privi di vita. All’arrivo dei pompieri le persone presenti nell’appartamento erano già uscite. A causa dell’incendio l’abitazione al momento non è praticabile.

29 ottobre 2017 Non attivi

Serata no per Basket Serapo sconfitta,61-73, contro Bracciano Bk

Di redazionecassino1

Serata no per il Basket Serapo 85’ che esce sconfitta dalla quinta giornata di campionato a cospetto di una Bracciano Bk con diverse assenze ma senz’altro meritevole della vittoria finale.

Inizia bene la squadra gaetana che riesce, in un primo momento, ad ovviare alla marcatura asfissiante che la compagine ospite pratica su Porfido ( scelta che alla lunga pagherà): Leccese, Niccolai e Scampone iniziano la gara in maniera positiva alla quale rispondo da par proprio D’Auria e Cacciuni. Il primo quarto si conclude con la squadra allenata da Coach Cianciaruso con il punteggio di 19-17.

Nel secondo quarto la difesa di Bracciano su Porfido inizia ad avere i suoi frutti anche per via delle bassissime percentuali al tiro del Basket Serapo 85’. Bracciano si distingue in una buona fase difensiva che gli permette di chiudere in vantaggio al riposo lungo con il punteggio di 38-34.

All’inizio della ripresa si rivede un Basket Serapo 85’ migliore anche perché Porfido si sveglia dal suo torpore offensivo e permette alla sua squadra di rimettere il naso avanti. Però il suo quarto fallo, come quello di Niccolai limitano i due in fase difensiva e permettono agli Ospiti, in difficoltà in questo quarto, di rimanere in linea di galleggiamento. Si arriva così all’ultimo quarto in perfetta parità ( 50-50).

Ultimo quarto che sorride al Bracciano Bk che subito piazza u parziale di 7-0 firmato Baldoni.  Il Basket Serapo 85’ continua a buttare alle ortiche situazioni positive ma la gara gira definitivamente quando Porfido, dopo il canestro del 52-57, si fa fischiare un tecnico che significa quinto fallo. A questo punto, la squadra perde di convinzione e per Bracciano è facile allungare fino alla vittoria finale.

Basket Serapo 85’ – Bracciano Bk 61-73 ( 19-17;34-38;50-50)

Basket Serapo 85’: Di Dia n.e., Niccolai 15, Wissel n.e., Scampone 5, Leccese 18, Santaniello, Treglia n.e., Valente F., Antetomaso J., Valente L. 10, Spignese n.e., Porfido 13. Coach: Cianciaruso.

Bracciano BK: D’Auria 15, Testini 2, Cacciuni J. n.e., Cacciuni N. 10, Baldoni 7, Di Grisostomo 14, Pasquali 8, D’Onofrio 3, Vinci 14. Coach: Di Segni.

 

22 luglio 2017 0

Guerra dell’acqua tra Regione e Acea su Bracciano. Stop ai prelievi ma il gestore: 1,5 milioni di romani a turnazione

Di admin

LAZIO – Tra Regione Lazio e Acea è scoppiata la guerra dell’acqua. Tutto si è consumato in un botta e risposta ieri sera a colpi di comunicati stampa con al centro il lago di Bracciano, la principale risorsa idrica da cui Acea attinge per portare l’acqua nei rubinetti di circa un milione e mezzo di romani.  Il lago, però si sta prosciugando rapidamente e l’acqua prelevata, in larga parte, si disperde a causa dell’acquedotto colabrodo. Le associazioni nate a Bracciano per tutelare il lago, da tempo accusano Acea di preferire il rischio prosciugamento lago ad impegnarsi ad investire per tappare le falle. Ieri sera alle 20 circa, La Regione ha diffuso questa nota:

“Con due atti amministrativi, la Regione Lazio ha oggi determinato la sospensione del prelievo dell’acqua dal lago di Bracciano.  Questa scelta è scaturita da diversi elementi. Innanzitutto, dal consolidarsi delle condizioni di deperimento del lago e, quindi, per determinare l’avvio di un’azione di salvaguardia relativa agli aspetti ambientali-naturalistici del bacino, con l’obiettivo di recuperare per quanto possibile la sua naturale integrità ecologica. Il decremento negativo del lago è stato dovuto essenzialmente a due fattori: al prelievo per l’approvvigionamento idropotabile e all’evaporazione, particolarmente intensa in relazione alle alte temperature, e aggravata dalla perdurante assenza di precipitazioni nei mesi scorsi. In questo quadro, quindi, il Direttore regionale delle Risorse idriche ha oggi firmato l’ordinanza che impone ad Acea ATO 2 S.p.a. di azzerare ogni prelievo della risorsa idrica dal bacino del lago di Bracciano, entro e non oltre le ore 24 del giorno 28 luglio prossimo, onde consentire il ripristino del livello naturale delle acque del lago e della loro qualità. Acea ATO 2 S.p.a., inoltre, sarà tenuta a trasmettere alla Direzione regionale i dati giornalieri del livello idrometrico del bacino. L’ordinanza rivolta al gestore intende anche ricondurre nei corretti binari le quote di captazione stabilite. Tale ordinanza ha validità fino al 31 dicembre 2017. Al contempo, l’Assessore alle Infrastrutture, Politiche abitative ed Enti locali, Fabio Refrigeri, ha firmato una missiva indirizzata alla Città metropolitana di Roma Capitale, affinché disponga quanto necessario per intimare, entro gli stessi tempi previsti dall’ordinanza, lo stop ai restanti impianti e dispositivi di captazione, pubblici e privati, che insistono sul Lago di Bracciano“.

Pochi minuti dopo Acea ha diffuso la sua Replica che suona come una poco velata minaccia.

“Acea prende atto e si adegua all’ordinanza adottata oggi dalla Regione Lazio circa la sospensione, nell’arco di una settimana, della captazione dal lago di Bracciano. Una decisione unilaterale e illegittima, che comporterà una serie di importanti e gravi conseguenze per i cittadini di Roma. La drastica riduzione dell’afflusso di acqua alla rete idrica della Capitale ci costringerà, infatti, a mettere in atto una rigida turnazione nella fornitura che riguarderà circa 1.500.000 romani. Acea, comunque, si impegna sin d’ora ad elaborare un piano dettagliato di emergenza che, non appena pronto, sarà messo a disposizione e comunicato capillarmente alla cittadinanza. Il Gruppo altresì è tutelerà in ogni sede non solo le proprie ragioni, ma anche gli interessi di tutta la sua utenza“.

Ermanno Amedei